Come migliorare il risparmio energetico con il termostato Nest

I termostati Nest sono progettati per apprendere le tue abitudini e le caratteristiche di casa tua. Il termostato imparerà a mantenere un ambiente confortevole quando sei a casa e a risparmiare energia quando non ci sei. In questo articolo vengono forniti alcuni suggerimenti per risparmiare energia a casa tua con il termostato.

Esistono tanti modi per risparmiare energia e ridurre il costo delle bollette. Di seguito sono riportati alcuni passaggi che possono aiutarti a ridurre il consumo energetico.

Fai apprendere le tue preferenze al termostato Nest

Durante la prima settimana successiva all'installazione, il termostato crea una programmazione apprendendo informazioni ogni volta che ci passi davanti o regoli la temperatura. Il termostato non smette mai di imparare, quindi insegnagli le buone abitudini in modo che possa aiutarti a risparmiare energia. Abbassa la temperatura prima di andare a letto o tutte le volte che abbasseresti abitualmente un termostato per risparmiare energia. Il termostato Nest memorizzerà queste modifiche e regolerà la programmazione. Nel Bollettino Nest puoi verificare i risultati dell'insegnamento delle buone abitudini al termostato Nest.

Regola le valvole dei radiatori

Puoi risparmiare energia regolando le valvole dei radiatori in modo da riscaldare e raffreddare la tua casa in maniera più uniforme. Se alcune stanze di casa tua sono troppo calde, prova a regolare gradualmente le valvole dei radiatori in ogni stanza. Chiudi le valvole in una stanza che si scalda troppo velocemente e apri le valvole nelle stanze troppo fredde.

Imposta la Temperatura Eco in modo ponderato

La Temperatura Eco può aiutarti a risparmiare energia quando non c'è nessuno a casa. Se scegli una Temperatura Eco efficiente dal punto di vista energetico, puoi evitare di sprecare energia quando non c'è nessuno in casa. Più efficiente è la Temperatura Eco, più risparmierai, ma assicurati di non impostare una Temperatura Eco troppo bassa o troppo alta se in casa hai animali domestici, piante oppure oggetti delicati.

Come modificare le impostazioni della Temperatura Eco >

La funzionalità A casa/Fuori casa può usare la posizione del tuo smartphone per stabilire quando esci e quando rientri. Se vuoi, puoi consentire anche ad amici o parenti di usare la posizione del proprio smartphone facendo creare loro un Account famiglia. Ogni membro dell'Account famiglia può usare la posizione del proprio smartphone per contribuire a migliorare la precisione della funzionalità A casa/Fuori casa.

Cerca la Fogliolina Nest

La Fogliolina Nest ti consente di capire facilmente che stai risparmiando energia e ti incoraggia a migliorare costantemente il risparmio energetico nel tempo. La Fogliolina viene visualizzata sul termostato quando imposti una temperatura che aiuta a risparmiare energia. Più spesso vedi la Fogliolina, più risparmi.

Prova una semplice variazione di 0,5 °C della programmazione

La maggior parte delle persone non riesce a percepire la differenza tra i 22 °C di una stanza in un determinato giorno e i 21,5 °C del giorno successivo. In effetti, la differenza di temperatura tra il naso e i piedi probabilmente è superiore a 0,5 °C. Regola la programmazione della temperatura del termostato di soli 0,5 °C e controlla il risparmio di energia rispetto al mese precedente nel Bollettino Nest.

Imposta la Temperatura Eco sul termostato se vai in vacanza

Se starai fuori casa per un lungo periodo, puoi impostare manualmente la Temperatura Eco sul termostato per risparmiare energia.

Come risparmiare energia con il termostato Nest quando si va in vacanza >

Evita di alzare il riscaldamento

La maggior parte degli impianti non riscalda più velocemente la casa se viene impostata una temperatura del termostato più alta, ma probabilmente il tuo impianto sarà attivo più a lungo e consumerà più energia. Se vuoi una temperatura interna di 22 °C e alzi il riscaldamento a 30 °C, la casa viene riscaldata alla stessa velocità con cui verrebbe riscaldata se la temperatura fosse impostata a 22 °C.

Se ti capita spesso di alzare il riscaldamento, il termostato Nest imparerà queste temperature e le aggiungerà automaticamente alla programmazione, consumando ancora più energia.

Usa l'indicazione Tempo per raggiungimento temperatura come guida

Quando cambi la temperatura, guarda l'indicazione Tempo per raggiungimento temperatura sullo schermo del termostato per avere un'idea del tempo necessario per raggiungere la temperatura impostata. Potresti avere dubbi sull'impostazione di 21 °C o 22 °C, ma è facile notare la differenza tra il funzionamento dell'impianto di riscaldamento per 15 minuti e il funzionamento per un'ora.

Consulta la cronologia dei consumi energetici

Puoi controllare gli ultimi dieci giorni di attività di riscaldamento nella cronologia dei consumi energetici. È uno strumento molto utile per acquisire abitudini di risparmio migliori in futuro. Se vuoi controllare l'attività dei consumi energetici per un periodo di tempo più lungo, puoi usare il Bollettino Nest.

Usa due o più termostati nel modo corretto

Se hai diversi termostati in casa, fai in modo che apprendano informazioni diverse affinché creino programmazioni adatte alla zona specifica della casa che controllano. Puoi risparmiare ancora più energia chiudendo le porte interne che separano le varie zone della casa. In questo modo l'aria rimane calda dove vuoi tu e puoi evitare di far partire l'impianto quando non serve.

Se hai una caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione sono più efficienti se il flusso di ritorno dell'acqua ha una temperatura inferiore a 55 °C. Dato che la velocità di dispersione del calore varia in base al tipo di abitazione e ogni caldaia è diversa, un tecnico professionista di impianti di riscaldamento può aiutarti a selezionare la temperatura di mandata della caldaia che terrà la casa al caldo e ti farà risparmiare una quantità di energia ottimale. Contatta un tecnico Nest Pro che ti aiuti a regolare le impostazioni della caldaia a condensazione per risparmiare energia.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?