Targeting comportamentale

Il targeting comportamentale ti permette di scegliere come target i nuovi utenti e i visitatori che provengono da uno specifico referrer.

Contenuti di questo articolo:

Quando utilizzare il targeting comportamentale

Il targeting comportamentale è utile per rivolgerti a chi visita il tuo sito per la prima volta. Ti permette di provare una nuova variante di registrazione o di iscrizione per gli utenti che non sono mai stati prima sul tuo sito web. Puoi anche utilizzarlo per rivolgerti ai visitatori che provengono da siti web da te indicati.

Variabili

  • Tempo dal primo arrivo – Si rivolge ai primi utenti che sono arrivati sul tuo sito entro un certo periodo di tempo. L'orario di arrivo viene stabilito quando Google Analytics imposta un cookie per un utente. Questo si verifica solo alla prima visita del tuo sito da parte dell'utente o se l'utente non dispone di un cookie GA del tuo sito.
  • Referrer pagina – Si rivolge agli utenti che arrivano sul tuo sito da un canale o sorgente specifici.Utilizza la variabile Referrer pagina per rivolgerti agi utenti che provengono da siti web specifici e personalizzare il marketing su di essi.

Tempo dal primo arrivo

Utilizza la variabile Tempo dal primo arrivo per rivolgerti ai nuovi visitatori sul tuo sito con un'esperienza unica per i nuovi utenti; oppure invitali a registrarsi a un account e prova il tuo obiettivo di conversione dell'iscrizione. La variabile Tempo dal primo arrivo darà come risultato "true" quando il cookie Google Analytics dell'età del visitatore corrisponde alla condizione da te creata.

Esempio 1

Di solito Google Analytics imposta il suo cookie poco prima che il primo hit venga inviato ad Analytics e Optimize. Di conseguenza, puoi rivolgere un esperimento ai nuovi utenti alla prima pagina della loro visita specificando un valore breve per il Tempo dal primo arrivo. Per rivolgere il tuo esperimento ai nuovi utenti, crea una regola di targeting comportamentale simile alla seguente:

Variabile Tipo di corrispondenza Numero Valore
Tempo dal primo arrivo minore di 10 secondi

Esempio 2

Per rivolgere un esperimento a qualunque pagina visitata da un nuovo utente nei primi 60 minuti dal primo arrivo sul tuo sito, crea la seguente regola di targeting comportamentale:

Variabile Tipo di corrispondenza Numero Valore
Tempo dal primo arrivo minore di 60 minuti

Referrer pagina

Quando reputi importante un sito di riferimento, puoi rivolgerti ai visitatori che provengono da quel sito con un'esperienza personalizzata. Ad esempio, utilizza Referrer pagina per rivolgerti agli utenti che provengono da example.it con una promozione che li invita a registrarsi a un account.

Per rivolgerti agli utenti che arrivano sul tuo sito da example.it, crea la seguente regola di targeting comportamentale:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina contiene example.it

Tipi di corrispondenza

La variabile Tempo dal primo arrivo utilizza il tipo di corrispondenza uguale a.

La variabile Referrer pagina utilizza i seguenti tipi di corrispondenza: Uguale a, Contiene, Inizia con, Finisce con e Corrispondenze alle espressioni regolari.

Uguale a

Affinché il valore della condizione sia vero e, ogni singolo carattere dell'URL deve corrispondere esattamente al valore inserito. Utilizza uguale a quando desideri scegliere come target URL che in nessun caso contengono informazioni dinamiche (che cambiano) come identificatori di sessione o parametri della stringa di query.

Esempio:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina uguale a http://www.example.it/

Assegnerà il valore true a:

  • http://www.example.it/

Assegnerà il valore false a:

  • https://www.example.it/

Contiene

Il tipo di corrispondenza contiene (chiamato anche "corrispondenza sottostringa") ti consente di scegliere come target tutte le occorrenze di una sottostringa con una stringa più lunga. Contiene è utile quando si sceglie come target un parametro univoco della stringa di query che compare in più URL.

Esempio:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina contiene page=4

Assegnerà il valore true a:

  • http://www.example.com/member.cgi?id=9&page=4

Assegnerà il valore false a:

  • http://www.example.com/member.cgi?id=9&page=2

Inizia con

Il tipo di corrispondenza inizia con crea una corrispondenza di caratteri identici a partire dall'inizio di una stringa specificata fino all'ultimo carattere della stringa stessa incluso. Utilizza il tipo di corrispondenza inizia con quando i tuoi URL in genere non variano ma possono terminare con parametri della stringa di query che desideri escludere.

Esempio:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina inizia con http://www.example.com/pages/

Assegnerà il valore true a:

  • http://www.example.com/pages/subpage/

Assegnerà il valore false a:

  • http://www.example.com/members/pages/

Finisce con

La fine dell'URL corrisponde esattamente al valore inserito. Puoi scegliere come target pagine del carrello degli acquisti che utilizzano /thankyou.html alla fine dell'URL.

Esempio:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina termina con /thankyou.html

Assegnerà il valore true a:

  • http://www.example.com/checkout/thankyou.html

Assegnerà il valore false a:

  • http://www.example.com/checkout/thankyou.html?x=1&y=1

Corrispondenze alle espressioni regolari

Un'espressione regolare utilizza caratteri speciali per consentire l'uso di caratteri jolly e corrispondenze flessibili. Le corrispondenze alle espressioni regolari sono utili quando il parametro radice e/o il parametro finale di un URL possono variare per la stessa pagina web. Se un utente proviene da uno o più sottodomini e i tuoi URL utilizzano identificatori di sessione, puoi utilizzare un'espressione regolare per definire l'elemento costante dell'URL.

Esempio:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina corrispondenze alle espressioni regolari checkout.cgi\?page=1

Assegnerà il valore true a:

  • http://sports.example.com/checkout.cgi?page=1&id=123
  • http://fishing.example.com/checkout.cgi?page=1&lang=en&id=123

Assegnerà il valore false a:

  • http://sports.example.com/checkout.cgi?page=2&id=123

Operatori

AND

L'operatore AND è utile quando desideri scegliere come target una variante basata su più regole true. Le condizioni che utilizzano l'operatore AND restituiscono il valore true solo se tutti i valori vengono soddisfatti.

Esempio:

Per scegliere come target gli utenti che visitano la tua pagina /nexus_9 dal loro tablet, crea due regole associate con l'operatore AND.

Una regola di targeting per URL:

Variabile              Tipo di corrispondenza Valore
URL uguale a https://store.google.com/product/nexus_9

...e una regola di targeting per tecnologia:

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Categoria dispositivo uguale a tablet              

OR

L'operatore OR è utile per scegliere come target un tipo di pagina con più configurazioni di URL. Le condizioni che utilizzano l'operatore OR assegnano il valore true se viene soddisfatto uno qualsiasi dei valori. Puoi utilizzare OR aggiungendo ulteriori valori a una regola di targeting per URL. Quando si scelgono come target più URL, OR viene automaticamente aggiunto al primo URL una volta premuto Invio. Basta digitare gli URL aggiuntivi (premendo successivamente Invio) per continuare a creare regole con l'operatore OR.

Esempio:

Per scegliere come target una pagina dello store con due URL distinte, crea una regola con due URL nel campo Valore. OR verrà aggiunto automaticamente una volta premuto Invio.

Variabile Tipo di corrispondenza Valore
Referrer pagina uguale a http://store.google.com/ or... http://www.google.com/store/

 

La variabile Tempo dal primo arrivo utilizza solo il tipo di corrispondenza uguale a.

 

Puoi utilizzare l'operatore OR all'interno di condizioni singole, ma non per combinare più condizioni. Ad esempio, puoi creare una condizione come questa: "percorso è uguale a /store OR /shop", ma non puoi utilizzare OR in più condizioni come questa: "percorso è uguale a /store OR host è uguale a example.com"

Considerazioni aggiuntive

  • Una volta esaminate, le corrispondenze alle espressioni regolari utilizzano le descrizioni del tipo di corrispondenza pienamente esaminate dell'articolo sulle corrispondenze dell'URL.
  • In alcuni casi il referrer pagina può essere vuoto. Ad esempio, il visitatore ha digitato l'URL direttamente sul browser o ha fatto clic su un segnalibro. Non viene inviato anche se il sito di riferimento è sicuro (HTTPS) e la pagina su cui ti trovi non lo è (HTTP).
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?