Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Requisiti editoriali e professionali

Benvenuti nel nuovo Centro norme

Di recente, abbiamo aggiornato le norme e le risorse di Google Shopping. Consulta il nostro annuncio relativo a queste modifiche.

Le nostre norme

Per offrire un'esperienza utente positiva, Google richiede che tutti gli annunci Shopping soddisfino elevati standard professionali e redazionali. Sono ammesse solo promozioni chiare e dall'aspetto professionale. Questi annunci devono indirizzare gli utenti verso prodotti e pagine di destinazione pertinenti, utili e con cui è facile interagire.

Requisiti tecnici

La specifica dei feed di prodotto definisce la struttura e il formato necessari per presentare i dati sui prodotti in modo da creare annunci professionali e invitanti. Le promozioni devono essere conformi alla specifica dei feed per poter comparire su Google Shopping, quindi assicurati di verificare con attenzione gli attributi e i relativi requisiti.

Esempi di contenuti non consentiti

Utilità

 

Contenuti difficilmente accessibili o la cui consultazione genera un'esperienza negativa
  • Esempi: siti web con pop-up o annunci interstiziali che interferiscono con la capacità dell'utente di vedere il contenuto richiesto; siti che disabilitano o interferiscono con il pulsante "Indietro" del browser; siti web che non si caricano rapidamente sulla maggior parte dei browser e dei dispositivi più diffusi, sono in fase di realizzazione, non funzionano, richiedono download di un'applicazione aggiuntiva per visualizzare la pagina di destinazione (a parte i comuni plug-in del browser) o reindirizzano a un file, un indirizzo email o messaggi di errore. Per linee guida specifiche su come rispettare queste norme, consulta gli attributi 'link' nella specifica dei feed.

 

Ortografia e grammatica

 

Promozioni che non utilizzano l'ortografia e la grammatica comunemente accettate
  • Esempi: "Fiori qui comprare" o "Compra fio qui".
Punteggiatura, simboli, maiuscole e minuscole, spazi o ripetizioni non utilizzati correttamente o per la finalità prevista
  • Esempi: uso eccessivo o ingannevole di numeri, lettere, simboli, segni di punteggiatura, ripetizione o spaziatura, come ad esempio: f1ori, fiiiiiori, fi @ ori, Fiori!!!, f * I * O * r * I *, FIORI, FIoRI, F.I.O.R.I., fiori-fiori-fiori!, f i o r i, comprafioriqui. Per linee guida specifiche su come rispettare queste norme, consulta gli attributi 'titolo' [title] e 'descrizione' [description] nella specifica dei feed.

 

Pertinenza non chiara

 

Promozioni non pertinenti alla pagina di destinazione
  • Esempi: titolo del prodotto o descrizione non rilevante rispetto al prodotto promosso, pagine di destinazione generiche o pagine di destinazione a un prodotto diverso. Per linee guida specifiche su come rispettare queste norme, consulta gli attributi 'titolo' [title] e 'descrizione' [description] della specifica dei feed.

 

Requisiti di stile

 

Promozioni che non utilizzano le funzionalità degli annunci Shopping per la finalità prevista
  • Esempi: schede che utilizzano il campo del titolo come un ulteriore campo di descrizione; schede che visualizzano informazioni irrilevanti o invadenti nelle immagini. Per linee guida specifiche su come rispettare queste norme, consulta gli attributi 'titolo' [title] e 'descrizione' [description] della specifica dei feed.

Possibili soluzioni

Di seguito sono riportate maggiori informazioni riguardo ciascuna violazione e le misure da adottare nei casi in cui il prodotto in questione non venga approvato o il tuo account Merchant Center riceva un avviso o venga sospeso:

Utilità
  1. Consulta le norme sopra riportate per conoscere i contenuti non ammessi. Di seguito sono riportati alcuni esempi:
    • URL di destinazione non funzionante. Assicurati che nessuna delle tue pagine di destinazione presenti problemi di caricamento o sia ancora in fase di realizzazione. Ecco alcuni aspetti da controllare:
      • Corretto caricamento della pagina di destinazione. Il tuo articolo non deve indirizzare a un sito web in fase di realizzazione o a un sito che rimanda a una pagina di errore in cui è visualizzato un codice di stato che inizia con il numero 4 o 5 (ad esempio un errore 405). Se la tua pagina di destinazione non funziona, lascia in sospeso il tuo articolo fino a quando il sito non sarà perfettamente funzionante. In alternativa, collega l'articolo a una sezione del sito funzionante.
        • Anche se tu riesci a caricare la tua pagina di destinazione, tale pagina potrebbe non caricarsi correttamente in altre circostanze, ad esempio con altri browser web e app o con i nostri sistemi. La pagina di destinazione deve funzionare correttamente per tutte le località, a prescindere da quella alla quale è indirizzato l'articolo. Controlla la tua pagina di destinazione su browser e dispositivi diversi per accertarti che rimandi sempre a un sito web funzionante.
    • Accesso richiesto. Assicurati che gli utenti non debbano utilizzare una password o un programma aggiuntivo per visualizzare i prodotti sul tuo sito.
    • Dominio parcheggiato. Assicurati che il tuo sito fornisca agli utenti contenuti esclusivi e utili nel dominio della pagina di destinazione, che non sia parcheggiato e che non visualizzi solo annunci e link.
      • Se la registrazione è scaduta, rinnovala per ricominciare a pubblicizzare il sito.
      • Se il sito ha sperimentato un'interruzione temporanea del servizio, assicurati che sia di nuovo attivo in maniera appropriata.
      • Assicurati che il sito web fornisca agli utenti contenuti esclusivi e utili e non contenga un numero eccessivo di link e annunci pubblicitari.
    • Pagamento incompleto. Assicurati che gli utenti siano in grado di completare l'intera procedura di pagamento sul tuo sito, con qualsiasi metodo di pagamento disponibile e senza errori, e che ricevano la conferma dell'acquisto dopo aver completato la procedura di pagamento.
    • Annunci interstitial. Non presentare offerte sponsorizzate o pagine e annunci imprevisti agli utenti che navigano nel tuo sito.
    • Assicurati che tutti gli annunci presenti nel sito siano chiaramente distinguibili come tali. Gli annunci non devono avere l'aspetto di un pulsante di download di software, di un avviso di sistema ufficiale o di una funzione della pagina web, ad esempio menu, risultati di ricerca o altri contenuti del sito.
    • Una volta raggiunto il tuo sito, gli utenti devono essere in grado di tornare alla pagina precedente (in cui hanno trovato e selezionato l'annuncio) facendo clic una volta sul pulsante Indietro del browser.
  2. Modifica il tuo sito web. Se il tuo annuncio rimanda a contenuti che violano le norme, rettificalo per assicurarne la conformità.
  3. Richiedi una verifica del tuo account.
    • Se il tuo account è ancora nel periodo di avviso, verrà verificato automaticamente di nuovo alla fine di tale periodo. Una volta rimossi gli articoli che violano le norme, non occorre richiedere la verifica dell'account o intraprendere altre azioni.
    • Se il tuo account è sospeso, dovrai richiedere una verifica dell'account.

La maggior parte degli account viene verificata entro 3 giorni lavorativi, tuttavia, se si rende necessaria un'analisi più complessa, i tempi potrebbero protrarsi. Se riscontriamo che hai eliminato gli articoli in violazione delle norme dai dati di prodotto, rimuoveremo l'avviso oppure, in caso di sospensione dell'account, ne approveremo il ripristino.

 

Per assicurare un'esperienza sicura e positiva agli utenti, Google richiede che gli inserzionisti garantiscano la conformità a tutte le leggi e le norme applicabili, oltre alle norme di Google Shopping. È importante acquisire dimestichezza e rimanere aggiornati su questi requisiti per i paesi in cui opera l'azienda, ma anche per tutti i paesi in cui vengono pubblicate le schede di prodotto di Shopping. Quando rileviamo contenuti che violano questi requisiti, potremmo bloccarne la pubblicazione e in caso di violazioni ripetute o gravi, potremmo impedirti di promuovere contenuti di Google Shopping con noi.

Hai trovato utile questo articolo?
Policy changes

Per le modifiche alle norme passate e future, consulta il registro delle modifiche alle norme di Google Shopping.