Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Requisiti tecnici

Contenuti in abbonamento e protetti da paywall

Nella Ricerca e in News è stato rimosso il requisito First Click Free per gli editori. Leggi ulteriori informazioni sulle nuove norme sul nostro blog.

In passato, la nostra norma First Click Free (FCF) ha fornito un modo per includere i siti in abbonamento nella ricerca, nonostante i relativi contenuti non fossero di solito disponibili per gli utenti. La norma FCF richiedeva agli editori una quantità limitata di contenuti gratuiti da mostrare quotidianamente agli utenti della Ricerca Google. Nel corso degli anni abbiamo collaborato con i partner editoriali per approfondire la conoscenza delle relazioni tra campionamenti gratuiti e conversioni.

Campionamento flessibile

Questa analisi ha portato alla decisione di passare dal programma FCF, con i suoi rigidi requisiti sui contenuti-campione gratuiti, a un modello di campionamento flessibile che permette agli editori di gestire come meglio ritengono i contenuti-campione, in base alla loro esperienza pregressa e corrente sull'utilizzo dei contenuti gratuiti, al fine di attirare nuovi utenti. Inoltre, questo nuovo sistema consente agli editori di utilizzare la protezione paywall per incentivare la registrazione o l'abbonamento da parte degli utenti.

Come segnalare i contenuti protetti da paywall

Gli editori devono differenziare i contenuti protetti da paywall mediante dati strutturati per aiutare Google a distinguere questi contenuti dalla pratica del cloaking, secondo cui i contenuti inviati a Googlebot risultano diversi da quelli mostrati agli utenti. Se non vengono utilizzati dati strutturati per il paywall, questo potrebbe essere scambiato per una forma di cloaking e di conseguenza i contenuti potrebbero essere rimossi da Google.

Per le specifiche dettagliate sull'implementazione dei dati strutturati, consulta la nostra documentazione per gli sviluppatori. 

Incoraggiamo gli editori a sperimentare attentamente diverse quantità di contenuti-campione gratuiti, in modo da non incidere negativamente e involontariamente sull'esperienza degli utenti e da non ridurre il traffico derivante da Google. Prima di iniziare, leggi la nostra guida generale per il campionamento flessibile.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?