Nascondere gli indirizzi durante l'invio della posta (Ccn)

Se invii un messaggio a più persone e desideri nascondere gli indirizzi email agli occhi dei destinatari, puoi utilizzare la funzione Ccn (copia nascosta). Quando scrivi un messaggio, fai clic su Ccn nell'angolo in alto a destra della finestra di scrittura e inserisci gli indirizzi di posta elettronica che non desideri siano visti dai destinatari.

Come sapere quando sei stato inserito in Ccn:

Se un utente di Gmail o Google Apps inserisce il tuo indirizzo in Ccn in un'email, quando apri il messaggio vedrai che il tuo indirizzo è riportato nel campo Ccn sotto il nome del mittente. In alternativa, puoi controllare se sei inserito in Ccn nei messaggi anche facendo clic sulla freccia "Mostra dettagli"  sotto il nome del mittente: vedrai il tuo indirizzo nella riga Ccn.

Allo stesso modo, se un'email inviata da un altro utente di Gmail o Google App ti viene recapitata perché fai parte di un gruppo email per il quale è stata utilizzata la funzione Ccn:, l'indirizzo del gruppo verrà mostrato nel campo "Ccn:".

Nel campo "Ccn:" verrà visualizzato solo il tuo indirizzo (o l'indirizzo del gruppo email del quale fai parte); se l'email è stata inviata anche ad altri destinatari nascosti, non potrai visualizzarli.

Tieni presente che se sei stato inserito in Ccn in un'email che è stata inviata con un altro programma o servizio email, Gmail potrebbe non essere in grado di visualizzare questa informazione.

In che modo i destinatari dell'email sanno di essere stati inseriti in copia per conoscenza nascosta (Ccn)

Quando includi destinatari Ccn in un'email inviata utilizzando Gmail, Google aggiunge un'intestazione specifica per ogni singolo destinatario Ccn per consentirgli di sapere che sta ricevendo l'email in quanto destinatario in copia per conoscenza nascosta. Ogni destinatario Ccn: visualizza soltanto il proprio indirizzo nel messaggio che riceve.

Se i destinatari utilizzano Gmail o Google Apps per leggere le proprie email, visualizzeranno l'intestazione. Altrimenti, a seconda di come il sistema email gestisce le intestazioni, i destinatari potranno visualizzare o meno l'informazione.