Scoperta e ranking delle app

Il nostro obiettivo è aiutare gli utenti a scoprire facilmente app e giochi che ameranno tra i milioni disponibili su Google Play. 

In Google Play gli utenti possono scoprire e installare app in molti modi diversi su vari tipi di dispositivi, tra cui telefoni, tablet e TV. Ad esempio, gli utenti possono sfogliare la home page o le pagine di navigazione secondarie, cercare un'app, trovare dettagli nelle relative pagine dei dettagli o leggere le selezioni della redazione. 

Vogliamo che gli utenti vedano contenuti pertinenti per loro e che abbiano un'esperienza positiva con le app che scaricano. In genere, prediligiamo app di alta qualità e pertinenti per un pubblico vasto. La soluzione migliore che uno sviluppatore può adottare per aumentare la rilevabilità è creare un'app che le persone apprezzino e consiglino ad altri.

Testiamo e ottimizziamo costantemente l'esperienza di scoperta su Google Play, aggiungendo nuove pagine di scoperta, sperimentando diversi formati e layout visivi e migliorando gli algoritmi di ranking.

Informazioni sulle app

Google Play deve comprendere i contenuti e le funzionalità di un'app per aiutare gli utenti a trovare l'app giusta al momento giusto. 

Quando uno sviluppatore invia un'app a Google Play, fornisce informazioni sull'app stessa e sulle sue caratteristiche (ad esempio, titolo, descrizione, categoria e risorse grafiche), nonché dettagli sui suoi contenuti e funzionalità.  Inoltre, Google identifica le caratteristiche aggiuntive dell'app (ad esempio, si tratta di un gioco "multiplayer") e analizza il feedback degli utenti (ad esempio, tramite valutazioni, recensioni e coinvolgimento). Queste informazioni definiscono l'approccio di Google al ranking e aiutano Google a organizzare le app e a presentarle agli utenti sia quando cercano qualcosa di nuovo o un titolo specifico.

Organizzare e definire il ranking delle app

Gli utenti hanno a disposizione molte opzioni per scoprire le app su Google Play. Il nostro obiettivo nell'organizzazione delle app in Play è determinare quali e quante app visualizzare e come presentarle in modo semplice per gli utenti.  Nell'organizzazione delle app vengono coinvolti molti fattori, tra cui:

  • Pertinenza per l'utente: le app più pertinenti per un utente variano in base alla sua attività di navigazione o alla query di ricerca. 
  • Qualità dell'esperienza dell'app: le app con prestazioni tecniche elevate e una buona esperienza utente sono generalmente preferite rispetto alle app di qualità inferiore.
  • Valore editoriale. Google Play fornisce consigli mirati per aiutare gli utenti a trovare contenuti interessanti e degni di nota.  
  • Annunci: alcuni sviluppatori scelgono di fare pubblicità su Google Play in modo simile ad altre proprietà di Google. Questi annunci sono appropriatamente contrassegnati e mostrati insieme ad altri contenuti. 
  • Esperienza utente: Google Play si impegna a garantire agli utenti un'esperienza positiva durante la navigazione all'interno dell'ampia gamma di app disponibili.

La ponderazione di questi fattori principali che influiscono sul ranking varia a seconda della posizione di ricerca dell'utente in Google Play, delle sue preferenze personali e del dispositivo in uso. Ad esempio, le app visualizzate nelle classifiche sono molto influenzate dalla popolarità, mentre le app mostrate nei risultati di ricerca sono molto influenzate dalla pertinenza rispetto alla query dell'utente. Inoltre, alcune app sono ottimizzate per dispositivi diversi e potrebbero essere posizionate più in alto nel ranking quando l'utente esegue una ricerca sulla TV rispetto a quando la esegue su dispositivi mobili o potrebbero essere disponibili solo su alcuni dispositivi (ad esempio, l'auto). 

Informazioni dettagliate sui principali fattori che influenzano il ranking:

A. Pertinenza per l'utente

Vogliamo mostrare agli utenti contenuti pertinenti per loro.  Il punto di partenza è determinare la piattaforma di Google Play in cui si trova l'utente e assicurare che le app siano pertinenti e disponibili.  Ad esempio, alcune app sono disponibili solo in alcuni paesi o compatibili con determinati dispositivi (inclusi fattori di forma specifici), come Android TV.

Per fornire all'utente contenuti pertinenti, dobbiamo anche stabilire che cosa sta cercando.  Possiamo determinare l'intent dell'utente grazie a indicatori impliciti o espliciti.  Ad esempio, se un utente visita una destinazione specifica, come la scheda "Bambini" (leggi ulteriori informazioni sul nostro programma App approvate dagli insegnanti), sta dimostrando interesse unicamente oer app per bambini, mentre se visita la scheda "Da non perdere", manifesta interesse solo per le app consigliate dagli editor di Google Play.  

Quando l'utente utilizza la funzionalità di ricerca, dobbiamo stabilire l'intent alla base della query. A tale scopo, decifriamo le parole digitate e cerchiamo di determinare se l'utente sta cercando un'app specifica (digitando quello che consideriamo il nome dell'app) o una categoria di app (ad esempio, giochi di corse). Ciò può includere l'identificazione di altre parole, come i sinonimi, in modo da prendere in considerazione l'insieme di risultati appropriato.  Una volta stabilito l'intent, usiamo i metadati (ad esempio, titolo, descrizione, categoria) e altri indicatori per determinare quali app rispondono meglio alla query dell'utente. Quando l'intent dell'utente è limitato (ad esempio, la ricerca esatta del titolo), cerchiamo di restituire quel titolo. Tuttavia, quando l'intent è più ampio (ad esempio, la ricerca di "fotoritocco"), le app pertinenti potrebbero essere numerose. Google Play può tenere conto anche di altri indicatori che riteniamo potenzialmente utili perché gli utenti trovino app che forniranno loro esperienze migliori, come gli altri fattori descritti di seguito (ad esempio, la qualità dell'app) o il modo in cui gli utenti rispondono ai risultati di una determinata query.  Possiamo anche includere contenuti di Play Film e Play Libri se riteniamo che gli utenti stiano cercando tali contenuti mentre usano la funzione di ricerca.

Dobbiamo soddisfare le esigenze di miliardi di utenti, di età diverse e provenienti da più di 190 paesi. Per questo motivo, su Google Play valutiamo anche se un'app può essere pertinente e appropriata per un pubblico vasto. Se l'app è più limitata in termini di pertinenza o pubblico, potremmo darle risalto solo se riusciamo a stabilire con certezza (ad esempio, tramite la query di ricerca o lo stato di navigazione) che l'utente sta cercando specificamente questo tipo di app più limitata.  Possiamo anche mostrare consigli personalizzati agli utenti. Ad esempio, possiamo usare le informazioni raccolte (come le app installate in precedenza dall'utente) per generare consigli per le app in un cluster "Per te". Le Norme sulla privacy di Google forniscono ulteriori informazioni sulle modalità di personalizzazione dei servizi e dei controlli per la privacy degli utenti da parte di Google.

B. Qualità dell'esperienza dell'app

Gli utenti di Android si aspettano app di alta qualità, ovvero che offrono un'esperienza utente complessivamente positiva e un valore aggiunto che va al di là delle funzionalità di base dei dispositivi.  Le app di alta qualità sono importanti anche per noi, perché riteniamo che, quando hanno esperienze positive con le app che installano, gli utenti siano più propensi a credere nella qualità delle app su Google Play in generale, con conseguente vantaggio per l'intero ecosistema.

Combiniamo indicatori manuali con metodi algoritmici per garantire che le app consigliate agli utenti siano di alta qualità.  La "qualità dell'app" non dipende solo dall'esperienza all'interno dell'app stessa, ma anche da elementi chiave dell'esperienza precedente l'installazione, come l'icona, il titolo, gli screenshot, i video, la descrizione e i link. Questi elementi dovrebbero agevolare il processo decisionale dell'utente, fornendo una rappresentazione valida dell'app e delle sue caratteristiche. Anche l'esperienza di assistenza clienti fornita dallo sviluppatore può essere significativa.  Altri fattori potenzialmente indicativi di un'app di alta qualità sono i seguenti: 

  • L'app fornisce un design visivo e sequenze di interazione con l'utente standard per un'esperienza coerente e intuitiva. 
  • Se prevede annunci, offre una buona esperienza pubblicitaria al suo interno.
  • Fornisce il comportamento funzionale, le funzionalità e i contenuti previsti.
  • Fornisce la compatibilità, le prestazioni, la stabilità e la reattività attese dagli utenti. 

Determinare il livello di qualità delle app è importante per garantire che quelle che forniscono un valore limitato agli utenti, o con prestazioni diverse da quelle attese, non vengano mostrate sulle piattaforme in cui gli utenti cercano consigli su nuove app o non appaiano nelle prime posizioni dei risultati di ricerca. Poiché la qualità delle app contribuisce a determinarne le modalità di organizzazione su Google Play, ci impegniamo al massimo per fornire agli sviluppatori indicazioni e strumenti per migliorare la qualità delle loro app. Forniamo agli sviluppatori linee guida sui test per aiutarli a valutare gli aspetti fondamentali della qualità della loro app; linee guida aggiuntive che garantiscono un'esperienza utente di alto livello e una maggiore esposizione per le app destinate a Wear OS, TV e Auto; e un elenco di controllo per gli sviluppatori che utilizzano i servizi per i giochi di Google Play.  Permettiamo agli sviluppatori di eseguire iterazioni sperimentando varie idee e di migliorare la qualità delle loro app prima del lancio raccogliendo feedback dai tester in gruppi interni, chiusi e aperti. Forniamo inoltre agli sviluppatori suggerimenti su come migliorare la qualità delle app e risorse nell'Academy for App Success. All'interno di Google Play Console, gli sviluppatori possono utilizzare strumenti quali statistiche sulle app, Android vitals per l'analisi tecnica del rendimento e l'analisi di valutazioni e recensioni. Play Console consente agli sviluppatori di confrontare il rendimento delle loro app con quello di insiemi di app peer per capire meglio dove intervenire per migliorare il rendimento dell'app. Gli sviluppatori hanno anche accesso al feedback degli utenti sotto forma di valutazioni e recensioni pubbliche, utili per identificare i problemi relativi a qualità o supporto riscontrati dagli utenti.

C. Valore editoriale

Gli utenti fanno affidamento anche sulle indicazioni di Google Play rispetto ai contenuti interessanti e degni di nota; per aiutarli a individuarli, forniamo consigli selezionati dal team di Google Play.  

Ciò include la selezione manuale dei contenuti da promuovere e presentare in primo piano, nonché la creazione di posizionamenti manuali personalizzati da parte di un team di editor e merchandiser di Google Play. Questi posizionamenti possono avere durata continua (ad esempio, articoli, etichette o descrizioni) o limitata (ad esempio, periodi stagionali) e possono essere presentati usando tutta una varietà di layout visivi.

Durante la selezione dei contenuti, i team di editor e merchandiser si concentrano sulla qualità dell'esperienza dell'app (vedi sopra), nonché su criteri quali novità, design, utilità dei contenuti e livello di attrattiva.  Utilizziamo l'etichetta "Da non perdere" per evidenziare le app che riteniamo le migliori in un determinato ambito. Possiamo anche fornire descrizioni scritte aggiuntive su ciò che riteniamo renda interessanti i contenuti (ad esempio, i punti elenco "Perché ci piace").

Possiamo inoltre realizzare campagne di merchandising.  Nella creazione di una campagna, il team può prendere in considerazione la tempistica e la pertinenza locale; tali campagne possono includere promozioni (ad esempio, sconti per il Black Friday), eventi locali (ad esempio, Halloween) o eventi specifici collegati ai contenuti (ad esempio, una nuova uscita o un aggiornamento importante).  Per alcune campagne, il team potrebbe anche valutare il potenziale di monetizzazione ai fini della selezione dei contenuti.

D. Annunci

Gli sviluppatori possono pagare una tariffa per apparire in sezioni chiaramente contrassegnate di Google Play tramite la pubblicità. Gli annunci sono sempre contrassegnati con un'etichetta come "annuncio" o "sponsorizzato". Leggi ulteriori informazioni su come creare una campagna Google Ads per la tua app.

E. Esperienza utente su Google Play

Vogliamo assicurarci che la navigazione su Google Play rappresenti un'esperienza positiva per gli utenti, consentendo loro di scoprire le app che cercano, titoli nuovi e non ancora noti e informazioni utili sulle app.  Ecco perché prendiamo in considerazione l'esperienza utente nel progettare tutti gli elementi di Google Play, ad esempio come raggruppare le app, dove e quanti annunci mostrare nei risultati e quali formati utilizzare per presentare le app agli utenti. Più l'esperienza utente è utile e coinvolgente su Google Play, più spesso gli utenti torneranno per scoprire e installare nuove app.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema