Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Informazioni sui microdati per Google Shopping

Puoi utilizzare i microdati schema.org sulle pagine di destinazione dei prodotti per consentire a Google Shopping di recuperare informazioni aggiornate direttamente dal tuo sito web. Utilizzando microdati con aggiornamenti automatici degli articoli, puoi contribuire a fornire un servizio di alta qualità agli utenti che visualizzano i tuoi annunci.

In questo articolo viene illustrato come funzionano i microdati, come impostarli e come risolvere eventuali problemi.

I microdati schema.org validi ci permettono di leggere la tua pagina di destinazione e consentono l'uso di due funzioni di Shopping: 

  • Gli aggiornamenti automatici degli articoli, che riducono il rischio di sospensione dell'account dovuta a errate corrispondenze di prezzi e disponibilità e impediscono la disapprovazione temporanea di un articolo. 
  • Il componente aggiuntivo Fogli Google Merchant Center, che utilizza i microdati per aiutarti ad aggiornare molti attributi nel tuo feed. Per informazioni più dettagliate su come configurare i microdati schema.org sul tuo sito web, consulta la Guida introduttiva di schema.org.

Come funzionano i microdati

I microdati sono uno schema di markup dei dati strutturati che puoi aggiungere alla tua pagina web esistente. Google e altre piattaforme web possono utilizzare questi metadati per estrarre informazioni sui tuoi prodotti direttamente dal tuo sito web. Puoi implementare i microdati sul tuo sito web seguendo l'HTML di markup disponibile sul sito schema.org e garantendo l'accessibilità per il crawler di Google. Ulteriori informazioni su schema.org.

Puoi utilizzare i microdati per i tuoi dati in due modi. Innanzitutto, puoi utilizzarli nel componente aggiuntivo Fogli Google per il Merchant Center per aggiornare automaticamente molti attributi nel tuo feed. Inoltre, puoi utilizzare i microdati per determinare se i dati di prodotto che invii a Google Shopping corrispondono esattamente a ciò che compare sul tuo sito web.

Aggiornamenti automatici degli articoli con i microdati

Se le informazioni su prezzi e disponibilità che invii a Google Shopping non corrispondono alle informazioni disponibili sul tuo sito web, Google disapproverà temporaneamente gli articoli con dati non corrispondenti. Per evitare queste mancate approvazioni temporanee, puoi scegliere di attivare gli aggiornamenti automatici degli articoli. Se utilizzi questa funzione, provvederemo ad aggiornare i tuoi articoli su Google Shopping in base ai microdati schema.org sul tuo sito web anziché disapprovarli temporaneamente.

Aggiornamenti del feed con i microdati

Se hai inserito annotazioni di microdati schema.org nel tuo sito, il componente aggiuntivo Fogli Google Merchant Center può essere in grado di aggiornare i valori prelevati dal tuo sito web direttamente nel feed. Dopo aver registrato un feed basato su Fogli Google nel tuo account Merchant Center, puoi installare il componente aggiuntivo Google Merchant Center e selezionare la scheda Aggiorna dal sito web per iniziare. Il componente aggiuntivo estrarrà i dati dalle pagine di destinazione del tuo sito web. Come in precedenza, puoi anche convalidare e inviare i dati direttamente dal componente aggiuntivo.

Limiti dei microdati

Se adatti le funzionalità del tuo sito web alla località di un utente, ad esempio fornendo una gamma di prezzi o utilizzando il rilevamento IP, molto probabilmente gli aggiornamenti automatici degli articoli non avranno effetto.

Il crawler di Google deve poter recuperare informazioni accurate dal tuo sito web per creare corrispondenze con i dati di prodotto che invii a Google Shopping. Indipendentemente dalla località o dall'indirizzo IP dell'utente, le informazioni sui prodotti visualizzate sulla pagina di destinazione devono corrispondere a quanto riportato nei dati di prodotto.

Come impostare i microdati

Questa sezione descrive le best practice per l'implementazione dei microdati schema.org sulle pagine di destinazione dei prodotti che invii a Google Shopping.

Esempio di microdati schema.org

<body>
  <div itemscope itemtype="http://schema.org/Product">
    <span itemprop="name">Google Nexus 7</span>
    <meta itemprop="gtin14" content="00886227537143" />
    <meta itemprop="sku" content="abc123" />

    <div itemprop="offers" itemscope itemtype="http://schema.org/Offer">
      <meta itemprop="priceCurrency" content="USD" />$
      <span itemprop="price">229.95</span>
      <meta itemprop="itemCondition" itemtype="http://schema.org/OfferItemCondition" content="http://schema.org/NewCondition"/>New
      <meta itemprop="availability" content="http://schema.org/InStock"/>Available online
    </div>
  </div>
</body>

 

Le pagine di destinazione devono contenere un oggetto microdati di tipo Prodotto (http://schema.org/Product) che descrive il prodotto venduto. Questo oggetto dovrebbe contenere un oggetto Offerta nidificato (http://schema.org/Offer) nel campo di offerte che descrive come questo prodotto viene venduto. Per altri esempi, consulta la pagina http://schema.org/Offer.

Tieni presente che il prezzo deve essere indicato con un punto come separatore decimale. Ad esempio, una pagina di destinazione in francese potrebbe utilizzare i seguenti microdati per specificare il prezzo:

<meta content="29.50" itemprop="price" />
<meta itemprop="price" content="29.50" />29,50
<meta itemprop="pricecurrency" content="EUR" />€

Se sulla pagina di destinazione viene mostrato un prezzo di vendita e questo prezzo corrisponde a quanto un utente dovrebbe effettivamente pagare in quel momento, accertati che tale prezzo sia indicato nei microdati.

Se sulla pagina di destinazione pubblichi il prezzo in più valute, puoi utilizzare più oggetti di tipo Offerta. In questi casi devi utilizzare l'attributo priceCurrency per specificare la valuta.

Esempio di attributo priceCurrency
<div itemtype="http://schema.org/Product" itemscope>
  <meta itemprop="name" content="Google Nexus 7">
  <meta itemprop="sku" content="abc123">
  <meta itemprop="gtin14" content="00886227537143" />
  <div itemprop="offers" itemscope itemtype="http://schema.org/Offer">
    <meta itemprop="price" content="229.95" />
    <meta itemprop="priceCurrency" content="USD" />
  </div>
  <div itemprop="offers" itemscope itemtype="http://schema.org/Offer">
    <meta itemprop="price" content="27800" />
    <meta itemprop="priceCurrency" content="JPY" />
  </div>
</div>

I microdati devono essere validi e non mostrare avvisi nello Strumento di test per i dati strutturati. I valori presenti nei microdati devono corrispondere a ciò che viene presentato all'utente. I microdati devono essere presenti nel codice sorgente HTML della pagina di destinazione. Non devono essere riscritti con JavaScript.

Nota. Alcuni attributi non sono supportati da schema.org. Visita la pagina degli attributi dei microdati supportati per ulteriori informazioni.

L'indicazione del prezzo, priceCurrency e la disponibilità sono obbligatori per gli aggiornamenti automatici degli articoli.

Per informazioni più dettagliate su come configurare i microdati schema.org sul tuo sito web, consulta la Guida introduttiva di schema.org. In particolare, la sezione sulle versioni delle informazioni elaborabili automaticamente contiene consigli sulla disambiguazione dei microdati. Ad esempio, se si utilizzano le enumerazioni e i riferimenti canonici, si consiglia di utilizzare il tag link con href e il meta tag con content per le informazioni mancanti o implicite.

Affinché il crawler di Google crei corrispondenze tra i microdati presenti sulla pagina di destinazione di un prodotto e i tuoi dati di prodotto di Shopping, una delle due condizioni seguenti deve essere soddisfatta:

  • Sulla pagina di destinazione è presente solo un'offerta.
  • Se vi sono più offerte sull'intera pagina, a ciascuna di esse viene aggiunto uno SKU o un GTIN e la rispettiva offerta nei dati di prodotto su Shopping ha lo stesso SKU (attributo 'id' [id]) o GTIN (attributo 'gtin' [gtin]). Questo può essere utile se pubblichi più varianti dello stesso prodotto (ad es. taglie o colori diversi) sulla stessa pagina di destinazione.

Se una di queste condizioni non è soddisfatta, non potremo creare corrispondenze tra i prodotti sulle tue pagine di destinazione e i dati di prodotto che invii a Google Shopping.

Se vuoi aggiungere microdati senza apportare modifiche visibili all'utente, puoi incorporare i valori negli attributi.

Esempio di valori incorporati
<div itemscope itemtype="http://schema.org/Product">
  <meta itemprop="name" content="Google Nexus 7" />
  <meta itemprop="gtin14" content="00886227537143" />
  <div itemprop="offers" itemscope itemtype="http://schema.org/Offer">
    <meta itemprop="price" content="55.00" />
    <meta itemprop="priceCurrency" content="USD" />
    <meta itemprop="availability" content="http://schema.org/InStock" />
    <meta itemprop="itemCondition" content="http://schema.org/NewCondition" />
  </div>
</div>

Puoi verificare l'implementazione dei microdati con lo Strumento di test per i dati strutturati. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dello strumento e sul debug di eventuali problemi di interpretazione dei risultati nello strumento, consulta il Centro assistenza di Search Console.

Accertati che le informazioni specificate nei microdati corrispondano a ciò che viene mostrato all'utente. Tieni presente che fornire microdati non corretti nelle pagine di destinazione dei prodotti rappresenta una violazione delle nostre istruzioni per i webmaster.

Risoluzione dei problemi dei microdati

Se non siamo in grado di estrarre i microdati dal tuo sito web, ti segnaleremo il problema nella sezione Diagnostica della pagina Prodotti del tuo account Merchant Center. Questi problemi saranno elencati nel tuo account indipendentemente dalla tua attivazione o meno degli aggiornamenti automatici degli articoli.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?