Notifica

In questo Centro assistenza puoi trovare sia i contenuti di Merchant Center Next sia la versione classica di Merchant Center. Cerca il logo nella parte superiore di ogni articolo per assicurarti di utilizzare l'articolo della versione di Merchant Center applicabile. 

La pubblicità con i Servizi di shopping comparativo

Icona personalizzata per il titolo dell'articolo nella versione classica di Merchant Center.

Se cerchi informazioni sulla pubblicità con i Servizi di shopping comparativo in Merchant Center Next, fai clic qui.

I Servizi di shopping comparativo (CSS) pubblicano annunci Shopping e schede di prodotto gratuite su Google per conto dei commercianti nei seguenti paesi: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Ungheria.

Come funziona

I Servizi di shopping comparativo sono in grado di fare offerte per pubblicare annunci Shopping nelle pagine dei risultati di ricerca generali di Google per conto dei commercianti che rappresentano. Google Shopping fa offerte per conto dei commercianti che rappresenta, allo stesso modo di qualsiasi altro CSS.

Ciò significa che, in quanto commerciante, puoi scegliere di partecipare agli annunci Shopping nella pagina dei risultati di ricerca generali di Google in vari modi: puoi fornire i tuoi dati di prodotto a qualsiasi CSS, incluso Google Shopping, e puoi anche utilizzare più CSS contemporaneamente.

Come funziona la pubblicità con gli annunci Shopping (SSC)

I CSS utilizzano un account Merchant Center distinto per ogni commerciante che rappresentano. Ogni account consente di caricare l'inventario di un commerciante e di eseguire le campagne Performance Max e Shopping per suo conto. Puoi aggiungere prodotti anche tramite l'Editor dei prodotti nei profili delle attività. Scopri di più sull'invio dei prodotti tramite i profili delle attività

Tutte le campagne devono seguire le stesse Norme relative agli annunci Shopping e rispettare gli stessi requisiti sui dati di prodotto. Questo significa, ad esempio, che gli annunci Shopping devono indirizzare gli utenti direttamente a una pagina di destinazione del commerciante in cui possono acquistare il prodotto pubblicizzato.

Gli annunci Shopping sulle pagine dei risultati di ricerca generali di Google nei paesi in cui il programma CSS è disponibile mostrano inoltre quale CSS ha caricato l'offerta (il link "Da CSS" visualizzato nella parte inferiore dell'annuncio). Se gli utenti fanno clic sul link, vengono indirizzati al sito web del CSS.

Domande frequenti

Devo utilizzare un CSS per pubblicare gli annunci Shopping nella pagina dei risultati di ricerca generali di Google?

Sì, solo i CSS possono inserire gli annunci Shopping. Puoi utilizzare Google Shopping o altri CSS a tua scelta. Puoi inoltre partecipare usando diversi CSS contemporaneamente.

Devo pagare Google per gli annunci che i CSS pubblicano per mio conto?

No. I CSS (incluso Google Shopping) pagano Google per i clic sugli annunci che pubblicano. I CSS possono scegliere come fatturare ai loro commercianti. Ad esempio, Google Shopping solitamente basa i propri addebiti su un modello CPC.

Tieni presente che i clic sul link "Da CSS" nella parte inferiore degli annunci (che reindirizza al sito web del CSS) sono attualmente gratuiti per i CSS.

I miei prodotti saranno visualizzati più volte uno accanto all'altro?

Facciamo del nostro meglio per non mostrare più occorrenze della stessa offerta (vale a dire lo stesso prodotto offerto dallo stesso commerciante). Se notiamo che lo stesso prodotto dello stesso commerciante è stato caricato da più CSS, lo mostreremo solo una volta nell'unità pubblicitaria. Nei rari casi in cui non rileviamo che due offerte sono identiche, queste potrebbero essere visualizzate contemporaneamente nella stessa unità Shopping. Il CPC pagato dal CSS vincente non aumenta in questo caso, in quanto le offerte di uno stesso commerciante non sono mai in competizione fra loro (vedi la domanda successiva). 

Prodotti diversi dello stesso commerciante possono essere visualizzati tramite più CSS all'interno della stessa unità. Ad esempio, se un utente cerca scarpe da running, CSS A potrebbe pubblicare un determinato modello, mentre CSS B potrebbe mostrarne un altro. Anche in questo caso, il CPC pagato dal CSS vincente non aumenta, in quanto le offerte di uno stesso commerciante non sono mai in competizione fra loro (vedi la domanda successiva).

Mi ritroverò a pagare di più per gli annunci Shopping se più di un CSS pubblicizza per mio conto?

Un commerciante non verrà mai messo in competizione con se stesso nell'asta per un'offerta, indipendentemente dal numero o dall'identità dei CSS che utilizza. Pertanto, se due CSS pubblicano offerte per conto dello stesso commerciante, l'offerta vincente e il prezzo pagato dal CSS vincente saranno gli stessi, come se queste offerte fossero state pubblicate da un solo CSS.

Il fatto che diversi CSS facciano offerte per tuo conto non significa che le tue offerte vengano ripetute o che Google addebiterà un costo maggiore per un clic su una di esse.

Esempi: CSS A fa un'offerta di 30 centesimi per clic per pubblicare la tua offerta. Per semplicità, supponiamo che tutti gli annunci abbiano la stessa qualità e pertinenza.

Scenario 1: la successiva offerta più alta di un CSS, fatta per conto di un altro commerciante, è di 20 centesimi. La tua offerta vincerà l'asta a un costo di 20 centesimi: il minimo necessario per mantenere la posizione.

Offerte caricate da Commerciante Offerta inserita da CSS Prezzo pagato da CSS vincente, se viene fatto clic sul suo annuncio
CSS A Commerciante 1 (tu) 30 20
CSS A Commerciante 2 20 --
CSS A Commerciante 3 15 --
CSS A Commerciante 4 12 --

Scenario 2: ora supponiamo che un altro CSS inizi a fare pubblicità per tuo conto e faccia un'offerta di 25 centesimi. Puoi comunque vincere l'asta con l'offerta di 30 centesimi che CSS A ha fatto per tuo conto, ma il concorrente più vicino ora offre 25 centesimi. Poiché anche questo concorrente è un CSS che sta facendo offerte per tuo conto, per determinare il prezzo che CSS A paga non utilizziamo quella seconda offerta. Cerchiamo invece l'offerta più alta successiva che è stata inserita per conto di un commerciante diverso, che è ancora 20 centesimi. Il CPC pagato per l'offerta vincente non cambia e rimane a 20 centesimi.

Offerte caricate da Commerciante Offerta inserita da CSS Prezzo pagato da CSS vincente, se viene fatto clic sul suo annuncio
CSS A Commerciante 1 (tu) 30 20
CSS B Commerciante 1 (tu) 25 --
CSS A Commerciante 2 20 --
CSS A Commerciante 3 15 --

Scenario 3: ora supponiamo invece che l'offerta fatta per tuo conto da CSS B sia superiore a quella fatta da CSS A per tuo conto. In questo caso, CSS B vincerà l'asta. La successiva offerta più alta è l'offerta di 30 centesimi che CSS A ha inserito, anche in questo caso per tuo conto. Poiché entrambe le offerte sono per lo stesso commerciante, non utilizziamo l'offerta di CSS A per determinare il prezzo del clic pagato da CSS B. Utilizziamo invece la successiva offerta più alta fatta per conto di un commerciante diverso, che è ancora 20 centesimi. Il CPC pagato da CSS B per il tuo prodotto sarà di 20 centesimi.

Offerte caricate da Commerciante Offerta inserita da CSS Prezzo pagato da CSS vincente, se viene fatto clic sul suo annuncio
CSS B Commerciante 1 (tu) 40 20
CSS A Commerciante 1 (tu) 30 --
CSS A Commerciante 2 20 --
CSS A Commerciante 3 15 --

Come faccio a sapere quanto offrono i CSS per mio conto durante l'asta?

In genere i CSS segnalano il numero di clic inviati a un commerciante e il costo addebitato per clic. A seconda dello schema dei prezzi, possono anche segnalare informazioni aggiuntive o condividere dati dettagliati sulle offerte. Oltre ad altre metriche, Google Shopping segnala anche il numero di clic inviati a un commerciante e il costo addebitato per clic. La Commissione Europea impone che la redditività di Google Shopping sia indipendente nei paesi del SEE in cui gli annunci Shopping sono disponibili. Google Shopping attualmente garantisce la redditività deducendo un margine percentuale fisso da ogni offerta del commerciante prima di inserirla nell'asta. Il margine è incluso nel CPC pagato dal commerciante e viene addebitato solo quando un utente fa clic su uno degli annunci del commerciante. In generale, consigliamo ai commercianti di confrontare il costo e i rendimenti dei diversi canali di marketing per valutare quali funzionano meglio per loro.

Dove saranno mostrate le pubblicità dei miei prodotti?

Gli annunci Shopping pubblicati dai CSS (compreso Google Shopping) compaiono sulle pagine dei risultati di ricerca generali di Google. Per evitare confusione negli utenti, devono anche essere pubblicati sul sito web del CSS che li ha inviati (nel caso di Google Shopping: google.com/shopping).

Come posso scoprire quali CSS pubblicizzano per mio conto negli annunci Shopping?

Accedi al tuo account Merchant Center. Fai clic sull'icona degli strumenti Icona del menu Strumenti e impostazioni [ingranaggio], quindi scegli Impostazione annunci Shopping in "Strumenti". Troverai una dashboard che mostra tutti gli SSC che hanno caricato prodotti dal tuo sito web. Potrai inoltre trovare informazioni di contatto per ciascuno di essi. Se non disponi di un account Merchant Center per il dominio in questione, puoi crearne uno gratuitamente. Non è necessario caricare offerte per visualizzare la dashboard.

È meglio pubblicizzare attraverso un determinato CSS?

Quello che funziona meglio per te dipende dalla tua attività, dai tuoi obiettivi e dai servizi offerti dai CSS. Puoi pubblicizzare con diversi CSS allo stesso tempo per determinare la combinazione migliore per te. Tutti i CSS, incluso Google Shopping, hanno le stesse opportunità di pubblicare annunci per tuo conto nelle pagine dei risultati di ricerca generali di Google. Nessuno spazio pubblicitario è riservato a un particolare CSS.

Cosa succede se non voglio che un CSS specifico pubblicizzi i miei prodotti?

CSS diversi possono fornire servizi a valore aggiunto differenti. Tuttavia, siamo consapevoli che potresti voler controllare come vengono mostrati i tuoi annunci. Ti consigliamo di rivolgerti al CSS pertinente per parlare di eventuali preoccupazioni che potresti avere (il sito web dell'assistenza clienti, il numero di telefono e l'indirizzo email di ogni CSS sono disponibili nella tua dashboard di Merchant Center). Tutti i CSS possono regolare il volume di traffico che ti stanno inviando utilizzando offerte e budget, oltre a mettere in pausa o avviare campagne. Alcuni CSS forniscono un'interfaccia che consente ai commercianti di controllare direttamente le campagne. Puoi anche utilizzare la dashboard in Merchant Center per attivare e disattivare un determinato canale CSS. La disattivazione potrebbe richiedere fino a 24 ore per diventare effettiva.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale