We moved control of OnHub and Google Wifi devices to the Google Home app. You can easily migrate your Google Wifi network into the Google Home app, where you’ll be able to control your Wi-Fi network and other connected products in one place.

Quanti punti di accesso Google Nest o Google Wifi mi servono?

Il numero di punti di accesso Google Nest o Google Wifi necessari dipende dalla situazione specifica. Ecco alcuni aspetti da tenere in considerazione per ottenere una copertura in tutta la casa con Google Nest Wifi o Google Wifi:

Dimensioni della casa

Più è grande la casa, maggiore sarà il numero di punti di accesso aggiuntivi di cui avrai bisogno per ottenere una copertura Wi-Fi in tutti gli ambienti. 

Di seguito è riportata una stima della copertura Wi-Fi che è possibile ottenere con un sistema Nest Wifi o Google Wifi:

Nest Wifi* Google Wifi**
Router Nest Wifi (autonomo) Fino a 120 m² Un punto di accesso Google Wifi Fino a 85 m²
Router Nest Wifi + un punto di accesso Fino a 210 m² Due punti di accesso Google Wifi Fino a 170 m²
Router Nest Wifi + due punti di accesso Fino a 300 m² Tre punti di accesso Google Wifi Fino a 255 m²

* Nest Wifi richiede un router Google Nest Wifi ed è compatibile sia con i punti di accesso Google Nest Wifi sia con i punti di accesso Google Wifi. Il router Nest Wifi ha una copertura massima di 120 m². La copertura massima di ogni punto di accesso Nest Wifi è di 90 m².

**Le stime di copertura di Google Nest Wifi e Google Wifi riguardano case con strutture in legno. Le abitazioni realizzate con altri materiali o suddivisioni non comuni potrebbero avere una copertura Wi-Fi diversa.

**Il consiglio di cui sopra circa il numero di punti di accesso Wifi è solo una guida; i materiali e la suddivisione della casa possono influire sulla propagazione del segnale Wi-Fi. Nelle abitazioni con muri spessi o con spazi lunghi e stretti, per avere la copertura totale potrebbero essere necessari ulteriori punti di accesso Wifi. L'intensità e la velocità del segnale dipenderanno dal provider di servizi Internet.

Come regola generale, i punti di accesso funzionano in modo ottimale quando non si trovano a più di due stanze di distanza. Ad esempio, se nella zona più lontana della casa il segnale Wi-Fi è debole, non collocare un punto di accesso Wifi in quel punto esatto. Puoi collocarlo a metà strada in quella direzione. Prova a collocarlo in una posizione elevata come uno scaffale.

Struttura della casa

I punti di accesso funzionano meglio se possono rilevarsi a vicenda grazie alla presenza di una visuale libera. Ostacoli quali mobili pesanti e pareti spesse in cemento o mattoni possono influire sulle prestazioni della connessione Wi-Fi. Se hai dei punti di accesso aggiuntivi sarà più facile collocarli in posizioni strategiche che ti consentano di evitare gli ostacoli.

Congestione dei canali Wi-Fi della zona

Le aree Wi-Fi affollate come i condomini possono causare la congestione dei canali Wi-Fi e prestazioni Wi-Fi ridotte. In questi ambienti le prestazioni Wi-Fi migliorano se si è più vicini a un punto di accesso.

Numero massimo di punti di accesso

Consigliamo di utilizzare un massimo di cinque punti di accesso Wifi in una sola rete.  L'aggiunta di altri punti di accesso potrebbe compromettere le prestazioni del Wi-Fi. 

L'app Google Home supporta una sola rete Wi-Fi per ogni casa, ma è possibile creare fino a 5 case, ognuna con una singola rete Wi-Fi.

Nest Wifi e Google Wifi sono progettati per l'uso privato in casa e non sono destinati alla condivisione delle reti tra più abitazioni. Utilizzare Nest Wifi o Google Wifi in questo modo può comportare la riduzione della velocità del Wi-Fi e connessioni inaffidabili.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Prova i passaggi successivi indicati di seguito:

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
1633396
false