Caricare un'app

Dopo aver creato un account sviluppatore Google Play, puoi caricare app su Google Play usando Play Console.

Suggerimento: quando crei la tua app, usa il formato di pubblicazione consigliato di Google Play, ossia Android App Bundle.

Creare un'app

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona Tutte le applicazioni Tutte le applicazioni > Crea applicazione.
  3. Seleziona una lingua predefinita e aggiungi un titolo per l'app. Digita il nome dell'app che vuoi visualizzare su Google Play.
  4. Crea la scheda dello Store per l'app, rispondi al questionario per la classificazione dei contenuti e configura prezzi e distribuzione.

Preparare l'app per i canali di test o di produzione

Per preparare l'app per i gruppi di test o produzione, devi preparare e implementare le versioni per un gruppo specifico.

Una versione è una combinazione di uno o più elementi della build che preparerai prima del rilascio di un'app o di un aggiornamento per gli utenti.

Gestire i file APK

I nomi dei pacchetti dei file di app sono unici e definitivi, quindi devi fare attenzione quando scegli il nome. I nomi dei pacchetti non possono essere eliminati o riutilizzati in futuro.

Trovare i file APK

Per visualizzare gli APK della tua app, procedi nel seguente modo:

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona un'app.
  3. Seleziona Gestione delle release > Raccolta di elementi. Verrà visualizzato un elenco di APK della tua app in versione bozza, attivi e archiviati.
    • Bozza. Gli APK non ancora pubblicati per gli utenti.
    • Attivi. Gli APK attualmente pubblicati per gli utenti.
    • Archiviati. Gli APK che erano attivi, ma che non sono più pubblicati per gli utenti.

Dimensioni massime consentite

Esiste un limite per le dimensioni delle app su Google Play, basato sulle dimensioni compresse dell'APK al momento del download.

Dopo il caricamento di un APK, Play Console usa gzip per stimare le dimensioni di download dell'app. Dato che su Google Play vengono usati strumenti di compressione avanzati, è possibile che le dimensioni di download effettive dell'app scaricata dagli utenti siano inferiori rispetto a quelle stimate indicate in Play Console.

A seconda delle versioni di Android che il tuo APK ha come target, le dimensioni massime consentite sono:

  • 100 MB. APK che hanno come target Android 2.3 e versioni successive (API di livello 9-10, 14 e livelli successivi).
  • 50 MB. APK che hanno come target Android 2.2 e versioni precedenti (API di livello 8 e livelli precedenti).

Se non puoi supportare tutti i dispositivi con un solo APK, puoi caricare diversi APK per la stessa app, con diverse configurazioni di dispositivi come target.

Suggerimento: gli utenti devono avere la versione 5.2 o versioni successive del Play Store per poter installare APK da 100 MB.

Firmare l'app

Android richiede che tutte le app siano firmate digitalmente con un certificato prima di poter essere installate. Per ulteriori informazioni, visita il sito degli sviluppatori Android.

  • Se viene visualizzato un messaggio che indica che l'APK è firmato con un certificato non sicuro e che le dimensioni della chiave devono essere di almeno 1024 bit, segui le istruzioni per firmare l'app manualmente.
  • Importante: iscriviti alla funzionalità firma dell'app di Google Play o conserva l'archivio chiavi in un posto sicuro. Se perdi il keystore, dovrai pubblicare l'app con un nuovo nome di pacchetto e una nuova chiave. In questo caso dovrai anche annullare la pubblicazione dell'app originale e aggiornarne la descrizione.
Requisiti della versione APK per la Play Console

Nel file manifest, ogni APK presenta un valore versionCode che viene incrementato a ogni aggiornamento dell'app.

Per poter caricare la tua app nella Play Console, il valore massimo possibile per versionCode è 2100000000. Se il valore versionCode dell'APK supera quello appena indicato, la Play Console ti impedisce di inviare un nuovo APK.

Quando selezioni il versionCode per l'APK, considera che dovrai aumentare il valore versionCode per ogni aggiornamento restando al di sotto del valore massimo consentito.

Nota: per ulteriori informazioni sulle versioni dell'APK, visita il sito Android Developers. Tieni presente che il valore MAXINT per Android non segue i requisiti di caricamento della Play Console.

Requisiti del livello API target per la Play Console

Nel file manifest, ogni APK presenta un valore targetSdkVersion (noto anche come livello API target) che contiene informazioni sulle modalità di esecuzione della tua app su versioni di Android diverse.

Se configuri l'app per scegliere come target un livello API recente, ti assicuri che gli utenti beneficino di significativi miglioramenti della sicurezza e delle prestazioni, permettendo comunque l'esecuzione dell'app su versioni più vecchie di Android (fino a minSdkVersion).

Quando carichi un APK, questo deve soddisfare i requisiti del livello API target di Google Play. Di seguito sono riportati i livelli che le app devono avere come target attualmente e in futuro:

Requisito del livello API Data di inizio
Android 8.0 (livello API 26)
  • 1 agosto 2018: obbligatorio per le nuove app
  • 1 novembre 2018: obbligatorio per gli aggiornamenti delle app
Android 9 (livello API 29)
  • 1 agosto 2019: obbligatorio per le nuove app
  • 1 novembre 2019: obbligatorio per gli aggiornamenti delle app
 

Dopo l'entrata in vigore di questi requisiti, la Play Console ti impedirà di inviare nuovi APK che utilizzano livelli API target più vecchi.

Suggerimento: per ricevere assistenza tecnica su come modificare il livello dell'API target della tua app e soddisfare questi requisiti, consulta la guida alla migrazione.

Configurare la scheda dello store

La scheda dello store dell'app viene mostrata su Google Play e include dettagli che aiutano gli utenti a saperne di più sulla tua app. La tua scheda dello store è condivisa dalle varie tracce e include le tracce di test.

Dettagli prodotto
  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona Tutte le applicazioni Tutte le applicazioni.
  3. Seleziona un'app e compila i campi nella sezione "Dettagli prodotto".
Campo Descrizione Limite di caratteri Note
Titolo Il nome dell'app su Google Play. Puoi utilizzare 50 caratteri al massimo Puoi aggiungere un titolo localizzato per ogni lingua.
Descrizione breve Il primo testo visibile agli utenti quando visitano la pagina dei dettagli dell'app nell'app Play Store. Puoi utilizzare 80 caratteri al massimo Gli utenti possono espandere questo testo per visualizzare la descrizione completa dell'app.
Descrizione completa La descrizione dell'app su Google Play. Puoi utilizzare 4000 caratteri al massimo  

Nota. L'utilizzo ripetitivo o irrilevante di parole chiave nel titolo dell'app, nella descrizione o nella descrizione promozionale può rendere sgradevole l'esperienza dell'utente con il servizio e può comportare la sospensione dell'app su Google Play. Consulta le linee guida complete nelle Norme del programma per sviluppatori Google Play.

Risorse grafiche

Ulteriori informazioni su risorse grafiche, screenshot e video per la tua app.

Lingue e traduzioni

Aggiungere e gestire le traduzioni

Quando carichi un'app, la lingua predefinita è l'inglese degli Stati Uniti (en-US). Puoi aggiungere la traduzione delle informazioni sull'app, oltre a screenshot localizzati e altre risorse grafiche.

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona Tutte le applicazioni Tutte le applicazioni.
  3. Seleziona un'app e controlla le lingue elencate nella sezione "Dettagli prodotto".
  4. Per aggiungere nuove lingue, seleziona Gestisci traduzioni > Acquista traduzioni o Aggiungi la tua traduzione.
Lingue disponibili

Puoi fornire le traduzioni nelle seguenti lingue:

  • Afrikaans – af
  • Amarico – am
  • Arabo – ar
  • Armeno – hy-AM
  • Azero – az-AZ
  • Basco – eu-ES
  • Bielorusso – be
  • Bengalese – bn-BD
  • Bulgaro – bg
  • Birmano – my-MM
  • Catalano – ca
  • Cinese (Hong Kong) – zh-HK
  • Cinese (semplificato) – zh-CN
  • Cinese (tradizionale) – zh-TW
  • Croato – hr
  • Ceco – cs-CZ
  • Danese – da-DK
  • Olandese – nl-NL
  • Inglese – en-AU
  • Inglese – en-CA
  • Inglese – en-IN
  • Inglese – en-SG
  • Inglese (Regno Unito) – en-GB
  • Inglese (Stati Uniti) – en-US
  • Estone – et
  • Filippino – fil
  • Finlandese – fi-FI
  • Francese – fr-FR
  • Francese (Canada) – fr-CA
  • Galiziano – gl-ES
  • Georgiano – ka-GE
  • Tedesco – de-DE
  • Greco – el-GR
  • Ebraico – iw-IL
  • Hindi – hi-IN
  • Ungherese – hu-HU
  • Islandese – is-IS
  • Indonesiano – id
  • Italiano – it-IT
  • Giapponese – ja-JP
  • Kannada – kn-IN
  • Khmer – km-KH
  • Coreano (Corea del Sud) – ko-KR
  • Kirghiso – ky-KG
  • Lao – lo-LA
  • Lettone – lv
  • Lituano – lt
  • Macedone – mk-MK
  • Malese – ms
  • Malayalam – ml-IN
  • Marathi – mr-IN
  • Mongolo – mn-MN
  • Nepalese – ne-NP
  • Norvegese – no-NO
  • Persiano – fa
  • Polacco – pl-PL
  • Portoghese (Brasile) – pt-BR
  • Portoghese (Portogallo) – pt-PT
  • Rumeno – ro
  • Romancio – rm
  • Russo – ru-RU
  • Serbo – sr
  • Singalese – si-LK
  • Slovacco – sk
  • Sloveno – sl
  • Spagnolo (America Latina) – es-419
  • Spagnolo (Spagna) – es-ES
  • Spagnolo (Stati Uniti) – es-US
  • Swahili – sw
  • Svedese – sv-SE
  • Tamil – ta-IN
  • Telugu – te-IN
  • Tailandese – th
  • Turco – tr-TR
  • Ucraino – uk
  • Vietnamita – vi
  • Zulu – zu

Suggerimento: per tradurre la descrizione dell'app in altre lingue, puoi utilizzare il servizio di traduzione delle app di Google Play.

Immagini e video localizzati

Per commercializzare la tua app in diverse lingue con maggiore efficacia, puoi aggiungere risorse grafiche localizzate alla pagina Scheda dello Store.

Le risorse grafiche localizzate sono visibili agli utenti su Google Play se le loro preferenze relative alla lingua corrispondono alla lingua che hai aggiunto.

Traduzioni automatiche

Se non aggiungi traduzioni, gli utenti potranno visualizzare la lingua predefinita dell'app o utilizzare Google Traduttore per visualizzare la traduzione automatica nella pagina della scheda dello store dell'app su Google Play.

Per le traduzioni automatiche, verrà aggiunta una nota per spiegare che la traduzione è stata eseguita automaticamente insieme a un'opzione per visualizzare la lingua predefinita dell'app. Tieni presente che le traduzioni automatiche per armeno, retoromanzo, tagalog e zulu non sono supportate.

Classificazione

Per selezionare il tipo di app e la categoria, procedi nel seguente modo:

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona Tutte le applicazioni Tutte le applicazioni.
  3. Seleziona un'app.
  4. Nella sezione "Classificazione", seleziona un tipo di app e una categoria (guarda gli esempi).
Informazioni di contatto

Per aggiungere risorse di assistenza relative all'app per gli utenti di Google Play, procedi nel seguente modo:

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona Tutte le applicazioni Tutte le applicazioni.
  3. Seleziona un'app.
  4. Aggiungi le informazioni di contatto nella sezione "Contatti". Per poter pubblicare app su Google Play è obbligatorio inserire un indirizzo email di contatto, ma potrai offrire anche altri canali di assistenza (sito web, telefono).

Suggerimento: leggi ulteriori informazioni su come fornire assistenza agli utenti.

Norme sulla privacy

L'aggiunta di norme sulla privacy alla Scheda dello store della tua app è utile per garantire trasparenza sulle modalità di trattamento dei dati sensibili relativi agli utenti e ai dispositivi.

Le norme sulla privacy, insieme a eventuali comunicazioni in-app, devono spiegare in modo esauriente in che modo la tua app raccoglie, utilizza e condivide i dati degli utenti, indicando anche la tipologia di terze parti con cui i dati vengono condivisi. Dovresti rivolgerti al tuo rappresentante legale per sapere cosa è necessario.

  • Per le app che richiedono l'accesso ad autorizzazioni o dati sensibili (come definito nelle norme sui dati utente), devi inserire un link alle norme sulla privacy nella pagina Scheda dello Store dell'app e nell'app stessa. Assicurati che le norme sulla privacy siano disponibili su un URL attivo, che si applichino alla tua app e che regolamentino nello specifico la privacy degli utenti.
  • Per le app del programma Per la famiglia, devi inserire un link alle norme sulla privacy nella pagina Scheda dello store dell'app e nell'app stessa, indipendentemente dall'accesso dell'app ad autorizzazioni o dati sensibili. Assicurati che le norme sulla privacy siano disponibili su un URL attivo, che si applichino alla tua app e che regolamentino nello specifico la privacy degli utenti.

Aggiungere le norme sulla privacy alla scheda dello Store

  1. Accedi a Play Console.
  2. Seleziona un'app.
  3. Seleziona
  4. Nella sezione "Norme sulla privacy" inserisci l'URL in cui si trovano le norme sulla privacy.
  5. Salva le modifiche.

Passaggi successivi

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?