Nuove funzionalità e nuovi annunci

  1. Nuove risorse per gestire le campagne durante l'emergenza COVID-19
    18 maggio 2020
    Abbiamo creato un'unica destinazione che raggruppa linee guida sui prodotti e considerazioni di tipo commerciale utili per gestire le campagne durante l'emergenza COVID-19. Sono incluse nuove risorse per valutare la strategia di comunicazione e adeguare le campagne al cambiamento del comportamento dei consumatori. Visualizza tutte le guide e tutti gli elenchi di controllo qui.
    Ulteriori informazioni
  2. Sfruttare al meglio Smart Bidding con i nuovi miglioramenti
    17 novembre 2020
    Smart Bidding consente di migliorare il rendimento ottimizzando le offerte in tempo reale. Per aiutarvi a raggiungere gli obiettivi in modo ancora più facile, stiamo implementando diverse nuove funzionalità per gestire le campagne con Smart Bidding. Prevedere il rendimento con aggiornamenti a CPA target, ROAS target e simulatori di budget I simulatori consentono di capire in che modo le modifiche a CPA target, ROAS target e budget possono influire sul rendimento. Fino a oggi, questi calcoli sono stati basati sugli ultimi sette giorni di dati delle campagne. I simulatori, quindi, mostravano ciò che sarebbe successo in passato, ma non necessariamente in futuro. Ora è possibile prevedere il rendimento delle campagne sulla rete di ricerca. Con un intervallo di date futuro di massimo 90 giorni, i simulatori includeranno la stagionalità per prevedere meglio eventuali fluttuazioni del rendimento dopo le modifiche al budget o al target. Ricevere maggiori informazioni con i miglioramenti ai rapporti Ora i consigli sono disponibili nel rapporto sulla strategia di offerta per consentirvi di migliorare le campagne Smart Bidding. In questo modo, inizialmente si avranno a disposizione nuove opportunità di parole chiave o di budget che consentiranno di aumentare il volume delle campagne e di raggiungere al contempo gli obiettivi definiti. In futuro verranno aggiunti altri consigli. Per una maggiore trasparenza sul rendimento di Smart Bidding, sono ora disponibili quattro funzionalità del rapporto sulla strategia di offerta in Google Ads: Ora è possibile visualizzare il CPA target medio e il ROAS target medio nella scheda Campagne. Potrete così individuare l'obiettivo in base al quale Smart Bidding esegue l'ottimizzazione, prendendo in considerazione gli aggiustamenti delle offerte per dispositivo, il CPA target e il ROAS target del gruppo di annunci e le modifiche complessive apportate al CPA e al ROAS nel tempo. Questi dati sono ora disponibili per le campagne sulla rete di ricerca e Shopping e, a breve, lo saranno ance per le campagne per app. Ora, nella scheda Campagne è possibile passare il mouse sopra le conversioni relative alle campagne sulla rete di ricerca per sapere quanti giorni rimangono per la registrazione delle conversioni per un determinato periodo di tempo. Sarà così possibile prevedere il rendimento effettivo una volta apportate le modifiche in base al ritardo nella conversione. Se una campagna dispone di un volume sufficiente di dati, sarà disponibile anche una stima del numero di conversioni che si prevede di ottenere nel tempo.  Gli indicatori principali ora vengono visualizzati nella pagina Panoramica delle campagne sulla rete di ricerca che utilizzano le strategie di offerta CPA target e Massimizza le conversioni. In questo modo, è più semplice capire i fattori chiave utilizzati da Smart Bidding per migliorare il rendimento. Ora è possibile modificare nomi, CPA target, ROAS target e quote impressioni target per le strategie di offerta di portafoglio direttamente dalla Libreria condivisa. Per ulteriori dettagli su come massimizzare il rendimento di Smart Bidding, è possibile consultare la nostra guida sulle best practice aggiornata. Scritto da Neera Thavornvanit, Product Manager, Google Ads   In Europa, le campagne Shopping intelligenti possono essere utilizzate con qualsiasi Servizio di shopping comparativo (SSC) di cui ti avvali. Gli annunci verranno mostrati sulle pagine dei risultati di ricerca generali e su eventuali altre piattaforme attivate dall'SSC.
    Ulteriori informazioni
  3. Far crescere l'attività con la corrispondenza generica e Smart Bidding
    16 novembre 2020
    Ciò che i consumatori vogliono e il modo in cui lo cercano è in continua evoluzione. Questo significa che è più difficile prevedere tutte le possibili ricerche pertinenti alla tua attività. Ad esempio, le ricerche relative a "sostenere attività locali" sono aumentate a livello globale di oltre il 20.000% rispetto all'anno scorso.1 È più importante che mai capire l'intenzione che porta una ricerca.  L'uso della corrispondenza generica e di Smart Bidding consente di generare query più pertinenti in linea con gli obiettivi di rendimento. Ad esempio, una parola chiave a corrispondenza generica come cappelli da donna potrebbe corrispondere a query pertinenti a cui potreste non avere pensato, come cappello invernale per le donne o accessori da donna. Se si associano la parola chiave e Smart Bidding, si possono utilizzare gli indicatori al momento dell'asta per impostare l'offerta giusta per ogni query. Ciò significa che non occorre più prevedere e gestire ogni potenziale ricerca.  Vogliamo che sia più facile trarre vantaggio da questa strategia negli account. Se utilizzate Smart Bidding, identificheremo le parole chiave esistenti che probabilmente miglioreranno il rendimento se impostate sulla corrispondenza generica. Mostreremo automaticamente queste opportunità nella pagina Consigli dell'account. In media, gli inserzionisti che modificano le parole chiave con corrispondenza a frase e corrispondenza generica modificata in parole chiave corrispondenza generica possono registrare più conversioni e un valore di conversione maggiore. L'agenzia pubblicitaria iProspect, una società affiliata di Dentsu, ha utilizzato la corrispondenza generica con Smart Bidding per generare una crescita a lungo termine, pur mantenendo il rendimento costante. "Avevamo dubbi sulla corrispondenza generica, poiché in passato l'abbiamo provata e abbiamo scoperto di avere un controllo inferiore sulle query di ricerca che incidevano sul rendimento. Con gli indicatori predittivi di Smart Bidding come rete di sicurezza, abbiamo registrato un aumento dei termini di ricerca unici generati dalla corrispondenza generica, il che ha portato a un aumento del 20% delle conversioni", ha affermato Kasper Spanjer, PPC Strategist. Japan Experience, un'agenzia di viaggi, ha generato conversioni incrementali adottando la corrispondenza generica e Smart Bidding. "Siamo rimasti davvero sorpresi dai risultati generati, in un breve periodo di tempo, da questa strategia di offerta con una copertura delle parole chiave generica. Adotteremo sicuramente lo stesso approccio in altri mercati", ha dichiarato Thierry Maincent, CEO. Le entrate sono aumentate del 112% rispetto all'anno precedente, con un terzo generate dalle parole chiave a corrispondenza generica. È più importante che mai farsi notare dai clienti. Se si utilizza la corrispondenza generica con Smart Bidding, è più facile generare query più pertinenti e identificare nuove opportunità di crescita. Scritto da Brandon Ervin, Product Manager, Google Ads     1. Dati di Google a livello mondiale, 1° luglio 2020 - 29 agosto 2020 rispetto a 1° luglio 2019 - 29 agosto 2019
    Ulteriori informazioni
  4. Il rapporto Informazioni aste è disponibile nell'editor rapporti
    16 novembre 2020
    Il rapporto Informazioni aste permette di confrontare in modo semplice il rendimento con altri inserzionisti che partecipano alle tue stesse aste. Fino a oggi queste informazioni erano disponibili solo a livello di account, il che rendeva difficile la valutazione del rendimento su più account in un'unica visualizzazione. Per semplificare le cose, le informazioni sulle aste adesso sono disponibili nell'editor rapporti a livello di account e account amministratore.  Grazie a questo aggiornamento, puoi utilizzare l'editor rapporti per trovare facilmente informazioni sulle aste in più account al fine di: Monitorare metriche come quota impressioni, percentuale di sovrapposizione e quota di superamento mediante i grafici Identificare le variazioni di rendimento delle aste e analizzare le metriche con un confronto temporale Confrontare il rendimento tra varie categorie di prodotti di vendita al dettaglio mediante la segmentazione del rapporto Informazioni aste Questo rapporto è disponibile per campagne sia Shopping che sulla rete di ricerca. Per accedere alle informazioni sulle aste, fai clic sull'icona Rapporti nell'angolo in alto a destra di Google Ads, vai a Rapporti predefiniti e seleziona la scheda Informazioni aste. Scritto da Richard Burton, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  5. Collegare l'account Google Ads ad Ads Data Hub
    30 ottobre 2020
    Ads Data Hub ti aiuta ad accedere a informazioni strategiche su più piattaforme Google come Google Ads, Campaign Manager e Display & Video 360. Per semplificare ulteriormente l'utilizzo di queste informazioni nelle tue campagne pubblicitarie, ora puoi eseguire il collegamento ad Ads Data Hub direttamente dall'interfaccia del tuo account Google Ads. Collegando i tuoi account, puoi accedere a dati dettagliati a livello di evento dalle tue campagne Google Ads in Ads Data Hub. In questo modo semplifichi l'analisi dei dati con rapporti personalizzati e puoi comprendere meglio l'impatto delle tue strategie di marketing. Supponiamo, ad esempio, che tu sia un rivenditore e-commerce e voglia la certezza che i tuoi annunci raggiungano solo nuovi clienti. Con questo aggiornamento, puoi facilmente combinare il tuo sistema CRM ai dati di Google Ads per verificare in che modo vengono pubblicati gli annunci per i clienti esistenti rispetto a quelli nuovi e intervenire in base ai risultati. Per collegare Google Ads e Ads Data Hub, devi disporre dell'accesso amministrativo a un account Google Ads. Leggi ulteriori informazioni su come collegare il tuo account Google Ads a Ads Data Hub nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Nicole Pang, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  6. Importare i dati di Google Ads in Fogli Google
    30 ottobre 2020
    La creazione di rapporti Google Ads in Fogli Google può essere utile, soprattutto se vuoi creare un rapporto personalizzato e collaborare con altri. Tuttavia, molti utenti ci hanno segnalato che importare i dati di Google Ads in Fogli Google spesso richiede molto lavoro manuale. Per semplificare questo processo e risparmiare tempo, è ora disponibile un nuovo componente aggiuntivo Google Ads per Fogli Google. Questo strumento consente di creare rapporti personalizzati utilizzando i dati Google Ads.   Per iniziare, in Fogli Google nel menu a discesa Componenti aggiuntivi seleziona "Installa componenti aggiuntivi", poi cerca "Google Ads" in G Suite Marketplace. Fai clic sulla voce Google Ads e seleziona il pulsante "Installa". Questo componente aggiuntivo è disponibile in inglese a livello globale. Scritto da Raiza Abubakar, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  7. Aggiornare il passaggio ai budget giornalieri medi per la strategia di offerta Massimizza i clic
    29 ottobre 2020
    L'anno scorso, abbiamo annunciato che l'impostazione della spesa target per le strategie di offerta Massimizza i clic non sarebbe stata più disponibile per le nuove campagne. A partire da gennaio 2021, per tutte le campagne e i portafogli che utilizzano la spesa target con la strategia di offerta Massimizza i clic verranno impostati i budget giornalieri delle campagne.  Per ridurre al minimo l'impatto di questa modifica, il limite dell'offerta costo per clic massimo può essere ridotto per le strategie che utilizzano ancora la spesa target. Le strategie che non si basano sulla spesa target non subiranno alcuna modifica.  Aggiornate oggi stesso le campagne rimuovendo la spesa target e utilizzando i budget. Assicuratevi che i budget delle campagne rientrino nell'intervallo che volete spendere ogni giorno. Ulteriori informazioni sui budget giornalieri delle campagne sono disponibili nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  8. Analizzare con facilità i dati sul rendimento con l'editor rapporti
    29 ottobre 2020
    L'editor rapporti consente di creare rapporti e di identificare le informazioni per far crescere l'attività. Oggi presenteremo numerosi aggiornamenti dell'editor rapporti che semplificheranno la creazione dei rapporti e l'analisi dei dati.  Per iniziare, abbiamo migliorato il riquadro di selezione dei dati nei seguenti modi: Il riquadro si trova ora sul lato destro dell'editor rapporti, in modo da offrire più spazio per lavorare sul rapporto. Grazie a una funzionalità di ricerca, sarà più facile trovare i campi di dati per il rapporto, che potranno essere aggiunti o rimossi con il trascinamento. Sono state aggiunte le icone dei grafici per aiutarti a visualizzare, scegliere e configurare il grafico giusto per il rapporto. Abbiamo poi aggiunto nuove funzionalità per formattare, filtrare e ordinare i dati dei rapporti. Con la formattazione condizionale, puoi creare regole per visualizzare i dati, come la modifica del colore dello sfondo di una cella quando contiene un valore specifico. Inoltre, ora puoi filtrare e ordinare i dati con i nuovi menu a discesa disponibili per ogni campo. Infine, per risparmiare tempo, ora potrai aggiungere nuovi campi di dati al rapporto mentre è ancora in fase di caricamento. Prova queste funzioni dell'editor rapporti nella scheda "Rapporti" del tuo account o account amministratore. Ulteriori informazioni sulla creazione e gestione dei rapporti. Scritto da Sabareesh Venugopal, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  9. Nuove funzionalità e nuovi avvisi per impostare campagne efficaci
    27 ottobre 2020
    La corretta impostazione delle campagne è fondamentale per garantire l'efficacia degli annunci. Tuttavia, non è sempre facile determinare se le campagne sono impostate correttamente mentre vengono create. Ecco perché abbiamo introdotto vari miglioramenti per aiutarti a creare nuove campagne in modo più efficace.  Ricevi avvisi in tempo reale Se la tua campagna ha problemi critici, adesso riceverai un avviso durante l'impostazione. Si tratta di problemi che potrebbero impedire la pubblicazione o l'esecuzione della campagna, ad esempio un URL non valido o una sovrapposizione di località. Oltre a visualizzare questi avvisi in tempo reale, riceverai un riepilogo di tutti gli avvisi nel passaggio di revisione: Riprendi da dove hai interrotto   Ora lo stato di avanzamento viene salvato automaticamente nelle bozze delle campagne, in modo da riprendere da dove avevi interrotto. Supponiamo, ad esempio, che tu stia creando una campagna e abbia bisogno di ulteriori informazioni sul budget. Adesso puoi salvare la bozza di campagna e decidere cosa fare insieme al tuo team. Dopo aver approvato il budget, puoi riprendere il lavoro e pubblicare la campagna. Per tornare alla bozza di campagna, visita la pagina Campagna o trovala nella pagina Panoramica. Crea le campagne e visualizza gli annunci non approvati in modo semplice Ora puoi creare una nuova campagna più rapidamente dalla pagina Panoramica. Una volta terminata la creazione della campagna, puoi vedere se l'annuncio non è stato approvato nella pagina Panoramica. In questo modo puoi capire il motivo per cui l'annuncio non è stato approvato, presentare ricorso contro la decisione e modificare direttamente l'annuncio. Questi aggiornamenti al momento sono disponibili per le campagne sulla rete di ricerca e lo saranno anche per altri tipi di campagne nei prossimi mesi.  Per ulteriori suggerimenti su come impostare campagne efficaci, visita il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Jeannie Zhang, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  10. Utilizzare le campagne Shopping intelligenti per rispondere facilmente alla domanda in tempo reale nel periodo delle festività
    22 ottobre 2020
    Durante le ultime festività, gli acquirenti statunitensi hanno fatto compere utilizzando Google più di qualsiasi altra fonte.1 Con sempre più persone che stanno già facendo acquisti per le festività, le campagne Shopping intelligenti offrono diversi modi per rispondere in tempo reale alla domanda di questo periodo.2 Queste nuove funzionalità ti consentiranno di incrementare la visibilità per attirare nuovi clienti, mettere in risalto il tuo brand e i tuoi prodotti in creatività coinvolgenti e ricavare informazioni significative dal tuo rendimento. Farsi notare da nuovi acquirenti durante queste festività Durante le festività dell'anno scorso, il 58% degli acquirenti statunitensi ha comprato un prodotto da almeno un brand da cui non aveva mai acquistato prima.3 A luglio, abbiamo apportato dei miglioramenti alle campagne Shopping intelligenti per consentirti di aumentare la visibilità e farti così notare da nuovi clienti. Ora, potrai eseguire l'ottimizzazione per attirare nuovi clienti impostando un nuovo apposito obiettivo di acquisizione. Indicaci quanto vale un nuovo cliente per la tua attività aggiungendo un valore di conversione target nella tua campagna per l'acquisizione di nuovi clienti. La tua campagna Shopping intelligente verrà ottimizzata con l'obiettivo aggiuntivo di acquisire nuovi clienti in modo da aumentare il valore di conversione generato dalle vendite online. I clienti continuano a ottenere ottimi risultati quando utilizzano le campagne Shopping intelligenti per raggiungere nuovi clienti. Merkle, un'agenzia di performance marketing, passando alle campagne Shopping intelligenti, è riuscita a indirizzare il traffico di nuovi utenti verso più del 36% dell'inventario di prodotti disponibili e a far registrare entrate 13 volte superiori nella categoria dei vestiti per un importante retailer multicategoria. Mettere in evidenza il brand e i prodotti in creatività accattivanti Tra le persone che fanno acquisti online, l'85% afferma che le informazioni e le immagini dei prodotti sono un fattore determinante nella scelta di un brand o di un retailer. Per coinvolgere gli acquirenti nel periodo delle festività, sviluppa creatività più accattivanti per le campagne Shopping intelligenti. Di recente, abbiamo modernizzato l'aspetto degli annunci display dinamici, l'ideale per promuovere i tuoi prodotti di punta. Questi formati eleganti ora mostrano il nome dell'azienda accanto al logo in modo da contraddistinguere chiaramente il tuo brand. Un titolo breve è più visibile nella maggior parte delle dimensioni degli annunci e può essere utilizzato per evidenziare un messaggio promozionale relativo alle festività. Se i tuoi annunci devono essere rigorosamente in linea con le linee guida per il branding, puoi anche utilizzare HTML5 per personalizzare completamente l'aspetto degli annunci nelle campagne Shopping intelligenti. Esempio di annunci display dinamici di COSMEDIX Questo mese abbiamo aggiunto un layout che organizza in modo dinamico un carosello dei tuoi prodotti più pertinenti in una nuova esperienza di acquisto immersiva e di facile utilizzo. Non occorre fare niente per approfittare di questi layout degli annunci aggiornati. Inoltre, puoi visualizzarne un'anteprima quando crei o modifichi le tue campagne Shopping intelligenti.        Esempi del nuovo layout con un carosello di prodotti in una nuova esperienza di acquisto immersiva e di facile utilizzo, riferiti a Stati Uniti (1) e Regno Unito (2) A partire da oggi, puoi anche aggiungere video alle tue campagne Shopping intelligenti o, se non ne hai, puoi utilizzare video generati automaticamente a partire dai dati di prodotto per consentirti di dare vita ai tuoi annunci display. Con creatività più coinvolgenti, potrai migliorare il rendimento e catturare l'attenzione degli acquirenti durante le festività mentre effettuano ricerche tra milioni di siti e app sul Web. Ottenere un quadro completo del rendimento con ulteriori approfondimenti Il mese scorso, abbiamo reso disponibile lo strumento Pianificazione del rendimento per le campagne Shopping per aiutarti a pianificare i budget in modo più efficace durante l'alta stagione. Nel corso del prossimo mese, introdurremo ulteriori funzionalità per i rapporti che ti consentiranno di valutare il rendimento complessivo. I simulatori del target e del budget saranno disponibili per le campagne Shopping intelligenti in modo che tu possa stimare, in base ai dati storici degli ultimi 7 giorni, l'impatto che le modifiche al ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) o al budget avranno sulle tue metriche. Inoltre, stiamo introducendo le informazioni aste nei rapporti sulle categorie di vendita al dettaglio per le campagne sulla rete di ricerca e Shopping nell'editor rapporti di Google Ads. Puoi valutare la quota impressioni, la percentuale di sovrapposizione e la quota di superamento per specifiche categorie di prodotto rispetto ad altre nella stessa asta. Ad esempio, se la tua quota impressioni è più elevata di quella di un inserzionista concorrente per la categoria di vendita al dettaglio "Decorazioni stagionali e per festività", significa che stai vincendo più aste rispetto a quell'inserzionista, in proporzione alle aste in cui eravate entrambi idonei alla pubblicazione. Queste informazioni possono aiutarti a prendere decisioni strategiche su offerte e budget, rivelando i tuoi punti di forza e gli aspetti in cui invece il tuo rendimento potrebbe essere migliore. Nuove informazioni aste nell'editor rapporti di Google Ads disponibili per le categorie di vendita al dettaglio In Merchant Center, potrai anche utilizzare il nuovo editor rapporti e visualizzare altre metriche, come impressioni e percentuale di clic, negli annunci e nelle schede gratuite. Con questi strumenti potrai presto avere una panoramica completa del tuo rendimento in modo da adeguare la tua strategia alle variazioni del traffico durante le festività. Infine, per aiutare i nuovi retailer a iniziare a utilizzare le campagne Shopping intelligenti, stiamo riducendo i requisiti di idoneità per queste campagne. Anche se i tag di remarketing e di conversione sono comunque necessari per ottenere un rendimento ottimale, potrai creare la tua prima campagna Shopping intelligente fin da subito e occuparti di questi tag in un secondo momento. Inizia a utilizzare le campagne Shopping intelligenti oggi stesso. Scritto da Tom Beyer, Product Manager, Shopping     1. Google/Ipsos, "Holiday Shopping Study", novembre 2019-gennaio 2020, sondaggio online, Stati Uniti, n=6122 americani di almeno 18 anni che hanno effettuato acquisti online per le festività negli ultimi 2 giorni. 2. In Europa, le campagne Shopping intelligenti possono essere utilizzate con qualsiasi Servizio di shopping comparativo (SSC) di cui ti avvali. Gli annunci verranno mostrati sulle pagine dei risultati di ricerca generali e su eventuali altre piattaforme attivate dall'SSC. 3. Google/Ipsos, "Holiday Shopping Study", novembre 2019-gennaio 2020, sondaggio online, Stati Uniti, n=6122 americani di almeno 18 anni che hanno effettuato acquisti online per le festività negli ultimi 2 giorni.
    Ulteriori informazioni
  11. Nuove funzionalità per mostrare le promozioni e far scoprire la propria attività agli utenti in cerca di offerte (solo Stati Uniti)
    22 ottobre 2020
    Anche se cercare offerte non è certo un nuovo comportamento, quest'anno gli acquirenti sono più attenti ai prezzi. Infatti, il 58% degli statunitensi che effettuano acquisti nel periodo delle feste non comprerà regali finché non saranno scontati.1 Quando cerca questi prodotti a prezzi competitivi, il 40% degli acquirenti a livello mondiale afferma di affidarsi a Google per trovare l'offerta migliore.2 Poiché molti di questi acquirenti hanno già iniziato a cercare regali, aggiungere promozioni ai prodotti che vendi su Google può contribuire a incrementare le vendite della tua attività. Per queste festività, ci stiamo impegnando ancora di più per aiutarti a far conoscere la tua attività a questo tipo di utenti. Stiamo semplificando il caricamento e la modifica delle promozioni in Google Merchant Center, ma stiamo anche creando ulteriori esperienze su Google in modo da aumentare la visibilità dei prodotti con promozioni o sconti.  Caricare le promozioni in modo più rapido e rispondere facilmente ai cambiamenti delle dinamiche di mercato Tra gli acquirenti statunitensi che fanno compere durante le festività, il 65% inizia a fare acquisti in anticipo per non rischiare che gli articoli non siano più disponibili e, per questo motivo, mostrare il prima possibile le tue promozioni a questi utenti è più importante che mai.3 Per aiutare i retailer a reagire rapidamente a questi comportamenti di acquisto in continuo cambiamento, abbiamo velocizzato l'aggiunta di promozioni all'inventario, semplificato le modalità di modifica delle promozioni esistenti e reso disponibili ulteriori funzionalità per i rapporti relativi a questi prodotti. Negli Stati Uniti, tutti i retailer idonei verranno ora abilitati automaticamente all'utilizzo delle promozioni in Merchant Center, senza dover compilare alcun modulo di richiesta. I retailer ora possono modificare le promozioni con facilità direttamente in Merchant Center e, inoltre, il tempo medio di approvazione delle promozioni è stato ridotto da giorni a ore. Ciò significa che adesso puoi rispondere meglio alla domanda degli acquirenti, ad esempio puoi organizzare una vendita flash o estendere i periodi promozionali esistenti. A novembre, potrai anche generare rapporti migliori per le promozioni o i prodotti in saldo. Aggiungendo etichette personalizzate al tuo inventario di prodotti in sconto o in promozione, ora potrai visualizzare le impressioni e i clic relativi a tali prodotti che vengono generati negli annunci e nelle schede di prodotto gratuite. In questo modo potrai valutare meglio il rendimento e adattare le promozioni di conseguenza.  Raggiungere gli acquirenti su più piattaforme Google Per aiutare gli acquirenti a trovare queste offerte più facilmente, abbiamo implementato il filtro "In offerta" su dispositivi mobili e computer desktop per gli utenti che effettuano ricerche nella scheda Shopping. Questo filtro include l'inventario dei prodotti in annunci e schede gratuite che presentano articoli con una promozione o in saldo, migliorando la visibilità dei prodotti con prezzi competitivi. Esempio del filtro In offerta attivo nella scheda Shopping negli Stati Uniti Di recente, abbiamo annunciato che le schede gratuite verranno ora inserite nella scheda informativa del prodotto su Ricerca Google. Presto gli acquirenti che cercano un prodotto specifico vedranno in questo riquadro anche quali retailer lo offrono a prezzi scontati. Stiamo anche ampliando le promozioni in modo che siano visibili su più piattaforme Google per consentire ai retailer di aumentare la copertura delle loro promozioni e incoraggiare gli acquirenti a comprare i loro prodotti. I prodotti in promozione ora includeranno un'annotazione quando compariranno su Google Immagini (solo su dispositivi mobili) e negli annunci di prodotti disponibili localmente. Per gli annunci di prodotti disponibili localmente, i retailer possono anche mettere in evidenza le opzioni offerte per l'evasione degli ordini senza contatto, come il ritiro all'esterno, insieme alle promozioni dei prodotti.  Le promozioni e le annotazioni relative al ritiro all'esterno sugli annunci di prodotti disponibili localmente sono attualmente in versione beta. Per ulteriori informazioni, contatta il team dedicato all'account.  Esempio di promozioni su 1) annunci Shopping su Google Immagini e 2) annunci di prodotti disponibili localmente (solo Stati Uniti) I retailer che hanno aggiunto promozioni ai propri annunci Shopping hanno ottenuto ottimi risultati. Grazie alle promozioni, Designer Shoe Warehouse, un brand di accessori e calzature di moda, ha potuto mettere in evidenza offerte di prodotti disponibili per poco tempo e distinguersi dalla concorrenza. Con l'aggiunta di promozioni agli annunci Shopping, ha registrato un aumento del 12% del tasso di conversione.  Per ulteriori dettagli su come mostrare le tue promozioni su tutte le piattaforme Google disponibili, consulta la nostra guida con le best practice sulle promozioni per le festività.  Preparati per il periodo natalizio caricando le tue promozioni oggi stesso.  Scritto da Charlie Speight, Senior Product Manager     1. Fonte: studio Ipsos sull'emergenza COVID-19 commissionato da Google, USA, n=1000 consumatori online di almeno 18 anni per mercato. Confronto tra il periodo 25-28 giugno e il periodo 26-29 marzo 2. Studio Ipsos sull'emergenza COVID-19 commissionato da Google, USA, CA, UK, FR, DE, IT, AU, JP, RU, IN, CN, BR, MX, ES, ZA, KR, ~n=400-800 consumatori online di almeno 18 anni per mercato che effettueranno acquisti per il periodo delle festività. 27-30 agosto 3. Studio Ipsos sull'emergenza COVID-19 commissionato da Google, USA, CA, UK, FR, DE, IT, AU, JP, RU, IN, CN, BR, MX, ES, ZA, KR, ~n=300-800 consumatori online di almeno 18 anni per mercato che effettueranno acquisti per il periodo delle festività. 30 luglio-2 agosto
    Ulteriori informazioni
  12. Rendere più utili i rapporti sulla frequenza per le campagne video
    23 settembre 2020
    La frequenza è essenziale per il successo di ogni campagna pubblicitaria, motivo per cui i professionisti del marketing prestano molta attenzione a individuare quella giusta per i loro obiettivi. Sappiamo che una frequenza eccessiva può far perdere tempo ai professionisti del marketing e infastidire i consumatori, mentre una frequenza troppo bassa mette a rischio l'impatto della campagna. Come puoi scegliere quella giusta?  Per aiutarti a comprendere meglio il rendimento della frequenza per campagne e annunci video, abbiamo introdotto tre nuove metriche: distribuzione della frequenza, frequenza media settimanale e frequenza media mensile.  Al riguardo, Lauren Stafford Webb, Chief Marketing Officer di SoFi, dichiara: "Misuriamo attentamente tutti i dati che contano per la nostra attività. Sappiamo che il raggiungimento delle soglie di frequenza contribuisce sensibilmente a migliorare l'impatto del brand e il coinvolgimento. Siamo entusiasti del fatto che le informazioni più approfondite di YouTube ci consentiranno di perfezionare ulteriormente la frequenza e di effettuare confronti concreti tra più canali. È uno dei numerosi strumenti offerti da YouTube a beneficio della nostra attività". Consulta le informazioni riportate di seguito per saperne di più su queste nuove metriche e aggiungile alla tua tabella delle statistiche all'interno della sezione "Metriche di copertura" nella pagina Campagne o Video di Google Ads. Informazioni sulla distribuzione della frequenza La distribuzione della frequenza mostra il numero di utenti che hanno visualizzato l'annuncio della campagna un determinato numero di volte entro un intervallo di date selezionato. La suddivisione è costituita da sei bucket che indicano quanti utenti hanno visualizzato i tuoi annunci almeno quel numero di volte: frequenza 1+ (equivalente a una copertura unica), 2+, 3+, 4+, 5+ e 10+. Ad esempio, gli utenti che hanno visto l'annuncio tre volte sono inclusi nei bucket 1+, 2+ e 3+.  La distribuzione della frequenza della campagna offre un quadro più dettagliato, che potresti non avere con la frequenza media delle impressioni. È utile per capire quale porzione di pubblico ha raggiunto la frequenza che vuoi per la campagna. Informazioni sulla frequenza media settimanale e mensile  Per conoscere la frequenza con cui i tuoi annunci vengono mostrati agli utenti in un determinato periodo di tempo, scegli la frequenza media delle impressioni per utente (7 giorni o 30 giorni). Questa metrica consente di capire come cambia il rendimento della frequenza media settimanale o mensile nel corso del tempo mediante la creazione di una finestra temporale di 7 o 30 giorni per ogni data in un determinato intervallo di tempo.  Utilizza questa metrica durante il periodo di pubblicazione di una campagna per monitorarne il rendimento settimanale o mensile in termini di frequenza. In alternativa, puoi esaminare le tendenze relative alla frequenza settimanale o mensile al termine di una campagna.   Scritto da Tanja Kornberger, Product Manager, Video Ads  
    Ulteriori informazioni
  13. Gestire gli account su larga scala con l'API Google Ads
    21 settembre 2020
    A partire da oggi, l'API Google Ads è disponibile per tutti gli inserzionisti e sviluppatori. Questa API consente di creare strumenti per supportare l'attività su larga scala con nuove funzionalità e aggiornamenti in termini di efficienza. L'API Google Ads consente di implementare più rapidamente nuove funzionalità e aggiornamenti di compatibilità per strumenti come consigli, campagne locali e altro ancora. Abbiamo apportato anche miglioramenti a funzionalità esistenti, come lo Strumento di pianificazione delle parole chiave, la cronologia delle modifiche e la fatturazione. In questo modo, è più semplice gestire le campagne e aumentare la produttività complessiva. Kenshoo, una piattaforma pubblicitaria digitale, utilizza l'API di Google Ads per aiutare i propri clienti a lavorare su larga scala. "Gli aggiornamenti e la manutenzione sono più semplici che mai con l'API Google Ads. Questo ci permette di offrire in modo più rapido ai nostri clienti le funzionalità più recenti", ha dichiarato Nir Feldman, Senior Vice President of Engineering di Kenshoo. Booking.com, una piattaforma di viaggi digitale, utilizza la nuova API Google Ads per gestire le attività pubblicitarie digitali. "Noi di Booking.com, riteniamo che l'uso di una nuova tecnologia possa contribuire al miglioramento incrementale dei risultati aziendali, motivo per cui abbiamo voluto provare l'API Google Ads. E abbiamo scoperto una maggiore efficienza e documentazione di facile utilizzo Cosa più importante, il lavoro si è semplificato", ha dichiarato Igor Dralyuk, Principal Engineer di Booking.com. PMG, un'agenzia di marketing digitale, utilizza l'API Google Ads per scoprire nuove opportunità. "Utilizziamo i dati dell'API Google Ads per ottenere informazioni più approfondite sul rendimento delle campagne", ha dichiarato Chris Alvares, Director of Product & Engineering di PMG. Al momento, è ancora possibile utilizzare l'API di AdWords. Tuttavia, non verranno più aggiunte nuove funzionalità. Per tutte le nuove integrazioni, consigliamo di utilizzare l'API Google Ads. Per iniziare, è possibile consultare il sito web per sviluppatori. Scritto da Herlen Zoljargal, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  14. La TV nello Strumento di pianificazione della copertura è ora disponibile in altri paesi
    17 settembre 2020
    La TV nello Strumento di pianificazione della copertura può aiutarti a scoprire la giusta combinazione di TV e YouTube e a identificare le opportunità per massimizzare la copertura e migliorare la frequenza di pubblicazione delle tue campagne video. Utilizziamo i dati storici delle campagne TV di fornitori di servizi di misurazione di terze parti e li combiniamo con le previsioni di YouTube per offrire agli utenti la possibilità di programmare la combinazione di annunci TV e YouTube. Già disponibili negli Stati Uniti, forniti da Nielsen, e in Giappone, forniti da Intage, da oggi i dati TV nello Strumento di pianificazione della copertura sono disponibili anche in Vietnam e a breve lo saranno in altri paesi. In questo modo, i professionisti del marketing avranno la possibilità di pianificare contemporaneamente le campagne in TV e su YouTube, per assicurare la copertura totale massima e una frequenza equilibrata per tutti i canali di pubblicità video. Questo aggiornamento è disponibile per tutti gli utenti Google Ads che hanno accesso allo Strumento di pianificazione della copertura.  Per ulteriori informazioni sulla TV nello Strumento di pianificazione della copertura e su come iniziare a pianificare la tua prossima campagna, guarda questo video di approfondimento su come utilizzare lo Strumento di pianificazione della copertura e programmare i media in modo più efficace inclusa la TV. Consulta anche la nostra suite completa di best practice su come creare la brand awareness e massimizzare la copertura nell'Centro soluzioni pubblicitarie. Scritto da Ely Rygier, Global Product Lead, Reach Planning Tools  
    Ulteriori informazioni
  15. Amplia la pubblicità contestuale in modo più efficace con le selezioni dinamiche di YouTube
    16 settembre 2020
    Grazie alla capacità di YouTube di aumentare la copertura su larga scala, siamo in grado di ampliare la portata anche in contesti specifici che contano per il tuo brand o la situazione di marketing. Per aiutarti a scoprire più facilmente i contenuti che meglio si adattano al tuo brand, abbiamo annunciato l'introduzione delle selezioni dinamiche di YouTube, basate sul targeting contestuale avanzato. Si tratta del targeting contestuale di nuova generazione su YouTube. Utilizza il machine learning di Google per interpretare meglio ogni canale su YouTube, compresa l'analisi di immagini, audio, parlato e testo dei video.  In questo modo possiamo creare selezioni1 scalabili nei vari contenuti sulla base di specifici argomenti, momenti culturali o popolarità. Ad esempio, nella maggior parte dei mercati puoi trovare selezioni generiche, ad esempio i prodotti di bellezza, e scelte più dettagliate come "Viso, capelli, unghie" e "Prodotti di bellezza di lusso". Ciò migliora l'accesso a esigenze e interessi specifici del pubblico, con la scalabilità necessaria per ottenere risultati soddisfacenti. Integra la tua strategia per i segmenti di pubblico con le selezioni dinamiche per massimizzare la copertura. I primi utenti, come OMD, stanno registrando ottimi risultati. Sfruttano le selezioni dinamiche di YouTube al fine di integrare le proprie strategie per i segmenti di pubblico mediante la creazione di campagne parallele distinte per la strategia contestuale. Chrissie Hanson, Global Chief Strategy Officer di OMD, afferma che "l'utilizzo delle selezioni basate sul targeting contestuale avanzato ci permette di comprendere i segmenti di pubblico in modo più pertinente ed empatico. Di conseguenza, possiamo avere una copertura più congrua e migliorare l'efficacia per i nostri clienti nell'ambito di un programma più ampio che sfrutta i segmenti di pubblico e altre tattiche su YouTube."  Le selezioni dinamiche di YouTube verranno lanciate progressivamente a partire da oggi e saranno completamente disponibili entro la fine di settembre in dieci mercati. Sono disponibili sia in Google Ads che in Display & Video 360 e a breve anche in altri paesi.  Per ulteriori informazioni sulle selezioni dinamiche di YouTube, guarda questo video di approfondimento su come utilizzare le soluzioni contestuali di YouTube in modo più efficace. Puoi anche visitare l'Advertising Solutions Center per consultare la nostra suite completa di best practice su come creare brand awareness. Scritto da Masoud Loghmani, Product Manager, Google Ads     1.  Le selezioni sono pacchetti di canali basati su specifici argomenti, momenti culturali o popolarità.
    Ulteriori informazioni
  16. Raggiungere più clienti ideali con i segmenti di pubblico personalizzati
    14 settembre 2020
    Può essere difficile trovare persone interessate a prodotti o brand come i vostri. Se avete utilizzato i segmenti di pubblico di Google, potreste conoscere i segmenti di pubblico di affinità personalizzata e personalizzati per intenzione, che vi consentono di raggiungere gli utenti in base alle loro passioni o agli argomenti che cercano attivamente. Quando si creano segmenti di pubblico in base a siti web e parole chiave pertinenti, si possono pubblicare annunci più pertinenti per raggiungere meglio gli obiettivi definiti.  L'anno scorso abbiamo annunciato che avremmo unito i segmenti di pubblico di affinità personalizzata e quelli personalizzati per intenzione in un'unica soluzione semplificata: i segmenti di pubblico personalizzati. Oggi sono disponibili per tutti gli inserzionisti nelle campagne display, di YouTube e discovery.  Maggiore trasparenza per la pubblicità personalizzata Le persone preferiscono annunci personalizzati in base alle loro esigenze e ai loro interessi, ma si aspettano anche che questi annunci offrano trasparenza e controllo. Strumenti come Impostazioni annunci consentono agli utenti di aggiornare facilmente il modo in cui vengono personalizzati i propri annunci o di disattivare completamente la personalizzazione degli annunci. Stiamo sviluppando nuovi modi per migliorare la trasparenza, la scelta e il controllo, offrendo una visibilità ancora maggiore sui dati che vengono utilizzati per la personalizzazione degli annunci e su chi li usa.  Per ulteriori informazioni sui nostri standard relativi ai dati che possono essere raccolti e alle categorie di interesse che gli inserzionisti non sono autorizzati a usare sulle nostre piattaforme, si possono consultare le nostre norme sulla pubblicità personalizzata. Guida introduttiva ai segmenti di pubblico personalizzati Con i segmenti di pubblico personalizzati, si può utilizzare un solo segmento di pubblico per ogni obiettivo dell'attività che si vuole raggiungere, indipendentemente dal fatto che si tratti di awareness, considerazione o conversioni.  Se avete già impostato i segmenti di pubblico personalizzati per intenzione o di affinità personalizzata, ne verrà eseguita la migrazione automatica in segmenti di pubblico personalizzati senza ulteriori configurazioni.  Quando viene creato un segmento di pubblico personalizzato, viene visualizzata la copertura stimata e, dopo la creazione, lo si potrà utilizzare nelle campagne display, discovery e di YouTube. Sappiamo che riuscire a elaborare una strategia per il pubblico è un compito difficile e vogliamo assicurarci che gli investimenti diano risultati e vi consentano di raggiungere più utenti su larga scala. Ulteriori informazioni sui segmenti di pubblico personalizzati sono disponibili nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Mayur Chaudhari & Alicia Zeng, Product Manager, Google Audiences    
    Ulteriori informazioni
  17. Comprendere il rendimento dopo il clic con il rapporto sulla destinazione annuncio
    14 settembre 2020
    Il percorso del cliente è sempre più complesso, perciò sono molti i modi che portano a una conversione. Tuttavia, i rapporti attuali non sempre riescono a riflettere questa complessità. Ciò può complicare la misurazione e l'ottimizzazione del rendimento, soprattutto se hai sia un'app che un sito web. Per aiutarti a capire meglio la modalità di conversione dei clienti, abbiamo introdotto in Google Ads un nuovo rapporto sulla destinazione annuncio. Utilizza il rapporto sulla destinazione annuncio per visualizzare le conversioni generate dai clic sulla tua app rispetto a quelle derivanti dai clic che rimandano al tuo sito web. In questo modo puoi capire facilmente dove i clienti interagiscono maggiormente con la tua attività e come aumentare tale coinvolgimento. Inoltre, puoi vedere se i clienti sono stati indirizzati al profilo della tua attività o hanno ricevuto indicazioni stradali per raggiungere il tuo negozio prima di effettuare una conversione. Supponiamo, ad esempio, che tu sia un inserzionista che opera nel settore della vendita al dettaglio e che abbia sia un'app sia un sito web. Con il rapporto sulla destinazione annuncio potresti notare che gli utenti della tua app hanno maggiori probabilità di effettuare un acquisto rispetto a quelli che visitano il tuo sito web. Se tali visitatori hanno un tasso di conversione più elevato, ti conviene concentrare l'attenzione sulla creazione di funzionalità più coinvolgenti nella tua app. Questo tipo di approfondimento può anche fornire informazioni utili per la tua strategia di marketing, ad esempio potresti pubblicare campagne che promuovono le installazioni dell'app. Per iniziare a utilizzare il rapporto sulla destinazione annuncio, utilizza il monitoraggio delle conversioni di Google Ads. Per visualizzare questo rapporto per la tua app, utilizza Google Analytics per Firebase o uno strumento di analisi dell'app di terze parti. Il rapporto sulla destinazione annuncio è disponibile come segmentazione nelle tabelle dei rapporti. Scritto da Pallavi Naresh, Product Manager, Google Ads    
    Ulteriori informazioni
  18. Lo strumento Pianificazione del rendimento disponibile per le campagne Shopping
    9 settembre 2020
    La Pianificazione del rendimento ti consente di pianificare il budget in modo più efficace. Per aiutarti a pianificare e prevedere un numero maggiore di campagne, lo strumento Pianificazione del rendimento ora supporta le campagne Shopping e le campagne Shopping intelligenti. Con questo aggiornamento, puoi pianificare le tue campagne Shopping con facilità utilizzando lo strumento Pianificazione del rendimento per: Modificare le impostazioni del budget e della campagna per valutarne l'impatto sul rendimento. Gestire i budget di più account e campagne. Pianificare in modo più efficiente i periodi stagionali imminenti. Per ulteriori informazioni sullo strumento Pianificazione del rendimento, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Ahmad Ismail, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  19. Categorie e rapporti sulle conversioni espansi
    3 settembre 2020
    La misurazione delle conversioni può aiutarti a stabilire in che misura i clic sui tuoi annunci generano azioni significative da parte dei clienti. Ciò avviene mediante la creazione di azioni di conversione come "acquisti online" o "telefonate". In precedenza, potevi organizzare queste azioni di conversione in sei categorie. A partire da oggi, puoi raggrupparle in 19 categorie diverse, ad esempio "aggiungi al carrello", "invia modulo per i lead", "prenota appuntamento" e altro ancora. Queste categorie aggiuntive consentono di comprendere più facilmente le metriche della canalizzazione di conversione in base agli obiettivi di marketing. Per agevolare la transizione, nella pagina Conversioni di Google Ads verranno consigliate nuove categorie per tutte le azioni di conversione esistenti. Puoi rivedere e modificare questi suggerimenti per garantire la precisione dei rapporti sul rendimento. A partire dal 15 ottobre, questi suggerimenti verranno applicati automaticamente se non li hai già accettati. Per ulteriori informazioni su questo aggiornamento delle categorie di conversione, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Srinivas Rajamani, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  20. Un modo più semplice e veloce per creare le estensioni di località
    1° settembre 2020
    Le ricerche "disponibile nelle vicinanze" sono cresciute in tutto il mondo di oltre il 100% rispetto allo scorso anno, poiché i consumatori consultano sempre i siti online prima di interagire con i negozi vicini. Per i professionisti del marketing, è importante permettere ai clienti di trovare facilmente le sedi delle attività e capire in che modo le campagne online generano risultati offline. Le estensioni di località consentono di aggiungere dettagli sulle sedi fisiche, come l'indirizzo, gli orari e le indicazioni stradali, agli annunci online su Ricerca, Rete Display e YouTube.  Dai feedback che abbiamo ricevuto, è emerso che può essere complicato impostare le estensioni di località quando non si riesce a trovare l'account Google My Business corretto a cui collegarle. Ecco perché abbiamo deciso di scegliere le sedi da elenchi di catene commerciali create da Google. È possibile impostare più velocemente le estensioni di località selezionando le località da un elenco curato direttamente nell'account Google Ads Con pochi clic, si sceglie la catena da promuovere per creare rapidamente un'estensione di località. Provvederemo a verificare che la catena sia adatta per l'attività e utilizzi indicatori come paese e dominio del sito web. Successivamente, si potranno utilizzare i gruppi di località per filtrare in base a località specifiche nell'ambito di tale catena.  Gli elenchi di località curati da Google utilizzano le stesse informazioni disponibili per Google Maps e mostrano informazioni precise e aggiornate per oltre 22.000 catene commerciali, che vengono ampliate nel tempo. Offrono una migliore copertura e il numero delle sedi mancanti è inferiore rispetto a quelle di un account Google My Business gestito manualmente. Inoltre, ne viene eseguita la verifica per rendere tutte le sedi idonee a registrare le visite in negozio.  Scritto da Charles Huyi, Product Manager, Local Ads
    Ulteriori informazioni
  21. Come raggiungere i consumatori locali in un mercato dinamico
    1° settembre 2020
    Le comunità di tutto il mondo si trovano in fasi diverse della gestione dell'emergenza COVID-19 e le attività stanno riaprendo o limitando le operazioni a seconda delle ordinanze locali. I consumatori hanno bisogno di aiuto per orientarsi in un mercato in evoluzione e si rivolgono a Google per ottenere informazioni locali, ad esempio attività aperte nelle vicinanze, misure di sicurezza dei negozi e inventario disponibile. Le ricerche su Google per "negozi di abbigliamento aperti" sono aumentate del 900%1 rispetto all'anno scorso, mentre le ricerche di "ristoranti aperti" sono aumentate del 1000% rispetto all'anno precedente.2 I termini più cercati comprendono "ristoranti locali con consegna a domicilio" e "ristoranti aperti nelle vicinanze per asporto".  Modificare il modo di presentare l'attività in questa situazione dinamica non è semplice, soprattutto con personale ridotto. Ecco alcuni modi in cui le nostre soluzioni automatizzate possono aiutarvi a supportare le sedi aperte e a raggiungere i clienti offrendo loro la possibilità di effettuare acquisti nella modalità che preferiscono, anche in un mercato in evoluzione. Aiutare gli acquirenti a pianificare la prossima visita all'attività Potete comunicare con i consumatori che si trovano nelle vicinanze delle vostre sedi su Google, tramite le campagne locali. Alla riapertura dei negozi, create annunci in cui venga indicato lo stato di apertura, fornite aggiornamenti sulle misure di sicurezza adottate o mettete in evidenza la possibilità di effettuare acquisti in negozio, di ritirare i prodotti all'esterno o di asporto, l'inventario dei prodotti o promozioni speciali per i diversi negozi.  Ora si possono ottimizzare le campagne locali per gli indicatori di visite in negozio, come clic su "indicazioni stradali" e "chiamate", non solo conversioni di visite in negozio. In questo modo, un numero maggiore di attività potrà accedere alle campagne locali. L'utente indica le sedi dei negozi, il budget delle campagne e gli asset delle creatività e la tecnologia di machine learning di Google ottimizza automaticamente la campagna per raggiungere gli obiettivi incentrati sul negozio. Inoltre, gli obiettivi potranno essere aggiornati facilmente al cambiare delle condizioni locali e si potranno scegliere le sedi da promuovere in base ad aperture e chiusure. Ricordiamo che le visite in negozio si basano su dati anonimi e aggregati e non possono essere associate a singoli clic sugli annunci, impressioni visibili o persone. Sinyi Realty, un gruppo immobiliare di Taiwan, ha utilizzato le campagne locali per indicare ai consumatori gli uffici aperti e la disponibilità di appuntamenti, per far fronte a un aumento della richiesta di immobili durante la pandemia. Molte attività a Taiwan sono rimaste aperte durante l'emergenza COVID-19, ma hanno adottato precauzioni aggiuntive. Sinyi Realty ha eseguito un'ottimizzazione per chiamate e clic per ottenere le indicazioni stradali, il che ha portato a un aumento delle visite alle sedi fisiche e della richiesta di appuntamenti per visionare le proprietà (25%).   "Con le campagne locali, possiamo monitorare il rendimento online e offline. Da una valutazione dei dati CRM, è emerso un aumento effettivo sia delle visite in negozio che della richiesta di appuntamenti per visionare le proprietà. Continueremo a collaborare con Google per migliorare il rendimento su tutti i canali", Robert Chen, Sinyi Realty Digital Marketing Manager. Promuovere l'inventario locale e le opzioni di ritiro in negozio Anche durante l'emergenza COVID-19, i clienti vogliono ricevere gli articoli di cui hanno bisogno in tempi rapidi e questo spesso significa che un'attività nelle vicinanze è la soluzione migliore. Grazie ai tempi di spedizione più lunghi dei grandi rivenditori online, potete garantire loro di trovare ciò di cui hanno bisogno a livello locale e ricevere i loro ordini di acquisto in modo sicuro mostrando le opzioni di evasione degli ordini disponibili. Potete promuovere gli articoli disponibili per il ritiro in negozio oggi stesso o disponibile per il ritiro all'esterno negli annunci di prodotti disponibili localmente.   Halfords, un rivenditore di biciclette e moto del Regno Unito, utilizza il badge per il ritiro all'esterno per mettere in evidenza questa opzione per il ritiro in giornata di biciclette, parti e accessori disponibili nelle vicinanze.   "Le vendite di bici sono aumentate con la pandemia e i nostri clienti vogliono essere in grado di ricevere la loro nuova bicicletta nelle vicinanze, in modo rapido e sicuro. La funzionalità di ritiro all'esterno offre ai nostri clienti la comodità e la sicurezza di sapere che la bicicletta che vogliono è disponibile per il ritiro nel loro negozio locale." - Tom Rees-Evans, Senior Group Media Manager, Halfords I rivenditori indipendenti possono iniziare a utilizzare gli annunci di prodotti disponibili localmente in pochi clic con Pointy di Google. Pointy consente di mostrare in poco tempo i prodotti online in modo che gli acquirenti locali possano vedere cosa è disponibile nelle vicinanze. Basta impostare un budget giornaliero e un raggio intorno al negozio e Pointy si occupa di tutto il resto. Knudson Lumber a Ellensburg, nello stato di Washington, ha utilizzato Pointy di Google per lanciare i propri prodotti online e promuovere hardware, strumenti e articoli destinati agli acquirenti nelle vicinanze.   "Apprezzo molto il fatto che, con uno sforzo minimo per noi, e un budget mensile nominale, i prodotti del nostro negozio, con foto e prezzi, vengano mostrati a un pubblico nelle vicinanze delle nostre sedi. Questa funzionalità consente agli acquirenti locali di scoprire i prodotti che vendiamo, spingendoli a visitare il nostro negozio per acquistare i prodotti che stavano cercando. Consiglio vivamente di utilizzare Pointy e la relativa funzionalità per gli annunci: aumentano le ricerche e l'esposizione online dell'attività e migliorano i risultati", Cheryl Brown, Marketing & Advertising Manager di Knudson Lumber. Scritto da Gary Ling, Product Manager, Local Ads     1. Fonte: dati di Google, ricerche a livello mondiale in inglese, 25 marzo 2020 - 23 maggio 2020 rispetto a 25 marzo 2019 - 23 maggio 2019 2. Fonte: dati di Google, ricerche a livello mondiale in inglese, 11 marzo 2020 - 9 maggio 2020 rispetto a 11 marzo 2019 - 9 maggio 2019
    Ulteriori informazioni
  22. Novità sul livello di accesso e sulla proprietà dell'account per il tuo account Google Ads
    19 agosto 2020
    Quando gestisci un account Google Ads, è importante proteggerlo. Tuttavia, non è sempre facile fornire agli utenti un livello di accesso corretto. Ecco perché stiamo introducendo un nuovo ruolo di sola fatturazione e un aggiornamento relativo alla proprietà dell'account. Con il ruolo solo di fatturazione, è più facile assegnare autorizzazioni di fatturazione a determinati utenti, ad esempio le parti interessate del tuo reparto contabilità. Saranno in grado vedere e gestire la fatturazione, ma non potranno visualizzare né modificare le campagne. La proprietà dell'account, in precedenza nota come proprietà amministrativa, amplia l'autorizzazione normalmente prevista per gli account amministratore. In passato un account poteva avere più proprietari. A partire da oggi il ruolo relativo alla proprietà consente a un solo account amministratore di essere proprietario di un account Google Ads. Questo aggiornamento apre la strada a ulteriori funzionalità avanzate per gli account amministratore in futuro. Ulteriori informazioni sulla gestione dei livelli di accesso nei tuoi account Google Ads sono disponibili qui. Scritto da Nicole Pang, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  23. Pianificare il budget in modo più efficace con le nuove funzionalità di Pianificazione del rendimento
    17 agosto 2020
    Lo strumento Pianificazione del rendimento ti consente di prevedere il rendimento con metriche basate su diversi livelli di spesa e ritorno sull'investimento. Per semplificare ulteriormente la pianificazione, stiamo introducendo tre nuove funzionalità. Per prima cosa, lo strumento Pianificazione del rendimento ora supporta i budget condivisi nelle campagne sulla rete di ricerca. Con questo aggiornamento, puoi creare, modificare e scaricare le previsioni per le campagne con budget condivisi. Inoltre, sappiamo che le tue decisioni relative al budget potrebbero dipendere anche dalle opinioni di altre persone. Per questo, per facilitare la collaborazione sui piani di rendimento, ora puoi condividerli in modo che vengano visualizzati e modificati da altri utenti. Per iniziare, fai clic su "Condividi" nell'angolo in alto a destra del piano. Infine, se la generazione di rapporti sulle conversioni o sul valore di conversione richiede più di sette giorni, lo strumento Pianificazione del rendimento ora tiene conto di questo ritardo nella conversione. Ad esempio, se pianifichi la spesa di novembre, il tuo piano potrebbe includere conversioni previste che potrebbero verificarsi a novembre e dicembre. In questo modo è più facile ottenere una previsione del rendimento con una precisione maggiore.  Per ulteriori informazioni sullo strumento Pianificazione del rendimento, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Ahmad Ismail, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  24. Fai crescere il tuo pubblico più velocemente con l'offerta Massimizza le conversioni nelle campagne per app
    4 agosto 2020
    Che stia lanciando un nuovo gioco, pubblicando una campagna stagionale o promuovendo nuovi contenuti nella tua app, è importante che tu riesca ad ampliare rapidamente il tuo pubblico. A partire da oggi, puoi farlo utilizzando l'offerta Massimizza le conversioni nelle campagne per app per incrementare le installazioni. È sufficiente inserire il budget e lasciare che la tecnologia di machine learning di Google generi il maggior numero di installazioni nel minor tempo possibile. L'offerta Massimizza le conversioni può anche aiutarti a comprendere meglio i benchmark per le tue offerte. Dopo alcune settimane di esecuzione di questa strategia di offerta, raggiungerai un CPI effettivo basato sul budget impostato e sulle installazioni che hai registrato. Potrai poi scegliere di passare dall'offerta Massimizza le conversioni all'offerta basata su CPI target. Per iniziare a utilizzare l'offerta Massimizza le conversioni: Fai clic per modificare le impostazioni della campagna per app per incrementare le installazioni Seleziona la sezione "Offerte" Deseleziona la casella "Imposta un costo per installazione target (facoltativo)" Salva le modifiche nella campagna Per ulteriori suggerimenti su come gestire e orientare il rendimento delle tue campagne per app, consulta le nostre best practice per le campagne per app e le creatività eccellenti. Scritto da David Schachter, Product Manager
    Ulteriori informazioni
  25. Semplificare i requisiti delle immagini per le campagne per app
    4 agosto 2020
    Gli asset delle creatività sono gli elementi costitutivi degli annunci nelle campagne per app. Le immagini, insieme a testo, video e HTML5, permettono di attirare l'attenzione sul brand e di trovare utenti su più canali.  Oggi, le campagne per app accettano più di 30 dimensioni e formati diversi per gli asset immagine. Entro la fine di quest'anno, inizieremo a passare dalle specifiche basate sulle dimensioni a quelle basate sulle proporzioni per rendere il processo creativo più semplice ed efficiente. Per caricare gli annunci nelle proprietà e nei formati idonei per le campagne per app dovrete caricare le immagini solo in tre proporzioni:  Proporzioni Dimensioni minime Dimensione consigliata 1:1 (quadrato) 200 x 200 1200 x 1200 1,91:1 (orizzontale) 600 x 314 1200 x 628 4:5 (verticale) 320 x 400 1200 x 1500   Con questo aggiornamento, il limite per le dimensioni dei file immagine verrà portato da 150 kB a 5 MB; in questo modo sarà possibile caricare asset di qualità superiore. Ciò significa che le campagne per app possono trasformare gli asset in annunci visivamente accattivanti su schermi di ogni dimensione. Stiamo anche riducendo i formati file approvati, disattivando le immagini GIF e mantenendo solo i formati .jpg e .png per semplificare lo sviluppo creativo. Dall'inizio del prossimo anno, eseguiremo la migrazione di tutte le campagne per app a questo insieme di requisiti. Da quel momento, non sarà più possibile aggiungere nuove immagini con proporzioni o formati file diversi. Le immagini esistenti che non rispettano questi standard non saranno più pubblicate e verranno rimosse automaticamente. Tuttavia, la cronologia dei rapporti sugli asset, inclusi i dati relativi alle immagini e alle GIF rimosse, non sarà interessata.  Per prepararvi a queste modifiche e assicurarvi che le campagne continuino a essere pubblicate senza problemi, vi consigliamo di esaminare le creatività immagine e di modificare quelle che volete continuare a pubblicare. Vi consigliamo inoltre di informare il team creativo in modo che possa modificare la strategia in base a queste nuove linee guida. Con l'avvicinarsi del lancio di questo aggiornamento, invieremo avvisi nell'account Google Ads per indicare i gruppi di annunci contenenti immagini non supportate e per ricordarvi di prendere provvedimenti. Per aiutarvi in questa fase di transizione, presto sarà disponibile uno strumento per ritagliare le immagini in una o più dimensioni supportate. Potete selezionare gli asset esistenti e adattare facilmente gli originali alle proporzioni accettate. Questa funzionalità di ritaglio sarà disponibile anche per il caricamento di immagini per le campagne appena create. Sarà disponibile nei prossimi mesi. Fate scorrere lo strumento per ritagliare l'immagine per selezionare e conservare parti diverse dell'immagine originale Asset diversi e creatività aggiornate continuano a essere fondamentali per un buon rendimento delle campagne per app. I requisiti semplificati delle immagini dovrebbero consentire a designer e professionisti del marketing di investire in best practice e temi più creativi. Per ulteriori informazioni su come ottimizzare gli asset immagine per le campagne per app, è possibile consultare il nostro elenco di best practice per le creatività e ricevere assistenza dalle agenzie Partner creativo preferito per le campagne per app di Google.  Scritto da Jennifer lui, Product Manager, App Ads
    Ulteriori informazioni
  26. Aggiornare automaticamente gli elenchi Customer Match con Zapier
    3 agosto 2020
    Se vuoi instaurare una relazione con nuovi clienti o migliorare il rapporto con quelli esistenti con messaggi personalizzati, l'utilizzo dei dati proprietari nelle tue campagne di marketing può aiutarti a farti notare dai clienti migliori. Con Customer Match, puoi utilizzare i tuoi elenchi online e offline per coinvolgere nuovamente i clienti in questione e trovarne di nuovi simili sulla rete di ricerca, su Shopping, Gmail, YouTube e sulla Rete Display. Le relazioni con i clienti cambiano continuamente ed è importante che i tuoi elenchi Customer Match siano sempre aggiornati in modo da riflettere questi cambiamenti. Tuttavia, la gestione degli elenchi può essere un processo manuale che richiede molto tempo. Ecco perché abbiamo collaborato con Zapier per semplificare l'utilizzo degli elenchi Customer Match. Con Zapier non è più necessario caricare, ordinare o rimuovere manualmente i contatti da un elenco, dal momento che i loro dettagli vengono caricati automaticamente in Google Ads a partire dal tuo sistema di gestione dei rapporti con i clienti e dai tuoi strumenti di automazione del marketing o di e-commerce. Oltre ad aggiornare automaticamente gli elenchi Customer Match, Zapier automatizza l'importazione, la formattazione e l'aggiornamento delle informazioni sui clienti anche dalle conversioni offline. Per ulteriori informazioni sull'integrazione di Customer Match e Zapier, consulta il Centro assistenza Google Ads. Segui queste istruzioni per iniziare a utilizzare Zapier. Scritto da Pankaj Deshpande, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  27. Novità negli account amministratore: punteggio di ottimizzazione e consigli
    31 luglio 2020
    ​​​​​​Il punteggio di ottimizzazione fornisce consigli personalizzati, permettendoti di capire se il tuo account è configurato per sfruttare appieno il suo potenziale. Per aiutarti a ottimizzare i tuoi account su larga scala, i consigli e il punteggio di ottimizzazione sono ora disponibili negli account amministratore per un massimo di 1000 account. In questa visualizzazione puoi gestire facilmente più account e identificare opportunità di efficienza o crescita. Puoi anche fare clic sul punteggio di ottimizzazione per gli account individuali in modo da applicare i consigli utili per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing.   Wpromote, una delle principali agenzie di marketing digitale, utilizza il punteggio di ottimizzazione per migliorare il rendimento di più account. Dopo aver applicato i consigli, ha registrato un aumento delle conversioni del 20%. Angelo Lillo, General Manager di Wpromote, ha dichiarato che il punteggio di ottimizzazione offre "un ulteriore punto di vista sul rendimento dell'account e un modo per implementare le modifiche su larga scala." Per visualizzare i consigli e il punteggio di ottimizzazione nel tuo account amministratore, visita la pagina Consigli. A partire da oggi, puoi scaricare i consigli a livello di account amministratore e di account individuale.   Scopri ulteriori informazioni sul punteggio di ottimizzazione nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Tin Acosta, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  28. Google Ads Editor v1.4: assistenza per consigli e campagne locali
    21 luglio 2020
    Oggi, siamo lieti di presentare Google Ads Editor v1.4. Questa release include il supporto per consigli e campagne locali. Consigli I consigli forniscono suggerimenti personalizzati per migliorare il rendimento delle campagne. Per semplificare l'implementazione di questi suggerimenti su larga scala, ora possono essere esaminati e applicati in più account in Google Ads Editor.  I consigli nell'editor sono ordinati per tipo, in modo che sia facile capire dove e quanti applicarne nell'account. Ad esempio, prima di applicare il consiglio relativo agli annunci adattabili della rete di ricerca, l'utente può vedere quanti account e campagne potrebbero trarre vantaggio dalla loro implementazione. Dopo averlo applicato, il consiglio relativo agli annunci adattabili della rete di ricerca può essere visualizzato insieme ad altri annunci adattabili della rete di ricerca e si possono apportare modifiche agli annunci nuovi o esistenti. ForwardPMX, una delle principali agenzie di marketing digitale, ha trovato i consigli nell'editor efficaci e facili da utilizzare. "Questa nuova funzionalità ci consente di applicare i consigli più importanti nei nostri account risparmiando tempo al team", ha affermato Olivia Hessey, PPC Analyst di ForwardPMX. Quando si esaminano i consigli, il punteggio di ottimizzazione aiuta a dare la priorità a quelli che permettono di generare risultati. Un elenco completo dei consigli disponibili nell'editor è disponibile nel Centro assistenza Google Ads. Nuovi consigli verranno aggiunti nell'editor nei prossimi mesi.  Campagne locali L'editor ora supporta le campagne locali. Con questa nuova funzionalità, è facile cercare e sostituire il testo, spostare elementi e annullare o ripetere modifiche alle campagne locali.  Per un elenco completo delle nuove funzionalità di Google Ads Editor v1.4, è possibile consultare il Centro assistenza Google Ads. La versione più recente può essere scaricata da Google Ads Editor o dalla home page di Google Ads. Scritto da Herlen Zoljargal, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  29. Nuove funzionalità per gli annunci adattabili della rete di ricerca
    15 luglio 2020
    Gli annunci adattabili della rete di ricerca utilizzano il machine learning per trasmettere messaggi pertinenti ai potenziali clienti. Infatti, gli inserzionisti che aggiungono annunci adattabili della rete di ricerca ai propri gruppi di annunci registrano fino al 10% in più di clic e conversioni.1 Per aiutarvi a coinvolgere i consumatori in modo più efficace, stiamo introducendo nuove funzionalità per creare annunci adattabili della rete di ricerca ancora più pertinenti e più facili da gestire. Pubblicare annunci più pertinenti In base alla nostra ricerca, il 91% dei proprietari di smartphone ha acquistato o prevede di acquistare qualcosa dopo aver visto un annuncio che ha descritto come pertinente.2 Per aiutarvi a creare annunci adattabili della rete di ricerca più pertinenti, ora potete utilizzare l'inserimento della località per aggiungere dinamicamente l'area in cui viene offerto il prodotto o servizio. Una volta impostato, l'annuncio includerà automaticamente la città, la provincia o il paese in base alle località dei potenziali clienti o alle rispettive aree di interesse. Per esaminare il numero di volte in cui l'annuncio viene pubblicato utilizzando l'inserimento della località, è possibile controllare i rapporti anonimi e aggregati. Impostare l'inserimento della località per gli annunci adattabili della rete di ricerca Inoltre, ora sono disponibili i parametri di personalizzazione per il conto alla rovescia che vi aiuteranno a promuovere vendite ed eventi negli annunci adattabili della rete di ricerca. Ad esempio, supponiamo che il titolare di un negozio di fiori abbia una promozione limitata nel tempo relativa alle rose. Grazie a questa funzionalità, l'annuncio mostrerà automaticamente il tempo restante dell'offerta, in modo che i potenziali clienti non la perdano. Indicare in che modo si possono effettuare gli acquisti Quando si crea un annuncio, è importante comunicare i modi in cui i potenziali clienti possono fare acquisti. Per semplificare la creazione di annunci più informativi, abbiamo migliorato i suggerimenti visualizzati durante la stesura di titoli e descrizioni. Ora, quando create un annuncio adattabile della rete di ricerca, vengono visualizzate nuove categorie che consigliano frasi di uso comune per evidenziare la disponibilità online, nonché le opzioni di spedizione e restituzione per l'attività. Nuovi suggerimenti di asset durante la creazione di un annuncio adattabile della rete di ricerca Dopo aver aggiunto un URL finale all'annuncio, si possono visualizzare i titoli e i suggerimenti di descrizione personalizzati aggiornati per l'attività in base al sito e agli annunci esistenti.  Gestire gli annunci su larga scala e ricevere maggiori informazioni Oltre l'80% del tempo dei professionisti del marketing digitale viene dedicato ad attività manuali come la generazione di rapporti, mentre solo il 20% viene utilizzato per la strategia. Per consentire un risparmio di tempo, stiamo introducendo i rapporti sugli asset per più campagne. Ora potete esaminare più asset contemporaneamente e capire cosa fa più presa sui clienti. Nell'ambito di questo aggiornamento, i rapporti sul rendimento degli asset sono ora disponibili per le righe descrittive. Rapporti sugli asset per più campagne Stiamo anche introducendo un nuovo consiglio per "migliorare gli annunci adattabili della rete di ricerca" quando la loro efficacia è inferiore a "Buona". Questo è un modo semplice per ottimizzare gli annunci in modo più efficiente. Quando verificate il punteggio di ottimizzazione dell'account, cercate questo consiglio per identificare le opportunità che possono migliorare gli annunci adattabili della rete di ricerca su larga scala. Inoltre, presto verranno mostrati consigli in Google Ads Editor per "aggiungere annunci adattabili della rete di ricerca" che vi aiuteranno ad aggiungere annunci più pertinenti a livello di account e campagna contemporaneamente. Ulteriori informazioni su come creare annunci adattabili della rete di ricerca efficaci sono disponibili qui. Scritto da Sylvanus Bent, Product Manager, Google Ads     1. Dati interni di Google a livello globale, febbraio 2020 2. Google/Purchased, Stati Uniti, "How Brand Experiences Inspire Consumer Action", possessori di smartphone statunitensi di età superiore a 18 anni = 2010, esperienze con il brand =17.726, aprile 2017.
    Ulteriori informazioni
  30. Aumentare le vendite online con nuove funzionalità per le campagne Shopping intelligenti
    15 luglio 2020
    Il modo in cui i consumatori fanno acquisti oggi continua a evolversi di pari passo con le condizioni dinamiche del mercato. Il 25% degli acquirenti statunitensi afferma di voler continuare a fare acquisti online e che eviterà di recarsi nei negozi anche quando riapriranno1. Man mano che gli acquirenti si spostano online, le campagne Shopping intelligenti2 aiutano gli inserzionisti ad adattarsi grazie all'ottimizzazione per gli obiettivi in base a indicatori in tempo reale su Google, inclusi Ricerca Google, Google Immagini, YouTube e milioni di siti e app sul Web. Ciò significa che potrai essere sicuro di mostrare i tuoi prodotti ai clienti giusti nel momento più opportuno in base alle fluttuazioni impreviste della domanda dei consumatori. Ora stiamo migliorando le campagne Shopping intelligenti mediante l'offerta di un nuovo obiettivo e altri metodi visivi per distinguersi dalla concorrenza. Acquisire nuovi clienti con le campagne Shopping intelligenti Poiché i consumatori si adattano sempre di più a uno stile di vita digitale, mostrarti agli acquirenti nei momenti di necessità e ispirazione non è mai stato così importante3. Infatti, a maggio, un acquirente su tre ha dichiarato di avere fatto acquisti online presso un negozio mai visitato prima. Ora, oltre all'ottimizzazione per le vendite, le campagne Shopping intelligenti ti aiuteranno ad acquisire nuovi clienti, consentendoti di aggiungere un valore di conversione per le vendite generate dai nuovi clienti.   Obiettivo di acquisizione di nuovi clienti nelle impostazioni delle campagne Shopping intelligenti   I retailer che partecipano al nostro programma beta hanno ottenuto ottimi risultati. IT Cosmetics, un brand di prodotti per il trucco e la cura della pelle, ha scoperto che i nuovi clienti che hanno acquistato i suoi prodotti di base sono più propensi a fare ulteriori acquisti. Il brand ha collaborato con Add3 per concentrare i propri sforzi sull'incremento delle vendite generate dai nuovi clienti. Aggiungendo l'obiettivo di acquisizione di nuovi clienti alla sua campagna Shopping intelligente, l'azienda ha registrato un aumento delle entrate generate dai clienti appena acquisiti pari al 188%.   Annunci Shopping di IT Cosmetics su Google Immagini negli Stati Uniti Mostrare il brand e i prodotti con altri metodi visivi Proprio come le campagne Shopping intelligenti possono ottimizzare le offerte e i posizionamenti, anche il formato in cui vengono visualizzati i prodotti risponderà alle esigenze dei clienti. Stiamo aggiungendo ulteriori funzionalità visive per aiutare i clienti a scoprire facilmente altri retailer, esplorare le varie opzioni e restringere i brand presso cui intendono effettuare acquisti. Ad esempio, supponiamo che un cliente stia cercando idee di arredamento su siti web e app. Potrebbe visualizzare un annuncio display video della tua campagna Shopping intelligente che pubblicizza i prodotti per lui pertinenti in quel momento. Contenuti video in primo piano nell'annuncio display delle campagne Shopping intelligenti   Dopo ulteriori ricerche, il cliente restringe le proprie scelte e inizia a cercare in particolare "sedie impilabili". Potrebbe visualizzare un carosello dei tuoi prodotti più pertinenti, usufruendo così di un'esperienza più coinvolgente e risultati più facilmente consultabili.          Esempi di esperienze di acquisto adattabili che potrebbero risultare disponibili, riferiti a Stati Uniti (1) e Regno Unito (2)   Quando il cliente è pronto per l'acquisto, può visualizzare annotazioni che gli consentono di decidere in modo consapevole. Ad esempio, puoi evidenziare la spedizione gratuita e veloce su Ricerca Google (solo Stati Uniti). I retailer che hanno partecipato alla visualizzazione di annotazioni relative alla spedizione gratuita e veloce hanno registrato un aumento medio del 9% del tasso di conversione4. In futuro saranno disponibili altre varianti di queste annotazioni.   Esempio di annotazioni relative alla spedizione gratuita e veloce negli annunci Shopping negli Stati Uniti   Inoltre, puoi continuare a evidenziare le promozioni sui tuoi prodotti per convincere ulteriormente i clienti a effettuare l'acquisto presso la tua attività. L'attivazione di promozioni nei tuoi annunci Shopping può generare un aumento medio del 28% del tasso di conversione4. Per iniziare, registrati con il modulo di partecipazione (solo U.S., U.K., DE, AU, IN, FR).  Esempi di annotazioni relative alle promozioni negli annunci Shopping, riferiti a Stati Uniti (1) e Francia (2)   Ovunque ti trovi lungo il percorso verso il recupero, le campagne Shopping intelligenti possono adattarsi ai tuoi obiettivi, che si tratti di aumentare le entrate online, acquisire nuovi clienti o incrementare le vendite locali. Con una campagna, puoi far crescere le vendite online aiutando i clienti a scoprire i tuoi prodotti tramite video, immagini immersive e offerte speciali, come la spedizione gratuita e veloce o sconti. Inizia a utilizzare le campagne Shopping intelligenti oggi stesso. Scritto da Dimitris Meretakis, Group Product Manager     1. Studio Ipsos sull'emergenza COVID-19 per conto di Google, U.S., n=1000 consumatori online di almeno 18 anni. 4-7 giugno 2. In Europa, le campagne Shopping intelligenti possono essere utilizzate con qualsiasi Servizio di shopping comparativo (SSC) di cui ti avvali. Gli annunci verranno mostrati sulle pagine dei risultati di ricerca generali e su eventuali altre piattaforme attivate dall'SSC. 3. Studio Ipsos sull'emergenza COVID-19 per conto di Google, U.S., n=1000 consumatori online di almeno 18 anni. 21-24 maggio 4. Dati interni di Google, ottobre 2019. Esperimento controllato dell'annotazione "Spedizione gratuita in X giorni" sugli annunci Shopping pubblicati su Ricerca Google; risultati condizionati dal numero di impressioni, che non tengono conto dell'impatto del ranking. 5. Dati di test A/B interni di Google da novembre 2019 a febbraio 2020, che hanno analizzato il tasso di conversione degli annunci Shopping con un'annotazione promozionale rispetto agli annunci Shopping senza annotazione e sono stati condotti su 9569 inserzionisti in Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Francia, India e Australia
    Ulteriori informazioni
  31. Un nuovo look per gli annunci display adattabili
    15 luglio 2020
    Ora che le persone passano più tempo a casa navigando su siti web, guardando video di YouTube, controllando Gmail e utilizzando app per dispositivi mobili, è importante essere presenti per i clienti in modi pertinenti e utili. A livello globale, il 78% dei consumatori afferma che i brand dovrebbero mostrare come possono essere utili nella nostra nuova vita quotidiana. Per aiutarvi ad affrontare al meglio questo periodo, stiamo migliorando l'aspetto e il design degli annunci display adattabili con nuovi layout delle creatività, video generati automaticamente e annunci più coinvolgenti per aumentare le vendite online. Farsi notare con i nuovi layout degli annunci Nel valutare i nuovi annunci display, i professionisti del marketing devono considerare sia il rendimento sia l'estetica. Aiutarli a trovare il giusto equilibrio è un principio di progettazione fondamentale alla base degli annunci display adattabili. Di fatto, sperimentiamo più di 150 nuovi layout all'anno e di questi solo un numero molto ristretto supera la prova.  Questo mese lanceremo tre nuovi layout degli annunci display adattabili che utilizzano miglioramenti automatici delle immagini, tra cui il ritaglio intelligente delle immagini e gli overlay di testo.  Questi layout sono pensati per aiutarvi a migliorare il rendimento e pubblicare annunci ancora più coinvolgenti. Per il brand di prodotti per la cura della pelle COSMEDIX, la creatività è importante. "Nell'affollato mondo della bellezza, come si fa a distinguersi?" si chiede Christine Monaghan, VP Digital di Cosmedix. "Per essere efficace, una strategia di marketing deve essere adattabile, ma la personalità del brande deve poter emergere sempre. Come il prodotto, l'esperienza deve essere "autentica". Tramite la partnership con Finch, Cosmedix ha iniziato in anticipo a utilizzare questi nuovi layout.    Esempi di annunci display adattabili del retailer di prodotti di bellezza COSMEDIX Aggiungere video in modo facile e veloce I consumatori amano i video: sono un modo coinvolgente per esplorare nuovi interessi, trovare risposte e intrattenersi. Anche i professionisti del marketing li apprezzano perché aumentano il rendimento. Infatti, oltre il 60% degli acquirenti afferma che i video online gli hanno fornito idee o ispirazione per i propri acquisti e l'aggiunta di video agli annunci display adattabili può generare il 5% di conversioni in più con un CPA simile. Tuttavia, molte aziende non hanno tempo o risorse per creare i propri annunci video.  Può essere difficile personalizzare i messaggi per diverse campagne, aggiungere nuovi prodotti e aggiornare i video con le ultime promozioni.  Per semplificare e velocizzare il tutto, Google può creare automaticamente annunci video utilizzando gli asset di testo e immagine esistenti. Esempio di video generato automaticamente di COSMEDIX   Potete decidere se utilizzare i video generati automaticamente con una semplice casella di controllo durante la creazione o la modifica degli annunci.  Vi consigliamo di mantenere attiva questa opzione per pubblicare annunci display il più efficaci e coinvolgenti possibile. Se vi interessano altri strumenti per la creazione di annunci video, potreste registrarvi alla versione beta di Video Builder. Questo strumento gratuito consente di animare asset di loghi, immagini e testi statici per creare brevi clip di YouTube, che possono essere utilizzati come asset video negli annunci display adattabili. Coinvolgere gli acquirenti con i prodotti migliori Molti retailer utilizzano i feed per mostrare i propri prodotti negli annunci display adattabili. Oggi stiamo aggiornando l'aspetto e il design degli annunci display dinamici per gli inserzionisti nel settore della vendita al dettaglio, per aiutarvi a incrementare le vendite online a clienti nuovi ed esistenti. Inoltre, stiamo introducendo un nuovo layout con una sola immagine per mettere in evidenza i singoli prodotti. Esempi di annunci display dinamici di COSMEDIX Ora, i nuovi formati mostrano il nome dell'azienda accanto al logo per comunicare chiaramente l'offerta del brand. Selezionando questa opzione, il testo facoltativo "promozione" diventa più visibile per la maggior parte delle dimensioni degli annunci. Per questo motivo, se non l'avete già fatto, vi consigliamo di includere una promozione. Non occorre fare niente per approfittare dei layout aggiornati degli annunci display dinamici e potete visualizzarne un'anteprima durante la creazione o la modifica degli annunci display adattabili. Non vediamo l'ora di scoprire come utilizzerete questi nuovi formati per comunicare con i clienti in modo significativo. Scritto da Bonnie Pericolosi, Director, Display Ads Product Management  
    Ulteriori informazioni
  32. Espandere le norme sulla rappresentazione ingannevole per migliorare la pubblicità clickbait
    15 luglio 2020
    La pubblicità digitale svolge un ruolo fondamentale nel garantire che miliardi di persone in tutto il mondo abbiano accesso a informazioni precise e di qualità online. Quando un utente fa clic su un annuncio, vogliamo essere certi che sia chiaro quale servizio o prodotto viene pubblicizzato e che non ci siano inganni. Per questo motivo, disponiamo di solide norme Google Ads che descrivono i tipi di pubblicità ammessi e quelli non consentiti.  Le norme vengono esaminate e aggiornate regolarmente per tutelare gli utenti, gli inserzionisti e i publisher nella nostra rete. Ora stiamo ampliando le nostre norme sulla rappresentazione ingannevole per risolvere i problemi legati a tattiche clickbait e al linguaggio sensazionalistico. Questa norma impedirà la visualizzazione di annunci che utilizzano tragedie, scandali e situazioni imbarazzanti per incoraggiare gli utenti a fare subito clic su un annuncio, quando la rivendicazione è falsa o non richiede rapidità di azione.  Un'immagine o un linguaggio sensazionalistico che non fa altro che indurre gli utenti a fare clic su un annuncio non è una nuova tattica pubblicitaria, tuttavia abbiamo scoperto che è più comunemente usata da malintenzionati che cercano di trarre vantaggio dagli utenti sulle nostre piattaforme. In precedenza, queste tattiche erano vietate da una combinazione di norme Google, tra cui quelle sui contenuti scioccanti, sulla rappresentazione ingannevole e dalle norme redazionali. Le nostre nuove norme sui clickbait contribuiscono a chiarire i tipi di annunci non consentiti e semplificano il rispetto delle norme in futuro. Nel corso dell'ultimo anno, abbiamo registrato un aumento dei soggetti malintenzionati che utilizzano tattiche per fare pressioni, immagini di celebrità, linguaggio volgare e contenuti espliciti per ottenere più clic. Da molti anni, il nostro team si concentra su questa sfida: nel 2019, ad esempio, sono stati rimossi più di 51 milioni di annunci sensazionalistici. Gli annunci rimandano a eventi o comportamenti negativi quali morte, incidenti, arresti, tragedie personali, per indurre gli utenti a fare immediatamente clic sull'annuncio. Ad esempio, un annuncio potrebbe essere "Rivelazioni scandalose su Maria, fai clic qui per saperne di più!" o "Non smette: scandalo durante la riabilitazione! Fai clic qui!". Questo linguaggio sensazionalistico crea un falso senso di urgenza per gli utenti che vogliono subito sapere cosa sia successo. In realtà, queste affermazioni spesso non sono vere o sono esagerate e non rivelano il prodotto o il servizio che si nasconde dietro l'annuncio. Inoltre, nel caso di celebrità o personaggi famosi, gli annunci includeranno anche la loro foto, rendendo i contenuti più reali e spingendo ancor più gli utenti a fare clic. Le nuove norme relative agli annunci clickbait amplieranno il nostro approccio, consentendo ai nostri team di bloccare questo comportamento in modo più efficace in futuro. Il nostro impegno è volto alla creazione di un'esperienza utente di alta qualità, al miglioramento della chiarezza degli annunci stessi. Continueremo a cercare modi per porre fine a pratiche ingannevoli come queste sulla nostra piattaforma, pur continuando a infondere fiducia nell'ecosistema pubblicitario.   Scritto da Sema Karaman, Policy Advisor, Ads   
    Ulteriori informazioni
  33. La scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video è stata estesa al 31 marzo 2021
    8 luglio 2020
    Di recente, abbiamo prorogato la scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video per dare a tutti il tempo di eseguire questa transizione. Ora, la nuova scadenza per la migrazione è stata fissata al 31 marzo 2021. Chi ha già eseguito la maggior parte delle operazioni necessarie per adottare il monitoraggio parallelo, può comunque completare la procedura e attivarlo. Scritto da Nicky Rettke, Director of Product Management, Google Video Ads  
    Ulteriori informazioni
  34. Gli account amministratore sono ora disponibili nell'app per dispositivi mobili di Google Ads
    7 luglio 2020
    L'app per dispositivi mobili di Google Ads consente di monitorare le campagne in tempo reale, esaminare i consigli di grande impatto e intervenire rapidamente per migliorare il rendimento. Oggi lanciamo gli account amministratore nell'app per dispositivi mobili, per consentirti di visualizzare e gestire facilmente tutti gli account Google Ads da un unico punto. Con gli account amministratore nell'app ora puoi: Scoprire le tendenze a livello aziendale e le informazioni sul rendimento di tutti gli account nella pagina Panoramica. Migliorare il rendimento su larga scala con il punteggio di ottimizzazione e dare priorità ai consigli in tutti gli account. Gestire le campagne e confrontare il rendimento degli account. Utilizzare le notifiche push per monitorare tutti gli account, in qualsiasi momento. Nell'ambito di questo aggiornamento, abbiamo modificato la modalità di navigazione nell'app per dispositivi mobili di Google Ads. In questo modo è ancora più facile spostarsi tra account, campagne e gruppi di annunci.    GOAT, un marketplace leader nel settore dell'abbigliamento, delle scarpe e degli accessori sportivi, utilizza l'app per dispositivi mobili di Google Ads per controllare le proprie campagne e applicare i consigli in qualsiasi momento. Con l'app per dispositivi mobili di Google Ads, il brand può ottimizzare il rendimento e monitorare i budget nei periodi di picco, risparmiando più di 1-2 ore di lavoro alla settimana. Per iniziare, è necessario scaricare l'ultima versione dell'app per dispositivi mobili di Google Ads su Android o iOS. Consulta queste best practice per ottenere il massimo dai tuoi account con l'app per dispositivi mobili di Google Ads. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  35. Fare di più nella pagina Panoramica con tre nuove funzionalità
    7 luglio 2020
    La pagina Panoramica è un modo semplice per visualizzare un riepilogo del rendimento dell'account e delle informazioni strategiche. Negli ultimi mesi, abbiamo apportato diversi miglioramenti a questo strumento in base ai vostri feedback. Ecco perché, a partire da oggi, introdurremo tre nuovi modi per aiutarvi a fare di più nella pagina Panoramica.  Per iniziare, ora potete visualizzare e applicare i consigli della pagina Panoramica. In questo modo è più facile intervenire in base ai consigli più importanti. Per aiutarvi a dare la priorità a questi consigli, ora potete anche visualizzare il vostro punteggio di ottimizzazione direttamente nella pagina Panoramica. Successivamente, potrete creare nuove campagne utilizzando il pulsante "Nuova campagna" disponibile in alto, nella pagina Panoramica. Infine, ora potete scaricare sia la pagina Panoramica sia le singole schede. In questo modo sarà più facile utilizzare questi dati sul rendimento per creare rapporti, condividerli con altri e svolgere ulteriori azioni.  Ulteriori informazioni sulla pagina Panoramica sono disponibili nel Centro assistenza. Scritto da Raiza Abubakar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  36. Offrire esperienze pubblicitarie più utili e pertinenti con i feed nelle campagne per app
    24 giugno 2020
    Molti professionisti del marketing utilizzano già i feed nelle campagne display, Shopping e locali per caricare e mostrare rapidamente i prodotti negli annunci. Con più immagini dei prodotti visibili direttamente nell'annuncio, i consumatori sono in grado di trovare agevolmente e senza difficoltà ciò che vogliono acquistare.  Nei prossimi mesi implementeremo i feed nelle campagne per app a livello internazionale per tutti i clienti. Dai risultati dei beta test condotti risulta che gli inserzionisti che utilizzano i feed hanno registrato in media il 6% di installazioni in più da Google.com e il 17% in più di azioni in-app (come accessi effettuati e acquisti) su siti e app della nostra rete. I feed nelle campagne per app offrono tre vantaggi principali: 1) Formati più completi che consentono di creare esperienze pubblicitarie più coinvolgenti. Ora i feed possono mostrare immagini dei tuoi articoli più richiesti negli annunci pubblicati nelle app e sui siti della nostra rete. Presto gli inserzionisti nel settore della vendita al dettaglio che utilizzano Google Merchant Center potranno iniziare a pubblicare annunci illustrati nel canvas sotto gli annunci TrueView in-stream per la promozione di app di YouTube.    Mostra informazioni pertinenti su ciò che offre la tua app   2) Maggior numero di query idonee per creare campagne scalabili. I feed su Google.com rendono la tua app più facilmente reperibile offrendo maggiori opzioni su dove e come pubblicare gli annunci. Se rappresenti un brand di arredamento con divani disponibili in negozio, i feed potrebbero mostrare i tuoi annunci per app con maggiore frequenza quando gli utenti cercano "divanetti per due". Ciò è dovuto ai feed che forniscono agli algoritmi dei nostri annunci più indicatori sui prodotti disponibili nella tua app. Dati più completi aumentano la probabilità che l'annuncio della tua app corrisponda a una query degli utenti e risulti idoneo alla pubblicazione. I feed possono anche adattare automaticamente il testo dell'annuncio per evidenziare una corrispondenza tra le tue offerte e la query di un utente; ad esempio, una ricerca per "divanetti" può generare un titolo o una descrizione dell'annuncio come "acquista divani e divanetti". Gli inserzionisti nel settore della vendita al dettaglio che utilizzano Google Merchant Center e gli inserzionisti in altri verticali che usano i feed di dati aziendali Personalizzato, Hotel e affitti, Voli, Viaggi e Promozioni locali possono pubblicare annunci per feed su Google.com oggi stesso. Nel corso dei prossimi mesi, gli annunci per feed su Google.com diventeranno disponibili anche per i verticali Istruzione, Lavoro e Servizi immobiliari.  3) Esperienza di navigazione iniziale più fluida per i nuovi utenti. I feed nelle campagne per app consentono anche di utilizzare i link diretti differiti per offrire ai nuovi utenti dell'app un'esperienza di navigazione iniziale più fluida, dall'installazione dell'app direttamente all'articolo visto nell'annuncio.  Ecco come funziona: se ad esempio un nuovo utente tocca un annuncio di Wish sulle scarpe da corsa, verrà indirizzato al proprio store per installare l'app di Wish. Dopo aver installato e aperto l'app per la prima volta, il cliente si troverà automaticamente sulla pagina di prodotto delle scarpe da corsa viste nell'annuncio, dove potrà accedere ad altre informazioni o effettuare l'acquisto.   Wish, beta tester di annunci per feed, offre agli utenti un'esperienza di navigazione iniziale impeccabile grazie ai link diretti differiti   Una volta impostati i feed, puoi contattare il tuo account manager per provare la nostra versione beta. Dopodiché, procedi come segue per collegare i feed alle tue campagne per app, in base al tipo di feed che stai utilizzando: Per i retailer che utilizzano Google Merchant Center: Crea una campagna per app Seleziona "Installazioni di app" Fai clic su "Mostra impostazioni avanzate" Seleziona la casella "Per aiutare Google Ads a conoscere meglio la tua app, seleziona un feed che ne descriva i contenuti." Fai clic su "Feed di Google Merchant Center"  Seleziona dal menu a discesa l'account Google Merchant Center con il feed che vuoi promuovere con la tua campagna per app     Per i non retailer che utilizzano i feed di dati aziendali: Segui i passaggi 1-4 descritti in precedenza Fai clic su "Feed di annunci dinamici" Seleziona dal menu a discesa il feed di dati aziendali che vuoi promuovere con la tua campagna per app     Infine, per attivare i link diretti differiti per i feed delle campagne per app, segui i passaggi riportati di seguito: Utilizza la versione più recente dell'SDK di Google Analytics per Firebase o collabora con uno dei nostri partner del programma App Attribution Partners Implementa i link direttiutilizzando i link alle app, i link universali o gli schemi personalizzati  Per ulteriori informazioni sui feed e sui link diretti differiti per le campagne per app, sintonizzati su Ads on Air il 1° luglio e ascolta il nostro team di prodotto mentre illustra le nuove funzionalità e best practice. Scritto da Tyson Mao, Product Manager, App Ads
    Ulteriori informazioni
  37. Nuovi modi per migliorare le competenze digitali per rispondere alle esigenze degli utenti della tua app
    24 giugno 2020
    Oggi i consumatori si affidano alle app per rimanere in salute, connessi e informati. Gli sviluppatori di app stanno affrontando nuove opportunità e sfide nel tentativo di far crescere la propria attività. Condividiamo due nuovi modi per migliorare le tue competenze digitali per aiutarti a rispondere alle esigenze dei clienti bilanciando tempo e risorse limitati. Amplia le tue competenze con il nuovo percorso di apprendimento e certificazione delle campagne per app su Skillshop Dopo aver completato questo corso e ricevuta la certificazione, sarai in grado di: Comprendere le principali tendenze nel comportamento in-app Perfezionare le campagne in base agli obiettivi dei tuoi clienti Utilizzare il machine learning a tuo vantaggio Ottimizzare la pubblicità per app Approfondisci con Academy on Air: Google Apps Dopo aver partecipato a questa sessione avanzata di un'ora, sarai in grado di:  Applicare nuovi principi su come adattare la tua strategia incentrata sulle app Lanciare nuove campagne per app seguendo le best practice Utilizzare a tuo vantaggio le funzionalità disponibili per le creatività e la misurazione Utilizzare strategie avanzate per andare oltre l'installazione Scritto da Elle Duncan, amministratore delegato, Mastery Team  
    Ulteriori informazioni
  38. Aggiornamento sul passaggio alla strategia di offerta basata sulla quota impressioni
    23 giugno 2020
    L'anno scorso abbiamo annunciato che le strategie di offerta Targeting della posizione nella pagina di ricerca e Quota superamento target non sarebbero state più disponibili per le nuove campagne. Nel corso delle prossime settimane, le campagne esistenti che utilizzano queste strategie passeranno automaticamente alla strategia Quota impressioni target in base alle località target e alla quota impressioni antecedenti. Per ulteriori informazioni sulla strategia Quota impressioni target, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  39. In che modo le campagne intelligenti ti aiutano a raggiungere più clienti
    17 giugno 2020
    Le campagne intelligenti sono progettate appositamente per le piccole imprese come le vostre. Ora disponibili in tutti i 150 paesi supportati da Google Ads, le campagne intelligenti consentono di pubblicare gli annunci in soli 15 minuti. Per aiutarvi a raggiungere ancora più persone al momento giusto, stiamo introducendo funzionalità che vi consentiranno di eseguire la registrazione da qualsiasi dispositivo, distinguervi su Google Maps, visualizzare i risultati direttamente in Ricerca Google e controllare quando vengono pubblicati gli annunci.  Registrarsi direttamente tramite l'app per dispositivi mobili Ora è possibile registrarsi alle campagne intelligenti e pubblicare annunci direttamente dall'app per dispositivi mobili di Google Ads. Abbiamo semplificato e velocizzato la procedura per consentirvi di iniziare subito a fare pubblicità. Al momento, la registrazione in-app è disponibile nei seguenti paesi: Australia, Canada, Francia, Giappone, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito Spagna e Stati Uniti. A breve se ne aggiungeranno altri.  Scaricate subito l'app di Google Ads per Android o iOS.   Farsi notare su Google Maps, gratuitamente Farsi notare su Google Maps gratuitamente Ogni mese, oltre un miliardo di persone utilizza Google Maps per vedere cosa c'è nelle vicinanze, cercare attività e trovare indicazioni stradali. I segnaposto sponsorizzati su Google Maps consentono all'attività di distinguersi durante questi momenti mostrando chiaramente un segnaposto Google Maps di forma quadrata. Questo segnaposto consente di mettere in evidenza servizi specifici come il ritiro, la consegna e altre offerte esclusive. Ora che le persone stanno iniziando a visitare nuovamente le attività di persona, vogliamo aiutarvi a ricevere un maggior numero di clienti. Fino a settembre 2020, non verrà addebitato alcun costo per clic, chiamate o vendite generate dai segnaposto sponsorizzati. Abbiamo iniziato a implementare i segnaposto sponsorizzati per gli inserzionisti delle campagne intelligenti con un profilo Google My Business che sarà completamente disponibile nelle prossime settimane. Attirare l'attenzione di un maggior numero di potenziali clienti con i segnaposto sponsorizzati Visualizzare il rendimento degli annunci direttamente su Google Per semplificare il controllo dello stato degli annunci, abbiamo reso più accessibili le funzionalità per la creazione dei rapporti. Con una ricerca rapida, potrete visualizzare immediatamente lo stato delle campagne intelligenti, il loro rendimento e il modo in cui gli annunci vengono mostrati ai potenziali clienti. Innanzitutto, è necessario accedere all'account Google utilizzato per Google Ads. Successivamente, si deve cercare "I miei annunci" o "Google Ads" su Google. Questa funzionalità sarà disponibile per tutti gli inserzionisti delle campagne intelligenti nelle prossime settimane. Visualizzare il rendimento e il modo in cui gli annunci vengono mostrati Controllare quando pubblicare gli annunci Ci è stato comunicato che le piccole aziende vogliono un maggiore controllo sulle parole chiave che consentono loro di raggiungere potenziali clienti su Ricerca Google. Con i temi delle parole chiave (in precedenza "prodotti e servizi"), potete indicarci che cosa offre la vostra attività e noi mostreremo il vostro annuncio ai potenziali clienti che cercano frasi correlate. Ciò significa che gli annunci raggiungeranno un maggior numero di utenti giusti, mentre potrete risparmiare tempo. Avete anche la possibilità di modificare o rimuovere i temi delle parole chiave, in modo da avere sempre il controllo. I temi delle parole chiave saranno completamente disponibili per tutti coloro che utilizzeranno le campagne intelligenti nelle prossime settimane.  Trovare e gestire le parole chiave non è mai stato così facile Per utilizzare queste nuove funzionalità, è necessario accedere all'account Google Ads o iniziare a utilizzare le campagne intelligenti.  Scritto da Kim Spalding, Director of Product Management, Google Ads    
    Ulteriori informazioni
  40. Comprendere i cambiamenti nelle conversioni con le spiegazioni
    2 giugno 2020
    Quando vengono ottimizzate le campagne, è importante capire perché il volume delle conversioni può variare. Tuttavia, può essere difficile diagnosticare il problema: il cambiamento potrebbe essere dovuto al tempo di conversione, a un problema con il tag di conversione o ad altro. Per semplificare la comprensione di queste variazioni del volume delle conversioni, ora si possono chiedere spiegazioni relative alle conversioni nelle campagne sulla rete di ricerca.  Con le spiegazioni, viene visualizzato il motivo di qualsiasi cambiamento in termini di clic, impressioni, costo e conversioni con un solo clic. In questo modo, è possibile dedicare più tempo all'ottimizzazione e meno tempo a esaminare i problemi di rendimento. Prima di iniziare a utilizzare le spiegazioni, tieni presente che: Le spiegazioni sono attualmente disponibili per le campagne sulla rete di ricerca manuali basate su CPC o CPCO Le spiegazioni possono confrontare due periodi di tempo di pari durata negli ultimi 90 giorni Le spiegazioni possono essere visualizzate solo per le campagne con variazioni significative del rendimento Nei prossimi mesi, continueremo a espandere le spiegazioni. Ulteriori informazioni sulle spiegazioni sono disponibili nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Chloe Xu, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  41. Trovare parole chiave pertinenti in modo più facile e veloce con le parole chiave perfezionate
    1 giugno 2020
    Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave consente di trovare facilmente parole chiave pertinenti al prodotto, servizio, sito web o pagina di destinazione. Tuttavia, determinare dove inserire queste idee per le parole chiave nelle campagne è un processo manuale che richiede molto tempo. Per semplificare la ricerca di tali idee adatte alle campagne nuove ed esistenti, ora le parole chiave possono essere perfezionate nello Strumento di pianificazione delle parole chiave.  Perfezionando le parole chiave, si possono raggruppare le idee in base agli attributi del prodotto o servizio, ad esempio colore, taglia e altro ancora. Ad esempio, supponiamo di dover cercare parole chiave correlate a "pelle secca". In passato, avremmo dovuto ordinare migliaia di idee per le parole chiave. Ora si possono filtrare gli attributi per includere o rimuovere idee per le parole chiave correlate alla pelle secca, ad esempio "creme per la pelle secca", "lozioni viso per la pelle secca" e "migliori creme per l'inverno". Per ulteriori informazioni sullo Strumento di pianificazione delle parole chiave, è possibile consultare il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Colin Jackson, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  42. Fatti trovare in più luoghi con gli annunci discovery
    27 maggio 2020
    Il modo in cui le persone acquistano e scoprono nuovi brand è cambiato: feed personalizzati come notizie, video e social network ora svolgono un ruolo significativo nell'aiutare le persone a trovare ispirazione lungo l'intero percorso del consumatore. Infatti, l'85% delle persone dichiara di intraprendere un'azione entro 24 ore dalla scoperta di un prodotto, come mettere a confronto dei prezzi o fare acquisti.1  L'anno scorso abbiamo introdotto le campagne discovery per aiutarti a raggiungere questi consumatori nei momenti in cui sono disposti a scoprire nuovi prodotti e servizi. A partire da aprile, gli annunci discovery sono generalmente disponibili per tutti gli inserzionisti a livello globale. Esempio di annuncio discovery su YouTube, Discover e Gmail Incentiva le azioni di segmenti di pubblico molto coinvolti Le campagne discovery ti consentono di raggiungere fino a 2,9 miliardi di persone mentre esplorano feed su YouTube, controllano le schede Promozioni e Social di Gmail e sfogliano Discover per non perdersi i loro argomenti preferiti. Abbinando questa ampia copertura al machine learning di Google e alla comprensione dell'intenzione del cliente, i brand trovano più facile entrare in contatto con nuovi clienti qualificati su larga scala. Il produttore europeo di occhiali Brillen.de era alla ricerca di nuovi modi per aumentare le visite oculistiche da parte di chi aveva già visitato il sito web a fine 2019. Dopo il remarketing per questi visitatori coinvolti e l'utilizzo dell'espansione del pubblico, il brand ha registrato un miglioramento del 20% del costo per lead e un tasso di conversione superiore del 300% a complemento dei risultati della Rete Display. "È stato facile estendere rapidamente la nostra copertura sui social media ai nuovi segmenti di pubblico con gli annunci discovery. Stiamo ottenendo ottimi risultati, che vanno ad aggiungersi a quelli della rete di ricerca e Display", afferma Dennis Wruck, Marketing Director della società madre SuperVista AG. Best practice: utilizza Smart Bidding per ottimizzare il rendimento degli annunci discovery. Ad esempio, se il tuo obiettivo è generare più conversioni, ti consigliamo di utilizzare la strategia Massimizza le conversioni. Per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing, puoi anche utilizzare il CPA target consigliato in base al rendimento del tuo account. Per ulteriori informazioni sull'ottimizzazione degli annunci discovery, consulta l'elenco di controllo delle best practice. Ispira i consumatori con un nuovo layout Con le campagne discovery, puoi mostrare i tuoi prodotti o servizi con annunci multimediali accattivanti, autentici e pertinenti. Entra in contatto con i consumatori e incoraggiali a intraprendere un'azione utilizzando un'immagine singola o un carosello di immagini, che può aiutarti a raccontare la storia unica del tuo brand mentre gli utenti fanno scorrere le schede. Esempio di annuncio discovery che utilizza un carosello con più immagini Iniziare è facile se stai già pubblicando campagne multimediali per social o video, in quanto puoi riutilizzare le immagini e i messaggi di qualità più elevata. Una volta pubblicati gli annunci, il machine learning di Google troverà la migliore combinazione di asset e li visualizzerà in modo nativo in ogni proprietà di Google. Best practice: carica una serie di immagini ad alta risoluzione nelle dimensioni consigliate: 1200 x 628 e 1200 x 1200. Per ulteriori informazioni sulle linee guida per le creatività, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scopri informazioni sui tuoi clienti Le campagne discovery possono anche aiutarti a ottenere ulteriori informazioni sui tuoi clienti e su ciò che li coinvolge maggiormente. Ad esempio, supponiamo che tu sia un concessionario di auto che vuole organizzare una promozione estiva speciale. Utilizzando i rapporti a livello di asset, potresti notare che un'immagine del SUV in blu del tuo brand visualizzata di lato ha un rendimento migliore rispetto a quella dello stesso SUV in rosso visto dal davanti. Puoi quindi utilizzare queste informazioni per aggiungere più immagini con il miglior rendimento del SUV in blu a tutte le altre campagne di marketing. Rapporti a livello di asset per un annuncio discovery Inoltre, i rapporti a livello di pubblico ti aiutano a comprendere quali clienti hanno maggiori probabilità di interagire con i tuoi annunci e quali hanno maggiori probabilità di intraprendere un'azione o effettuare un acquisto. Ad esempio, un brand di ristrutturazioni immobiliari che utilizza i segmenti di pubblico in-market "Settore immobiliare" e "Casa e giardino" potrebbe rimuovere il segmento "Settore immobiliare" se rileva più conversioni dagli utenti che acquistano attrezzature per casa e giardino. Per ulteriori informazioni sulla creazione delle prime campagne discovery, visita il Centro assistenza Google Ads. Inoltre, consulta l'elenco di controllo delle best practice completo e scarica la nostra guida alle creatività per ulteriori suggerimenti su come ottimizzare il rendimento. Scritto da Jerry Dischler, Vice President, Ads Platforms & Google Properties       1. Google/Ipsos Connect, Consumer Discovery Study, Stati Uniti, dicembre 2018, condotto su n. 2001 consumatori statunitensi di età compresa tra 18 e 54 anni che navigano online almeno una volta al mese.
    Ulteriori informazioni
  43. Capire il rendimento degli annunci della rete di ricerca e Shopping con i rapporti sulle categorie di vendita al dettaglio
    26 maggio 2020
    Le campagne sulla rete di ricerca e Shopping possono aiutare i rivenditori a entrare in contatto con i clienti che cercano i loro prodotti su Google. Tuttavia, se pubblichi entrambi i tipi di campagna, può essere difficile capire il rendimento di entrambe le campagne. Con i rapporti sulle categorie di vendita al dettaglio ora puoi visualizzare in un unico rapporto il rendimento delle categorie di prodotto predefinite nelle campagne sulla rete di ricerca e Shopping. Ecco alcune metriche disponibili per ogni categoria di vendita al dettaglio: Metriche su traffico e spesa (clic e costo) Informazioni a livello di campagna (tipo e nome della campagna) Metriche sul rendimento (conversioni, valore di conversione, costo di conversione) Metriche sulla concorrenza (quota clic)  È importante esaminare tutti i fattori che possono contribuire alle differenze di rendimento tra le campagne sulla rete di ricerca e Shopping, ad esempio: Campagne correlate o non correlate al brand Campagne che hanno come target gli articoli più venduti o prodotti specifici su campagne Shopping Targeting per località o pianificazione degli annunci   Targeting per pubblico Strategie di offerta diverse   Ad esempio, il ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) in tutte le campagne per "Camicie e top" potrebbe indicare che la tua campagna sulla rete di ricerca ha un ROAS più elevato rispetto alla campagna Shopping. Tuttavia, se applichi un filtro per le campagne correlate al brand sulla rete di ricerca, il ROAS potrebbe essere più simile in entrambi i tipi di campagna. Verifica quali categorie di vendita al dettaglio hanno un buon rendimento e valuta se spostare il budget verso queste categorie. Puoi anche suddividere questi prodotti in campagne separate per impostare un target di offerta diverso. Per iniziare a utilizzare i rapporti sulle categorie di vendita al dettaglio, visita la pagina dei rapporti in Google Ads. Scritto da Thomas Houit, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  44. Aggiornamenti sui prodotti Hotel Ads a sostegno del settore durante il COVID-19
    12 maggio 2019
    Con l'evolversi dei comportamenti di ricerca relativi ai viaggi, il nostro obiettivo è aiutare i partner di Hotel Ads a ridurre al minimo i rischi e ad aumentare le prenotazioni future in modo responsabile. Abbiamo sperimentato un programma di commissioni (per soggiorno) che consente ai partner di Hotel Ads di pagare una commissione solo se il viaggiatore soggiorna nella struttura, regolando automaticamente le offerte di annunci per hotel in modo da massimizzare il valore di prenotazione. Al programma ora possono partecipare tutti i partner di Hotel Ads a livello globale. Nelle prossime settimane renderemo disponibile anche un filtro di "Cancellazione gratuita" per gli utenti che cercano un hotel e, al momento della prenotazione, metteremo in evidenza quali tariffe sono rimborsabili. Inoltre, stiamo semplificando la condivisione di queste informazioni attraverso le norme di cancellazione dei nostri partner a livello globale.  Per ulteriori informazioni su come gestire la presenza del tuo hotel su Google in questo periodo, consulta le nuove best practice per gli hotel specifiche per l'emergenza COVID-19. Scritto da Michael Trauttmansdorff, Group Product Manager, Travel Ads
    Ulteriori informazioni
  45. Scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video prorogata a tempo indeterminato
    28 aprile 2020
    Di recente abbiamo prolungato la scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video fino al 15 giugno 2020. Considerata la situazione attuale, in cui le aziende potrebbero avere altre priorità, stiamo prorogando questa scadenza a tempo indeterminato in modo da dare a tutti il tempo necessario per completare la transizione. Annunceremo la nuova scadenza in futuro con ampio preavviso. Se hai già eseguito la maggior parte delle operazioni necessarie per adottare il monitoraggio parallelo, puoi comunque completare la procedura e attivarlo. Scritto da Nicky Rettke, Director of Product Management, Google Video Ads
    Ulteriori informazioni
  46. Annunci di chiamata con un link al sito web facoltativo
    23 aprile 2020
    Gestire il volume delle chiamate può essere impegnativo se l'orario di apertura o il personale della tua attività è limitato. Per offrire ai clienti una maggiore flessibilità quando contattano la tua attività, ora puoi includere un link facoltativo "Visita il sito web" negli annunci di sola chiamata. Nell'ambito di questo aggiornamento, stiamo anche semplificando il nome di "annunci di sola chiamata" in "annunci di chiamata". Annuncio di chiamata con il link facoltativo "Visita il sito web" Il link "Visita il sito web" espande l'annuncio di chiamata, offrendoti una maggiore visibilità sulla pagina dei risultati di ricerca. Se i clienti toccano il link "Visita il sito web" nel tuo annuncio, vengono indirizzati direttamente al tuo sito. Un tocco sul titolo genera ancora una chiamata. Se la tua attività si basa sulle telefonate per le nuove vendite, riceverai meno chiamate involontarie e lead più qualificati. Inoltre, ora puoi coinvolgere i consumatori che potrebbero essere interessati solo a visitare il tuo sito e che in precedenza non hanno interagito con il tuo brand. Per iniziare a utilizzare il link facoltativo "Visita il sito web", includi un URL finale quando crei nuovi annunci di chiamata. Se utilizzi già gli annunci di chiamata, aggiungi un URL finale per iniziare a beneficiare dei vantaggi del link al sito web. Per misurare il rendimento, assicurati di monitorare le telefonate dal tuo sito web. Per ulteriori informazioni sugli annunci di chiamata, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Mike Russo, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  47. Richiesta di verifica dell'identità dell'inserzionista al fine di migliorare la trasparenza
    23 aprile 2020
    Gli utenti devono poter prendere decisioni informate sugli annunci che vedono online. Ecco perché stiamo introducendo la verifica dell'identità, una norma che richiede agli inserzionisti di verificare la propria identità per poter pubblicare annunci tramite Google Ads.  Una volta implementata, gli utenti vedranno il nome e il paese dell'attività dell'inserzionista riportati in Perché questo annuncio?. Ciò in base ai controlli utente esistenti, incluse le opzioni relative al blocco di un annuncio o di un inserzionista e le Impostazioni annunci. Questa modifica aumenterà la fiducia nell'ecosistema degli annunci, fornendo agli utenti ulteriori informazioni su chi pubblica la pubblicità che vedono, come parte del nostro continuo impegno verso una maggiore trasparenza, una maggiore scelta e un maggior controllo da parte degli utenti.  Prevediamo che saranno necessari alcuni anni per implementarla per tutti gli inserzionisti attuali a livello globale. Inizieremo dalla verifica in più fasi degli inserzionisti negli Stati Uniti, per poi espanderla al resto del mondo. Quando sarà il momento di verificarne l'identità, gli inserzionisti riceveranno un'email da Google.  Ulteriori informazioni sulla procedura di verifica e risposte alle domande frequenti. Scritto da John Canfield, Director of Product Management, Ads Integrity
    Ulteriori informazioni
  48. Google Ads Editor v1.3: supporto di budget condivisi, punteggio di ottimizzazione e altro ancora
    10 aprile 2020
    Oggi, siamo lieti di presentare Google Ads Editor v1.3. Questa versione supporta i budget condivisi, il punteggio di ottimizzazione e un riquadro di modifica migliorato. Budget condivisi Editor ora supporta i budget condivisi. Ciò significa che puoi creare e modificare budget condivisi dalla Libreria condivisa all'interno di Editor. Punteggio di ottimizzazione Il punteggio di ottimizzazione consente di dare la priorità ai consigli per le campagne in modo da migliorare rapidamente il rendimento. Ora puoi accedere ai punteggi a livello di account e campagna all'interno di Editor. Se selezioni un insieme di campagne e account nella struttura ad albero dell'account1, vedrai un punteggio di ottimizzazione medio ponderato e combinato per la selezione effettuata. In questo modo è più facile individuare gli aspetti prioritari su cui intervenire e lavorare su larga scala. Nuovo riquadro di modifica In base ai feedback ricevuti, abbiamo apportato vari miglioramenti per ridurre il tempo dedicato a scorrere il riquadro di modifica. Nell'ultima versione di Editor abbiamo introdotto un riquadro di modifica più compatto che nasconde i gruppi di campi ripetuti e vuoti. Ora, il riquadro di modifica nasconde le sezioni non pertinenti per la selezione. Ad esempio, la sezione "Impostazioni dell'app" non appare nella visualizzazione Campagne se non esistono campagne per app. Inoltre, puoi ridimensionare e posizionare il riquadro di modifica aprendolo in una finestra separata. Per un elenco completo delle nuove funzionalità di Google Ads Editor v1.3, consulta il Centro assistenza Google Ads. Per scaricare l'ultima versione, apri Google Ads Editor o vai alla home page di Google Ads. Scritto da Herlen Zoljargal, Product Manager, Google Ads     1. Nella griglia principale puoi selezionare e fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi gruppo di campagne o gruppo di annunci per copiarlo nella struttura ad albero dell'account.
    Ulteriori informazioni
  49. Google Trends per professionisti del marketing in un ambiente dinamico
    7 aprile 2020
    Quando le dinamiche di mercato cambiano rapidamente, può essere difficile capire come si evolvono le esigenze delle persone. Google Trends ti consente di vedere, praticamente in tempo reale, su quali argomenti le persone effettuano ricerche. Ad esempio, sapevi che a marzo 2020 il termine di ricerca "idee per feste di compleanno virtuali" è diventato, in pochissimi giorni, molto popolare negli Stati Uniti? Puoi utilizzare queste informazioni per scoprire quali sono gli interessi prioritari del tuo pubblico e capire come modificare le tue campagne pubblicitarie in base alle loro aspettative. Fai clic qui per scoprire alcuni modi in cui puoi utilizzare Google Trends per trovare le informazioni necessarie per affrontare eventuali difficoltà riscontrate dalla tua attività ed essere di aiuto ai tuoi clienti.
    Ulteriori informazioni
  50. Reperire informazioni dettagliate su più account con l'editor rapporti
    26 marzo 2020
    L'editor rapporti ti consente di analizzare e compilare facilmente i dati sul rendimento di Google Ads. Dall'anno scorso, l'editor prevede la generazione di rapporti in tempo reale per un massimo di dieci account alla volta. Tuttavia, se gestisci più di dieci account, il download dei rapporti può ancora richiedere molto tempo. Per risparmiare tempo e prendere decisioni migliori, ora hai la facoltà di generare rapporti su 200 account direttamente dal tuo browser. Puoi quindi analizzare e confrontare agevolmente i dati dei vari account in tempo reale e identificarne i pattern senza uscire da Google Ads. Per avvalerti dell'editor rapporti, accedi alla scheda "Rapporti" del tuo account amministratore. Ulteriori informazioni sulla creazione e gestione dei rapporti sono disponibili qui. Scritto da Jon Diorio, Director of Product Management, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  51. Ottenere approfondimenti sulle creatività delle campagne per app con le nuove funzionalità dei rapporti sugli asset
    23 marzo 2020
    Caricare creatività di alta qualità nelle campagne per app può aiutarti a pubblicare annunci più pertinenti e migliorare il rendimento delle campagne. I rapporti sugli asset nelle campagne per app forniscono i dati necessari per valutare gli asset della creatività e prendere decisioni ponderate per quel che riguarda l'ottimizzazione. Stiamo implementando quattro nuovi aggiornamenti dei rapporti sugli asset per le campagne per app al fine di fornire informazioni più utili, dettagliate e strategiche. Ottenere indicazioni più chiare sulle valutazioni del rendimento Le descrizioni comandi per le valutazioni del rendimento consentono di capire in che modo agli asset viene assegnata una valutazione "bassa", "buona" e "migliore". Ogni descrizione comando, visualizzata quando passi il mouse sopra una valutazione, consiglia un'azione da eseguire sull'asset in questione. Ciò consente di focalizzare l'attenzione su concetti o temi che interessano gli utenti e di escludere quelli non pertinenti. Tenere sotto controllo gli asset Stiamo aggiungendo due nuove colonne nei rapporti sugli asset a livello di gruppo di annunci: una per l'origine asset e un'altra per l'orientamento. Potrai determinare quali sono gli asset che hai caricato durante la configurazione della campagna per app, nonché vederne l'orientamento (orizzontale, verticale, quadrato) accanto alle immagini e ai video. Dal momento che valutiamo gli asset confrontandoli solo con altri che hanno la stessa origine e il medesimo orientamento, la possibilità di vedere immediatamente queste informazioni rende più facile confrontare il rendimento di asset dello stesso tipo. Questi aggiornamenti verranno implementati all'interno delle campagne per app attive nelle prossime settimane. Tenere traccia delle variazioni del rendimento nel corso del tempo Il rendimento degli asset pubblicitari varia di continuo. Per questo motivo presto introdurremo alcuni grafici che consentono di visualizzare le variazioni del rendimento degli asset nel corso del tempo. Potrai selezionare varie metriche e intervalli di date in base ai quali valutare le fluttuazioni del rendimento. Se disponi di asset simili che hanno la stessa valutazione, puoi osservarne le tendenze di rendimento nei grafici per decidere meglio quali conservare o sostituire. Visualizzare l'anteprima degli asset Le anteprime degli annunci consentono di avere un'idea di come potrebbero venire mostrate le creatività agli utenti che visualizzano i tuoi annunci. Sono progettate in modo da garantire che gli asset rispettino l'identità del brand nei vari formati di campagne per app. Fai clic su "Visualizza anteprime annunci" nella colonna degli asset del rapporto e il nostro strumento di anteprima ti mostrerà una serie di annunci di esempio creati sulla base dei tuoi asset così come potrebbero venire pubblicati in tutti i posizionamenti idonei per le campagne per app. Questa funzione sarà disponibile nei prossimi mesi, insieme ai grafici sul rendimento. Per ulteriori informazioni sui rapporti sugli asset, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Belinda Langner, Senior Product Manager, App Ads
    Ulteriori informazioni
  52. Rinvii e ricorsi semplificati per i problemi correlati alle norme relative agli annunci
    19 marzo 2020
    Le nostre norme pubblicitarie hanno lo scopo di proteggere gli utenti, gli inserzionisti e i publisher da soggetti malintenzionati e garantire che sulle nostre piattaforme vengano pubblicati solo annunci di alta qualità. Tuttavia, siamo consapevoli del fatto che a volte gli inserzionisti ben intenzionati commettono errori in buona fede e vogliamo consentire a ogni attività di pubblicare annunci il prima possibile. Abbiamo quindi deciso di introdurre una nuova funzionalità che consente di presentare ricorso contro le decisioni relative alle norme direttamente in Google Ads.  Fare ricorso contro una decisione relativa alle norme direttamente dal tuo account Google Ads  Fino a ora, per presentare ricorso per violazione delle norme era necessario rivolgersi al nostro team di assistenza. Questa nuova funzionalità ti consente di chiedere nuovamente l'approvazione dell'annuncio dopo aver risolto il problema relativo alle norme. Se hai controllato le norme che interessano il tuo annuncio e ritieni che abbiamo commesso un errore, puoi anche presentare ricorso contro la decisione relativa alle norme direttamente in Google Ads. In entrambi i casi, devi solo passare il mouse sopra un annuncio non approvato o limitato e cercare il link "presenta ricorso" per verificare se è possibile farlo. Potrai monitorare lo stato del tuo ricorso in Gestione norme, accessibile anche quando passi il mouse sopra un annuncio non approvato o limitato. Ci impegniamo ad aiutarti a conoscere meglio le nostre norme e ad approvare i tuoi annunci più rapidamente. Per ulteriori informazioni, consulta l'articolo del Centro assistenza. Una nota importante: abbiamo preso provvedimenti per proteggere la salute dei membri del nostro team durante l'evolversi dell'emergenza COVID-19 e ridurre la necessità che le persone debbano andare in ufficio. Di conseguenza, stiamo riscontrando tempi più lunghi del normale per elaborare i ricorsi relativi alle mancate approvazioni degli annunci. In questo periodo ti invitiamo a utilizzare gli strumenti self-service descritti sopra in modo da poter inviare di nuovo un annuncio o presentare ricorso contro una decisione direttamente in Google Ads senza contattare l'assistenza clienti.  Scritto da Brett Kline, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  53. Prolungamento della scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video
    12 marzo 2020
    La scadenza per l'adozione del monitoraggio parallelo per le campagne video è stata prolungata al 15 giugno 2020. Considerati i recenti eventi mondiali, abbiamo voluto concedere a tutti più tempo per effettuare questa transizione. Se hai già eseguito la maggior parte delle operazioni necessarie per adottare il monitoraggio parallelo, puoi comunque completare la procedura e attivarlo. Tuttavia, questo passaggio non sarà obbligatorio fino al 15 giugno 2020. Continueremo a monitorare la situazione e, se necessario, cambieremo questa data. Scritto da Nicky Rettke, Product Management Director, Google Video Ads
    Ulteriori informazioni
  54. Utilizzare Massimizza le conversioni e Massimizza il valore di conversione con le strategie di offerta di portafoglio
    10 marzo 2020
    Le strategie di offerta di portafoglio consentono di ottimizzare il rendimento su più campagne. Ad oggi, sono disponibili strategie di portafoglio per CPA target, ROAS target, Massimizza i clic e quota impressioni target. Per semplificare ulteriormente l'utilizzo di Smart Bidding con le campagne sulla rete di ricerca, Massimizza le conversioni e Massimizza il valore di conversione ora sono disponibili per i portafogli. Inoltre, puoi abbinare questi nuovi portafogli a budget condivisi per aumentare le conversioni o il valore di conversione. Per le campagne che condividono il budget e utilizzano Massimizza i clic, Massimizza le conversioni o Massimizza il valore delle conversioni, ti consigliamo di includere queste strategie di offerta nello stesso portafoglio. Ulteriori informazioni sull'utilizzo delle strategie di portafoglio sono disponibili nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  55. Nuovo look per i rapporti sull'attribuzione in Google Ads
    5 marzo 2020
    L'attribuzione in Google Ads, in precedenza nota come attribuzione della rete di ricerca, fornisce informazioni dettagliate sui percorsi che inducono gli utenti a effettuare conversioni per la tua attività. Dato che ogni attività è diversa, i rapporti riguardano un'ampia varietà di informazioni: dalle sequenze più comuni di interazioni con gli annunci che generano una conversione fino al merito assegnato a ogni interazione lungo il percorso. La nuova esperienza in Google Ads ti permetterà di individuare più facilmente queste informazioni, grazie a un insieme di rapporti sull'attribuzione semplificati e intuitivi. Accedere alle informazioni più importanti in modo più rapido La nuova esperienza può aiutarti a capire velocemente in che modo i clienti interagiscono con la tua strategia di marketing durante il ciclo di acquisto; così puoi intervenire facilmente nelle aree che generano risultati. Abbiamo combinato alcuni rapporti e ne abbiamo rimossi altri per consentirti di ottenere più rapidamente le informazioni più importanti. A partire da oggi, in Google Ads sono disponibili i seguenti rapporti sull'attribuzione: Panoramica Percorsi più frequenti Metriche percorso Conversioni indirette Confronto modelli Esempi di schede nella pagina Panoramica rinnovata La nuova pagina Panoramica consente di visualizzare meglio i percorsi verso la conversione dei clienti. Ad esempio, puoi vedere la percentuale di clienti che ha effettuato una conversione dopo clic multipli sui tuoi annunci. Puoi anche visualizzare la percentuale di clienti che ha interagito con i tuoi annunci su ogni dispositivo e scoprire chi, tra questi, ha utilizzato più dispositivi. Confronto tra modelli di attribuzione diversi tramite l'apposito rapporto Il confronto tra modelli ti aiuta a comparare il costo per conversione e il ritorno sulla spesa pubblicitaria per modelli di attribuzione diversi, come quelli dell'ultimo clic, basati su regole e basati sui dati. I rapporti sull'attribuzione sono disponibili in Google Ads facendo clic sull'icona degli strumenti  in alto a destra. Poi, in Misurazione, seleziona Attribuzione. Ulteriori informazioni su rapporti sull'attribuzione e modelli di attribuzione. Scritto da Charles Huyi, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  56. Migliorare la produttività ovunque ci si trovi con le nuove funzionalità dell'app per dispositivi mobili di Google Ads
    3 marzo 2020
    L'app per dispositivi mobili di Google Ads consente di monitorare le campagne in tempo reale, esaminare i consigli di alto impatto e intervenire in modo veloce per migliorare il rendimento. Negli ultimi mesi abbiamo apportato diversi miglioramenti all'app in risposta ad alcuni feedback. Ecco perché, a partire da oggi, saranno disponibili nuove funzionalità relative al punteggio di ottimizzazione e alla modalità Buio nell'app. Priorità ai consigli principali in modo più veloce Il punteggio di ottimizzazione consente di dare una priorità ai consigli relativi alle campagne e di migliorare rapidamente il rendimento dall'interno dell'app. Per semplificare ulteriormente la ricerca dei consigli più importanti, ora si possono visualizzare i punteggi di ottimizzazione a livello di campagna e di account nella schermata Panoramica dell'account. Le campagne per cui sono disponibili i consigli con il maggiore impatto potenziale sono indicate per prime, per permetterti di dare la priorità alle azioni più importanti per migliorare il rendimento. Ricevere notifiche quando il punteggio di ottimizzazione cambia Per aiutarti a non perdere di vista i nuovi consigli, riceverai una notifica in tempo reale quando il punteggio di ottimizzazione cambia. Tocca la notifica per aprire la pagina Consigli, dove potrai intervenire per aumentare il punteggio e migliorare il rendimento. Per ricevere queste notifiche, è necessario attivare l'opzione nella pagina Impostazioni dell'app. Lavorare comodamente con la modalità Buio La modalità Buio è progettata per il comfort visivo. Se ti trovi in un ambiente scarsamente illuminato o se preferisci colori di sfondo più scuri sul telefono, ora puoi utilizzare la modalità Buio nell'app per dispositivi mobili di Google Ads. Se hai già attivato questa modalità nelle impostazioni del telefono, l'app la utilizzerà automaticamente. Puoi anche attivarla nella pagina Impostazioni dell'app. Diesel.ie, uno dei principali brand irlandesi nel settore della moda e dell'abbigliamento, ha utilizzato il punteggio di ottimizzazione nell'app per dispositivi mobili di Google Ads per dare una priorità ai consigli, esaminarli e applicarli anche dai propri telefoni cellulari. In questo modo ha potuto promuovere in modo più efficace i propri prodotti e le proprie promozioni, aumentando il traffico di 30 volte rispetto all'anno precedente. AGY47, un'agenzia di marketing digitale leader del settore, ha utilizzato l'app per dispositivi mobili di Google Ads per verificare il rendimento, migliorare il punteggio di ottimizzazione e mantenere il proprio account organizzato in qualunque momento, risparmiando oltre 2 ore alla settimana per account. Per visualizzare il punteggio di ottimizzazione e la modalità Buio sui dispositivi mobili, scarica l'app per dispositivi mobili di Google Ads su Android (valutazione di 4,5/5 stelle) o iOS (valutazione di 4,5/5 stelle). Segui queste best practice per ottenere il massimo dal tuo account con l'app per dispositivi mobili di Google Ads. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager di Google Ads
    Ulteriori informazioni
  57. Condividere in modo semplice gli elenchi per il remarketing tra l'account amministratore e i subaccount
    11 dicembre 2019
    Se il tuo obiettivo è aumentare le vendite o la brand awareness, il remarketing rivolto a chi ha già interagito con il tuo sito web può aiutarti a far crescere l'attività. Un account amministratore ti consente di condividere gli elenchi del segmento di pubblico in tutti gli account, ma la configurazione richiede più passaggi. Per condividere gli elenchi dei segmenti di pubblico rapidamente e con facilità, ora puoi attivare la condivisione continua del pubblico nei tuoi account amministratore. Quando attivi la funzionalità, gli elenchi per il remarketing creati nel tuo account amministratore verranno condivisi con tutti i subaccount esistenti e futuri. Questi account possono ricevere elenchi da più account amministratore e consentono di mantenere il controllo sugli elenchi attivi. Nei prossimi mesi avrai anche la possibilità di condividere con l'account amministratore gli elenchi creati nei subaccount. Leggi ulteriori informazioni sulla condivisione continua dei segmenti di pubblico nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Pulkit Khurana, Staff Software Engineer, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  58. Semplificare il modo in cui le modifiche alle campagne interessano il rendimento degli annunci in Google Ads
    12 febbraio 2020
    In passato non era facile analizzare il rapporto sulla cronologia delle modifiche e i dati dei rapporti per capire come cambia il rendimento della campagna. Per aiutarti a capire l'impatto dei cambiamenti apportati alla campagna, adesso puoi visualizzare le modifiche annotate nei grafici del rendimento. Supponiamo, ad esempio, che noti un calo delle conversioni per una delle tue campagne attive. Grazie al rapporto sulla cronologia delle modifiche, ora puoi passare il mouse sopra gli indicatori nel grafico del rendimento per ottenere maggiori dettagli sui cambiamenti apportati in un determinato periodo. Se fai clic sui link all'interno delle schede riepilogative, le tabelle della cronologia delle modifiche vengono filtrate in modo da evidenziare ulteriori informazioni. Noterai che sotto il grafico sul rendimento adesso sono evidenziate le modifiche apportate all'elenco del segmento di pubblico, all'obiettivo di ottimizzazione e agli asset (solo per le campagne per app). In questo modo puoi identificare meglio il tipo di modifica da esaminare. Scritto da Duo Wu, Product Manager, App Ads
    Ulteriori informazioni
  59. Ora tutte le campagne Google Ads utilizzeranno una pubblicazione standard migliorata
    29 gennaio 2020
    Il metodo di pubblicazione degli annunci determina la durata del budget giornaliero nell'arco di una giornata. L'anno scorso abbiamo annunciato che la pubblicazione standard sarebbe stata l'unico metodo di pubblicazione degli annunci per le campagne sulla rete di ricerca, le campagne Shopping e i budget condivisi. La pubblicazione standard tiene conto del rendimento degli annunci previsto nell'arco dell'intera giornata ed è più efficace nel massimizzarlo rispettando i limiti del budget giornaliero. Stiamo continuando ad aggiornare le opzioni di pubblicazione degli annunci per aiutarvi a massimizzare il rendimento senza superare il budget giornaliero. Ecco perché, a partire da aprile 2020, la pubblicazione standard sarà l'unico metodo di pubblicazione degli annunci per qualsiasi nuova campagna display, video, per app e per hotel. La pubblicazione accelerata non sarà più disponibile. A partire da maggio 2020, per tutte le campagne display, video, per app e per hotel esistenti che utilizzano la pubblicazione accelerata verrà impostata automaticamente la pubblicazione standard. Per gestire la modalità di pubblicazione degli annunci nel corso della giornata, consigliamo di utilizzare la pianificazione degli annunci per aumentare o diminuire le offerte. Se l'obiettivo è massimizzare il rendimento, consigliamo di utilizzare le strategie di offerta Massimizza il valore di conversione, Massimizza le conversioni o Massimizza i clic per non superare il budget giornaliero. Ulteriori informazioni sulla pubblicazione standard nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Ramil Sobti, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  60. Automatizzare le importazioni delle conversioni in Google Ads con Zapier
    23 gennaio 2020
    Quando cerchi di generare lead per la tua attività, può essere difficile ottimizzare le campagne in modo da migliorare la qualità dei lead. In alcuni casi, ciò è dovuto al fatto che i dati sulle conversioni potrebbero essere acquisiti in sistemi di gestione dei rapporti con i clienti (CRM) offline. Il monitoraggio delle conversioni offline ti consente di importare queste conversioni direttamente in Google Ads, offrendoti una visione migliore di come il targeting, le offerte e la creatività si combinano per migliorare il rendimento. Inoltre, semplifica l'utilizzo di Smart Bidding, poiché questi dati sulle conversioni importati forniscono un indicatore più affidabile per i nostri modelli di offerta. Tuttavia, ottenere questi dati da un sistema CRM e inserirli in Google Ads può essere difficile, soprattutto se disponi di risorse tecniche limitate. Ecco perché abbiamo collaborato con Zapier per aiutarla a sviluppare la sua integrazione con Google Ads. Grazie alla soluzione di automazione di Zapier sarà più facile identificare ed estrarre gli eventi di conversione basati su CRM, formattare i dati e caricarli direttamente in Google Ads. Leggi ulteriori informazioni sul monitoraggio delle conversioni offline nel Centro assistenza Google Ads. Scarica questa guida per ulteriori informazioni sull'integrazione di Zapier. Scritto da Jon Diorio, Director of Product Management, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  61. Monitoraggio parallelo per le campagne video: obbligatorio dal 31 marzo 2020
    14 gennaio 2020
    La velocità del tuo sito per dispositivi mobili è più importante che mai. Infatti, gli inserzionisti nel settore della vendita al dettaglio hanno notato che un secondo di ritardo nel tempo di caricamento sui dispositivi mobili può incidere sui tassi di conversione anche del 20%.1 Il monitoraggio parallelo rende più veloce il tuo sito per dispositivi mobili in quanto porta gli utenti direttamente sulla tua pagina di destinazione mentre la misurazione viene eseguita in background. In media, gli inserzionisti che utilizzano il monitoraggio parallelo hanno ridotto il tempo di caricamento delle pagine fino a cinque secondi.2 Il monitoraggio parallelo è ora disponibile per le campagne video e diventerà obbligatorio per tutte le campagne video a partire dal 30 marzo 2020 (come già avviene per le campagne display, Shopping e sulla rete di ricerca). Se collabori con un fornitore di servizi di misurazione dei clic, contattalo al più presto per assicurarti che non vi siano interruzioni nel sistema di misurazione dei clic. Se devi apportare modifiche agli URL dei tuoi annunci, questi ultimi dovranno essere sottoposti a revisione. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio parallelo e su come attivarlo per le campagne video, fai clic qui.     1. SOASTA,The State of Online Retail Performance, U.S., aprile 2017. 2. Dati interni di Google, settembre 2018
    Ulteriori informazioni
  62. In che modo le modifiche al budget e agli obiettivi possono influire su Smart Bidding
    13 gennaio 2020
    I simulatori ti aiutano a capire il rendimento potenziale a diversi livelli di offerta. A oggi, queste simulazioni sono disponibili solo per le campagne che utilizzano offerte manuali o CPA target. Per aiutarti a ottenere maggiori informazioni da una più ampia gamma di campagne, stiamo aggiungendo il supporto del simulatore per i budget e per la strategia di offerta ROAS target. Trovare il ROAS target più adatto per raggiungere gli obiettivi definiti Il simulatore ROAS target mostra la relazione tra un target ROAS e le metriche principali. Ad esempio, supponiamo che si voglia capire in che modo un target più elevato potrebbe influire sul rendimento. Utilizzando i dati delle aste a cui avete partecipato negli ultimi 7 giorni, questo strumento mostrerà cosa sarebbe successo se tutto il resto (ad esempio, gli annunci, le pagine di destinazione, gli annunci della concorrenza, le offerte della concorrenza e così via) rimanesse invariato. Trovare il budget ideale per massimizzare il rendimento A volte, potrebbe essere necessario aggiornare i budget per le campagne che utilizzano Massimizza i clic o Massimizza le conversioni. Il simulatore di budget mostrerà in che modo queste modifiche potrebbero aver influito sul rendimento. In questo modo, si può trovare facilmente l'allocazione di budget ideale per tutte le campagne. Leggi ulteriori informazioni sui simulatori nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  63. Comprendere le variazioni del rendimento con le spiegazioni
    5 dicembre 2019
    Comprendere perché il rendimento varia è fondamentale quando si ottimizza una campagna. Tuttavia, diagnosticare il motivo delle fluttuazioni delle tue metriche può richiedere molto tempo. Per aiutarti a comprendere più velocemente alcune variazioni del rendimento nelle campagne e nei gruppi di annunci, ora puoi richiedere spiegazioni. Con le spiegazioni, puoi visualizzare i motivi più probabili delle variazioni di impressioni, clic e costi con un semplice clic. In questo modo, puoi dedicare più tempo a concentrarti sull'ottimizzazione e meno tempo a esaminare i problemi di rendimento. Ad esempio, supponiamo che tu abbia notato un forte calo nelle impressioni settimanali per una delle tue campagne. Anziché analizzare diversi rapporti per scoprire cosa è successo, puoi semplicemente fare clic sul pulsante "Visualizza spiegazioni" nelle tabelle delle campagne e dei gruppi di annunci in modalità di confronto temporale. Prima di iniziare a utilizzare le spiegazioni, tieni presente che: Le spiegazioni sono attualmente disponibili per le campagne sulla rete di ricerca manuali basate su CPC o CPCO Le spiegazioni possono confrontare due periodi di tempo di pari durata negli ultimi 90 giorni Le spiegazioni possono essere visualizzate solo per le campagne con variazioni significative del rendimento Le spiegazioni sono attualmente in versione beta. Continueremo a espandere questa funzionalità nei prossimi mesi. Leggi ulteriori informazioni sulle spiegazioni nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Pallavi Naresh, Product Manager, Google Ads​
    Ulteriori informazioni
  64. Il punteggio di ottimizzazione ora include le campagne display
    4 dicembre 2019
    Il punteggio di ottimizzazione e i consigli ti aiutano a dare la priorità alle azioni con il maggiore impatto al fine di migliorare il rendimento del tuo account. Infatti, gli inserzionisti che hanno aumentato di dieci punti il loro punteggio di ottimizzazione a livello di account hanno registrato in media un incremento delle conversioni pari al 10%.1 Ad agosto, abbiamo ampliato il punteggio per consentirti di dare la priorità ai consigli per le tue campagne Shopping. A partire da oggi, il punteggio di ottimizzazione includerà anche le campagne display, il che significa che potrai visualizzare e sfruttare al meglio il punteggio di ottimizzazione per le campagne Shopping, sulla rete di ricerca e display.  Come nel caso delle campagne Shopping e sulla rete di ricerca, il punteggio di ottimizzazione per le campagne display è compreso tra 0% e 100%, dove il 100% indica che le campagne sono impostate in modo da rendere al meglio. Vengono visualizzati punteggi distinti a livello di campagna Shopping, sulla rete di ricerca e display, oltre a un punteggio combinato a livello di account. Inoltre, abbiamo aggiunto dei consigli unici per le campagne display, come la creazione di campagne display intelligenti, l'utilizzo dell'espansione del targeting e l'aggiunta di annunci display adattabili. Per ulteriori informazioni su come massimizzare il punteggio di ottimizzazione, consulta la nostra guida alle best practice. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager di Google Ads    1Dati interni di Google. Solo per le campagne sulla rete di ricerca.
    Ulteriori informazioni
  65. Novità nello Strumento di pianificazione delle parole chiave: più piani e condivisione dei piani
    2 dicembre 2019
    Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave è particolarmente utile per cercare nuove parole chiave, visualizzare metriche storiche e prevedere il rendimento futuro. Tuttavia, non sempre è facile condividere i nuovi piani delle parole chiave con tutti coloro che devono visualizzarli. Proprio per questo, ora puoi creare, salvare e condividere i piani direttamente dallo Strumento di pianificazione delle parole chiave. Supponiamo che tu sia un rivenditore di articoli sportivi che ha in programma di lanciare tre nuove linee di prodotti: scarpe da corsa, abbigliamento per il fitness e accessori per la palestra. In passato, per poter condividere i tuoi piani delle parole chiave dovevi crearli, scaricarli e inviarli via email ai singoli destinatari. Ora puoi creare piani separati per ogni linea di prodotti e condividerli direttamente per ottenere un feedback senza uscire dallo Strumento di pianificazione delle parole chiave. Leggi ulteriori informazioni sullo Strumento di pianificazione delle parole chiave nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Colin Jackson, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  66. Ottieni maggiori informazioni sulla strategia di offerta con gli indicatori principali
    21 novembre 2019
    Smart Bidding ti aiuta a migliorare il rendimento con un notevole risparmio di tempo. Nel rapporto sulla strategia di offerta adesso puoi visualizzare alcuni degli indicatori di offerta principali al fine di capire meglio quali fattori migliorano il rendimento e avere informazioni approfondite in grado di contribuire alla strategia di marketing generale. Inizialmente, questi indicatori saranno visualizzati per le campagne che utilizzano le strategie di offerta CPA target e Massimizza le conversioni su Ricerca. In futuro saranno supportate anche le strategie ROAS target e Massimizza il valore di conversione. Ecco alcuni esempi di indicatori principali: Tipo di dispositivo Posizione Giorno della settimana Ora del giorno Parole chiave Il rapporto potrebbe includere anche combinazioni di indicatori diversi. Ad esempio, potrebbe indicare che le persone che cercano la parola chiave [negozio] a Milano durante il fine settimana hanno maggiori probabilità di generare conversioni. Per ulteriori informazioni sui rapporti sulle strategie di offerta e sugli indicatori principali, visita il Centro assistenza Google Ads.
    Ulteriori informazioni
  67. Annunci masthead YouTube ora disponibili sugli schermi TV
    21 novembre 2019
    Questo settembre, prima dell'Advertising Week di New York, abbiamo annunciato la versione beta aperta per i masthead YouTube sugli schermi TV. Dopo il successo di una serie di campagne di prova in mercati specifici, gli annunci masthead YouTube sono ora disponibili in tutto il mondo per la pubblicazione sugli schermi TV e possono essere acquistati da tutti gli inserzionisti in base al CPM. Possono essere inclusi in un acquisto per più schermi, in modo che vengano pubblicati su dispositivi mobili, desktop e TV, oppure in un acquisto per singolo schermo specifico per gli schermi TV. Nel corso dell'ultimo mese, FOX ha eseguito una serie di test degli annunci masthead sugli schermi TV nell'ambito di una strategia per far conoscere The Masked Singer, il programma di maggior successo della rete televisiva. Natalie Park, VP of Media per FOX, afferma che "questa iniziativa, unica nel suo genere, raggiunge gli spettatori dove vivono, esattamente nel luogo in cui guardano la TV. YouTube, grazie alla sua enorme copertura, è il partner ideale e una piattaforma eccezionale per promuovere il nostro programma di punta." La ricca esperienza audio e video degli annunci masthead YouTube sugli schermi TV, abbinata al posizionamento nell'ambiente domestico, offre opportunità promozionali senza precedenti. Visualizza in anteprima qui un masthead con i tuoi video e le tue personalizzazioni. Contatta il team di vendita Google per ulteriori dettagli. Scritto da Anish Kattukaran, Product Manager, YouTube Ads
    Ulteriori informazioni
  68. Google Ads Editor v1.2: nuovi tipi di campagna e funzionalità per più account
    7 novembre 2019
    Oggi, siamo lieti di presentare Google Ads Editor v1.2. Quest'ultima release include il supporto per nuovi tipi di campagna e aggiornamenti per la gestione di più account. Supporto per nuovi tipi di campagna Google Ads Editor supporta ora le campagne per app per incrementare il coinvolgimento e le campagne discovery1. Ciò significa che ora puoi creare e modificare questi nuovi tipi di campagna su larga scala in Editor. Elenchi di parole chiave escluse condivisi Con gli elenchi di parole chiave escluse, puoi fare in modo che i tuoi annunci non vengano pubblicati quando non vuoi. È ancora più facile condividere gli elenchi di parole chiave escluse esistenti tra gli account applicandoli nella Libreria condivisa all'interno di Editor. Errori ricercabili Se vedi un elemento contrassegnato con un errore specifico in Editor, l'individuazione di tutti i casi in cui il problema si è verificato può richiedere tempo. Per individuare e correggere questi errori più rapidamente, ora hai la possibilità di cercarli in tutti gli account e le campagne. Riquadro di modifica ridotto Se sono presenti gruppi di campi vuoti ripetuti, come ID video o parametri personalizzati, può essere impegnativo scorrerli tutti. Per consentirti di risparmiare tempo e trovare più facilmente i campi che stai cercando, ora quelli vuoti saranno nascosti nel riquadro di modifica. Se necessario, puoi anche scegliere di visualizzare questi campi. Per un elenco completo delle nuove funzionalità di Google Ads Editor v1.2, consulta il Centro assistenza Google Ads. Per scaricare l'ultima versione, apri Google Ads Editor o vai alla home page di Google Ads. Scritto da Herlen Zoljargal, Product Manager, Google Ads     1. Editor v1.2 non supporta ancora il carosello di immagini
    Ulteriori informazioni
  69. Upgrade di Merchant Center per mostrare i prodotti a un maggior numero di acquirenti nel periodo delle feste
    6 novembre 2019
    Con gli annunci Shopping, ora disponibili in più di 50 nuovi mercati su 95 totali, puoi espandere la tua presenza globale come non mai. Raggiungere un maggior numero di acquirenti in tutto il mondo nel periodo delle feste Inizia a mostrare i tuoi prodotti a livello globale con i feed per più paesi, che consentono di scegliere come target più paesi che condividono la stessa lingua utilizzando un singolo feed in tale lingua. Ad esempio, se carichi informazioni sui prodotti in tedesco per la Germania, questi prodotti potrebbero essere disponibili automaticamente per la promozione in altri paesi di lingua tedesca, come Austria e Svizzera. Per iniziare a promuovere i tuoi prodotti in questi nuovi paesi, devi solo configurare le spedizioni e il targeting per località per tali paesi nella tua campagna Shopping. Se non disponi già di un feed, puoi inviare i tuoi prodotti più rapidamente con i feed automatici, disponibili in tutti i paesi degli annunci Shopping a partire da novembre. Attiva semplicemente Merchant Center per eseguire la scansione del tuo sito web alla ricerca di dati strutturati ed estrarre le informazioni sui prodotti più aggiornate per il feed iniziale. Gestire più facilmente l'inventario su Google Il nuovo Merchant Center offre un'esperienza completamente rinnovata grazie a flussi di lavoro più definiti, navigazione semplificata e informazioni dettagliate sui programmi. Puoi utilizzare l'interfaccia aggiornata per gestire facilmente i tuoi prodotti, ad esempio per attivare i miglioramenti automatici dell'immagine in modo da rimuovere gli overlay promozionali dalle immagini prodotto affinché siano conformi alle norme di Merchant Center. Puoi anche scoprire ulteriori opportunità per promuovere e vendere i tuoi prodotti. Ad esempio, puoi decidere di mostrare il tuo inventario sulle piattaforme Google negli Stati Uniti e in India per consentire la pubblicazione gratuita dei tuoi prodotti su Google, inclusi i rich snippet nei risultati di ricerca e le annotazioni sui prodotti in Google Immagini. Le piattaforme Google saranno disponibili in altri paesi entro la fine dell'anno. Iniziamo? Scopri altri suggerimenti e le best practice per aumentare le vendite natalizie. Scritto da Raphael Leiteritz, Director of Product Management, Merchants and Brands
    Ulteriori informazioni
  70. Migliorare le campagne video con le nuove estensioni per gli annunci di YouTube
    5 novembre 2019
    Per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business, stiamo migliorando l'interattività su YouTube con nuove estensioni che facilitano l'intervento dei tuoi clienti. Sulla base delle nostre popolari estensioni su Ricerca Google, le estensioni su YouTube offrono agli spettatori informazioni utili e strategiche, quali località del negozio, moduli per la dichiarazione di interesse e altri inviti all'azione. Queste informazioni vengono visualizzate direttamente accanto al tuo annuncio video. Entro la fine di quest'anno, saranno disponibili per gli annunci bumper di sei secondi le estensioni di invito all'azione già disponibili per gli annunci video TrueView in-stream e non ignorabili. Anche se il tuo obiettivo principale è incrementare la copertura, la notorietà o la considerazione del brand, questo lancio semplificherà le azioni degli spettatori, come le visite al tuo sito web dopo aver visualizzato il tuo annuncio.  Inoltre, gli annunci TrueView for Action continueranno ad espandere il proprio portafoglio di banner di invito all'azione con nuove funzionalità che generano un maggior numero di clic e conversioni per le tue campagne. Le estensioni sitelink, attualmente in fase di beta test, saranno disponibili a livello generale per tutti gli annunci TrueView for Action nei prossimi mesi. Con i sitelink puoi aggiungere link pertinenti, ad esempio pagine dei dettagli dei prodotti o pagine promozionali, sotto il tuo video. In un beta test condotto con 30 inserzionisti negli Stati Uniti, l'aggiunta di sitelink ha generato il 23% di conversioni in più e il 50% di clic in più.1 Presto introdurremo i sitelink in tutti i formati in-stream acquistati tramite Google Ads. Simulazione di come appariranno le estensioni sitelink in un annuncio video TrueView for Action Dopo il lancio, potrai iniziare a utilizzare queste nuove estensioni facendo clic su quella che ti interessa nella scheda Estensioni in Google Ads. Scritto da Nicky Rettke, Product Director, YouTube Ads     1. Rispetto allo stesso annuncio senza sitelink. Fonte: dati di Google, Stati Uniti, giugno 2019. Esperimento beta con n=30 inserzionisti TrueView for Action 
    Ulteriori informazioni
  71. Raggiungere i clienti più velocemente utilizzando le estensioni modulo per i lead (beta)
    30 ottobre 2019
    Prima di effettuare un acquisto, i clienti spesso vogliono contattare la tua attività per ricevere ulteriori informazioni, ma compilare i moduli può risultare difficile sui dispositivi mobili. Le estensioni modulo per i lead sulla rete di ricerca semplificano la procedura di compilazione dei moduli per generare lead di qualità per la tua attività. Le estensioni modulo per i lead registrano l'interesse dei potenziali clienti che cercano su Google la tua azienda oppure i prodotti o servizi che offri. Un'esperienza veloce ottimizzata per i dispositivi mobili semplifica l'invio dei moduli ed elimina il passaggio aggiuntivo della compilazione del modulo per i lead sui siti per dispositivi mobili. Come funzionano Gli utenti che hanno eseguito l'accesso al proprio Account Google possono toccare un invito all'azione come "Richiedi preventivo" o "Iscriviti ora" direttamente dalla tua estensione modulo per i lead. Verranno indirizzati a un modulo ospitato da Google già precompilato con le loro informazioni di contatto, in modo che possano inviarlo con un solo tocco. Dalla ricerca iniziale all'invio del modulo, bastano pochi secondi ai clienti per mettersi in contatto con la tua attività. Totalplay, uno dei principali fornitori di servizi di telecomunicazioni in Messico, aveva difficoltà a ricevere lead di qualità dalle varie campagne pubblicitarie digitali. Grazie all'implementazione delle estensioni modulo per i lead, Totalplay ha raggiunto gli utenti che cercavano attivamente servizi Internet, TV e telefonici su Ricerca Google. La percentuale di chiusura dei potenziali acquirenti è risultata superiore del 20% rispetto alle altre strategie di generazione di lead. La versione beta delle estensioni modulo per i lead sarà disponibile per gli inserzionisti nel corso delle prossime settimane. Per ulteriori informazioni sull'idoneità e la configurazione, visita il Centro assistenza. Scritto da Katerina Daveynis, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  72. Aggiornamenti degli asset della campagna per app
    15 ottobre 2019
    Le campagne per app utilizzano gli asset di testo, immagine, video e HTML5 per mostrare annunci pertinenti agli utenti amanti delle app su Google. Nei prossimi mesi, aggiorneremo i modelli delle campagne per app per attribuire il traffico a ogni asset della creatività e per migliorare il modo in cui le campagne selezionano e offrono combinazioni di asset come annunci. In questo modo, sarà possibile prendere decisioni più informate inerenti all'organizzazione, in particolare quando il nuovo inventario pubblicitario per gli annunci per app verrà pubblicato su Discover e Ricerca di YouTube. Gli inserzionisti con campagne per app attive adotteranno automaticamente questi aggiornamenti, pertanto non sarà necessario alcun intervento da parte dell'utente. Anche se non prevediamo un impatto negativo sul rendimento delle campagne per app, potrebbero verificarsi alcuni cambiamenti nelle metriche dei rapporti sugli asset. È possibile consultare le nostre best practice sulle creatività per sfruttare al meglio questi miglioramenti man mano che verranno implementati. Scritto da Duo Wu, Product Manager, App Ads
    Ulteriori informazioni
  73. Gli annunci adattabili della rete di ricerca adesso sono disponibili per tutti gli inserzionisti, insieme a nuovi strumenti
    22 ottobre 2019
    Gli annunci adattabili della rete di ricerca utilizzano il machine learning per fornire messaggi pertinenti ai tuoi clienti. A partire da oggi, gli annunci adattabili della rete di ricerca sono disponibili per tutti gli inserzionisti in tutte le lingue, nonché in Google Ads Editor, nell'API e nell'app per dispositivi mobili.  Per iniziare, aggiungi almeno un annuncio adattabile della rete di ricerca e due annunci di testo espansi per ciascun gruppo di annunci. Abbiamo rilevato che questa azione consente agli inserzionisti di raggiungere nuovi clienti e, al contempo, offre ottimi risultati. Ad esempio, Trovit ha utilizzato gli annunci adattabili della rete di ricerca per generare il 44% in più di traffico incrementale sul sito, con un conseguente aumento delle conversioni del 43%. Per sfruttare al massimo i tuoi annunci adattabili della rete di ricerca, abbiamo anche introdotto due nuovi strumenti: La colonna Rendimento consente di identificare gli asset della creatività che generano risultati ottimali nei gruppi di annunci con volume elevato. Sostituisci gli asset che hanno una valutazione di tipo "Basso" con un nuovo testo pubblicitario per migliorare il rendimento nel tempo. Mantieni gli asset con rendimento "Buono" e utilizza gli asset con rendimento "Migliore" come fonte di ispirazione per la nuova creatività. Le varianti dell'annuncio ora supportano gli annunci adattabili della rete di ricerca. Inoltre, permettono di eseguire test del testo pubblicitario e di vedere il rendimento delle diverse varianti degli annunci. Best practice Se stai cercando altri modi per migliorare il rendimento, ti consigliamo di monitorare l'efficacia dell'annuncio. Best practice: gli inserzionisti che migliorano l'efficacia dell'annuncio per i propri annunci adattabili della rete di ricerca da "Scadente" a "Ottima" registrano in media il 6% di clic in più.1 Abbina Smart Bidding ad annunci adattabili della rete di ricerca per ottenere risultati in linea con i tuoi obiettivi di business. Per ulteriori informazioni sulla creazione di annunci adattabili della rete di ricerca efficaci, consulta questa guida utile. Scritto da Sylvanus Bent, Product Manager, Google Ads     1Dati interni di Google a livello mondiale, giugno 2019
    Ulteriori informazioni
  74. Informazioni sulle conversioni in base alla data con nuove colonne
    17 ottobre 2019
    I rapporti sulle conversioni consentono di comprendere facilmente il valore generato dagli annunci per l'attività. Fino a oggi, Google Ads ha sempre registrato le conversioni in base al giorno in cui l'annuncio ha ricevuto il clic. Ad esempio, supponiamo che l'annuncio abbia ricevuto un clic la settimana scorsa e che il traffico sia stato convertito questa settimana. In questo caso, sia il clic che la conversione vengono attribuiti alla data del clic. Così è possibile misurare con precisione metriche quali il costo per conversione o il ritorno sulla spesa pubblicitaria, in quanto la spesa pubblicitaria viene segnalata in base al momento del clic. Da oggi, è possibile registrare i valori di conversione e le conversioni nel momento in cui avvengono utilizzando le nuove colonne relative alla data in cui si verificano. Ciò significa che se l'annuncio ha ricevuto un clic la settimana scorsa e il traffico è stato convertito questa settimana, la nuova colonna "Conversioni (per ora di conv.)" mostrerà una conversione per questa settimana. Le colonne dei rapporti standard continueranno a conteggiare il clic e la conversione nella settimana precedente. Sono disponibili sei nuove colonne: "Conversioni (per ora di conv.)" "Valore conv. (per ora di conv.)" "Valore/conv. (per ora di conv.)" "Tutte le conv. (per ora di conv.)" e "Valore di tutte le conv. (per ora di conv.)" "Valore/tutte le conv. (per ora di conv.)" Queste colonne aiutano a capire meglio le conversioni e facilitano il confronto dei dati con le informazioni in proprio possesso. Ad esempio, è possibile confrontare le metriche in Google Ads con i rapporti sulle vendite dell'attività per confermare le vendite di prodotti del mese precedente. Ulteriori informazioni su "Conversioni (per ora di conv.)" sono disponibili nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Tal Akabas, Product Manager, Search Ads
    Ulteriori informazioni
  75. Il make-up virtuale conquista gli annunci masthead YouTube
    15 ottobre 2019
    La possibilità di vedere i prodotti in azione contribuisce a portare verso la conversione i clienti che preferiscono provare prima di acquistare. Questo vale in modo particolare per i brand di cosmetici. Con l'aiuto della realtà aumentata, ora è possibile provare un rossetto virtualmente su YouTube senza la necessità di recarsi in negozio. Al Festival della creatività Leoni di Cannes di quest'anno abbiamo presentato AR Beauty Try-On, che consente agli spettatori di provare virtualmente i cosmetici utilizzando la fotocamera frontale dello smartphone mentre seguono i creator di YouTube. Inizialmente, abbiamo reso disponibile AR Beauty Try-On tramite un alpha con FameBit di YouTube, la piattaforma di contenuti brandizzati in-house di Google. Oggi annunciamo che AR Beauty Try On è disponibile per i brand di tutto il mondo in una versione beta con annunci masthead YouTube e annunci video discovery TrueView. Grazie a questa nuova funzionalità AR, i brand di cosmetici saranno in grado di offrire ai 2 miliardi di utenti attivi ogni mese su YouTube campioni di prodotti virtuali realistici adatti a una gamma completa di tonalità di pelle, forniti tramite annunci masthead YouTube e annunci video discovery TrueView su iOS e Android e potranno inoltre misurare il coinvolgimento di questi utenti. Gli annunci masthead e video discovery TrueView offrono agli inserzionisti un'opportunità unica per mostrare i propri brand nel feed della home page di YouTube su tutti i dispositivi. Grazie all'esperienza AR Beauty di YouTube, i consumatori possono vedere, provare virtualmente e acquistare direttamente i cosmetici. Quando i visitatori toccano gli annunci masthead e video discovery TrueView per dispositivi mobili e accedono alla pagina di visualizzazione, possono utilizzare le fotocamere con vista frontale del proprio smartphone per verificare se le nuove tonalità di rossetto sono adatte al colore della pelle e alle caratteristiche del viso e persino acquistare i prodotti direttamente dal video. Brand come NARS, azienda leader nel settore cosmetico, utilizzano AR Beauty Try-On per offrire un'esperienza più coinvolgente, che consente agli utenti di provare diverse tonalità di rossetto in tempo reale. Con l'attivazione di questa funzionalità, NARS, uno dei primi brand a pubblicare annunci masthead e video discovery TrueView, ha raggiunto fino a oggi oltre 20 milioni di persone negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia, che hanno provato in media più dei 2/3 delle 24 tonalità di rossetto proposte. In totale, i colori provati fino a oggi hanno superato il mezzo milione. GIF dell'annuncio masthead AR Beauty Try-On di NARS Contatta il team di vendita Google per ulteriori dettagli su questa funzionalità. Scritto da Samantha Weissman, Product Manager, AR Beauty
    Ulteriori informazioni
  76. Raggiungere il cliente ideale su Ricerca Google
    14 ottobre 2019
    Il nostro impegno per la trasparenza Riteniamo che tutti dovrebbero essere in grado di comprendere e controllare le proprie preferenze per gli annunci. Strumenti come Impostazioni annunci consentono agli utenti di aggiornare facilmente il modo in cui vengono personalizzati i propri annunci o di disattivare completamente la personalizzazione degli annunci. Inoltre, di recente abbiamo annunciato nuovi strumenti che offrono una visibilità ancora maggiore su quali dati vengono utilizzati per la personalizzazione degli annunci e da chi. Consulta le nostre norme sulla pubblicità personalizzata per ulteriori informazioni sui nostri standard relativi ai dati che possono essere raccolti e alle categorie di interesse che gli inserzionisti non sono autorizzati a usare sulle nostre piattaforme. Raggiungere il cliente ideale su Ricerca Google Gli utenti si affidano a Ricerca Google per cercare l'ispirazione, esplorare gli interessi e trovare le cose a cui tengono. Per mostrarti utile nei momenti in cui hanno bisogno di aiuto, è importante capire cosa conta di più per loro. Nelle prossime settimane introdurremo due nuovi modi per raggiungere i tuoi clienti ideali su Ricerca Google: segmenti di pubblico di affinità e segmenti di eventi stagionali per i segmenti di pubblico in-market. Coinvolgere le persone appassionate dei tuoi prodotti I consumatori si aspettano sempre più che le esperienze pubblicitarie siano fluide, utili e personali. Per questo devi conoscere il tuo pubblico, sapere ciò che vuole e cosa lo appassiona.   I segmenti di pubblico di affinità ti permettono di aumentare la notorietà del brand e promuovere la considerazione tra le persone con un forte interesse per i tuoi prodotti. Ad esempio, supponiamo che tu venda attrezzature da campeggio. Per raggiungere i campeggiatori più appassionati, puoi accoppiare un segmento di pubblico di affinità come "Appassionati di attività ricreative all'aperto" a parole chiave generiche relative al campeggio. Se aggiungi questo ulteriore livello di pubblico, puoi raggiungere persone che non sono soltanto alla ricerca di prodotti per il campeggio, ma sono anche appassionate di attività all'aperto. Volkswagen, uno dei maggiori produttori di autoveicoli al mondo, ha utilizzato i segmenti di pubblico di affinità per ottenere un aumento del tasso di conversione pari al 250% rispetto al traffico senza pubblico. Raggiungere le persone giuste al momento giusto Non solo è importante conoscere il tuo pubblico, ma anche sapere dove si trova nel percorso di acquisto, a prescindere dal fatto che tu voglia incrementare le vendite o rafforzare il tuo brand. I segmenti di pubblico in-market rappresentano un ottimo modo per raggiungere i consumatori che stanno attivamente ricercando o confrontando prodotti e servizi. Con le festività natalizie alle porte, i nuovi segmenti di eventi stagionali per i segmenti di pubblico in-market su Ricerca e YouTube sono ideali per raggiungere persone con offerte tempestive. Ad esempio, Toyota ha utilizzato i segmenti Black Friday e Natale per concentrarsi sugli acquirenti che erano attivamente alla ricerca di una nuova auto. Utilizzando questi segmenti, il brand ha registrato un aumento del tasso di conversione pari al 67% e una riduzione del costo per conversione pari al 34%. Potrai trovare questi nuovi segmenti di pubblico nell'interfaccia utente di Google Ads nelle prossime settimane. Leggi ulteriori informazioni su come aggiungere segmenti di pubblico alle tue campagne sulla rete di ricerca in Centro assistenza Google Ads.
    Ulteriori informazioni
  77. Impostare le azioni di conversione a livello di campagna per gli annunci video
    8 ottobre 2019
    Un'azione di conversione è un'azione specifica del cliente da te definita come redditizia per la tua attività, ad esempio l'iscrizione a una newsletter o un acquisto. Queste azioni possono essere incluse nella colonna "Conversioni", utilizzata per valutare il rendimento e ottimizzare le offerte. Nel caso delle campagne display e sulla rete di ricerca con budget specifici per obiettivi di marketing differenti, puoi ignorare l'impostazione predefinita a livello di account selezionando le azioni di conversione da ottimizzare a livello di campagna. A partire da oggi, questa impostazione a livello di campagna è disponibile per le campagne video. Se vuoi ottimizzare una campagna per più azioni di conversione, inseriscile in un "insieme di azioni di conversione". Potrai applicarle ad altre campagne che condividono lo stesso obiettivo di marketing. Per ulteriori informazioni su come selezionare le azioni di conversione a livello di campagna e creare insiemi di conversioni, visita il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Tal Akabas, Product Manager, Search Ads  
    Ulteriori informazioni
  78. Le offerte al momento dell'asta di Google Ads sono ora disponibili in Search Ads 360
    7 ottobre 2019
    Smart Bidding utilizza il machine learning per impostare le offerte al momento dell'asta, prendendo in considerazione un'ampia gamma di indicatori che aiutano a prevedere il rendimento. La stessa tecnologia che ha aiutato gli inserzionisti a ottenere risultati migliori adesso è disponibile in Search Ads 360. In effetti, durante la beta, centinaia di inserzionisti di Search Ads 360 hanno attivato le offerte al momento dell'asta di Google Ads e hanno registrato un aumento medio delle conversioni dal 15% al 30% allo stesso ROI o migliore. Se non conosci Search Ads 360, è la nostra piattaforma di gestione delle ricerche su più canali utilizzata da grandi inserzionisti e agenzie. Con questo aggiornamento, gli inserzionisti di Search Ads 360 adesso possono ottimizzare le offerte di Ricerca Google utilizzando le offerte al momento dell'asta, continuando a ottimizzare le offerte su più canali utilizzando le offerte automatiche di Search Ads 360.   Jamima White, Head of Marketing dell'azienda energetica australiana AGL, ha scoperto che le offerte al momento dell'asta di Google Ads hanno contribuito a migliorare i risultati della sua azienda in un ambiente competitivo. Con le offerte al momento dell'asta di Google Ads attivate in Search Ads 360, AGL ha registrato un aumento del volume delle conversioni del 19% allo stesso costo per acquisizione. Per ulteriori informazioni sulle offerte al momento dell'asta di Google Ads in Search Ads 360, visita il Centro assistenza Search Ads 360. Scritto da Jason Krueger, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  79. Trasformare i visitatori in acquirenti con le immagini generate dagli utenti nelle recensioni prodotto
    3 ottobre 2019
    Da uno studio recente emerge che Google è il primo posto dove i consumatori fanno ricerche quando intendono effettuare un acquisto, sia online che in negozio1. Oltre ad affidarsi alla ricerca per leggere le recensioni prodotto, gli utenti si lasciano sempre più influenzare dalle immagini. Infatti, il 50% degli acquirenti digitali ha dichiarato di essere stato aiutato dalle immagini nella decisione di acquisto. Per aiutare i consumatori a sentirsi più a proprio agio nella loro esperienza di acquisto, abbiamo introdotto le immagini generate dagli utenti nelle recensioni prodotto su Google Shopping. Ora puoi includere immagini nei feed delle recensioni prodotto, per consentire agli utenti di visualizzare gli articoli che vendi attraverso foto di clienti che li hanno già acquistati e si ritraggono mentre li indossano o utilizzano. Per iniziare, consulta la documentazione sullo schema aggiornato e assicurati che tutte le immagini che invii siano conformi alle nostre norme sulle immagini generate dagli utenti. Per iscriverti al programma per le valutazioni dei prodotti, fai clic qui. Questa esperienza al momento è disponibile solo sui dispositivi mobili negli Stati Uniti, ma contiamo di metterla a disposizione di altre proprietà di Google e in altri paesi nei prossimi mesi. Scritto da Jessica Taylor, Product Manager, Google Shopping     1. Google/Ipsos, sondaggio online "Shopping Tracker", n=2703 adulti di età pari o superiore a 18 anni che hanno fatto acquisti negli ultimi due giorni, aprile - giugno 2018 2. Sondaggio Google Consumer Surveys, gennaio 2019, Shopping e visualizzazione, n=500
    Ulteriori informazioni
  80. Analisi di più account semplificata con l'editor rapporti
    30 settembre 2019
    La creazione di rapporti relativi agli account Google Ads può richiedere molto tempo. Fino a oggi, non è stato possibile visualizzare e modificare i dati di più account direttamente nel browser, ma è stato necessario scaricare i rapporti dall'account amministratore.  Per semplificare e velocizzare l'analisi di importanti dati relativi a più account, l'editor rapporti dell'account amministratore ora può scomporre e analizzare i dati in tempo reale. Con questo aggiornamento, adesso è possibile analizzare e identificare i pattern di dati di più account senza dover uscire da Google Ads.  Ad esempio, supponiamo di dover gestire tre account in aree geografiche diverse e di volerne verificare il rendimento globale nel corso del tempo. In precedenza, sarebbe stato necessario scaricare il rendimento di ogni account singolarmente e poi di unire i dati per individuare le tendenze a livello globale. Ora è possibile analizzare il rendimento di più account utilizzando tabelle, grafici e segmenti di dati personalizzati direttamente nel browser. Al momento, i rapporti su più account sono disponibili per gli account amministratore che gestiscono fino a 10 account Google Ads, ma in futuro questo limite aumenterà. Ulteriori informazioni sulla creazione e sulla gestione dei rapporti sono disponibili qui. Inoltre, è possibile verificare la nuova funzionalità dell'editor rapporti accedendo alla scheda "Rapporti" dell'account. Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  81. Migliorare la qualità delle chiamate grazie al nuovo look degli annunci di sola chiamata
    26 settembre 2019
    Gli annunci di sola chiamata consentono ai clienti di chiamare la tua attività direttamente dai risultati di ricerca per dispositivi mobili. Stiamo aggiornando il layout delle unità pubblicitarie di sola chiamata per migliorare l'esperienza utente e incrementare il numero di chiamate di alta qualità alla tua attività. Ora il titolo e il nome della tua attività commerciale verranno visualizzati direttamente sotto il numero di telefono, insieme a un'icona del telefono più grande, per mostrare più chiaramente agli utenti ciò che offri e mettere in evidenza l'invito all'azione. Nuovo layout Layout precedente In media, gli inserzionisti che utilizzano il nuovo design degli annunci di sola chiamata hanno registrato un aumento del 14% delle telefonate, un incremento del 16% delle conversioni di chiamata e una migliore efficienza in termini di costi con una diminuzione dell'8% dei clic totali. Il nuovo look consente agli annunci di sola chiamata di distinguersi dagli altri annunci di testo, riducendo i clic accidentali degli utenti non intenzionati a effettuare chiamate. Questa settimana, gli annunci di sola chiamata esistenti passeranno automaticamente al nuovo layout senza la necessità di alcuna azione aggiuntiva. Per ulteriori informazioni su come incrementare il numero di chiamate alla tua attività, consulta le best practice sugli annunci di sola chiamata.
    Ulteriori informazioni
  82. Sfruttare al meglio i consigli con le nuove funzionalità
    25 settembre 2019
    I consigli e il punteggio di ottimizzazione ti consentono di dare priorità alle opportunità che hanno maggiore impatto per te per migliorare il rendimento dell'account. Infatti, gli inserzionisti che hanno aumentato di dieci punti il loro punteggio di ottimizzazione a livello di account hanno registrato in media un incremento delle conversioni pari al 10%.1 Per aiutarti ad agire ancora più facilmente in base a questi suggerimenti nel tuo account, stiamo introducendo consigli migliorati sulle parole chiave, un nuovo flusso di lavoro e azioni collettive. Consigli migliorati sulle parole chiave Stiamo migliorando la pertinenza e la qualità dei consigli sulle parole chiave, che verranno suggeriti solo se è previsto che generino traffico aggiuntivo rispetto alle parole chiave esistenti. Inoltre, i consigli sulle parole chiave ora possono contenere modificatori di corrispondenza generica. L'agenzia di marketing digitale Effective Spend (finalista del Google Premier Partner Awards 2019) utilizza regolarmente questi nuovi consigli sulle parole chiave per risparmiare tempo e includere i termini di ricerca più pertinenti. "Il nuovo strumento per i consigli sulle parole chiave è un miglioramento della pagina Consigli molto utile per la nostra agenzia. Dato che il tipo di corrispondenza e i suggerimenti sui gruppi di annunci sono più specifici, aggiungere questi termini è facilissimo e si è ridotto il tempo necessario per aggiungere nuove parole chiave all'attuale struttura delle campagne." - Paula Thompson, Digital Media Director Visualizzazione tabella Consigli Per facilitare la visualizzazione dei consigli e dell'impatto previsto, abbiamo aggiunto un nuovo formato di visualizzazione tabella. Puoi passare dalla nuova visualizzazione tabella alla visualizzazione schede originale e viceversa facendo clic sul pulsante di attivazione/disattivazione nell'angolo in alto a destra della pagina Consigli. Questo nuovo formato di tabella ti consente di stabilire le priorità dei tuoi consigli su larga scala con le seguenti funzionalità: Visualizza e ordina i tuoi consigli in base alla maggiore opportunità di ottimizzazione Scopri se il tuo punteggio di ottimizzazione cambia quando adotti un consiglio Visualizza un'analisi del punteggio e dei consigli per campagna Scarica la visualizzazione tabella in Excel Applicare e ignorare collettivamente gli account amministratore L'applicazione individuale dei consigli può richiedere molto tempo, soprattutto se riguardano più campagne e account. Per rendere più rapida questa procedura, ora puoi applicare o ignorare collettivamente i consigli a livello di account amministratore2 con un solo clic. Vai alla pagina Consigli per scoprire queste nuove funzionalità. Per ulteriori informazioni su come massimizzare il punteggio di ottimizzazione direttamente dagli Esperti di prodotto Google Ads, guarda questo webinar o consulta la nostra guida alle best practice.     1. Dati interni di Google. Solo per le campagne sulla rete di ricerca. 2. Fino a 100 account Centro clienti
    Ulteriori informazioni
  83. Configurare la misurazione delle conversioni durante la creazione di una nuova campagna
    20 settembre 2019
    Il monitoraggio delle conversioni consente di misurare le azioni importanti eseguite dagli utenti sul tuo sito web dopo aver fatto clic su un annuncio, ad esempio un acquisto o il download di una brochure. La sua configurazione è fondamentale per il successo delle tue campagne, ma può essere difficile stabilire le priorità poiché richiede tempo extra per la navigazione e per il completamento del processo. Per semplificare la misurazione dei progressi verso i tuoi obiettivi definiti, ora puoi configurare il monitoraggio delle conversioni durante la creazione di una nuova campagna. Se non configuri il monitoraggio delle conversioni quando crei una campagna, verrà visualizzato un nuovo passaggio per la creazione di un'azione di conversione con le impostazioni predefinite in base al tuo obiettivo. Riceverai inoltre un'email con ulteriori istruzioni per completare la configurazione, ad esempio l'inserimento di un tag globale del sito o di uno snippet evento sul tuo sito web. Per ulteriori informazioni sulla misurazione delle conversioni, visita il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Jeannie Zhang, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  84. Aggiungere le visite in negozio a Smart Bidding per migliorare il rendimento omnicanale
    19 settembre 2019
    Gli utenti passano continuamente dai canali online a quelli offline e viceversa per trovare i prodotti e i servizi di cui hanno bisogno. Per aiutarvi ad aumentare al massimo il ROI omnicanale, le visite in negozio in Smart Bidding sono ora disponibili per tutti gli inserzionisti per le campagne sulla rete di ricerca e Shopping. Trasformare le informazioni in azioni Oltre il 70% degli inserzionisti utilizza già Smart Bidding, ma fino a oggi era possibile ottimizzare solo per le conversioni online. Le visite in negozio in Smart Bidding consentono di ottimizzare per il rendimento omnicanale complessivo in modo più olistico, aiutandovi a ottenere risultati migliori e risparmiare tempo. MediaMarkt, il più grande retailer di elettronica di consumo in Europa, ha migliorato il rendimento delle proprie campagne modificando la strategia Smart Bidding in modo da incorporare le visite in negozio. "Come parte della strategia di crescita di MediaMarkt in Turchia, il nostro obiettivo è aumentare il traffico sia online che nei negozi. Passando da una strategia di offerta solo per i canali online a una di tipo omnicanale, siamo riusciti ad aumentare le entrate omnicanale del 113% per le campagne di prova. Abbiamo intenzione di applicare questo approccio anche ad altre campagne".  — Selçuk Kaya, Digital Marketing Manager di MediaMarkt Turchia Test flessibili a livello di campagna Provare una nuova strategia di offerta a livello di account può essere difficile. Per questo motivo, ora è possibile testare l'incorporazione delle visite in negozio nella strategia Smart Bidding per alcune campagne Shopping e sulla rete di ricerca. Attivando l'impostazione di conversione a livello di campagna, potete includere le visite in negozio come una conversione ottimizzabile in un sottoinsieme di campagne sulla rete di ricerca prima di applicare la strategia di offerta omnicanale a tutto l'account. Se volete eseguire un test simile in un sottoinsieme di campagne Shopping, contattate il team degli Account Google per partecipare alla versione beta degli obiettivi di conversione Shopping. Per imparare a valutare le visite in negozio e configurare le campagne in modo efficace con Smart Bidding, consultate le nostre best practice. Scritto da John Chen, Group Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  85. Il punteggio di ottimizzazione ora è disponibile nell'app Google Ads per dispositivi mobili
    13 settembre 2019
    Il punteggio di ottimizzazione consente di dare la priorità ai consigli per le campagne, così da raggiungere gli obiettivi aziendali in modo più rapido ed efficiente. Il punteggio va da 0% a 100% e permette di capire facilmente se l'account è impostato in modo da garantire il rendimento massimo. In precedenza, questo punteggio era disponibile solo su computer desktop. A partire da oggi, puoi visualizzare e intervenire sul punteggio di ottimizzazione nell'app Google Ads per dispositivi mobili. Ora puoi esaminare e applicare i consigli ovunque ti trovi, così non perderai l'opportunità di intraprendere azioni critiche solo perché non ti trovi davanti al computer. Nell'app puoi utilizzare il punteggio di ottimizzazione per assegnare facilmente la priorità ai consigli più efficaci, ad esempio l'aggiunta di nuove parole chiave, l'attivazione di Smart Bidding e la rimozione di parole chiave escluse in conflitto.   Diesel.ie, uno dei principali brand irlandesi di moda e abbigliamento, utilizza l'app Google Ads per dispositivi mobili al fine di monitorare il rendimento delle campagne, ricevere notifiche utili e apportare modifiche in tempo reale. Ha utilizzato il punteggio di ottimizzazione nell'app per dispositivi mobili per dare la priorità, esaminare e applicare i consigli direttamente dai telefoni cellulari aziendali. In questo modo ha potuto promuovere in modo più efficace i propri prodotti e le proprie promozioni, aumentando il traffico di 30 volte rispetto all'anno precedente. Per visualizzare il punteggio di ottimizzazione sui dispositivi mobili, scarica l'apposita app Google Ads su Android o iOS e accedi alla pagina Consigli. Utilizza queste best practice per ottenere il massimo dal tuo account con l'app Google Ads per dispositivi mobili. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager di Google Ads
    Ulteriori informazioni
  86. Ritiro della pubblicazione accelerata per le campagne sulla rete di ricerca e Shopping rimandato a ottobre
    11 settembre 2019
    Il mese scorso, abbiamo annunciato che la pubblicazione standard sarebbe stata l'unico metodo di pubblicazione degli annunci disponibile per le campagne sulla rete di ricerca, le campagne Shopping e i budget condivisi. Per darti più tempo per prepararti, a partire dal 7 ottobre 2019, i budget e le campagne che utilizzano la pubblicazione accelerata passeranno automaticamente a quella standard. La pubblicazione accelerata non sarà più disponibile dopo questa modifica. Per gestire la modalità di pubblicazione degli annunci nel corso della giornata, consigliamo di utilizzare la pianificazione degli annunci per aumentare o diminuire le offerte. Se l'obiettivo è massimizzare il rendimento, consigliamo di utilizzare le strategie di offerta Massimizza il valore di conversione, Massimizza le conversioni o Massimizza i clic per non superare il budget giornaliero medio. Ulteriori informazioni sulla pubblicazione standard nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Ramil Sobti, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  87. Presentazione degli aggiustamenti della stagionalità per Smart Bidding
    28 agosto 2019
    Le strategie Smart Bidding, come quelle basate su CPA target e ROAS target utilizzano il machine learning per impostare automaticamente le offerte al momento dell'asta per migliorare il rendimento delle campagne Google Ads. Anche se queste strategie prendono già in considerazione la stagionalità, sappiamo che ci sono momenti chiave per la tua attività in cui puoi prevedere cambiamenti significativi nel tasso di conversione, ad esempio durante i saldi o per il lancio di un nuovo prodotto. Per offrire un maggiore controllo in queste rare situazioni, ora puoi applicare gli aggiustamenti di stagionalità per le campagne sulla rete di ricerca e display. Supponiamo che tu stia pianificando un'offerta a tempo limitato per il fine settimana. In passato, hai registrato un aumento del 50% dei tassi di conversione quando hai eseguito un'iniziativa simile. Con gli aggiustamenti della stagionalità, puoi applicare un aggiustamento del tasso di conversione previsto e Smart Bidding prenderà in considerazione tale aggiustamento per l'intervallo di date selezionato mentre cerca di raggiungere il CPA target. Per ulteriori informazioni su come applicare un aggiustamento della stagionalità, consulta il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  88. Filtri ora disponibili nella pagina Panoramica
    22 agosto 2019
    La pagina Panoramica offre un riepilogo del rendimento del tuo account e delle informazioni importanti. Tuttavia, la tua attività è unica e potresti preferire una visualizzazione personalizzata dei dati. Abbiamo ricevuto i tuoi commenti, pertanto, a partire da oggi, puoi filtrare la pagina Panoramica per: Dispositivo Campagna Tipo di campagna Stato della campagna Gruppo di annunci Stato del gruppo di annunci Scritto da Raiza Abubakar, Product Manager di Google Ads
    Ulteriori informazioni
  89. Nuova strategia Smart Bidding: Massimizza valore conversione
    21 agosto 2019
    In occasione del Google Marketing Live abbiamo presentato un'anteprima di una nuova strategia Smart Bidding: Massimizza valore conversione. Questa strategia di offerta automatica consente di massimizzare il valore totale delle conversioni della campagna entro il budget specificato. A partire da oggi, puoi utilizzare la strategia Massimizza valore conversione per tutte le campagne sulla rete di ricerca. Per iniziare, devi impostare i valori di conversione per i tipi di conversione o utilizzare valori specifici per le transazioni. Entripy, un'azienda leader in Canada nel settore delle magliette stampate, utilizzava in precedenza le offerte basate su CPC manuale. Dopo aver provato la strategia Massimizza valore conversione, il brand ha registrato un aumento del 283% per quanto riguarda il valore delle conversioni e un miglioramento del ROAS pari al 286%. Per ulteriori informazioni sulla strategia Massimizza valore conversazione o per trovare la strategia di offerta automatica più adatta alla tua attività, visita il Centro assistenza Google Ads.  Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  90. Le campagne sulla rete di ricerca e Shopping d'ora in poi utilizzeranno la pubblicazione standard migliorata
    19 agosto 2019
    Il metodo di pubblicazione degli annunci determina la durata del budget giornaliero medio nell'arco di una giornata. Sebbene la pubblicazione accelerata tenti di spendere il budget più velocemente rispetto a quella standard, non è efficace per le campagne senza limiti di budget. E per le campagne limitate dal budget, questo metodo può aumentare i CPC a causa della maggiore concorrenza nelle prime ore del giorno o spendere involontariamente la maggior parte del budget in fusi orari precedenti. In alternativa, la pubblicazione standard tiene conto del rendimento degli annunci previsto durante il giorno ed è più efficace nel massimizzarlo rispettando i limiti del budget giornaliero medio. Stiamo aggiornando le opzioni di pubblicazione degli annunci per aiutarti a massimizzare il rendimento senza superare il budget giornaliero medio. A partire dal 17 settembre 2019, la pubblicazione standard sarà l'unico metodo di pubblicazione degli annunci per le campagne sulla rete di ricerca, le campagne Shopping e i budget condivisi. La pubblicazione accelerata non sarà più disponibile. Tutte le campagne sulla rete di ricerca, le campagne Shopping e i budget condivisi che utilizzano la pubblicazione accelerata inizieranno a passare automaticamente a quella standard a partire dal 1° ottobre 2019. La pubblicazione accelerata continuerà a essere disponibile per le campagne display e video.  Per gestire la modalità di pubblicazione degli annunci in un giorno, consigliamo di utilizzare la pianificazione degli annunci. Questa soluzione consente di aumentare o ridurre le offerte in determinate ore della giornata. Se l'obiettivo è massimizzare il rendimento, consigliamo di utilizzare le strategie di offerta Massimizza il valore di conversione, Massimizza le conversioni o Massimizza i clic per consentire alla campagna di non superare il budget giornaliero medio.   Puoi trovare ulteriori informazioni sulla pubblicazione degli annunci e sull'imminente modifica nel Centro assistenza Google Ads. Scritto da Ramil Sobti, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  91. Il ritiro della posizione media avrà inizio nella settimana del 30 settembre
    12 agosto 2019
    Come anticipato nell'annuncio di febbraio, a partire dalla settimana del 30 settembre 2019 rimuoveremo la metrica relativa alla posizione media da Google Ads. Per il futuro, ti consigliamo di utilizzare la percentuale impressioni superiore sulla rete di ricerca e la percentuale impressioni superiore assoluta sulla rete di ricerca. Queste metriche riflettono il posizionamento effettivo del tuo annuncio nella pagina, invece che la sua posizione rispetto ad altri annunci.  A seguito di questa modifica, a partire dalla settimana del 30 settembre 2019 verranno disattivati i seguenti elementi:  Regole che utilizzano la posizione media Colonne personalizzate che utilizzano la posizione media Rapporti salvati che applicano filtri in base alla posizione media Filtri salvati con la posizione media Se hai degli script Google Ads che utilizzano la posizione media, ti consigliamo di verificare che continuino a funzionare come previsto. La metrica relativa alla posizione media verrà rimossa anche dai seguenti elementi:  Set di colonne salvati Rapporti salvati che utilizzano la colonna Posizione media, ma non applicano filtri in base a questa Prospetti che utilizzano la posizione media nelle dashboard Se ti servi dei parametri ValueTrack, tieni presente che il parametro {adposition} inizierà a restituire una stringa vuota a partire dalla settimana del 30 settembre 2019. Scritto da Naresh Pallavi, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  92. Il punteggio di ottimizzazione ora include le campagne Shopping
    12 agosto 2019
    Il punteggio di ottimizzazione e i consigli ti aiutano a dare la priorità alle azioni con il maggiore impatto al fine di migliorare il rendimento del tuo account. Gli inserzionisti che hanno aumentato di dieci punti il punteggio di ottimizzazione a livello di account hanno registrato un aumento medio delle conversioni pari al 10%.1 Abbiamo recentemente ampliato il punteggio in modo che includa le campagne Shopping, oltre a quelle sulla rete di ricerca, per fornire più consigli in tempo reale in modo da migliorare il rendimento complessivo dell'account. Come nel caso delle campagne sulla rete di ricerca, il punteggio di ottimizzazione per le campagne Shopping è compreso tra 0% e 100%, dove il 100% che indica che le campagne sono configurate in modo da rendere al meglio. Vengono visualizzati punteggi distinti a livello di campagna sulla rete di ricerca e Shopping, oltre a un punteggio combinato a livello di account. Abbiamo anche aggiunto dei consigli unici per le campagne Shopping, ad esempio il passaggio alle campagne Shopping intelligenti e l'aggiunta di valutazioni dei venditori. Per sapere direttamente dagli Esperti di prodotto Google Ads come massimizzare il punteggio di ottimizzazione, registrati al webinar oppure consulta la guida alle best practice. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager di Google Ads    1Dati interni di Google. Solo per le campagne sulla rete di ricerca.
    Ulteriori informazioni
  93. Gestire più account con maggiore efficienza con la mappa account
    6 agosto 2019
    Se disponete di un account amministratore con più subaccount, è importante che lavoriate in modo organizzato. La nuova mappa account è uno strumento semplice e di facile utilizzo che consente di visualizzare rapidamente la struttura dei singoli account e del relativo rendimento e di accedere a ognuno di essi. Anziché fare clic su più pagine e tabelle, con la mappa account potete visualizzare l'account amministratore e tutti i subaccount da un'unica posizione. Potete verificare rapidamente come è strutturato l'account e visualizzare le metriche di rendimento di ciascun account, come impressioni, clic e costo.    La mappa account consente anche di identificare i subaccount che condividono attributi comuni. Ad esempio, potete facilmente vedere quali account condividono gestori esterni, etichette a livello di account, azioni di conversione o elenchi per il remarketing. La mappa account è disponibile per tutti gli account amministratore. Controllate subito la mappa del vostro account accedendo al menu "Strumenti e impostazioni" o alla pagina Account in Google Ads.  Scritto da Pulkit Khurana, Staff Software Engineer, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  94. Annunci galleria (beta) disponibili in 11 lingue in tutto il mondo
    5 agosto 2019
    Sapevi che il 75% degli utenti di smartphone si aspetta di ottenere informazioni immediate mentre utilizza il proprio cellulare?1 Per aiutarti a stare al passo con le esigenze impellenti dei consumatori odierni, in occasione del Google Marketing Live abbiamo annunciato la versione beta degli annunci galleria. Si tratta di un formato dell'annuncio a scorrimento e basato su immagini in grado di fornire ai clienti informazioni utili sui tuoi prodotti e servizi, direttamente nella parte superiore della pagina dei risultati di ricerca. Puoi pubblicizzare il tuo brand con immagini di stile di vita e mostrare contenuti visivi nella pagina dei risultati al fine entrare in contatto con i consumatori prima che questi visitino il tuo sito.   Gli annunci galleria (beta) sono ora disponibili in 11 lingue tra cui inglese, tedesco, giapponese, francese, spagnolo, olandese, portoghese, italiano, russo, svedese e polacco. Inoltre, stiamo estendendo la versione beta a un maggior numero di clienti. Controlla il tuo account Google Ads per scoprire se puoi creare annunci galleria oppure contatta il team dedicato all'account per ulteriori informazioni. Scritto da Senthil Hariramasamy, Group Product Manager, Google Ads   1Google/Ipsos, gennaio 2019, Playbook Omnibus 2019, studio condotto su 1610 utenti di smartphone online negli Stati Uniti, di età superiore a 18 anni.
    Ulteriori informazioni
  95. Raggiungere un maggior numero di clienti giusti con la corrispondenza a frase e i modificatori di corrispondenza generica
    31 luglio 2019
    Ogni anno su Google vengono registrati miliardi di ricerche di ogni tipo, dai voli alle idee regalo per le vacanze. Anche se spesso gli utenti cercano le stesse risposte, il loro modo di farlo cambia continuamente. Ad esempio, il 15% delle ricerche che vediamo ogni giorno è nuovo.1 Per aiutarti a raggiungere più consumatori senza dover creare elenchi esaustivi di parole chiave, alla fine dell'anno scorso abbiamo iniziato a consentire che le parole chiave a corrispondenza esatta includessero anche varianti simili.  Nelle prossime settimane, anche le parole chiave con modificatori di corrispondenza generica e con corrispondenza a frase verranno abbinate alle parole della query di ricerca che hanno lo stesso significato della parola chiave in questione.2 In media, ci aspettiamo che gli inserzionisti che usano le parole chiave con modificatori di corrispondenza generica e quelle con corrispondenza a frase registrino un aumento del 3-4% dei clic e delle conversioni su queste parole chiave. Prevediamo inoltre che, in media, l'85% di questi clic sarà del tutto nuovo, ovvero non correlato alle tue parole chiave esistenti. Più traffico pertinente con il modificatore di corrispondenza generica Le parole chiave con modificatori di corrispondenza generica vengono associate a query che includono le parole chiave stesse o loro varianti simili. Le parole che presentano una corrispondenza possono essere in qualsiasi ordine, senza che siano necessariamente l'una accanto all'altra.  Le varianti simili con modificatori di corrispondenza generica in passato includevano solo le parole con errori ortografici, differenze di singolare e plurale, derivazioni, abbreviazioni e accenti. D'ora in poi, tra queste rientreranno anche le parole con lo stesso significato della parola chiave in questione. Supponiamo che ti occupi di paesaggistica e che utilizzi come parola chiave +servizio +falciatura +prato. In precedenza, è possibile che query come "servizi per falciare il prato" o "servizi di falciatura e bordatura del prato" attivassero i tuoi annunci. Adesso i tuoi annunci possono essere mostrati quando gli utenti effettuano delle ricerche come "servizi di taglio dell'erba e giardinaggio" o "tariffe per servizi di taglio dell'erba". Entrambe queste nuove corrispondenze contengono lo stesso significato della parola chiave originale, ovvero termini correlati ai servizi di falciatura del prato. Più traffico pertinente con la corrispondenza a frase Le parole chiave con corrispondenza a frase consentono la pubblicazione dei tuoi annunci quando la query include la tua parola chiave o varianti simili della frase esatta della parola chiave, con termini aggiuntivi prima o dopo. Come nel caso dell'aggiornamento delle parole chiave con modificatori di corrispondenza generica, adesso le parole chiave con corrispondenza a frase includono anche le query contenenti termini con lo stesso significato della parola chiave.  Ad esempio, supponiamo sempre che la tua azienda si occupi di paesaggistica e che utilizzi la parola chiave con corrispondenza a frase "servizi di falciatura del prato". In precedenza, è possibile che query come "prezzi per servizi di falciatura del prato" o "tariffe per servizi di falciatura stagionale del prato" attivassero i tuoi annunci. Dalle prossime settimane, i tuoi annunci possono essere mostrati quando gli utenti effettuano delle ricerche come "servizi di taglio del prato nelle vicinanze" o "servizi locali di taglio del prato".  Mantenere il controllo e la flessibilità Con questi aggiornamenti, è importante che tu mantenga il controllo e la flessibilità di cui la tua attività ha bisogno. Per questo motivo stiamo modificando anche le preferenze per la selezione delle parole chiave. In seguito a questo aggiornamento, se attualmente una query corrisponde a una parola chiave con modificatore di corrispondenza generica, con corrispondenza a frase o esatta che esiste nel tuo account, impediremo che la stessa query sia associata a una diversa parola chiave con corrispondenza a frase o con modificatore di corrispondenza generica che ora risulta idonea per la stessa asta.  Ad esempio, supponiamo che utilizzi le parole chiave con corrispondenza a frase "servizio di falciatura del prato" e "servizio di taglio dell'erba". Se al momento la query "servizio di falciatura del prato nelle vicinanze" viene associata alla parola chiave "servizio di falciatura del prato", allora continuerà a essere abbinata a quella parola chiave. Impediremo che la parola chiave "servizio di taglio dell'erba" attivi un annuncio in base alla query "servizio di falciatura del prato nelle vicinanze", anche se "servizio di taglio dell'erba" è ora una parola chiave idonea per la corrispondenza con la query. Per ottenere il massimo da queste modifiche imminenti, ti consigliamo di attenerti alle seguenti best practice: Monitora il rendimento: il traffico può variare a causa di queste modifiche, quindi esegui gli aggiustamenti necessari, ad esempio modifica le offerte o metti in pausa le parole chiave. Valuta di utilizzare le parole chiave escluse: controlla periodicamente il rapporto sui termini di ricerca e utilizza le parole chiave escluse per non includere le corrispondenze che non ti interessano. Tieni presente che questo aggiornamento non influisce sulle parole chiave escluse, che non vengono associate alle varianti simili. Implementa Smart Bidding: utilizzando la tecnologia del machine learning di Google, Smart Bidding ottimizza le offerte in tempo reale per ogni asta. Di fatto, le offerte vengono ridotte nelle aste in cui i tuoi annunci sono meno pertinenti o presentano un basso rendimento stimato. Per ulteriori informazioni sulle opzioni di corrispondenza delle parole chiave, visita il Centro assistenza Google Ads. Scritto da Brandon Ervin, Product Manager, Google Ads   1 Dati interni di Google, maggio 2019. 2 Questa modifica verrà lanciata in inglese nelle prossime settimane, ma nel corso del 2020 verrà resa disponibile in altre lingue. 3 Anche se facciamo del nostro meglio per creare delle corrispondenze tra il traffico esistente e le tue parole chiave, raramente possono verificarsi casi in cui questo non è possibile. Ad esempio, se una campagna presenta limiti di budget, può non essere idonea per la pubblicazione con tutte le query.
    Ulteriori informazioni
  96. Google Ads Editor v1.1: più facile da usare e ricco di nuove funzionalità
    29 luglio 2019
    A marzo abbiamo introdotto la versione 1.0 di Google Ads Editor, che ha migliorato il design e l'usabilità del nostro strumento preferito. Dopo aver fatto tesoro dei feedback ricevuti, siamo lieti di presentarvi Google Ads Editor v1.1. Ecco le principali funzionalità: Selettore immagini Lavorare con le immagini può essere difficile, soprattutto quando si possono caricare solo una alla volta dal computer. Con il nuovo selettore immagini è possibile sfogliare e selezionare rapidamente le immagini utilizzate in precedenza, oltre a selezionare quelle sul desktop. Per semplificare il flusso di lavoro, gli avvisi e gli errori vengono visualizzati nella miniatura prima di selezionare un'immagine. Modalità Buio La modalità Buio è stata progettata per il comfort visivo, per aiutarvi dopo tante ore trascorse a utilizzare lo strumento o semplicemente per cambiarne l'aspetto; per attivarla, è sufficiente fare clic sull'icona a forma di luna nell'angolo in basso a destra. Per ripristinare la modalità Luce, basta selezionare l'icona a forma di sole. Esclusioni IP Ora è possibile aggiungere e aggiornare le esclusioni IP, per far sì che le impostazioni di esclusione IP siano coerenti quando si copiano e incollano le campagne. Gestore degli account Sappiamo come la pensate: occorre semplificare la gestione di più account. Abbiamo aggiunto delle caselle di controllo in Gestore degli account per evidenziare meglio la possibilità di selezionare e aprire più account.  Nel Centro assistenza Google Ads Editor, è disponibile un elenco completo delle novità introdotte in Google Ads Editor v1.1. Per scaricare l'ultima versione, basta aprire Google Ads Editor. Scritto da Herlen Zoljargal, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  97. Masthead YouTube ora disponibile con l'acquisto CPM
    23 luglio 2019
    Dopo i beta test, che hanno dato ottimi risultati in alcuni mercati, il masthead YouTube è ora disponibile a livello mondiale, per consentire a tutti gli inserzionisti di acquistare in base al CPM. All'inizio dell'anno, abbiamo introdotto la possibilità di acquistare il masthead YouTube in base al costo per mille impressioni (CPM) e di utilizzare soluzioni avanzate per il segmento di pubblico per personalizzare chi lo visualizza. Ciò si aggiunge alla possibilità di acquistare il masthead in base al costo giornaliero, raggiungendo tutti i visitatori della Home page di YouTube. Per garantire che i brand possano aumentare la visibilità di cui hanno bisogno nelle date più importanti, il masthead rimarrà un posizionamento prenotato. Le impressioni saranno garantite per tutti i periodi di pubblicazione delle campagne, che possono variare da uno a sette giorni. Negli ultimi tre mesi, L'ORÉAL ha testato il masthead CPM in versione beta nell'ambito della sua strategia digitale in Germania. Uwe Roschmann, Agency Lead di iBeauty, afferma: "L'aggiunta di ulteriori opzioni di targeting, oltre alla copertura e all'awareness fornite dal masthead YouTube, è stata la soluzione ideale per la strategia di comunicazione di due brand di fragranze di L'ORÉAL, Diesel e Cacharel, in cui i dati demografici e la segmentazione del pubblico svolgono un ruolo importante nel determinare i risultati". Esempi di masthead di Cacharel per desktop e dispositivi mobili.   Con il posizionamento premium in alto nel feed della Home page di YouTube, la copertura garantita e la flessibilità degli acquisti CPM, le possibilità di generare un impatto con il masthead non sono mai state così elevate. Qui puoi visualizzare l'anteprima del masthead con i tuoi contenuti e le personalizzazioni. Contatta il tuo team di vendita Google per ulteriori dettagli su questo posizionamento. Scritto da Amelia Vaduthalakuzhy, Product Manager, Annunci YouTube
    Ulteriori informazioni
  98. Aumentare il numero di conversioni con TrueView for Action sui partner video Google
    22 luglio 2019
    I brand più famosi di tutto il mondo sono sempre più orientati verso i video, in modo da aumentare la consapevolezza e generare conversioni. E funziona. Infatti, oltre il 40% degli acquirenti di tutto il mondo afferma di aver acquistato un prodotto o un servizio dopo averlo scoperto su YouTube. Nel corso del prossimo mese, renderemo disponibile TrueView for Action per i partner video Google per aiutarli a diffondere lead e conversioni su applicazioni di alta qualità per dispositivi mobili e siti web di publisher diversi da YouTube. Tutti i nostri partner devono rispettare non solo le Norme per i publisher di video e le Norme AdMob e AdSense di Google, ma anche la Garanzia di annunci video con contenuti sicuri.  Annuncio TrueView for Action visualizzato negli annunci interstitial in-app per dispositivi mobili.   Con un tasso di visibilità del 90%*, i partner video Google aiutano i brand a ottenere i risultati aziendali di cui hanno bisogno in un modo economicamente vantaggioso.   Grammarly, la società che ha creato l'assistente di scrittura basato sull'intelligenza artificiale, cercava altri modi per aumentare i tassi di installazione della propria estensione, senza però superare i limiti del CPA target. Utilizzando TrueView for Action sui partner video Google, è riuscita a raggiungere nuovi utenti che stavano cercando attivamente specifiche categorie di prodotti che si erano dimostrate particolarmente efficaci su YouTube. Grazie alla scelta dei partner video Google, Grammarly ha incrementato del 20% il numero delle installazioni con una riduzione del CPA pari all'8%.   Iniziare è davvero facile. Nelle campagne TrueView for Action nuove, l'estensione della campagna ai partner video Google verrà selezionata per impostazione predefinita, mentre nelle campagne esistenti sarà sufficiente aggiungere i partner video Google nelle impostazioni della campagna. Puoi anche continuare a utilizzare i segmenti di pubblico di Google che già conosci, ad esempio modelli di comportamento dei consumatori e segmenti di pubblico di affinità e in-market. Ulteriori informazioni su come attivare i partner video Google sono disponibili qui.  Scritto da Armen Mkrtchyan, Product Manager, Annunci video   *Dati di Google a livello globale, aprile 2019
    Ulteriori informazioni
  99. Il monitoraggio parallelo sarà obbligatorio per gli annunci display a partire dal 31 luglio 2019
    17 luglio 2019
    Se i siti per dispositivi mobili sono più veloci, l'esperienza utente è migliore e viene generato un numero maggiore di conversioni. Il monitoraggio parallelo consente di avere tempi di caricamento molto più rapidi rispetto al monitoraggio dei clic tradizionale. I dati mostrano che chi utilizza il monitoraggio parallelo ha notato che le pagine impiegano fino a cinque secondi in meno a caricarsi.¹  Come annunciato in passato, il monitoraggio parallelo diventerà obbligatorio per tutte le campagne display a partire dal 31 luglio 2019. Se collabori con un fornitore di misurazione dei clic, contattalo per assicurarti che sia pronto per questo cambiamento. Ciò contribuirà a garantire che il tuo sistema di misurazione dei clic non subisca interruzioni. Il monitoraggio parallelo per le campagne video diventerà disponibile prima della fine dell'anno. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio parallelo, fai clic qui.  Scritto da Prashant Nair, Product Manager, Google Ads   ¹ Dati interni di Google, settembre 2018
    Ulteriori informazioni
  100. I nuovi aggiornamenti per le campagne per app consentono di aumentare lo spazio pubblicitario di ricerca sui browser web per dispositivi mobili iOS
    2 luglio 2019
    Le campagne per app ti aiutano a far conoscere la tua app agli utenti appassionati di app su Ricerca Google, Google Play, YouTube e oltre tre milioni di siti e app nella nostra rete. Inoltre, siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per aumentare lo spazio pubblicitario disponibile per gli inserzionisti di app. A partire da luglio, gli annunci per app inizieranno a essere pubblicati per un maggior numero di ricerche sui browser web per dispositivi mobili iOS. Ciò significa che le installazioni di app e gli eventi di conversione in-app dai browser iOS verranno inclusi nei rapporti sulle campagne. In questo modo potrai raggiungere un maggior numero di utenti che cercano quello che offre la tua app e migliorare il rendimento della campagna. Non è richiesta alcuna azione per accedere a questo nuovo spazio pubblicitario. Le campagne per app attive includeranno automaticamente queste conversioni modellate nei rapporti di Google Ads nella colonna "Conversioni". Tieni presente che queste conversioni non saranno disponibili in strumenti di misurazione di terze parti. Ti invitiamo a monitorare le tue offerte e i tuoi budget in quanto potrebbero verificarsi oscillazioni del rendimento dopo l'attivazione di questi aggiornamenti. Scritto da Rahul Oak, Product Manager, Annunci per app
    Ulteriori informazioni
  101. Creare e modificare annunci adattabili della rete di ricerca nell'app per dispositivi mobili di Google Ads
    20 giugno 2019
    Avere un controllo costante del rendimento di Google Ads è importante sia in sul posto di lavoro che quando sei in viaggio. L'app per dispositivi mobili di Google Ads (Android, iOS) consente di monitorare le campagne e di intervenire facilmente, in qualsiasi momento e luogo. Di recente, abbiamo apportato due aggiornamenti all'app per dispositivi mobili che possono aiutarti a migliorare il rendimento dell'account in modo rapido e semplice, anche quando non sei al computer. Creare e modificare annunci adattabili della rete di ricerca Adesso puoi creare e modificare gli annunci adattabili della rete di ricerca direttamente nell'app. In passato, potevi solo mettere in pausa e attivare gli annunci. Questo può essere particolarmente utile per lanciare promozioni dell'ultimo minuto mentre sei in viaggio, aspetti in fila per prendere un caffè o ovunque ti trovi.   Aggiungere, rivedere e modificare le parole chiave escluse Stiamo anche implementando altre nuove funzionalità e consigli, in precedenza disponibili solo su desktop, per aiutarti a gestire le parole chiave escluse nell'app. Ora puoi: Creare, rivedere e modificare le parole chiave escluse. Aggiungere parole chiave escluse direttamente dalla scheda dei risultati della query di ricerca in base a quelle che attivano gli annunci.  Ricevere consigli per rimuovere parole chiave escluse in conflitto che impediscono ad alcune parole chiave di mostrare gli annunci. Scarica l'app per dispositivi mobili (Android, iOS) e continua a seguirci: presto presenteremo altri aggiornamenti. Scritto da Adam Herscher, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  102. Visualizzare il rendimento della pagina di destinazione per le campagne Shopping nella pagina "Pagine di destinazione"
    19 giugno 2019
    Una buona esperienza sulla pagina di destinazione è fondamentale affinché le campagne pubblicitarie generino conversioni. Nella pagina "Pagine di destinazione" è facile interpretare il rendimento delle pagine di destinazione. A partire da oggi, puoi visualizzare il rendimento delle tue pagine di destinazione per le campagne Shopping nel rapporto. Adesso puoi capire quali pagine di destinazione delle campagne Shopping generano il maggior numero di vendite e quali potrebbero richiedere la tua attenzione. Supponiamo, ad esempio, che tu sia il proprietario di un negozio di biciclette e noti che la bici più venduta non genera più conversioni. Decidi di controllare la pagina "Pagine di destinazione" e noti che quella del prodotto in questione non funziona dalla settimana scorsa. Grazie a queste informazioni, puoi collaborare con il tuo web developer per correggere il problema della pagina di destinazione e ricominciare a generare conversioni. Esamina il rendimento della pagina di destinazione per campagne Shopping nella pagina "Pagine di destinazione" di Google Ads Qui puoi trovare ulteriori informazioni sull'ottimizzazione delle pagine di destinazione. Scritto da Prashant Nair, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  103. Semplificare le strategie di offerta di portafoglio
    19 giugno 2019
    Le strategie di offerta di portafoglio sono automatiche, orientate al raggiungimento degli obiettivi e consentono di ottimizzare le offerte in più campagne. In base ai numerosi feedback ricevuti, a luglio semplificheremo e renderemo più lineari due strategie. Innanzitutto, stiamo eliminando la possibilità di creare strategie di portafoglio basate su CPC ottimizzato. Anziché utilizzare una strategia di portafoglio, attiva il CPC ottimizzato direttamente per singole campagne. Il CPC ottimizzato sulle singole campagne offre gli stessi vantaggi delle strategie di portafoglio. Dato che le singole campagne sono più largamente utilizzate, i portafogli basati su CPC ottimizzato verranno convertiti in singole campagne basate su CPC ottimizzato entro quest'anno. Molti utenti ci hanno comunicato che l'impostazione della spesa target non era facile da utilizzare e che i budget giornalieri medi erano più utili e chiari. Così, in base al feedback ricevuto, d'ora in poi l'impostazione della spesa target non sarà più disponibile per i Massimizza i clic. I budget giornalieri medi saranno il nuovo criterio per stabilire la spesa per le campagne che usano il portafoglio di Massimizza i clic. Entro la fine dell'anno, i nostri sistemi rimuoveranno le impostazioni di spesa target precedenti, che verranno sostituite dal budget giornaliero medio per gestire la spesa. Queste modifiche, insieme al recente ritiro delle strategie di offerta del Targeting della posizione nella pagina di ricerca e della Quota superamento target, sono state introdotte per avere opzioni di offerta più semplici e lineari. Di seguito viene riportato un riepilogo delle modifiche e delle sostituzioni consigliate: Prodotto Sostituzione consigliata Portafoglio CPCO CPCO a livello di campagna Impostazione della spesa target per Massimizza i clic Budget giornalieri medi della campagna Targeting della posizione nella pagina di ricerca Quota superamento target Strategia di offerta basata sulla Quota impressioni target   Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  104. Scegliere le azioni di conversione per cui fare offerte a livello di campagna
    6 giugno 2019
    Il monitoraggio delle conversioni è fondamentale per il successo del marketing online. L'impostazione del monitoraggio delle conversioni consente di visualizzare le azioni importanti intraprese dagli utenti dopo aver interagito con il tuo annuncio, ad esempio acquisti, iscrizioni e telefonate. Abbiamo annunciato le impostazioni di conversione a livello di campagna al Google Marketing Live. Oggi questa funzionalità è disponibile in tutti gli account per le campagne display e per quelle sulla rete di ricerca. Il supporto per le campagne video sarà disponibile entro la fine dell'anno. Ora puoi scegliere le azioni di conversione da includere nella colonna "Conversioni" a livello di campagna. In questo modo puoi sostituire l'impostazione predefinita a livello di account e decidere quali azioni utilizzare per ottimizzare le offerte per ogni campagna. Potrai comunque visualizzare tutte le azioni di conversione riportate nella colonna "Tutte le conversioni".  Se vuoi ottimizzare una campagna per più azioni di conversione, puoi inserirle in un "insieme di azioni di conversione" e condividerle su altre campagne finalizzate a generare gli stessi obiettivi. In precedenza, le selezioni della colonna "Conversioni" venivano applicate a tutte le campagne dell'account. Questo significava che se avevi più campagne finalizzate a conseguire obiettivi diversi, magari con budget di marketing indipendenti, dovevi creare più account per ottimizzarle separatamente. Ora non dovrai più creare vari account quando hai campagne con obiettivi diversi. Ad esempio, supponi di essere un gruppo di hotel con budget di marketing distinti per le diverse catene alberghiere e campagne diverse che hanno come target le prenotazioni online per le varie catene alberghiere. Ora puoi semplicemente scegliere le azioni di conversione corrispondenti per ogni catena e assicurarti che i budget stiano generando le azioni importanti che effettivamente dovevano promuovere. In questo modo puoi risparmiare tempo, gestire più facilmente le offerte in un unico account e utilizzare Smart Bidding come preferisci.   Best practice: questa funzionalità dovrebbe essere utilizzata quando le campagne sono finalizzate all'acquisizione di diversi tipi di conversione. Se in tutte le campagne dell'account hai impostato correttamente i valori per i diversi tipi di conversione importanti per la tua attività, devi semplicemente utilizzare il ritorno sulla spesa pubblicitaria target.   Per ulteriori informazioni su come selezionare le azioni di conversione a livello di campagna e creare insiemi di conversioni, visita il Centro assistenza. Scritto da Tal Akabas, Product Manager, annunci di ricerca
    Ulteriori informazioni
  105. Dal targeting della posizione nella pagina di ricerca e dalla quota superamento target alla quota impressioni target
    28 maggio 2019
    Le offerte automatiche consentono ai professionisti del marketing di renderle scalabili man mano che i percorsi dei consumatori diventano più complessi. Infatti, oggi più del 70% di tutti gli inserzionisti utilizza le offerte automatiche di Google Ads. Per soddisfare le crescenti esigenze, nel novembre 2018 abbiamo introdotto la quota impressioni target che ti consente di verificare che il tuo brand venga mostrato quando i clienti eseguono ricerche importanti. La quota impressioni target offre controlli più flessibili e granulari per ottimizzare la quota impressioni e la posizione nella pagina di ricerca. Puoi inoltre utilizzare "Quota impressioni superiore assoluta" o "Quota impressioni superiore" per puntare alla parte superiore della pagina utilizzando la quota impressioni target. A partire dalla fine di giugno, gli inserzionisti non potranno più aggiungere nuove strategie di offerta Targeting della posizione nella pagina di ricerca o Quota superamento target. Entro la fine dell'anno, verrà eseguita automaticamente la migrazione delle campagne esistenti che utilizzano ancora queste strategie alla strategia Quota impressioni target in base alle località target e alla quota impressioni antecedente.  Scritto da Sagar Shah, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  106. Nuovi consigli aggiunti al punteggio di ottimizzazione
    21 maggio 2019
    Il punteggio di ottimizzazione consente di dare la priorità alle azioni consigliate per le tue campagne in modo da raggiungere più rapidamente gli obiettivi aziendali e avere più tempo a disposizione. Viene indicato con un valore compreso tra 0% e 100%, dove 100% rappresenta il massimo potenziale di rendimento dell'account. Puoi raggiungere un punteggio di ottimizzazione del 100% applicando o ignorando i consigli nel tuo account. Il punteggio di ottimizzazione si trova nella pagina Consigli, riportata in alto. La pagina Consigli evidenzia le funzionalità pertinenti che possono aumentare il rendimento complessivo delle campagne. Stiamo aggiungendo nuovi consigli al punteggio di ottimizzazione in modo da includere: Consigli sulle strategie Ritorno sulla spesa pubblicitaria target e Quota impressioni target di Smart Bidding, in modo da raggiungere gli obiettivi facendo offerte più efficaci. Consigli sull'aggiustamento delle offerte per segmenti di pubblico di affinità, dati demografici e segmenti di pubblico in-market. Consigli sul budget stagionale al fine di aumentarlo nel caso di possibili aumenti di traffico futuri, in modo da non perdere potenziali clienti. Varie aziende utilizzano i consigli per scoprire opportunità e massimizzare il potenziale del proprio account: Rakuten, il più grande sito di e-commerce in Giappone, utilizza il punteggio di ottimizzazione per migliorare la gestione giornaliera dell'account e dare la priorità alle opportunità con il ritorno più alto. Un consiglio ha portato Rakuten a utilizzare una strategia Smart Bidding, con un conseguente aumento dei profitti del 15%. L'agenzia di marketing AnalyticaHouse ha l'obiettivo di aumentare le entrate e la copertura per uno dei suoi clienti, DeFacto, uno dei principali brand di abbigliamento e moda in Turchia. Implementando il consiglio Smart Bidding, le entrate sono aumentate del 141% e il ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) ha registrato un incremento dell'84%. Per visualizzare il punteggio di ottimizzazione, accedi alla pagina Consigli nel tuo account Google Ads. Utilizza queste best practice per massimizzare i risultati su Google Ads con il punteggio di ottimizzazione. Scritto da Ryan Beauchamp, Product Manager di Google Ads
    Ulteriori informazioni
  107. Riepilogo degli annunci del GML 2019
    16 maggio 2019
    Google Marketing Live 2019 si è concluso. All'inizio di questa settimana, Google ha presentato una serie di innovazioni per aiutarti a entrare in contatto con i tuoi clienti e far crescere la tua attività. Hai visto il live streaming? Se te lo sei perso, non ti preoccupare. Puoi guardare le varie sessioni su richiesta all'indirizzo g.co/marketinglive. Ecco le principali novità che abbiamo annunciato durante il discorso di apertura: 1. Utenti sempre aggiornati e in movimento con la nuova app per dispositivi mobili di Google Ads Creazione e modifica degli annunci adattabili della rete di ricerca Nuovi consigli e notifiche 2. Promuovi le sedi della tua attività con nuove funzionalità per le campagne locali Nuovo inventario in Google Maps per mostrare le tue sedi in più luoghi Le campagne locali sono disponibili per un numero maggiore di inserzionisti, comprese le piccole imprese 3. Fatti trovare in più luoghi con gli annunci discovery 4. Fai conoscere il tuo brand con annunci galleria visivi e interattivi 5. Migliora la copertura con i segmenti di pubblico personalizzati e l'espansione del pubblico 6. Entra in contatto con i consumatori attraverso la nuova esperienza Google Shopping 7. Raggiungi più acquirenti con i nuovi annunci Shopping Syndication più ampia degli annunci Shopping vetrina Ottimizzazione per le visite in negozio nelle campagne Shopping intelligenti Nuove funzionalità per acquisti online e ritiro in negozio Campagne Shopping con partner per rivenditori e produttori di brand 8. Offri ai clienti un'esperienza fluida sui dispositivi mobili grazie ai link diretti delle app 9. Utilizza la creazione bumper per generare facilmente annunci bumper di sei secondi per YouTube 10. Raggiungi i tuoi obiettivi più rapidamente con i nuovi controlli sulle offerte Pubblicheremo altri aggiornamenti su questi annunci, perciò continua a seguirci.
    Ulteriori informazioni
  108. Google Marketing Live: verso un nuovo percorso del consumatore
    14 maggio 2019
    Oggi, i cellulari consentono agli utenti di interagire più spesso, in più modi e da più posti che mai. Questo significa che il vecchio percorso lineare che andava dalla scoperta alla considerazione fino all'acquisto non solo è cambiato, ma è ancora in evoluzione. Prendiamo l'esempio di una partecipante a uno studio recente, una donna che, prima di acquistare un solo paio di jeans, ha interagito con più di 250 touchpoint in 73 giorni, tra ricerche, visualizzazioni di video e pagine web. Ha visitato vari blog e siti di grossi commercianti, cercato retailer nella sua zona e anche guardato recensioni di prodotti su YouTube. Come molti consumatori di oggi, voleva godersi il suo momento di shopping, ha interagito con i brand che la ispiravano di più e ha circoscritto la scelta pressoché illimitata ad alcuni modelli di jeans prima di scegliere quelli che le piacevano di più. In un mondo come il nostro, in cui abbondano le possibilità ma scarseggia il tempo, per i brand è fondamentale anticipare i bisogni dei consumatori in modo da farsi notare. Tuttavia, il fatto che il percorso del cliente sia complesso non significa che debba esserlo anche offrire esperienze utili agli utenti. Alla fine, che siate dei grintosi imprenditori alle prime armi o a capo di una grande azienda, il vostro obiettivo di marketing principale è sempre lo stesso: raggiungere gli utenti nei momenti giusti e con l'offerta giusta. Al Google Marketing Live potrete scoprire gli ultimi prodotti che abbiamo creato per aiutarvi in questa missione, presentati direttamente dai nostri team di esperti di pubblicità. Parleremo di come rendere visibili, utili e responsabili gli annunci, offrendovi nuove opportunità per raggiungere i clienti e far crescere la vostra attività. Seguiteci in diretta oggi alle 09:00 PT (12:00 ET) su g.co/marketinglive. Registratevi e prenotate un posto in prima fila per ascoltare i nostri annunci più importanti. Aumentare la visibilità Gli utenti si affidano a Google per comunicare, trovare risposte e divertirsi. Sempre più spesso, durante questo percorso esplorano molti feed, dai video sulla home page di YouTube alle offerte tempestive della scheda Promozioni di Gmail, oppure sfogliano Discover per non perdersi le ultime notizie. Per i brand, questi sono i momenti ideali per coinvolgere gli utenti. Da uno studio recente di Google e Ipsos è emerso che al 76% dei consumatori piace fare scoperte inaspettate durante lo shopping. Inoltre, l'85% dei consumatori esegue un'azione relativa a un prodotto entro 24 ore dalla sua scoperta, come leggere recensioni, confrontare prezzi o acquistare il prodotto, a volte anche tutto insieme. Oggi vi presentiamo gli annunci discovery. Questo tipo di annunci, che sarà disponibile per tutti gli inserzionisti entro la fine dell'anno, è un nuovo modo di raggiungere gli utenti sulle proprietà di Google nei momenti in cui sono disposti a scoprire i vostri prodotti e servizi. Creatività accattivanti e pertinenti: ispirate i consumatori con un layout flessibile che mostra il brand o i prodotti in un carosello di immagini a scorrimento, visualizzato rispettando il contesto dell'esperienza utente su ciascuna proprietà di Google. Efficacia: combinando questo layout creativo dall'incredibile copertura con gli strumenti di Google che consentono di comprendere le intenzioni dell'utente, avrete la certezza di capire in anticipo i bisogni del cliente e ottenere i risultati sperati. Copertura impareggiabile: raggiungete centinaia di milioni di utenti con il feed della home page di YouTube, quello di Discover e le schede Promozioni e Social di Gmail, il tutto con una sola campagna. "Il formato discovery ci ha offerto l'ottima opportunità di far crescere rapidamente i nostri brand su larga scala, oltre ogni nostra aspettativa di sviluppo che pensavamo possibile con Google", dichiara Daniel Pahl, VP of Media and Acquisition di TechStyle. "Ha decisamente superato le nostre previsioni in termini di aumento di lead e iscritti di valore elevato. Adesso siamo in grado di invogliare all'azione un pubblico completamente nuovo". Le creatività di alta qualità sono davvero un ottimo modo per mettere in mostra il vostro brand e distinguere i vostri prodotti e servizi da quelli della concorrenza, perché forniscono una chiara idea del loro utilizzo. Per questo motivo, alla fine dell'anno lanceremo gli annunci galleria, un nuovo formato di annunci della rete di ricerca che consente di mostrare più contenuti nella pagina dei risultati di ricerca. Gli annunci galleria sfruttano l'intenzione di ricerca e utilizzano un formato visivo più interattivo per aiutarvi a comunicare l'offerta del vostro brand. Abbiamo notato che, in media, i gruppi di annunci contenenti uno o più annunci galleria generano fino al 25% di interazioni in più - clic o scorrimenti a pagamento - nella parte più alta della pagina dei risultati di ricerca sui dispositivi mobili. Poi ci sono gli annunci Shopping vetrina, un formato di annuncio di grande impatto visivo che aggiunge immagini accattivanti di lifestyle agli annunci Shopping. Da oggi potrete pubblicarli anche su altri canali, come Google Immagini, il feed di Discover e presto anche YouTube, dove sappiamo che gli utenti sono alla ricerca di ispirazione e nuove idee. Il nuovo Google Shopping Abbiamo rinnovato Google Shopping e lo presenteremo entro la fine dell'anno. La nuova esperienza è più immersiva e propone agli acquirenti nuovi modi per scoprire e confrontare tra loro milioni di prodotti venduti da migliaia di negozi nel mondo. Quando sono pronti per acquistare un prodotto, gli utenti possono scegliere se comprarlo online, in un negozio nelle vicinanze o (ecco un'altra grande novità) direttamente su Google. Per i retailer e i brand, significa riunire annunci, servizi locali e transazioni in un unico posto e raggiungere più facilmente i consumatori durante il loro percorso di acquisto. Nella home page personalizzata della scheda Shopping, gli acquirenti potranno filtrare i prodotti in base alle caratteristiche che cercano e i brand che preferiscono, leggere recensioni e perfino guardare video sui prodotti. Ad esempio, se un utente cerca delle cuffie, può circoscrivere la ricerca a quelle wireless e specificare il brand che sta cercando. Il carrello degli acquisti blu in corrispondenza dell'articolo indica agli acquirenti che possono acquistare ciò che vogliono, approfittare di una semplice procedura dei resi e ricevere aiuto dall'assistenza clienti, il tutto accompagnato dalla garanzia di Google. Gli utenti possono fare acquisti in completa tranquillità, sapendo di poter contare sull'aiuto di Google se non sono soddisfatti dell'acquisto, se l'ordine viene consegnato in ritardo o in caso di problemi con un rimborso. Con questa nuova esperienza, uniamo il meglio di Google Express a Google Shopping. Se siete commercianti di Shopping Actions, i vostri prodotti parteciperanno automaticamente a questa nuova e semplice esperienza di acquisto su Google Shopping, Google.com e Assistente Google. Entro la fine dell'anno, estenderemo Shopping Actions ad altre piattaforme Google, tra cui YouTube e Google Immagini. Esperienze impeccabili sui dispositivi mobili Molti di voi hanno attività che spaziano dal Web mobile alle app, quindi guidare i clienti verso l'esperienza giusta è indispensabile per acquisirne di nuovi e fidelizzare quelli esistenti. Per questo motivo, nelle prossime settimane attiveremo i link diretti per le app in Google Ads e miglioreremo ulteriormente i rapporti su Web e app. Gli annunci Shopping, display e della rete di ricerca indirizzeranno gli utenti direttamente alla pagina pertinente della vostra app per dispositivi mobili, a patto che l'abbiano già installata. Ciò significa che i clienti saranno in grado di portare a termine la loro azione - acquistare qualcosa, prenotare un viaggio o ordinare cibo a domicilio - in un modo ottimizzato per la destinazione più redditizia per il tuo brand. In questo modo, offrirete un'esperienza migliore ai clienti fedeli e, contemporaneamente, avrete a disposizione dati di misurazione e approfondimenti più precisi. I primi test hanno dato risultati promettenti: in media, le esperienze pubblicitarie con i link diretti hanno consentito di raddoppiare i tassi di conversione. Magalu, una delle aziende di vendita al dettaglio più grandi del Brasile, ha potuto toccare con mano i vantaggi dei link diretti. L'azienda si era resa conto che la sua app stava guadagnando popolarità. Attivando i link diretti, i clienti fedeli che toccavano un annuncio di Magalu venivano indirizzati direttamente all'app che avevano già installato, generando oltre il 40% di aumento degli acquisti complessivi da dispositivi mobili. Collegatevi per saperne di più Seguiteci oggi alle 09:00 PT (12:00 ET) per scoprire altri annunci, informazioni sui consumatori e approfondimenti su come utilizzare i nostri ultimi prodotti. Se potete, venite personalmente all'evento a San Francisco, altrimenti seguite il live streaming da casa. In ogni caso, per noi sarà un onore condividere con voi questa nuova avventura. Ci vediamo al Google Marketing Live. Scritto da Prabhakar Raghavan, Senior Vice President of Ads
    Ulteriori informazioni
  109. Nuova versione della Pianificazione del rendimento in arrivo su Google Ads
    13 maggio 2019
    In media, abbiamo notato che gli inserzionisti possono generare il 43% di conversioni in più utilizzando la Pianificazione del rendimento per pianificare al meglio la spesa per Google Ads. La Pianificazione del rendimento identifica gli importi di spesa migliori per le campagne in modo da generare conversioni incrementali. Ad esempio, supponiamo di avere un budget mensile di € 92.000 per 100 campagne sulla rete di ricerca. Lo strumento di pianificazione consiglierà come distribuire tali € 92.000 tra tutte le campagne sulla rete di ricerca per massimizzare le conversioni e proiettare nelle previsioni i risultati derivanti da tali modifiche.  (Il CPA medio nell'immagine viene mostrato a scopo puramente illustrativo) Puoi utilizzare lo strumento di pianificazione anche per provare altri aggiustamenti, ad esempio livelli di spesa e CPA diversi, facendo clic sui diversi punti di spesa per visualizzare le variazioni risultanti nelle conversioni. Ad esempio, puoi visualizzare la differenza in termini di volume delle conversioni che potresti generare con un CPA di € 12 rispetto a un CPA di € 20.  Nel piano puoi approfondire l'analisi delle campagne. Puoi visualizzare una previsione a livello di campagna e assegnare di conseguenza la spesa a tale campagna. Puoi persino aggiungere parole chiave per vedere come i nuovi termini influiscono sul rendimento potenziale.  (Il CPA medio nell'immagine viene mostrato a scopo puramente illustrativo) Le modifiche non vengono implementate automaticamente. Per implementarle, puoi scaricare un file e utilizzare Google Ads Editor. Scritto da Ahmad Ismail, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  110. Mobilitarsi per l'estate: Google Marketing Live 2019
    9 maggio 2019
    Mancano solo cinque giorni al Google Marketing Live, il mio evento preferito dell'anno. È il momento in cui sveliamo i nostri ultimi prodotti e raccogliamo dai nostri utenti opinioni e informazioni importanti per le creazioni future. Se non l'hai ancora fatto, registrati per il live streaming di quest'anno in modo da essere tra i primi a scoprire le nostre ultime innovazioni e a sapere cosa stiamo facendo per offrire un servizio migliore a te e ai tuoi clienti.  Oggi i consumatori sono più curiosi che mai e, con l'avvento dei dispositivi mobili, sono in grado di ottenere quello che vogliono in qualsiasi momento. Infatti, possono trovare qualunque cosa a portata di mano ovunque si trovino. Per le aziende questo si traduce in un numero crescente di opportunità di entrare in contatto con attuali e potenziali clienti, sia online che offline. Come anticipazione dell'evento della prossima settimana, qui troverai un'anteprima esclusiva delle nostre innovazioni più recenti, progettate per aiutarti a coinvolgere i tuoi clienti e ottenere risultati in qualsiasi momento, da qualunque luogo.  Sempre aggiornati e in movimento con l'app per dispositivi mobili di Google Ads I tuoi clienti non sono i soli a essere sempre in giro. Anche tu lo sei! Per questo motivo, stiamo apportando moltissimi aggiornamenti all'app per dispositivi mobili di Google Ads (Android, iOS) in modo da aiutarti a tenere sotto controllo i tuoi account, dove e quando vuoi.  A partire da questa settimana, puoi creare e modificare annunci adattabili della rete di ricerca direttamente dall'app. Ad esempio, se una mattina sei sul treno verso il lavoro e devi lanciare una promozione per una vacanza dell'ultimo minuto, puoi scrivere la creatività, perfezionare il titolo e impostare le offerte e i budget, il tutto dal tuo telefono cellulare. Per rendere l'app per dispositivi mobili ancora più utile per i professionisti del marketing ovunque si trovino, implementeremo a breve nuovi consigli e notifiche. Con questi consigli potrai aggiungere nuove parole chiave o escluderne altre, mettere in pausa quelle con un rendimento scarso e attivare tutte le strategie Smart Bidding. Riceverai inoltre delle notifiche sull'app per dispositivi mobili con le quali ti informeremo delle ultime opportunità da sfruttare per migliorare il rendimento in tutti gli account che gestisci. Campagne locali più accessibili ed efficaci I consumatori si affidano sempre più ai loro telefoni cellulari per fare ricerche e programmi prima di entrare in un negozio. Questo significa che hai davanti un'occasione unica per assisterli e influenzare le loro decisioni di acquisto prima che varchino la soglia della tua attività. Le campagne locali sono il primo tipo di campagna di Google Ads appositamente progettato per aiutare i professionisti del marketing ad aumentare le visite in negozi, ristoranti, concessionarie auto e altri ancora. I primi utenti stanno già riscontrando risultati eccezionali. Di recente abbiamo condotto degli studi a livello globale con dieci inserzionisti in diversi verticali e abbiamo scoperto che, grazie alle campagne locali, in media i brand hanno quintuplicato il ritorno sulla spesa pubblicitaria prodotto dalle sedi delle loro attività.  Dunkin' è un esempio di brand che ha utilizzato le campagne locali per promuovere la sua ultima esperienza di "negozio del futuro" e per mettere in evidenza nuove bevande come il caffè espresso. Il risultato è stato un aumento di oltre il 400% delle visite mensili generate da Google Ads, motivo per cui Dunkin' sta programmando di utilizzare costantemente le campagne locali come strategia per tutto il 2019.    "Dunkin' avrà anche 70 anni ormai, ma il nostro brand è alla continua ricerca di soluzioni all'avanguardia per soddisfare le aspettative e le esigenze dei clienti. Contiamo più di 11.000 sedi in tutto il mondo e oltre 8500 solo negli Stati Uniti. Il marketing locale è al centro della nostra attività. Le campagne locali di Google Ads rappresentano un modo nuovo e scalabile per raggiungere i clienti che hanno sempre più l'abitudine di cercare informazioni online prima di entrare in negozio." - Tony Weisman, CMO, Dunkin' A breve estenderemo l'utilizzo delle campagne locali per permettere a molti altri inserzionisti, incluse le piccole attività, di generare altri tipi di azioni locali come telefonate o richieste di indicazioni stradali per l'attività, anche se la misurazione delle visite in negozio non è stata attivata. Inoltre, stiamo migliorando gli annunci delle campagne locali per consentirti di mettere in risalto offerte e informazioni specifiche sui tuoi prodotti. Con un nuovo inventario disponibile in Google Maps potrai mettere in evidenza la tua attività in più luoghi. Ad esempio, potrai promuovere le tue sedi nel momento in cui gli utenti pianificano l'itinerario o sono in viaggio e potrai mostrarle nei suggerimenti per le ricerche di Maps in base all'area della mappa visualizzata dagli utenti o alle loro precedenti ricerche.  Promozione dell'attività agli utenti che pianificano un percorso Promozione dell'attività nei suggerimenti per le ricerche di Google Maps Seguici in diretta la prossima settimana Preparati a scoprire in diretta streaming le ultime novità riguardanti annunci, analisi e piattaforme. Registrati per scoprire altre informazioni sulle ultime comunicazioni di Google. Scritto da Jerry Dischler, Vice President, Product Management
    Ulteriori informazioni
  111. Strategie intelligenti per far crescere la tua attività di sviluppo di app con gli annunci
    8 maggio 2019
    Ogni anno Google I/O presenta i vantaggi che la tecnologia può portare nella nostra vita. Le app per dispositivi mobili hanno esteso questi vantaggi a miliardi di persone in tutto il mondo, spianando la strada a nuove opportunità di business per gli sviluppatori di app.   Oggi condividiamo alcuni modi per espandere la tua attività utilizzando le soluzioni di Google per la crescita e la monetizzazione. Trovare gli utenti di app giusti Per un'acquisizione intelligente degli utenti è necessario innanzi tutto raggiungere le persone che saranno più interessate alla tua app e ti aiuteranno a generare le massime entrate possibili. Con le campagne per app di Google, puoi scegliere un'opzione di offerta che contribuisca meglio a conseguire i tuoi obiettivi di crescita. Ad esempio, le offerte basate su CPA target ti aiutano a trovare più facilmente nuovi utenti che installano la tua app ed eseguono un'azione in-app.  Per una crescita proficua, è anche importante considerare la quantità di entrate generate in relazione al costo sostenuto per incrementare installazioni e azioni. Ecco perché, a breve, potrai fare offerte in base a un ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) target in modo da poter pagare automaticamente un importo maggiore o minore a seconda che gli utenti siano propensi a spendere, rispettivamente, di più o meno. Se cerchi utenti disposti a spendere il doppio del costo di acquisizione, puoi impostare quel moltiplicatore per l'offerta basata sul ROAS target, che ti troverà gli utenti giusti di conseguenza. Questa strategia di offerta sarà disponibile il prossimo mese a livello mondiale per le campagne per app di Google su iOS e Android. Ulteriori informazioni.  L'offerta è un ottimo strumento per raggiungere i clienti che preferisci. Il passo successivo è attirare e mantenere costante l'attenzione di questi clienti. Ecco perché ti offriamo nuovi modi di sviluppare e gestire le tue creatività per poterle mostrare ai clienti in annunci più pertinenti e in più posti.  YouTube: se hai almeno un'immagine orizzontale e un video, ottieni automaticamente l'idoneità a promuovere la tua app in due nuovi posizionamenti di YouTube. Il primo posizionamento è nel feed sulla home page di YouTube, mentre il secondo è nei video in-stream. Gruppi di annunci: entro la fine del mese, potrai configurare più gruppi di annunci nella stessa campagna e personalizzare gli asset di ciascun gruppo in base a un "tema" o "messaggio" differente per i diversi clienti. Ulteriori informazioni. Partnership con agenzie: collaboriamo con otto agenzie di fiducia, cioè Vidmob, Consumer Acquisition, Bamboo, Apptamin, Webpals Mobile, Creadits, Kaizen Ad e Kuaizi per aiutarti a gestire le creatività in tutto il processo, dalla progettazione alla creazione dei rapporti.  Monetizzare più facilmente Il secondo aspetto che favorisce la redditività di un'azienda di sviluppo app è la creazione di un flusso di entrate sostenibile. In altre parole, è necessario mantenere il coinvolgimento degli utenti con la tua app e, al contempo, continuare a monetizzarla in modo efficace, attraverso un compromesso che può essere difficile da raggiungere. Ecco perché AdMob investe in soluzioni automatizzate per aiutarti a guadagnare di più con la tua app, pur offrendo un'esperienza utente impeccabile.  L'anno scorso abbiamo annunciato un nuovo modello di monetizzazione chiamato Open Bidding, che consente di massimizzare automaticamente il valore di ogni impressione. Da allora, decine di sviluppatori hanno aderito alla versione beta, ottenendo un aumento significativo delle entrate, tra cui il produttore di videogiochi coreano Sticky Hands.  "Siamo davvero entusiasti di Open Bidding. In un mese, le entrate e le entrate medie per utente attivo giornaliero (ARPDAU) sono cresciute rispettivamente del 14% e del 15%, e ci aspettiamo un ulteriore incremento con l'aumentare delle origini della domanda online. L'aspetto ancora più interessante è che praticamente non dedichiamo tempo a gestire questa funzionalità." - Minu Kim, CEO di Sticky Hands Oltre all'aumento delle entrate, Open Bidding offre semplicità e risparmio di tempo rispetto alla mediazione tradizionale: un minor numero di SDK significa meno tempo da dedicare alle integrazioni e una maggiore stabilità per la tua app. Non perderti i prossimi aggiornamenti perché, entro la fine dell'anno, estenderemo il programma a tutti i publisher.  Nel frattempo, ecco alcuni altri modi in cui AdMob può aiutarti a far crescere le entrate complessive generate dalle tue app e a proteggere più facilmente l'esperienza utente: Ricerca immagini è un nuovo strumento di ricerca potente che consente di identificare e rimuovere facilmente annunci fraudolenti per ogni dimensione, campagna e impostazione di rotazione, utilizzando solo uno screenshot dell'annuncio. Ulteriori informazioni. La classificazione massima dei contenuti degli annunci può impedirti di mostrare annunci inappropriati agli utenti giovani. Ulteriori informazioni. Le metriche utente, come gli utenti attivi giornalieri e la durata media della sessione, saranno disponibili a breve in una nuova scheda della dashboard, così potrai capire rapidamente in che modo le modifiche apportate alla tua strategia di monetizzazione, ad esempio l'aggiunta di un annuncio con premio, influiscono sugli indicatori chiave di coinvolgimento utente. Queste informazioni possono aiutarti a ottimizzare le entrate e il lifetime value degli utenti in tutte le tue sorgenti di entrate, ovvero annunci, acquisti in-app ed e-commerce. Ulteriori informazioni. Per saperne di più su come queste soluzioni ti aiuteranno a risparmiare tempo e, al contempo, a far crescere la tua attività, partecipa alla nostra presentazione di Google Ads mercoledì 8 maggio alle 10:30 PDT, alla fase 1 di Google I/O o guarda il live streaming.  Inoltre, non perderti le altre novità sulla promozione di app che verranno presentate al Google Marketing Live la prossima settimana a partire da martedì 14 maggio alle 09:00 PDT. Registrati al live streaming qui.   
    Ulteriori informazioni
  112. Esportare i dati di Google Ads in Fogli Google
    2 maggio 2019
    Devi scaricare e condividere spesso i dati di Google Ads? Ora puoi esportarli direttamente in Fogli e condividere il foglio.  Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  113. Completamento delle modifiche allo Strumento di pianificazione delle parole chiave
    1 maggio 2019
    Nel 2018 è stato lanciato il nuovo Strumento di pianificazione delle parole chiave nell'interfaccia di Google Ads. Nel corso del tempo, abbiamo semplificato la navigazione e migliorato le previsioni in base al tuo feedback. Il nuovo strumento di pianificazione è ora completo e questa settimana ritireremo il vecchio Strumento di pianificazione delle parole chiave.  La nuova versione ora consente di: Scaricare dati sulle tendenze per singole parole chiave Utilizzare fino a dieci parole chiave iniziali alla volta Visualizzare un ranking più granulare degli inserzionisti concorrenti per le idee per le parole chiave Salvare le idee per le parole chiave nelle campagne esistenti Ricevere suggerimenti sul budget giornaliero medio nella panoramica del piano Controllare lo stato interno all'account delle parole chiave caricate Visualizzare previsioni per tutte le lingue Grazie al nuovo layout, lo Strumento di pianificazione delle parole chiave è ancora più facile da consultare. Come sempre, puoi selezionare le idee per le parole chiave che ti interessano e il tipo di corrispondenza e aggiungerli al piano.  La panoramica del piano offre un rapporto di facile consultazione da utilizzare e condividere prima di implementare le nuove parole chiave nell'account. La tua panoramica cambia in base a: tipi di corrispondenza, località, lingua e reti di ricerca selezionate per il tuo piano.  Se non l'hai già fatto, approfitta delle nuove funzionalità e prendi dimestichezza con il nuovo Strumento di pianificazione delle parole chiave.  Scritto da Jane Kim, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  114. Monitoraggio parallelo per campagne display disponibile dal giorno 1 maggio 2019, rinviato il lancio per le campagne video
    25 aprile 2019
    All'inizio di quest'anno abbiamo annunciato che il monitoraggio parallelo sarebbe stato esteso alle campagne display e video il giorno 1 maggio 2019. Il monitoraggio parallelo per le campagne display sarà disponibile a partire da questa data e diventerà obbligatorio il giorno 31 luglio 2019. Rinviamo il lancio del monitoraggio parallelo per le campagne video agli ultimi mesi di quest'anno per darti più tempo per prepararti. Non appena avremo stabilito una nuova data, te la comunicheremo. Se collabori con un fornitore di misurazione dei clic, contattalo per assicurarti che sia pronto per questo cambiamento. Ciò contribuirà a garantire che il tuo sistema di misurazione dei clic non subisca interruzioni. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio parallelo, fai clic qui.
    Ulteriori informazioni
  115. Aggiungere attività cross-device a tutti i rapporti sull'attribuzione
    29 marzo 2019
    I rapporti sull'attribuzione indicano i percorsi seguiti dai clienti per realizzare una conversione e attribuiscono il credito a clic sull'annuncio diversi lungo il percorso. Le conversioni cross-device segnalano i momenti in cui un cliente ha interagito con un annuncio su un certo dispositivo, ma la conversione è stata realizzata su un altro dispositivo. In precedenza, solo i rapporti sull'attribuzione Dispositivi, Dispositivi che generano conversioni e Percorsi per i dispositivi includevano le attività cross-device. Tuttavia, molti utenti ci hanno fatto sapere che ciò comportava un conteggio non uniforme delle conversioni nei vari rapporti, rendendo difficile la comprensione di aspetti diversi dei dati delle conversioni. A partire dal 1° maggio, tutti i rapporti sull'attribuzione includeranno attività cross-device e conversioni, così da offrire informazioni preziose sul modo in cui il pubblico interagisce con gli annunci su più dispositivi, nonché garantire l'uniformità dei vari rapporti. I dati in questi rapporti risalgono al 1° maggio 2019. Per le date precedenti, l'esperienza di generazione dei rapporti e il conteggio delle conversioni rimarranno invariati. Consulta l'elenco completo delle metriche aggiornate in modo da includere le attività cross-device. Scritto da Mauricio Barrera, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  116. Gestire più account con il nuovo Google Ads Editor
    28 marzo 2019
    Oggi siamo lieti di annunciare Google Ads Editor v1. Si tratta di una versione nuova e migliorata dell'Editor che hai imparato a conoscere e ad apprezzare negli ultimi 13 anni. Abbiamo aspettato in modo da poter annunciare formalmente il nuovo brand Google Ads in occasione di una release di Editor che include un aggiornamento importante, in grado di rispondere a richieste di vecchia data da parte della community. Gestione completa di più account: in passato gli amministratori delle campagne potevano apportare modifiche all'interno dell'interfaccia utente di Editor per un solo account alla volta. Questo implicava dover dedicare più tempo a eseguire le stesse attività. Ora, per la prima volta, Editor supporta la gestione completa di più account. Ciò significa che potrai agevolmente utilizzare Editor per tutti gli account Google Ads da un'unica finestra. Ad esempio, potrai aggiungere facilmente lo stesso gruppo di parole chiave a più account, aggiornare le impostazioni delle campagne per tutto il tuo portafoglio clienti o scaricare statistiche pertinenti per qualsiasi raggruppamento dei tuoi account. Design e usabilità migliorati: abbiamo inoltre migliorato l'interfaccia per aiutarti a trovare le funzionalità che cerchi ed eseguire attività più velocemente. Ad esempio, basandoci sulle ricerche di UX abbiamo notato che gli utenti avevano difficoltà a ricordare dove si trovassero le singole impostazioni. Per questo motivo, abbiamo creato un riquadro di modifica sulla destra per semplificare la consultazione e aggiunto la funzionalità di ricerca per consentirti di trovare rapidamente ciò che cerchi. Inoltre, Google Ads Editor v1 semplifica la gestione degli account su larga scala: Flusso di lavoro Regole personalizzate aggiuntive: crea best practice e garantisci la corretta implementazione delle campagne. Supporto completo degli annunci video non ignorabili: gestisci più campagne video all'interno di Editor. Ulteriori campi per titoli e inviti all'azione per tutte le campagne video: fornisci più informazioni in tutti gli annunci video, non solo in quelli TrueView. Segmenti di pubblico basati su elenchi di segmenti di pubblico pertinenti ed esclusi per le campagne display intelligenti: raggiungi facilmente nuovi potenziali clienti. Opzioni per gestire le campagne per app: includi asset a livello di campagna, gruppo di annunci e annuncio. Offerte e budget Budget giornalieri medi consigliati: evita di perdere impressioni a causa di limiti di budget. Smart Bidding migliorato: utilizza Massimizza le conversioni per le campagne display, TrueView for Action e per app. Chiamate e messaggi Monitoraggio delle chiamate a livello di account: gestisci il monitoraggio delle chiamate e le conversioni a livello di account mediante una sola impostazione. Titoli aggiuntivi per gli annunci di sola chiamata: fornisci maggiori informazioni ai potenziali clienti. Supporto completo per le estensioni messaggio: offri ai clienti più modi per contattare la tua attività. "Il nuovo Google Ads Editor è un passo avanti. Il nuovo design semplifica la gestione e la modifica di più account e campagne". -Jamie Kahn, direttore associato - marketing per i motori di ricerca, Horizon Media "È ben organizzato, facile da consultare e più efficiente grazie alle barre di ricerca aggiunte, alla nuova sezione a livello di account e allo spostamento della Libreria condivisa. Non vediamo l'ora di utilizzare questa nuova versione". -James Shaouni, esperto senior - ricerca a pagamento, Reprise Digital Ulteriori informazioni su Google Ads Editor v1. Scritto da Blake Reese, Group Product Manager
    Ulteriori informazioni
  117. Informazioni sulle "colonne consigliate" in Google Ads
    15 marzo 2019
    In Google Ads ci sono moltissime colonne tra cui scegliere. Spesso è difficile resistere alla forza dell'abitudine e aggiungere ai rapporti nuove colonne che non avete ancora utilizzato.  La nostra nuova funzionalità delle "colonne consigliate" vi suggerisce nuove colonne da aggiungere ai rapporti in base alle impostazioni delle vostre campagne e dell'account. Ad esempio, se iniziate a utilizzare le offerte automatiche, vi consiglieremo di aggiungere la colonna "Tipo strategia di offerta" nella tabella delle campagne. In seguito a questo lancio, la colonna Tipo strategia di offerta non sarà più obbligatoria nei rapporti sulle campagne e avrete più spazio libero in orizzontale per visualizzare più colonne di statistiche. I nomi delle colonne consigliate sono sottolineati in blu. Quando vi consigliamo una colonna potete: Non fare niente. Continueremo a consigliarvela quando è pertinente. Aggiungerla come colonna permanente. Dirci di smettere di consigliarvela. Questi consigli sono attivi per impostazione predefinita per tutti gli inserzionisti. Potete disattivare i consigli relativi a tutte le colonne o ad alcune in particolare. Queste impostazioni sono specifiche per ciascun utente dell'account. Vi consigliamo di non disattivare questa impostazione, così possiamo continuare a consigliarvi colonne utili per l'account. Inoltre, potete scoprire nuove colonne che non vi sono state ancora consigliate. Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads  
    Ulteriori informazioni
  118. Google si impegna ad aiutare gli utenti a rispettare le norme
    14 marzo 2019
    Per Google è di estrema importanza proteggere utenti e inserzionisti da soggetti malintenzionati. Per questo motivo adottiamo una serie di norme rigorose che regolano i tipi di annunci consentiti sulla nostra piattaforma. Inoltre, ci impegniamo a fondo per aiutare gli inserzionisti a evitare errori che, anche se commessi in buona fede, causano violazioni delle norme. A questo scopo, stiamo per implementare nuove funzionalità che permettono di gestire facilmente le restrizioni previste dalle norme che potrebbero interessare gli annunci, in modo che i nostri utenti possano ottenere il massimo potenziale dalle campagne. Presentazione di Policy Manager In aprile presenteremo il nuovo Policy Manager, uno strumento che offre un'esperienza centralizzata e personalizzata all'interno di Google Ads e in cui è possibile monitorare le restrizioni delle norme relative ad annunci, parole chiave ed estensioni in tutto l'account. In futuro, continueremo ad aggiungervi nuove funzionalità, tra cui consigli su come correggere gli annunci, una cronologia dei ricorsi, una panoramica delle certificazioni dell'account e altro ancora. Per accedere a Policy Manager in Google Ads, fai clic su "Configurazione" nella tabella Strumenti e seleziona la scheda "Policy Manager" Ottenere ulteriori informazioni sulle decisioni relative alle norme A partire dall'anno scorso, gli inserzionisti possono visualizzare ulteriori informazioni su ciò che ha causato la mancata approvazione di un annuncio passandoci sopra con il mouse. Continueremo a espandere questa funzionalità nel 2019. Per visualizzare informazioni dettagliate sugli annunci non approvati, basta passarci sopra con il mouse Presentare ricorsi per violazione delle norme in pochi clic Se non sei d'accordo con un'azione che abbiamo preso riguardo i tuoi annunci, a breve potrai presentare ricorso per richiedere un'ulteriore revisione in pochi clic, direttamente da Google Ads. Questa funzionalità inizierà a essere implementata negli account questa primavera e sarà disponibile per la maggior parte delle violazioni delle norme relative agli annunci di testo. Passa il mouse sopra un annuncio non approvato o limitato e cerca il link "invia di nuovo" per sapere se puoi utilizzare questa funzionalità. Potrai anche monitorare lo stato del ricorso in Policy Manager. Stiamo semplificando la procedura di reinvio degli annunci in Google Ads Rilevare le violazioni in tempo reale A volte siamo in grado di rilevare le violazioni delle norme durante la creazione degli annunci. In questi casi, ti forniremo un feedback in tempo reale per aiutarti a capire come prevenirle, così potrai modificare subito il tuo annuncio per renderlo conforme. Assicurati di controllare il nostro feedback in tempo reale durante la creazione degli annunci Siamo entusiasti di lanciare nuovi strumenti per aiutarti a gestire al meglio i requisiti delle norme e creare annunci conformi e di alta qualità. Scritto da Stefanov Hristo, Product Manager, Search Ads
    Ulteriori informazioni
  119. Aumentare la redditività dei giochi con gli annunci
    13 marzo 2019
    Realizzare un ottimo gioco per dispositivi mobili richiede molto lavoro, ma riuscire a trasformarlo in un'attività redditizia è tutta un'altra sfida. È per questo motivo che stiamo annunciando nuove soluzioni per incrementare il lifetime value dei tuoi giocatori. Ora è più facile che mai riuscire a creare una domanda per il tuo gioco, crescere su larga scala e coinvolgere nuovamente il pubblico. Creare una domanda Per un lancio di successo, è importante creare brand awareness in modo da entrare in contatto da subito con una base di fan. Adesso, grazie agli annunci di preregistrazione, puoi far sapere ai giocatori che possono registrarsi ai nuovi titoli prima che vengano pubblicati ufficialmente su Google Play. I giocatori riceveranno una notifica push in Play quando esce il gioco. Gli annunci di preregistrazione possono essere particolarmente utili agli sviluppatori più affermati, aiutandoli a restare in contatto con una base di fan che già apprezza il loro lavoro e che, con molta probabilità, scaricherà il loro gioco andando ad aggiungersi alle schiere di giocatori. Crescere su larga scala Al momento del lancio, l'obiettivo è ottenere il maggior numero possibile di installazioni nei limiti del budget. Oggi siamo lieti di annunciare le offerte Massimizza le conversioni per le campagne per app: basta fornirci asset annunci e budget e noi penseremo a massimizzare la tua base di giocatori. Poiché l'obiettivo principale è massimizzare le installazioni, anziché rientrare nei limiti del prezzo target, in genere è possibile ottenere un prezzo di conversione più basso. È sufficiente impostare gli obiettivi da raggiungere e appoggiarsi al machine learning delle campagne per app per gestire la parte più complessa del lavoro: mostrare l'annuncio giusto al momento giusto. Le offerte Massimizza le conversioni per le campagne per app adesso sono disponibili in versione beta per un numero ristretto di inserzionisti. Se vuoi partecipare, contatta il tuo account manager Google per registrarti. Coinvolgere nuovamente i giocatori Ammettiamolo, l'80% degli utenti abbandona un'app entro 90 giorni.1 Far tornare i giocatori inattivi è una delle migliori opportunità di far crescere la tua attività. Stiamo presentando le campagne per app per il coinvolgimento in Google Ads in modo da aiutare i giocatori a riscoprire il tuo gioco e mantenere vivo il loro interesse con annunci pertinenti su Ricerca Google, YouTube e oltre tre milioni di siti e app. Queste campagne sono compatibili con Google Analytics per Firebase e con i nostri partner di attribuzione app. Le campagne per app per il coinvolgimento offrono diversi modi per riavvicinare i giocatori, come incoraggiare chi ha abbandonato il gioco a completare il tutorial, presentare nuove funzionalità aggiunte dopo l'ultima sessione di un giocatore oppure fare in modo che qualcuno apra il gioco per la prima volta su Android (un'operazione che può essere facilitata solo da Google). Se vuoi provare, puoi leggere ulteriori informazioni qui o parlare con il rappresentante Google del tuo account. Scritto da Jason Morse, Director of Product, App ads for engagement
    Ulteriori informazioni
  120. Trasmissione di Google Marketing Live il 14 maggio: registrati oggi
    12 marzo 2019
    Sapevi che le ricerche della parola "migliore" sono aumentate del 80% negli ultimi due anni? Ad esempio, un recente studio di terze parti rivela che alcuni utenti passano più di 50 giorni a cercare il "miglior cioccolato" prima di prendere una decisione. L'evento Google Marketing Live si terrà il 14 maggio. Registrati ora per sfruttare al meglio informazioni di questo tipo sui consumatori e scoprire gli ultimi prodotti di marketing digitale di Google. Per la prima volta, trasmetteremo in live streaming oltre otto ore di contenuti aggiuntivi dell'evento. Interagisci direttamente con i manager dei prodotti in una sessione di domande e risposte dal vivo, scopri le nuove best practice e dai uno sguardo da vicino a come vengono sviluppati i nostri nuovi prodotti. Pubblicato dal team di Google Marketing Live
    Ulteriori informazioni
  121. Valutare la velocità di un sito per dispositivi mobili con la nuova versione dello strumento Test My Site
    28 febbraio 2019
    Il tuo sito per dispositivi mobili è spesso il primo luogo in cui i consumatori incontrano il tuo brand. Un sito lento può lasciare una brutta prima impressione e perfino comportare costi per i clienti. Nella vendita al dettaglio, un secondo di ritardo nel tempo di caricamento sui dispositivi mobili può ridurre le conversioni anche del 20%.1 Come fai a sapere se il tuo sito è abbastanza veloce? La nuova versione di Test My Site ti consente di comprendere facilmente le prestazioni del tuo sito per dispositivi mobili e di applicare correzioni personalizzate per migliorare la velocità delle pagine, il tutto da un'unica posizione. Utilizza questo strumento per: Verificare la velocità del tuo sito per dispositivi mobili: misura la velocità di tutto il sito per dispositivi mobili e quella di singole pagine Monitorare i tuoi progressi: scopri l'andamento su base mensile della velocità del tuo sito Mantenere un vantaggio sugli altri: confronta la velocità del tuo sito per dispositivi mobili con quella dei siti della concorrenza Stimare l'impatto della velocità sulla tua attività: scopri come la velocità del tuo sito può influire sul fatturato Esegui subito il test del tuo sito qui. Scritto da Prashant Nair, Product Manager, Google Ads   1. Fonte: SOASTA, USA, “New Findings: The State of Online Retail Performance”, 2017.
    Ulteriori informazioni
  122. Prepararsi a non usare più la posizione media
    26 febbraio 2019
    Sappiamo quanto è importante sapere quanto siano visibili i tuoi annunci nella pagina dei risultati di ricerca. Per questo motivo a novembre abbiamo introdotto le metriche "% impressioni (superiore assoluta)" e "% impressioni (superiore)”, che descrivono quale percentuale dei tuoi annunci compare nella parte superiore assoluta della pagina e nella parte alta della stessa. Rispetto alla posizione media, questi nuovi indicatori ti permettono di avere un'idea molto più chiara dell'evidenza dei tuoi annunci sulla pagina.  Per integrare queste metriche, abbiamo implementato anche strumenti come "quota impressioni superiore assoluta sulla rete di ricerca" e "QI sulla rete di ricerca (superiore)". Se vuoi ottimizzare il posizionamento dei tuoi annunci, sono questi gli indicatori migliori da utilizzare. Se il tuo obiettivo è garantire una maggiore visibilità degli annunci nella pagina dei risultati di ricerca, puoi anche usare la strategia Smart Bidding quota impressioni target. "Le metriche quota impressioni superiore e superiore assoluta hanno permesso ai miei clienti di avere un'idea più chiara della posizione in cui i loro annunci compaiono nei risultati di ricerca. Concentrandoci su questi nuovi strumenti, siamo in grado di proporre offerte più efficaci per pubblicare gli annunci nella prima posizione della pagina, quando è richiesto." - Kelsey Hadaller, Senior Account Manager, Hanapin Marketing Data la disponibilità di queste nuove metriche per comprendere il grado di evidenza degli annunci, prevediamo di interrompere l'utilizzo della posizione media a settembre di quest'anno. Se utilizzi questa metrica, ti consigliamo di iniziare ad adottare i nuovi indicatori per la misurazione e l'ottimizzazione degli annunci in base all'evidenza. Scritto da Naresh Pallavi, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  123. Aggiungere altre informazioni negli annunci di sola chiamata con altre righe di testo
    25 febbraio 2019
    Spesso le persone preferiscono parlare con un'attività prima di acquistare un prodotto o servizio. Gli annunci di sola chiamata consentono agli utenti di chiamarvi dai risultati di ricerca da dispositivo mobile per ottenere rapidamente le risposte di cui hanno bisogno. Nelle prossime settimane, introdurremo righe aggiuntive di testo negli annunci di sola chiamata per consentirvi di fornire informazioni più utili ai potenziali clienti. Avrete la possibilità di aggiungere due titoli di 30 caratteri. Inoltre, le righe descrittive potranno essere composte da 90 caratteri e non più da 80. Per assicurarvi che i clienti siano consapevoli di chi stanno chiamando, sfruttate queste righe di testo aggiuntive per descrivere l'attività in modo più dettagliato. Più righe di testo negli annunci di sola chiamata Abbiamo notato che spesso è difficile inserire il nome dell'attività e un invito all'azione efficace nel titolo, pertanto abbiamo spostato il nome dell'attività commerciale all'inizio della descrizione dell'annuncio. In questo modo si ha più spazio nel titolo per aggiungere un invito all'azione o dettagli sull'attività. Ad esempio, chi ha una scuola di danza ora può specificare "Casa del tango" nel campo del nome dell'attività e utilizzare le righe descrittive per promuovere tutte le lezioni offerte. La chiarezza e la trasparenza sulla vostra attività e su ciò che offre è un principio chiave delle norme pubblicitarie relative agli annunci di sola chiamata: l'obiettivo è proteggere gli utenti da frodi o contenuti fuorvianti, inappropriati o dannosi. Speriamo che questi aggiornamenti agli annunci di sola chiamata e la nostra guida aggiornata alle best practice vi aiutino a generare più chiamate di alta qualità e a offrire una migliore esperienza ai vostri clienti. Scritto da Mike Russo, Product Manager
    Ulteriori informazioni
  124. Due nuovi tipi di grafici nell'editor rapporti
    21 febbraio 2019
    Nell'editor rapporti ora sono disponibili due nuovi tipi di grafico: quello a barre in pila e quello a bolle. Per i rapporti sono quindi disponibili sei tipi di grafico: Grafico a linee Grafico a barre Grafico a barre in pila Grafico a torta Grafico a dispersione Grafico a bolle Questi due nuovi tipi di grafico possono fornire altri modi per interpretare i dati e raccogliere informazioni. Ad esempio, potete utilizzare un grafico a barre in pila per capire come si suddividono per dispositivo i clic di un gruppo di annunci e per valutare tale informazione nel corso del tempo. Potete utilizzare un grafico a bolle per visualizzare i clic, le conversioni e il costo per campagna in un grafico, poiché la dimensione della bolla può rappresentare una terza metrica. Provate questi due nuovi grafici nei rapporti. Esempio di grafico a barre in pila nell'editor rapporti Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  125. Le campagne universali per app ora si chiamano semplicemente campagne per app
    20 febbraio 2019
    Le campagne universali per app ti aiutano a far conoscere la tua app ai consumatori. Oggi ne semplifichiamo il nome, che passa da "campagne universali per app" a "campagne per app". Si tratta di un cambiamento puramente formale, che non incide su caratteristiche e funzionalità delle campagne e non comporta alcun intervento su quelle esistenti. Le campagne per app si aggiungono agli altri nomi di campagne di primo livello disponibili in Google Ads: campagne sulla rete di ricerca, display, video, Shopping e intelligenti. Elenco completo dei tipi di campagne Google Ads in seguito al cambio di nome delle campagne per app Queste modifiche saranno introdotte a partire dal prossimo mese. Ci auguriamo che il nuovo nome, più semplice e diretto, incoraggi sempre più inserzionisti e sviluppatori a utilizzare Google Ads e a scegliere il tipo di campagna giusto per gli obiettivi della propria attività. Scritto da David Mitby, Director of Product, Mobile App Advertising
    Ulteriori informazioni
  126. Come trovare facilmente i rapporti predefiniti per i set di dati visualizzati
    20 febbraio 2019
    I rapporti predefiniti sono rapporti pronti all'uso che mostrano dati utili, quali statistiche sugli orari e sulle località. Dai feedback ricevuti sappiamo che molti di voi analizzano in dettaglio le campagne o i gruppi di annunci prima di passare ai rapporti predefiniti. Il passaggio dai rapporti a livello di campagna o di gruppo di annunci ai rapporti predefiniti con lo stesso ambito di dati adesso è più semplice. Prima era possibile accedere ai rapporti predefiniti solo tramite l'icona "Rapporti" sulla barra di navigazione in alto di Google Ads. Inizialmente i dati vengono visualizzati a livello di account ed è possibile applicare filtri per analizzarli più in dettaglio. Adesso, se notate dei dati a livello di campagna o di gruppo di annunci da approfondire, potete utilizzare la nuova icona "Rapporti"" che trovate sopra la tabella delle statistiche visualizzata. Quando utilizzate questa icona, il rapporto predefinito caricato mostra lo stesso ambito di dati per rendere più veloce il passaggio. Ad esempio, se state cercando informazioni relative a un determinato gruppo di annunci o alle sole campagne sulla rete di ricerca e poi aprite un rapporto "Giorno" utilizzando questa icona, il rapporto viene filtrato rispettivamente soltanto per quel gruppo di annunci o per le campagne sulla rete di ricerca. Tuttavia, l'icona in alto a destra apre il rapporto predefinito per l'intero account. Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  127. Aggiornamenti al punteggio di velocità delle pagine su dispositivi mobili nella scheda Pagine di destinazione
    19 febbraio 2019
    La lentezza delle pagine su dispositivi mobili può rallentare la tua attività. Il 53% dei visitatori abbandona un sito per dispositivi mobili che impiega più di tre secondi a caricarsi.1 Per permetterti di verificare rapidamente quali pagine di destinazione offrono un'esperienza ideale e quali richiedono un tuo intervento, a luglio abbiamo introdotto il punteggio di velocità su dispositivi mobili. Di recente abbiamo aggiornato l'algoritmo di questo punteggio: adesso sono necessari meno clic sugli annunci per calcolarlo. Questo significa che ora vedi il punteggio di velocità per un numero maggiore di pagine. Valutato su una scala da 1 a 10, dove 1 corrisponde a molto lento e 10 a velocissimo, il punteggio di velocità su dispositivi mobili si basa su una serie di fattori, tra cui la velocità della pagina e il tasso di conversione potenziale. Per migliorare il punteggio di velocità su dispositivi mobili, può essere utile adottare tecnologie come Accelerated Mobile Pages (AMP). Si tratta di pagine che in genere vengono caricate a una velocità superiore dell'85% rispetto a quelle standard per dispositivi mobili.2 Di conseguenza, il 90% delle pagine AMP registra un punteggio di velocità elevato, pari a 10. Ulteriori informazioni sulla valutazione di pagine di destinazione per dispositivi mobili sono disponibili qui. Scritto da Prashant Nair, Product Manager, Google Ads   1. Dati di Google a livello globale, dati aggregati e anonimi di Google Analytics ricavati da un campione di siti web per dispositivi mobili che hanno attivato la condivisione dei dati di benchmarking, n = 3700, marzo 2016 2. Dati di Google a livello globale, aprile 2017
    Ulteriori informazioni
  128. Quota clic disponibile a breve per le campagne sulla rete di ricerca
    11 febbraio 2019
    La quota clic corrisponde alla quota stimata di tutti i possibili clic ricevuti. È disponibile per le campagne Shopping dal 2015. Abbiamo iniziato a implementarla nelle campagne sulla rete di ricerca e abbiamo intenzione di renderla disponibile per tutte queste campagne nelle prossime settimane. Quanto è più bassa la quota clic, tanto maggiori sono le opportunità che tu acquisisca ulteriori clic. Ad esempio, se gli utenti fanno clic sul tuo annuncio 20 volte, ma riteniamo che potrebbe ricevere 100 clic se avessi più estensioni o aumentassi l'offerta o il budget, la quota clic è del 20%. Best practice: continua a utilizzare la percentuale di clic (CTR) per confrontare il rendimento del testo pubblicitario. Utilizza la quota clic per visualizzare le opportunità di crescita dei clic con più estensioni o con offerta o budget superiore. Utilizza la quota impressioni per visualizzare le opportunità di crescita delle impressioni con offerta o budget superiore.  La quota clic sarà disponibile a livello di campagna, gruppo di annunci e parola chiave per le campagne sulla rete di ricerca nelle prossime settimane.  Scritto da Naresh Pallavi, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  129. Monitoraggio parallelo per campagne display e video disponibile dal 1° maggio 2019
    11 febbraio 2019
    Per le pagine di destinazione quel che conta è la velocità: il 53% dei visitatori abbandona un sito per dispositivi mobili che impiega più di tre secondi a caricarsi.1 Con il monitoraggio parallelo, gli utenti accedono immediatamente alla pagina di destinazione dopo aver fatto clic sull'annuncio, mentre il browser elabora in background le richieste di monitoraggio dei clic. L'anno scorso abbiamo annunciato che a marzo 2019 avremmo esteso il monitoraggio parallelo alle campagne display e video. La funzionalità sarà invece disponibile a partire dal 1° maggio 2019. In questo modo gli inserzionisti avranno più tempo per prepararsi prima che il monitoraggio parallelo diventi obbligatorio per tutte le campagne display e video a partire dal 31 luglio 2019.  Se devi apportare modifiche agli URL dei tuoi annunci, questi ultimi dovranno essere sottoposti a revisione. A tale scopo, contatta il prima possibile il tuo fornitore di servizi di misurazione dei clic. Se hai campagne display e video in più account, ti consigliamo di distribuire le modifiche su alcuni giorni. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio parallelo, fai clic qui. Scritto da Prashant Nair, Product Manager, Google Ads   1. Dati di Google, su scala globale, n = 3700 dati aggregati e anonimi di Google Analytics ricavati da un campione di siti web per dispositivi mobili che hanno attivato la condivisione dei dati di benchmarking, marzo 2016.
    Ulteriori informazioni
  130. Altri modi per ottenere risultati con TrueView for Action
    5 febbraio 2019
    A partire da febbraio 2019, l'offerta Massimizza le conversioni diventerà disponibile a livello globale per gli inserzionisti che utilizzano TrueView for Action. Questa strategia di Smart Bidding utilizza la tecnologia di machine learning di Google per ottenere il maggior volume di conversioni possibile nel rispetto del budget della campagna, senza dover lavorare molto per impostarla. In altre parole, Massimizza le conversioni è un modo semplice ed efficace per generare più azioni sul sito web importanti per l'attività, ad esempio la prenotazione di un viaggio, di una prova su strada o la richiesta di ulteriori informazioni. Massimizza le conversioni può essere efficace per i nuovi inserzionisti TrueView for Action o per quelli che vogliono migliorare i risultati delle campagne. Si tratta anche di un'ottima soluzione per le campagne che non raggiungono la soglia consigliata di 50 conversioni a settimana per le offerte basate sul costo per azione (CPA) target. Se per la campagna video è stato definito un obiettivo di ROI, potreste preferire il CPA target. Analogamente a Massimizza le conversioni, l'offerta basata su CPA target imposta automaticamente le offerte per ogni asta, ma l'obiettivo sarà quello di indirizzare le conversioni al CPA target impostato, piuttosto che spendere il budget totale per massimizzare le conversioni. Ulteriori informazioni per iniziare a utilizzare Massimizza le conversioni o le offerte basate su CPA target con TrueView for Action sono disponibili qui. Scritto da Nicky Rettke, Director of Product Management, annunci di YouTube 
    Ulteriori informazioni
  131. Pubblico più vasto e funzionalità di acquisto per il masthead YouTube
    4 febbraio 2019
    Ogni anno, dopo il Super Bowl, gli appassionati di football americano utilizzano YouTube per rivedere i loro spot pubblicitari preferiti o guardare quelli che si erano persi. Per i brand è un'opportunità unica per raggiungere un pubblico talmente vasto da non essere disponibile altrove. Un ottimo metodo per trarre vantaggio da questa situazione è il masthead YouTube, un formato video che viene visualizzato nella parte superiore del feed della home page di YouTube su dispositivi mobili e desktop. Il feed della home page si è recentemente trasformato in una destinazione per i nostri utenti. Negli ultimi tre anni, infatti, il tempo di visualizzazione dei contenuti qui presenti è aumentato di 10 volte.1 Nuove funzionalità come la riproduzione automatica sulla home page, che consente agli utenti di visualizzare un'anteprima e guardare i video senza audio ovunque si trovino, rendono ancora più semplice scoprire e interagire con il brand, il video o il creator che preferiscono. Storicamente, il masthead viene prenotato da un inserzionista per paese con un costo giornaliero (CPD). Oggi stiamo sperimentando una modalità di acquisto diversa, mirata a offrire maggiori opportunità relative allo spot pubblicitario più in evidenza sul feed della home page di YouTube. Mediante la versione beta, gli inserzionisti possono acquistare il masthead in base al costo per mille impressioni (CPM) e personalizzare il pubblico a cui è diretto. Il posizionamento rimarrà Reserve Buy, con garanzia di impressioni su periodi di pubblicazione delle campagne che possono variare da uno a sette giorni, assicurando ai marchi la visibilità necessaria nelle date più importanti. Oltre a offrire una copertura di massa, il masthead è anche efficace e facile da ricordare: gli annunci masthead hanno un impatto significativo sul ricordo dell'annuncio, con un incremento medio del 92% e un aumento medio del 46% nell'intenzione di acquisto.2 Brand come TurboTax utilizzano il masthead per estendere la copertura delle loro campagne. TurboTax, di Intuit, ha approfittato del Super Bowl NFL per il sesto anno consecutivo. TurboTax ha prenotato il masthead CPD per il lunedì precedente al Big Game, con una creatività video che ha sottolineato come TurboTax Free Edition permetta di presentare senza difficoltà e in modo completamente gratuito la propria dichiarazione dei redditi. Al primo posizionamento è seguito un altro annuncio video masthead che introduce TurboTax Live, un nuovo prodotto che consente ai contribuenti di comunicare in diretta dal proprio dispositivo con esperti fiscali certificati con un solo clic. "Se consideriamo la portata, i tempi e la pertinenza, il masthead YouTube è un elemento essenziale della nostra strategia end-to-end di quest'anno per il Super Bowl. Il masthead è un ottimo metodo per presentare la nuova modalità di gestione delle tasse offerta da TurboTax Live, a cui si aggiunge ora la possibilità di collaborare su richiesta con Certified Public Accountants (revisori dei conti certificati) ed Enrolled Agent (commercialisti) in possesso di licenza IRS. È essenziale trovarsi al momento giusto in una posizione in primo piano e centrale su YouTube, la più grande piattaforma di video online, il giorno dopo il Super Bowl, il più importante sia per il football che per la pubblicità", ha dichiarato Cathleen Ryan, VP Marketing di TurboTax.  Masthead di TurboTax per dispositivi mobili La maggiore flessibilità garantita dall'acquisto con CPM, combinata con l'attrattiva del feed della home page di YouTube, offre un potenziale impatto del masthead senza precedenti. Qui puoi visualizzare l'anteprima del masthead con i tuoi contenuti e le personalizzazioni. Contatta il tuo team di vendita Google per ulteriori dettagli su questo posizionamento. Pubblicato da Amelia Vaduthalakuzhy, Product Manager, YouTube Ads   1. Dati interni di YouTube a livello globale, confronto tra gennaio 2015 e gennaio 2018. 2. Google/Ipsos Lab Experiments, Stati Uniti, 30 annunci testati su 3000 residenti negli Stati Uniti di età compresa tra 18 e 64 anni, marzo 2018.
    Ulteriori informazioni
  132. Raggiungere il massimo potenziale dell'account con il punteggio di ottimizzazione
    31 gennaio 2019
    In agosto, abbiamo introdotto il punteggio di ottimizzazione per aiutarvi a capire il potenziale di ottimizzazione dei vostri account. Questo punteggio, disponibile nella pagina Consigli, consente di migliorare il rendimento dell'account con le azioni suggerite, ad esempio la messa in pausa delle parole chiave, l'aggiunta di altri annunci o l'attivazione di offerte automatiche. Con i nostri consigli potrete incrementare le conversioni e trarre maggiore profitto dall'investimento fatto. Il punteggio di ottimizzazione viene indicato con un valore compreso tra 0% e 100%, dove 100% indica che si stanno sfruttando tutte le opportunità identificate in quel momento. Questo punteggio può essere utilizzato a livello di campagna, account o account amministratore. Nell'esempio riportato di seguito, questo account ha ricevuto un punteggio di ottimizzazione pari al 76,7%. Scegliendo di ignorare o seguire ognuno di questi consigli suggeriti, consentirete all'account di raggiungere un punteggio di ottimizzazione del 100%. Il punteggio di ottimizzazione ha portato al miglioramento di un gran numero di account: L'agenzia di marketing digitale Hanapin Marketing, che si occupa del blog PPC Hero, ha reso la pagina Consigli un punto centrale della routine di gestione dell'account. In seguito a un consiglio specifico, in un account si è passati dal CPC ottimizzato a una strategia Massimizza le conversioni completamente automatizzata che ha generato un aumento delle conversioni e una riduzione del CPA rispettivamente del 44% e del 32%. Wpromote, un'agenzia di marketing digitale, si affidava al punteggio di ottimizzazione per individuare opportunità di crescita per il suo account, continuando allo stesso tempo a raggiungere i target di efficienza definiti. In una campagna, ha utilizzato il punteggio di ottimizzazione per modificare la strategia di offerta. Dopo l'adozione delle offerte basate su CPA target in una campagna di remarketing, Wpromote ha registrato un aumento delle conversioni e una riduzione del CPA rispettivamente del 20% e del 16%. Per utilizzare il punteggio di ottimizzazione, occorre visualizzare la pagina Consigli del proprio account. Per massimizzare le probabilità di successo in Google Ads utilizzando il punteggio di ottimizzazione, è possibile consultare le best practice pubblicate di recente. Scritto da Blake Reese, Group Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  133. Nuovi modi per misurare l'incremento delle vendite su YouTube
    30 gennaio 2019
    Noi di YouTube da sempre crediamo che se si mette l'utente al primo posto, il resto viene da sé. Se gli spettatori hanno un luogo dove guardare contenuti video accattivanti, possiamo offrire ai nostri inserzionisti nuovi modi per raggiungere i clienti più pertinenti per loro. E grazie a questo scenario vantaggioso per tutti, YouTube ha un impatto enorme: analizzando gli studi Matched Panel Analysis (MPA) di Nielsen condotti fino ad oggi, notiamo che oltre il 70% delle campagne YouTube ha generato un incremento significativo delle vendite offline.1 Siamo consapevoli della necessità di essere responsabili degli strumenti di misurazione proprietari e di terze parti. Ecco perché lo scorso luglio abbiamo lanciato Google Measurement Partners, un programma che riunisce partnership nuove ed esistenti per offrire ai brand una varietà di opzioni per misurare i media pubblicitari. I partner del programma soddisfano rigorosi standard di precisione e utilizzano metodologie affidabili per misurare i KPI che contano per i professionisti del marketing. Lavoriamo a stretto contatto con loro per assicurarci che le loro soluzioni rispettino la privacy degli utenti. Sulla scia di questa iniziativa, offriamo la misura dell'incremento delle vendite anche con la collaborazione di Nielsen Catalina Solutions. Gli inserzionisti di prodotti di largo consumo negli Stati Uniti adesso hanno un nuovo partner che li aiuta a misurare, in forma aggregata, l'efficacia delle campagne YouTube in termini di vendite in negozio. Questo fa parte del nostro continuo investimento per garantire agli inserzionisti la possibilità di misurare i contenuti multimediali di YouTube nel rispetto della privacy con una serie di soluzioni di misurazione affidabili di terze parti. Per ulteriori informazioni su Nielsen Catalina Solutions e altri Google Measurement Partners, leggi qui. Scritto da Shreenath Regunathan, Product Manager, Google Ads Measurement https://measurementpartners.google.com/partners/   1. Studi Matched Panel Analysis commissionati a Nielsen. Base: 55 campagne YouTube del 2016-2017 in nove paesi. I risultati si basano su strategie comprovate che hanno generato un aumento superiore all'80% in base alla significatività di un test unilaterale.
    Ulteriori informazioni
  134. Estensione dell'accesso degli inserzionisti agli annunci video non ignorabili di 15 secondi
    22 gennaio 2019
    Dagli annunci bumper di sei secondi a quelli ignorabili di 30 secondi: grazie ai video digitali gli inserzionisti possono approfittare di un'ampia gamma di esperienze di visualizzazione e creatività di lunghezze diverse per raggiungere i propri obiettivi di comunicazione. Possono persino pubblicare creatività molto più lunghe con un pulsante che consente di saltare l'annuncio. Ognuno di questi formati svolge una particolare funzione nell'ambito delle campagne multimediali dei brand. Gli annunci non ignorabili di 15 secondi sono stati un elemento fondamentale della gamma di formati di YouTube fin dagli albori della piattaforma, ma gli inserzionisti potevano utilizzarlo solo mediante la prenotazione su YouTube, il metodo con cui potevano accedere a certe offerte come i Google Preferred. Ora estendiamo l'accesso agli inserzionisti che pubblicano campagne basate su aste. Ci siamo resi conto che gli inserzionisti devono poter accedere a tutta la gamma di opzioni di creatività, indipendentemente dal modo in cui le acquistano – in anticipo mediante prenotazione o tramite le aste di Google Ads – pertanto abbiamo reso gli annunci di 15 secondi non ignorabili disponibili in Google Ads e Display & Video 360, su YouTube e sui siti web dei partner video Google. Nel frattempo, manteniamo le protezioni del nostro sistema pubblicitario per limitare il numero massimo di annunci visualizzabili dagli utenti e, in tal modo, garantire loro un'ottima esperienza di visualizzazione su YouTube. Nel complesso, ci sentiamo di aver fatto un altro passo in avanti verso un'esperienza di acquisto più flessibile ed intuitiva, in cui tutti i formati sono accessibili a tutti gli inserzionisti, indipendentemente dal metodo di acquisto. Inizieremo oggi stesso a incrementare la disponibilità del formato, che diventerà completa nelle prossime settimane. Per aggiungere gli annunci video non ignorabili di 15 secondi alla tua strategia, accedi a Google Ads o Display & Video 360, crea una nuova campagna e scopri ulteriori informazioni in questo articolo del Centro assistenza.   Scritto da Ali Miller, Product Manager, Video Ads
    Ulteriori informazioni
  135. Generare più conversioni durante le festività con le ultime funzioni degli annunci display
    18 dicembre 2018
    Dal momento che il 61% degli acquirenti è interessato ad acquistare da nuovi retailer durante le festività, ti consigliamo di assicurarti che le tue campagne display siano configurate in modo da ottenere ottimi risultati anche con l'inizio del nuovo anno. Per aiutarti a massimizzare il ritorno sull'investimento durante la frenesia degli acquisti per il periodo festivo, ecco tre nuovi modi per aumentare le conversioni. Raggiungere più acquirenti con lo stesso budget Spesso i professionisti del marketing aumentano le offerte verso la fine del mese o di una campagna per sfruttare al massimo il budget. Questo processo può richiedere molto tempo e i risultati sono spesso imprevedibili. Ecco perché abbiamo creato uno strumento di espansione del pubblico, che ti consente di espandere la copertura per generare più conversioni con lo stesso costo per acquisizione (CPA) medio. Grazie ai feedback degli utenti abbiamo apportato alcuni miglioramenti a questo strumento. Ora puoi aumentare o diminuire la copertura di pubblico con maggiore granularità e visualizzare stime delle impressioni settimanali in base alla selezione. Muovi il dispositivo di scorrimento per vedere quante impressioni in più potresti ottenere con un rendimento simile e fai clic su "Salva".   Nuove impostazioni di espansione del pubblico per le campagne display   Gli inserzionisti che utilizzano questo strumento per migliorare il rendimento delle campagne display hanno ottenuto fino al 50% di conversioni in più con lo stesso investimento.1 Mostrare i prodotti giusti ai nuovi clienti Di recente abbiamo introdotto l'individuazione dinamica di potenziali clienti per aiutarti a mostrare il prodotto giusto ai clienti giusti su larga scala. Rispetto al remarketing dinamico, che mostra i prodotti ai clienti in base alle loro interazioni precedenti con il sito web, l'individuazione dinamica di potenziali clienti utilizza il feed di prodotti per mostrare quelli pertinenti agli acquirenti in base alle loro interazioni precedenti su Google e altri siti di publisher. Mediante l'utilizzo del machine learning, Google Ads valuta il rendimento dei prodotti nel feed per determinare quelli più pertinenti per gli interessi di ciascun utente e che hanno più probabilità di generare conversioni anche se l'utente non ha ancora visitato il tuo sito. Per aggiungere l'individuazione dinamica di potenziali clienti, collega un feed di prodotti esistente alla campagna display. Gli inserzionisti che hanno collegato un feed alla propria campagna display hanno registrato un aumento medio del ROI del 20%.2 Raggiungere più clienti ideali Se hai un grande inventario di prodotti o molte tipologie di clienti da raggiungere durante le festività, i segmenti di pubblico personalizzati per intenzione sono un ottimo modo per risparmiare tempo e raggiungere contemporaneamente anche i segmenti di pubblico più specifici. Inserisci parole chiave, URL o app e Google Ads ti consiglierà segmenti da aggiungere alla campagna. Per aiutarti a risparmiare ancora più tempo, ora puoi scegliere fra migliaia di nuovi segmenti creati automaticamente in base al tuo account. Con questi segmenti, ad esempio per i prodotti locali o l'elettronica, non hai bisogno di gestire centinaia o addirittura migliaia di parole chiave per raggiungere i clienti giusti.   Scegli tra migliaia di segmenti creati automaticamente con i segmenti di pubblico personalizzati per intenzione   Scritto da Tris Warkentin, Product Manager, Annunci display     1. Dati interni di Google per un ciclo della finestra di conversione, in base alle impostazioni del monitoraggio delle conversioni dell'inserzionista, ad esempio 30 giorni. Dati globali, novembre 2018. 2. Dati interni di Google globali. Settembre 2017. Miglioramento del rendimento non garantito.
    Ulteriori informazioni
  136. Presentazione del pagamento per le conversioni nelle campagne display
    13 dicembre 2018
    Puoi scegliere di pagare per le conversioni, anziché per i clic, quando utilizzi le campagne display. Pagare per le conversioni significa che paghi solo quando qualcuno genera una conversione sul tuo sito web o sulla tua app.  Supponiamo che il tuo CPA target sia $ 10 e che tu abbia generato 30 conversioni nel fine settimana. Pagherai esattamente $ 300, con un CPA effettivo di $ 10. Non ti verranno addebitati costi per clic o impressioni.  L'opzione di pagamento per le conversioni è disponibile solo se utilizzi il CPA target con le campagne display. Per iniziare, visita il Centro assistenza.   Pagamento per le conversioni nell'interfaccia utente di Google Ads.​   Scritto da Brent Besson, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  137. Nuova estensione di invito all'azione disponibile per gli annunci video
    11 dicembre 2018
    I video interattivi con funzionalità come schermate finali e inviti all'azione aiutano gli spettatori a conoscere il brand o il servizio e ad agire di conseguenza. Allo scopo di semplificare le nostre funzionalità di interattività per i diversi formati di annunci video, a gennaio 2019 ritireremo l'overlay di invito all'azione di YouTube e introdurremo una nuova estensione. Se il tuo obiettivo principale è generare conversioni o clic sul sito web, ti consigliamo di utilizzare TrueView for Action. Si tratta di un formato di annuncio con funzionalità integrate, ad esempio un invito all'azione che appare durante la riproduzione e alla fine dell'annuncio. È un ottimo esempio di come gli elementi interattivi possano migliorare il coinvolgimento degli spettatori e aiutarti a raggiungere più facilmente i tuoi obiettivi di marketing. Se vuoi proporre un invito all'azione, ma il tuo obiettivo principale è diverso dai clic o dalle conversioni (ad es. notorietà o considerazione), presto offriremo una nuova estensione di invito all'azione da applicare ad annunci TrueView in-stream e in seguito anche ad annunci bumper e annunci video discovery TrueView.  Per promuovere l'interazione con i video gratuiti, puoi comunque utilizzare schermate finali e varie schede.  Scopri qui come impostare un'estensione di invito all'azione per le campagne TrueView in-stream. Esempio di annuncio TrueView in-stream con una nuova estensione di invito all'azione.   Scritto da JR Futrell, Product Manager, Video Ads
    Ulteriori informazioni
  138. Altre lingue supportate e nuovi strumenti per gli annunci adattabili della rete di ricerca
    5 dicembre 2018
    Gli annunci adattabili della rete di ricerca combinano la creatività con la potenza del machine learning di Google per aiutarti a creare annunci più pertinenti. A partire da oggi, gli annunci adattabili della rete di ricerca sono disponibili in altre dieci lingue: Danese Olandese Italiano Giapponese Norvegese Polacco Portoghese Russo Svedese Turco Inoltre, per aiutarti a creare annunci adattabili della rete di ricerca più efficaci, stiamo introducendo quattro nuovi strumenti per i rapporti e i feedback: Visualizza i titoli e le descrizioni suggeriti quando crei un annuncio adattabile della rete di ricerca. Nei prossimi mesi questi suggerimenti verranno implementati in inglese, ma in seguito verranno aggiunte altre lingue. Ricevi feedback in tempo reale sull'efficacia dell'annuncio al momento della creazione degli annunci e identifica opportunità di miglioramento prima che questi ultimi inizino a essere pubblicati.  Rivedi gli aggiornamenti relativi all'efficacia dell'annuncio nella colonna Stato per verificare se i tuoi annunci stanno perdendo impressioni o non sono stati approvati.  Importa i titoli e le descrizioni dagli annunci di testo esistenti negli annunci adattabili della rete di ricerca presenti nello stesso gruppo di annunci. Questo strumento verrà implementato nelle prossime settimane e migliorerà il rendimento degli annunci. Best practice: abbiamo rilevato che, in media, gli inserzionisti che includono i titoli e le descrizioni degli annunci di testo esistenti nei loro annunci adattabili della rete di ricerca registrano fino al 10% di clic in più.1 Infatti, scrivendo annunci adattabili della rete di ricerca che utilizzano testi di annunci nuovi ed esistenti, Dell ha registrato un aumento dei clic e delle conversioni pari al 25% nelle sue campagne di giochi. Per iniziare a utilizzare gli annunci adattabili della rete di ricerca, consulta questa guida utile. Scritto da Sylvanus Bent, Product Manager, Google Ads   1. Esperimento Google, globale, novembre 2018
    Ulteriori informazioni
  139. Accesso più semplice ai rapporti su messaggi e chiamate
    27 novembre 2018
    A partire da questa settimana, le chiamate dalle estensioni di località possono essere conteggiate come conversioni dopo avere attivato il monitoraggio delle chiamate a livello di account. La durata predefinita di una chiamata che verrà conteggiata come una conversione è 60 secondi e potete modificare tale valore in qualsiasi momento in base ai vostri obiettivi aziendali. Misurare le chiamate di durata superiore a un certo valore può aiutarvi a capire quali campagne, annunci e parole chiave generano le interazioni con i clienti di qualità più alta. Inoltre, presto potrete accedere ai rapporti sui messaggi e sulle chiamate dalla scheda principale delle estensioni in Google Ads, così potrete valutare i risultati di ciascuna estensione in termini di telefonate e messaggi. Esaminate le nuove metriche come la percentuale di chiamata e la frequenza chat per ottimizzare il rendimento. Ulteriori informazioni sui rapporti sulle estensioni di località e sulle chiamate. Per ulteriori consigli e best practice per incrementare le chiamate con Google Ads, consultate la nostra guida aggiornata. Scritto da Michael Russo, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  140. Test dei pod di annunci disponibile su YouTube
    21 novembre 2018
    Da un nostro recente studio sull'esperienza utente emerge che, oltre a fattori quali la durata di annunci, gli spettatori sono molto sensibili alla frequenza delle interruzioni pubblicitarie, soprattutto durante sessioni di visualizzazione lunghe. Inoltre, abbiamo scoperto che un numero inferiore di interruzioni genera metriche utente migliori, tra cui tasso minore di abbandono dei contenuti e frequenza maggiore di visualizzazione degli annunci. Di conseguenza, abbiamo deciso di iniziare a eseguire dei test sui pod di annunci, ovvero un gruppo di due annunci in sequenza in cui gli utenti hanno la possibilità di passare direttamente ai contenuti se l'annuncio non è pertinente. Questa soluzione ha senso perché, se gli utenti vedono due annunci durante una pausa pubblicitaria, è meno probabile che verranno interrotti da altri annunci in un secondo momento. Lo scopo di questa nuova esperienza, che verrà lanciata sui desktop quest'anno e, in seguito, su dispositivi mobili e TV, è di soddisfare le preferenze degli spettatori e, al contempo, di aiutare gli inserzionisti a raggiungere i segmenti di pubblico più importanti. Scopri qui in che modo i comportamenti in continua evoluzione degli utenti promuovono nuove esperienze pubblicitarie su YouTube.   Esempio di pod di annunci su dispositivi mobili.
    Ulteriori informazioni
  141. Utilizzare le sequenze di annunci video per raccontare storie su più dispositivi e con più formati degli annunci
    16 novembre 2018
    All'inizio dell'anno abbiamo presentato le sequenze di annunci video: uno strumento che consente ai professionisti del marketing di superare i limiti di un singolo spot per raccontare una storia che si dipana nel tempo su vari dispositivi e grazie a più formati degli annunci. Oggi siamo lieti di annunciare che questo strumento è finalmente disponibile su scala mondiale in Google Ads. Le sequenze di annunci video aumentano l'impatto dei brand di qualsiasi dimensione e settore, e indipendentemente dagli obiettivi di marketing. Uno studio che abbiamo condotto recentemente dimostra che i video in sequenza aumentano in modo significativo la percentuale di completamento degli annunci. Inoltre, secondo un nuovo studio condotto in collaborazione con Ipsos, le sequenze di annunci di sei secondi e annunci TrueView aumentano l'impatto del brand lungo il percorso del cliente. Per essere più precisi, una sequenza composta da un annuncio di sei secondi seguito da uno TrueView ha un impatto notevole sul ricordo dell'annuncio e sull'intenzione di acquisto, con un incremento medio rispettivamente del 118% e del 40%.1 Questo studio dimostra il potenziale impatto di una maggiore esposizione di un pubblico omogeneo su attenzione, awareness e azione. I nostri studi condotti in collaborazione con Ipsos mostrano anche che approcci diversi alle creatività possono produrre risultati differenti. In particolare, abbiamo riscontrato che le sequenze che impiegano la stessa creatività tagliata in modi diversi sono più adatte per far aumentare le metriche della canalizzazione iniziale come il ricordo dell'annuncio, mentre le sequenze che utilizzano messaggi creativi diversi sono più utili per generare azioni, come l'intenzione di acquisto. Secondo i nostri dati, infatti, le sequenze con creatività diverse generano un incremento dell'intenzione di acquisto superiore del 67% rispetto a quelle che utilizzano una sola creatività.2 Mentre i brand sperimentano storie in più parti raccontate allo stesso spettatore nel tempo, azzeccare la sequenza giusta potrebbe essere la chiave per evitare che gli utenti ignorino i contenuti e invogliarli a eseguire azioni significative in seguito. Pensiamo ad esempio al caso di 20th Century Fox. 20th Century Fox ha utilizzato le sequenze di annunci video per reinventare la pubblicazione del trailer del film The Greatest Showman. La campagna ha registrato un aumento dell'awareness e della considerazione cinque volte superiore rispetto agli standard del settore. Sarebbe un grosso errore sottovalutare il potere che ha una storia di attirare e catturare l'attenzione degli spettatori, soprattutto con il panorama mediatico frammentato di oggi. Grazie alla loro flessibilità e capacità di dare vita a nuovi tipi di storie, gli strumenti digitali possono aiutarvi a creare connessioni significative e ad attirare l'attenzione degli spettatori superando i limiti di un solo touchpoint. Le sequenze di annunci video hanno proprio questo scopo: consentirvi di raccontare storie personalizzate in base a dati di alta qualità relativi a interessi e intenzioni, mostrandole agli spettatori in modo naturale mentre passano da uno schermo all'altro. Create subito una sequenza: non vediamo l'ora di scoprire le storie che avete da raccontare. Scritto da Ammar Ibrahim, Senior Product Manager, annunci video     1. Fonte: Google/Ipsos Lab Experiment, Stati Uniti, marzo 2018. 120 sequenze di video in totale, 40 sequenze per tipo, popolazione residente negli Stati Uniti di età compresa tra 18 e 64 anni. 2. Fonte: Google/Ipsos Lab Experiment, Stati Uniti, marzo 2018. 120 sequenze di video in totale, 40 sequenze per tipo, popolazione residente negli Stati Uniti di età compresa tra 18 e 64 anni.
    Ulteriori informazioni
  142. Utilizzare la quota impressioni target per aumentare la brand awareness
    15 novembre 2018
    Per alcune situazioni, avere un rendimento ideale significa mostrare i propri annunci quando si effettuano ricerche con determinati termini. Utilizzate la quota impressioni target per accertarvi che i vostri annunci raggiungano una soglia impressioni specifica. La quota impressioni target può essere utile per le campagne contenenti termini correlati al brand. Ad esempio, supponiamo che vogliate mostrare il vostro annuncio ogni volta che un utente cerca il vostro brand. Potete impostare la quota impressioni target su 100% in modo che il sistema provi a mostrare il vostro annuncio per ogni asta della campagna. Questa strategia di offerta può essere utile anche per aumentare la notorietà del brand. Supponiamo che pubblichiate annunci per un negozio di scarpe locale e che siate in competizione con negozi di scarpe più grandi. Potete concentrarvi sulle impressioni target per accertarvi che il vostro brand venga mostrato quando i clienti cercano prodotti o servizi nelle vicinanze della vostra attività. La quota impressioni target non può essere applicata a ogni situazione, pertanto è necessario continuare ad allineare le strategie di offerta agli obiettivi delle campagne. Obiettivo dell'attività Obiettivo della campagna Metodo Smart Bidding Aumentare le vendite o i lead Ottieni il maggior numero possibile di conversioni con un budget o un ROI fisso Massimizza le conversioni, CPA target Aumentare i profitti Ottieni un ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) redditizio per un tipo di campagna specifico ROAS target Aumentare i visitatori del sito web Ottieni il maggior numero possibile di clic sui tuoi siti web con il budget specificato Massimizza i clic Aumentare o consolidare la consapevolezza Mostra gli annunci in una determinata percentuale di aste idonee Quota impressioni target   Scritto da Josh Moser, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  143. Video, audio e copertura su larga scala: TrueView for reach è ora disponibile per tutti i brand a livello globale
    13 novembre 2018
    Per aiutarti a raggiungere più segmenti di pubblico su YouTube e aumentare l'efficienza e la flessibilità, ad aprile abbiamo introdotto TrueView for reach in versione beta. Oggi siamo lieti di annunciare che tutti i brand a livello globale possono utilizzare TrueView for reach in Google Ads e Display & Video 360. TrueView for reach offre il formato in-stream ignorabile, molto apprezzato, oltre alla semplicità di acquistarlo in base al CPM. Per raggiungere il pubblico preferito in modo più efficiente, puoi infatti pagare TrueView in-stream in base al costo per mille impressioni (CPM). Grazie a YouTube, un ambiente con contenuti audio e video che raggiungono percentuali di visualizzazione pari al 95%, hai anche la certezza che il pubblico veda e ascolti i tuoi annunci.1 Gli annunci TrueView for reach possono essere pubblicati su YouTube e partner video Google e sono adatti alle campagne con obiettivi di notorietà e copertura. Dai test iniziali è emerso che il 90% delle campagne TrueView for reach ha incrementato il ricordo dell'annuncio in modo significativo2. I brand globali stanno traendo grandi vantaggi dall'utilizzo di TrueView for reach. Per promuovere la notorietà di un nuovo prodotto in Francia, Philips ha eseguito un test circoscritto a quest'area geografica che comportava l'assegnazione del 25% del budget TV agli annunci bumper e TrueView for reach su YouTube. La decisione ha aumentato del 24% le vendite del prodotto. In Messico, Fanta si è affidata a TrueView for reach per raggiungere un pubblico più giovane su larga scala. La campagna ha raggiunto oltre dieci milioni di giovani di età compresa tra 18 e 24 anni in un solo mese e ha dato ottimi risultati rispetto all'impatto del brand, tra cui un incremento del 223% nelle ricerche organiche. Per configurare la tua prima campagna TrueView for reach in Google Ads, scegli l'obiettivo Notorietà del brand e copertura e segui le istruzioni per gli annunci in-stream ignorabili qui. Scritto da Khushbu Rathi, Product Manager, Video Ads     1. Dati delle piattaforme pubblicitarie di Google e DoubleClick a livello globale, maggio 2017 e dati interni di Google a livello globale, agosto 2016 2. Fonte: dati interni di YouTube a livello globale, luglio 2017
    Ulteriori informazioni
  144. Un nuovo flusso di lavoro per creare campagne basate sugli obiettivi
    8 novembre 2018
    Finora gli inserzionisti creavano campagne prima di specificare i loro obiettivi commerciali, ad esempio aumentare vendite o lead. Con il nuovo flusso di lavoro che abbiamo creato, ora gli inserzionisti possono prima definire gli obiettivi e poi ricevere suggerimenti pertinenti su come configurare il resto della campagna. Ad esempio, se hai scelto come obiettivo di aumentare le vendite, ti verranno consigliati i tipi di campagna più efficaci per aiutarti a raggiungerlo: in questo caso, campagne display, Shopping e sulla rete di ricerca. Se, invece, hai scelto la notorietà del brand e la copertura come obiettivi, ti verranno suggerite le campagne display e video. Il tuo obiettivo stimolerà anche suggerimenti pertinenti per altre impostazioni della campagna, tra cui: Sottotipi di campagna Formati degli annunci Estensioni annuncio Offerte Se preferisci un processo di creazione delle campagne più semplice e in linea con il tuo obiettivo commerciale, prova questo nuovo flusso di lavoro. Scritto da Jeannie Zhang, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  145. Aggiornamenti al componente aggiuntivo di Google Ads per Fogli Google
    Novembre
    A luglio abbiamo introdotto il componente aggiuntivo di Google Ads per Fogli Google. Da allora, abbiamo ricevuto molti feedback utili su questa funzione. Gli utenti ci hanno fatto capire chiaramente di volere che i dati nei fogli vengano aggiornati automaticamente. A tal fine, abbiamo aggiunto la possibilità di pianificare quando vengono aggiornati i fogli, pertanto non devi più fare clic sull'opzione "Aggiorna" ogni volta che controlli i fogli. Adesso puoi pianificare i rapporti in modo che vengano eseguiti con cadenza giornaliera, settimanale o mensile.  Abbiamo anche capito che gli utenti vogliono che siano disponibili più rapporti attraverso il componente aggiuntivo. Adesso puoi accedere a più tipi di rapporti, tra cui: Parole chiave per la Rete Display e video Dispositivi Pagine di destinazione Aggiustamenti delle offerte avanzati Non hai ancora installato il componente aggiuntivo? Puoi farlo qui. Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  146. Quattro nuove metriche sulla posizione dell'annuncio della rete di ricerca
    6 novembre 2018
    È importante capire dove compaiono gli annunci nella pagina dei risultati di ricerca. Ad esempio, sapere se l'annuncio viene pubblicato con una frequenza maggiore o minore nella parte superiore dei risultati di ricerca può essere utile per diagnosticare cambiamenti significativi della percentuale di clic. Inoltre, conoscere la percentuale di impressioni superiori idonee che si stanno acquisendo permette di decidere se aumentare le offerte e la qualità. Contrariamente a quanto si pensa, la posizione media non indica dove viene visualizzato l'annuncio nella pagina, ma l'ordine con cui viene pubblicato rispetto agli altri annunci nell'asta. Di conseguenza, la posizione media "1" indica che l'annuncio compare prima di tutti gli altri, ma non significa necessariamente che sia stato pubblicato all'inizio della pagina. A volte non ne viene visualizzato nessuno sopra i risultati della ricerca organica, pertanto l'annuncio con una posizione pari a "1" compare in fondo alla pagina. Per questo motivo stiamo lanciando quattro nuove metriche nelle prossime settimane che, a differenza della posizione media, mostrano informazioni chiare su dove vengono visualizzati gli annunci nella pagina dei risultati di ricerca. % impr. (superiore assoluta): indica la percentuale di impressioni dell'annuncio pubblicate come primo annuncio sopra i risultati della ricerca organica. % impr. (superiore): indica la percentuale delle impressioni dell'annuncio che vengono pubblicate in qualsiasi punto sopra i risultati della ricerca organica. QI sulla rete di ricerca (superiore assoluta): indica il numero di impressioni ricevute nella posizione superiore assoluta (il primo annuncio sopra i risultati della ricerca organica) diviso per il numero stimato di impressioni che avresti potuto ricevere nella posizione superiore. QI sulla rete di ricerca (superiore): indica il numero di impressioni ricevute nella posizione superiore (in qualsiasi punto sopra i risultati della ricerca organica) diviso per il numero stimato di impressioni che avresti potuto ricevere nella posizione superiore. Le prime due metriche, "% impr. (superiore assoluta)" e "% impr. (superiore)", sono indicatori specifici per la posizione della pagina. Utilizzale per determinare quando e dove le impressioni vengono pubblicate sopra i risultati della ricerca organica. Le altre due metriche, "QI sulla rete di ricerca (superiore assoluta)" e "QI sulla rete di ricerca (superiore)", indicano la quota di impressioni superiori idonee. Sono i migliori indicatori dell'opportunità di pubblicare gli annunci in posizioni di maggior risalto. Se il tuo obiettivo è fare offerte per la posizione della pagina, devi utilizzare queste metriche. Siamo lavorando per integrare queste metriche nelle opzioni per le offerte automatiche in Google Ads.  Riepilogando, se utilizzi la posizione media per sapere in quale punto della pagina vengono pubblicati gli annunci, ti conviene utilizzare "% impr. (superiore assoluta)" e "% impr. (superiore)". Se invece la utilizzi per fare offerte su una posizione della pagina, è meglio utilizzare "QI sulla rete di ricerca (superiore assoluta)" e "QI sulla rete di ricerca (superiore)". Scritto da Julien Jacquet, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  147. La segmentazione "Nuovi vs Di Ritorno" per le visite in negozio è ora disponibile
    29 ottobre 2018
    Gli inserzionisti che misurano le visite in negozio ora possono comprendere meglio quante di queste provengono da clienti nuovi o abituali. Utilizza queste informazioni per personalizzare i tuoi messaggi (ad esempio proponendo offerte specifiche ai nuovi clienti) o modificare la tua strategia di marketing per raggiungere i segmenti di clientela più importanti. Immaginiamo che il tuo obiettivo di business sia massimizzare le vendite relative ai clienti esistenti. In questo caso devi identificare quali campagne e gruppi di annunci raggiungono il maggior numero di clienti di ritorno e concentrare qui il budget, l'incremento dell'offerta e l'espansione delle parole chiave. Scritto da Victor Zhu, Product Manager, Online-to-Offline Measurement
    Ulteriori informazioni
  148. Due nuove funzionalità disponibili per lo strumento Anteprima e diagnosi annunci
    26 ottobre 2018
    Lo strumento Anteprima e diagnosi annunci vi consente di sapere quali annunci vengono visualizzati per la vostra parola chiave. Potete inserire un termine di ricerca e vedere un'anteprima della pagina dei risultati della ricerca di Google come sarà visualizzata dagli utenti. È preferibile utilizzare questo strumento, invece di effettuare una ricerca su Google perché non influisce sulle metriche dell'annuncio. Inoltre se gli annunci non vengono pubblicati, lo strumento ne diagnostica il motivo. Ora, con le due nuove funzionalità integrate a questo strumento, potrete anche avere una visione più chiara di chi sta visualizzando gli annunci e intraprendere un'azione immediata per mostrarli. Guardare quali annunci vengono pubblicati per un determinato pubblico Fino ad ora potevate utilizzare lo strumento Anteprima e diagnosi annunci per visualizzare l'anteprima degli annunci in base al termine di ricerca e quindi filtrarli per area geografica, lingua e tipo di dispositivo. Tuttavia, non potevate filtrarli per pubblico. Ora lo strumento Anteprima e diagnosi annunci supporta anche il filtro per segmenti di pubblico Ricerca. Potete fare clic sul widget Destinatari per selezionare l'elenco dei segmenti di pubblico che preferite. Se nelle campagne utilizzate l'impostazione "Targeting" (in precedenza "Targeting e offerta"), potrete vedere quali annunci vengono mostrati al vostro pubblico. Se utilizzate l'impostazione "Osservazione" (in precedenza "Solo offerta"), potrete vedere a che altezza della pagina apparirà l'annuncio in base alle offerte fatte per il pubblico selezionato. Intraprendere un'azione immediata per mostrare gli annunci Se gli annunci non vengono visualizzati, lo strumento Anteprima e diagnosi annunci ne indica il motivo. In precedenza, dopo aver diagnosticato il problema, si doveva navigare nell'account e apportare le modifiche necessarie per mostrare gli annunci. Ora potete risolvere i problemi rilevati senza uscire dallo strumento, a partire da eventuali modifiche ai budget delle campagne. Se il motivo per la mancata pubblicazione dell'annuncio è legato al budget, potrete semplicemente fare clic su "Modifica budget" e modificarlo direttamente dallo strumento. Queste due implementazioni dello strumento Anteprima e diagnosi annunci dovrebbero fornirvi maggiori informazioni su chi vede gli annunci e farvi risparmiare tempo rispetto con flussi di lavoro correlati. Scritto da Sylvanus Bent, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  149. Modi più semplici per gestire i messaggi
    25 ottobre 2018
    Nelle prossime settimane introdurremo due miglioramenti agli annunci clic per messaggio: L'inoltro di email: invia SMS alla vostra email, così non è più necessario fornire un numero telefonico per utilizzare le estensioni messaggi. Rispondendo all'email invierete automaticamente un SMS di risposta al vostro cliente. La risposta automatica: invia ai clienti un messaggio preimpostato non appena vi arriva un loro messaggio. Ad esempio, potete rispondere automaticamente con "Grazie per il messaggio. Ti risponderemo entro un'ora." Per misurare il successo degli annunci clic per messaggio, stiamo ampliando i rapporti sui messaggi per includerne le conversioni. Sarà possible specificare il numero di scambi avviati dall'utente necessari per definire una conversione. Ad esempio, se generalmente occorrono due o più scambi affinché un cliente ordini una cena al vostro ristorante, potete impostare tale numero come soglia di conversione. Scritto da Kishore Kanakamedala, Director of Product Management
    Ulteriori informazioni
  150. Utilizzare il monitoraggio parallelo per accelerare i tempi di caricamento e migliorare l'esperienza utente
    22 ottobre 2018
    La velocità è importante: il 53% degli utenti abbandona un sito per dispositivi mobili che impiega più di tre secondi per caricarsi. Per ottenere il massimo da Google Ads, è fondamentale che il sito si carichi nel più breve tempo possibile. Il tradizionale monitoraggio dei clic può rallentare il caricamento della pagina e non garantisce che il dispositivo di monitoraggio non crei problemi. Il monitoraggio parallelo, invece, indirizza gli utenti direttamente alle pagine di destinazione, lavorando al tempo stesso in background. In tal modo i tempi di caricamento sono molto più rapidi. I siti che utilizzano il monitoraggio parallelo impiegano fino a cinque secondi in meno per caricarsi1. Questa funzionalità ti aiuta anche a ricavare il massimo dalle pagine di destinazione AMP, in quanto consente tempi di caricamento quasi istantanei. A partire dal 30 ottobre 2018, il monitoraggio parallelo sarà obbligatorio per tutti i partner terzi Google Ads. Se utilizzi una terza parte per gestire la misurazione dei clic sugli annunci, contattalo per verificare di essere pronto per l'aggiornamento. In caso contrario, scopri cosa fare per preparare il sito. Poiché il monitoraggio parallelo è progettato per offrire un'esperienza utente più gradevole sulla pagina di destinazione, è possibile che anche il rendimento migliori. Despegar è la più grande agenzia di viaggi online dell'America Latina. Per una buona riuscita quando si generano lead online, velocità ed esperienza utente sono fondamentali. Una diminuzione del tempo di caricamento, come quello che si verifica dopo aver implementato il monitoraggio parallelo, è un ottimo risultato.   "La riduzione dei tempi di caricamento migliora notevolmente l'esperienza utente ed è molto importante per chi dispone di connessioni a Internet più lente." - Daniel Altman, Responsabile sviluppo software, Despegar   Se non lo hai già fatto, inizia una conversazione sul monitoraggio con i fornitori di strumenti Google Ads di terze parti. A partire dal 30 ottobre, il monitoraggio parallelo sarà obbligatorio per tutte le campagne Shopping e sulla rete di ricerca. Scritto da Jon Diorio, Group Product Manager, Google Ads     1Dati interni di Google, settembre 2018
    Ulteriori informazioni
  151. Nuovi rapporti sulle pagine di destinazione predefiniti
    16 ottobre 2018
    Sono disponibili due nuovi rapporti predefiniti nell'Editor rapporti: il rapporto sulle pagine di destinazione e il rapporto pagine di destinazione espanse. Entrambi i rapporti sono disponibili nella pagina "Pagine di destinazione". Tuttavia, presto potrai modificarli e generare grafici nell'editor rapporti, nonché aggiungerli alle dashboard personalizzate. Il rapporto sulle pagine di destinazione è una versione migliorata del rapporto sugli URL finali, poiché contiene colonne aggiuntive: Punteggio velocità su dispositivi mobili Percentuale di clic per pagine ottimizzate per dispositivi mobili Percentuale di clic per pagine AMP valide Il rapporto sulle pagine di destinazione espanse include tutte le stesse colonne del rapporto sulle pagine di destinazione, ma mostra anche gli URL che gli utenti raggiungono dopo che sono state apportate sostituzioni contestuali e sono stati aggiunti i parametri personalizzati. Potrai interagire facilmente con tutti i dati sul rendimento delle pagine di destinazione tramite grafici e tabelle multidimensionali. Ad esempio, puoi creare un grafico a torta per le conversioni segmentati per pagine di destinazione espanse o pagine di destinazione.
    Ulteriori informazioni
  152. Lancio della nuova categoria di dispositivi per schermi TV per raggiungere gli utenti YouTube su TV dotate di connessione
    16 ottobre 2018
    Ogni giorno in media gli utenti guardano video YouTube per oltre 180 milioni di ore sugli schermi TV.1 Sappiamo che i professionisti del marketing vogliono trarre vantaggio da questo nuovo modo di vedere i contenuti video. Ecco perché abbiamo lavorato molto per creare un'esperienza YouTube coinvolgente per decoder, console per videogiochi, dispositivi di streaming come Chromecast e smart TV di tutti i tipi. Stiamo introducendo il tipo di dispositivo per schermi TV per permetterti di raggiungere più facilmente un pubblico coinvolto e giusto per te, che guarda YouTube proprio sul primo dispositivo creato apposta per visualizzare i video: la TV. In Google Ads (in precedenza AdWords) e Display & Video 360 (in precedenza DBM) questa nuova categoria di dispositivi raggruppa computer, smartphone e tablet. Ciò significa che puoi personalizzare le tue campagne per TV dotate di connessione, ad esempio utilizzando una creatività diversa o impostando un determinato aggiustamento delle offerte per dispositivo. Per determinare l'impatto di questi annunci nel tuo contesto pubblicitario globale, puoi anche consultare i rapporti per gli annunci che appaiono sugli schermi TV. In base ai dati rilevati tramite Ipsos Lab Experiments, abbiamo già visto che le persone reagiscono in modo positivo agli annunci sullo schermo TV. Gli annunci di YouTube apparsi in TV hanno aumentato in modo significativo il ricordo dell'annuncio e l'intenzione di acquisto, con un incremento medio rispettivamente del 47% e del 35%.2 Alcuni clienti, come Pixability, si sono dichiarati entusiasti della funzionalità: "I consumatori stanno annullando gli abbonamenti alla TV via cavo e gli inserzionisti possono approfittare di questa straordinaria opportunità per fare arrivare al pubblico i loro video digitali direttamente nel salotto di casa. Con il lancio su YouTube della misurazione e del targeting per dispositivi per gli schermi TV, i nostri clienti non sono solo in grado di comprendere meglio il modo in cui il loro pubblico guarda i dispositivi di questo tipo, ma possono anche entrare maggiormente in sintonia con il loro pubblico mentre quest'ultimo si rilassa guardando la TV". - David George, CEO, Pixability Comincia oggi stesso a raggiungere gli utenti su dispositivi che riproducono in streaming contenuti per la TV, come smart TV, console per videogiochi e dispositivi di streaming come Chromecast. Per saperne di più, fai clic qui.   1Dati interni di Google a livello globale, giugno 2018, basati su una visione media della TV di sette giorni. 2Google/Ipsos Lab Experiments, Stati Uniti, marzo 2018 (32 annunci, 800 residenti negli Stati Uniti di età compresa tra 18 e 64 anni).
    Ulteriori informazioni
  153. Nuova attribuzione per gli annunci TrueView for Action
    12 ottobre 2018
    Non sempre le persone interagiscono subito con gli annunci video; spesso lo fanno un paio di giorni dopo la sessione di visualizzazione. Ad esempio, supponiamo che tu voglia rendere la tua casa un po' più smart, per guadagnare in efficienza e risparmiare sulle bollette. Vedi un annuncio video su YouTube per il termostato intelligente Nest che attira il tuo interesse, ma hai bisogno di rifletterci meglio prima di procedere con l'acquisto. Decidi di fare altre ricerche per poi comprarlo online due o tre giorni dopo. Quel video che hai visto su YouTube non ha generato un clic, ma ne ha piantato il seme. Dall'ispirazione iniziale alla decisione finale, i video online esercitano un'enorme influenza sul percorso del consumatore di oggi.  Oltre il 90% dei consumatori afferma di aver scoperto nuovi prodotti e marchi su YouTube e il tempo di visualizzazione dei video di YouTube su "quale prodotto acquistare" raddoppia di anno in anno. Per capire il ruolo dei video nel percorso di acquisto, è importante essere precisi nell'attribuzione. Osservando la relazione tra l'esposizione degli annunci video e le conversioni, abbiamo determinato che la finestra di attribuzione predefinita per gli annunci TrueView for Action doveva essere modificata. Per aiutarti a valutare in modo più preciso l'impatto dei tuoi annunci video, stiamo regolando la finestra di attribuzione predefinita per gli annunci TrueView for Action su dieci secondi, con una finestra di conversione predefinita di tre giorni (da 30 secondi, con una finestra di conversione di 30 giorni).  Ecco cosa cambierà:  Se utilizzi le strategie di offerta Massimizza le conversioni o CPA target, il nostro sistema conterà un "Coinvolgimento" ogni volta che un utente fa clic sul tuo annuncio TrueView for Action o lo guarda per almeno dieci secondi.  Per impostazione predefinita, verrà conteggiata una "Conversione" quando un utente esegue un'azione sull'annuncio entro 3 giorni da un "Coinvolgimento". Se preferisci un'alternativa, puoi chiedere al tuo team di Google di personalizzare questo periodo di tempo.   Per gli utenti che fanno clic sul tuo annuncio, verranno comunque attribuite conversioni in base alla finestra di conversione impostata (il valore predefinito è 30 giorni). Per implementare modifiche informate, abbiamo condotto esperimenti su larga scala per analizzare il volume di conversione incrementale generato dagli annunci TrueView for Action di inserzionisti appartenenti ai settori più vari, con riferimento a diversi tipi di conversione. Ecco cosa puoi aspettarti:  Conteggio delle conversioni più accurato  Tempi più rapidi di incremento per le campagne CPA target  Rapporti più aggiornati grazie a un tempo di conversione ridotto Non è richiesta alcuna azione da parte tua per usufruire di questi miglioramenti. Fai clic qui per ulteriori informazioni sulla misurazione degli annunci video.   Scritto da Nicky Rettke, Group Product Manager, YouTube  
    Ulteriori informazioni
  154. Copiare le preferenze per le colonne nella nuova esperienza Google Ads
    1 ottobre 2018
    In base al feedback degli utenti, crediamo potrebbe interessarti un modo semplice per copiare le tue preferenze per le colonne dalla versione precedente di Google Ads a quella nuova. Ecco come puoi fare: nella nuova esperienza Google Ads, vai a Strumenti > Preferenze > Preferenze per le colonne e fai clic su "Copia colonne". Tutte le colonne impostate per le tabelle statistiche verranno copiate in tutti i tuoi account. Ad esempio, se la tua tabella delle statistiche "Campagne" ha sempre mostrato "Clic", "Impressioni", "Costo", "Conversioni" e "Costo/conv.", puoi ora copiare tali preferenze nella nuova esperienza Google Ads con un solo clic. Questa funzione è disponibile anche se non hai più accesso alla versione precedente.  Copia subito le tue preferenze per le colonne. Sono necessarie 24 ore affinché queste vengano aggiornate nella nuova esperienza Google Ads. Scritto da Abhishek Kumar, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  155. Migliorare la velocità del sito per dispositivi mobili in vista delle festività
    Aggiornamento sul monitoraggio parallelo: supporto alla pubblicità display e video
    Con le festività alle porte, è molto importante assicurare un'esperienza ottimale e veloce ai clienti che visitano il tuo sito per dispositivi mobili. La velocità è importante per i siti di questo tipo, perché migliora l'esperienza utente, genera più conversioni per gli inserzionisti e ne riduce la spesa per i clic con rimbalzo. Per questo motivo, all'inizio dell'anno abbiamo lanciato il monitoraggio parallelo (blog | Centro assistenza) per le campagne Shopping e quelle sulla rete di ricerca per dispositivi mobili. I primi dati mostrano che chi utilizza il monitoraggio parallelo ha notato che le pagine impiegano fino a cinque secondi in meno a caricarsi.1   Questo è un promemoria sul monitoraggio parallelo che diventerà obbligatorio per tutti gli inserzionisti con campagne Shopping e sulla rete di ricerca a partire dal 30 ottobre 2018. A marzo 2019 estenderemo il monitoraggio parallelo alle campagne display e video per dispositivi mobili. Ciò significa che gli inserzionisti che fanno pubblicità display e video non avranno bisogno di effettuare aggiornamenti fino a dopo le festività natalizie. Se sei un inserzionista con campagne Shopping o sulla rete di ricerca, continua a collaborare con i fornitori di misurazione dei clic per assicurarti che siano pronti per la scadenza del 30 ottobre. In questo modo eviterai interruzioni nel sistema di misurazione dei clic. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio parallelo, fai clic qui.   1. Dati interni di Google, settembre 2018 
    Ulteriori informazioni
  156. Estendere l'impatto delle campagne video con i partner video Google
    26 settembre 2018
    YouTube viene visitato ogni mese da più di 1,9 miliardi di spettatori e offre ai brand un'esposizione di forte impatto con un pubblico coinvolto, la visibilità leader nel settore e risultati aziendali comprovati. YouTube non è, però, l'unico spazio per guardare video: ci sono anche il Web, i giochi e le app. Per aiutarti a trovare altri potenziali clienti quando questi interagiscono con contenuti diversi da quelli di YouTube, ti proponiamo i partner video Google. Si tratta di una raccolta di app per dispositivi mobili e siti dei nostri publisher partner, che offrono contenuti video di alta qualità adatti ai brand e una copertura di pubblico che spazia oltre i confini di YouTube. L'inventario dei partner video Google è accessibile tramite Google Ads e Display & Video 360 ed è integrato nelle funzionalità di pianificazione e misurazione che già conosci per YouTube, tra cui Strumento di pianificazione della copertura, Unique Reach e Visualizzazione attiva. Perché le tue campagne che ricorrono a partner video Google siano in linea con i tuoi obiettivi, offriamo una vasta gamma di formati video, tra cui TrueView in-stream, annunci bumper di sei secondi e annunci video outstream. Queste integrazioni perfette aiutano a far crescere l'impatto della pubblicità video. Sappiamo che pubblicare annunci su siti partner video è un modo efficace per ampliare la copertura della campagna, ma cosa succede all'impatto? Per rispondere alla domanda, abbiamo analizzato i risultati sull'impatto del brand sia delle campagne TrueView in-stream su YouTube sia dei partner video Google. Abbiamo raccolto centinaia di migliaia di risposte ai sondaggi in 41 studi sull'impatto del brand condotti per vari dispositivi su YouTube e partner video Google, poi abbiamo calcolato in modo indipendente l'impatto di ogni origine dell'inventario. Abbiamo osservato che le impressioni degli annunci sui partner video Google hanno generato un incremento del ricordo dell'annuncio pari a quello delle impressioni su YouTube e sono risultate altrettanto vantaggiose a livello economico. Questa ricerca dimostra che i partner video Google svolgono un ruolo importante nel massimizzare la copertura e l'impatto delle campagne video. Gli utenti utilizzano i contenuti online in modi sempre diversi. Con i partner video Google aiutiamo gli inserzionisti a estendere la copertura e l'impatto della pubblicità video, dando loro accesso a publisher di alta qualità riconosciuti tra i migliori per il Web e le app. Per misurare la copertura incrementale e l'impatto del brand dopo aver aggiunto partner video Google alle tue campagne YouTube, parla al tuo account manager Google. Scritto da Armen Mkrtchyan, Product Manager, Video Ads
    Ulteriori informazioni
  157. Utilizzare Smart Bidding per i partner di ricerca
    25 settembre 2018
    I partner di ricerca sono siti che collaborano con Google per pubblicare gli annunci nelle pagine dei risultati di ricerca, in quelle delle directory dei siti o in altre pagine correlate alla ricerca di un utente. La determinazione intelligente del prezzo è stata da sempre alla base delle offerte manuali per i partner di ricerca. In futuro, potrai utilizzare Smart Bidding per i siti dei partner di ricerca se hai attivato il monitoraggio delle conversioni. Smart Bidding garantisce un rendimento migliore grazie a una gamma più vasta di indicatori contestuali al fine di ottimizzare le offerte per ogni asta. Smart Bidding cercherà di massimizzare le conversioni sui partner di ricerca a un costo per conversione simile a quello di Ricerca Google. Ad esempio, se hai un costo per conversione di € 50 su Ricerca Google, ma tassi di conversione più bassi sui siti partner, Smart Bidding potrebbe ridurre le offerte per raggiungere un costo per conversione di € 50. Se, invece, ottieni un tasso di conversione migliore dal sito di un partner di ricerca, Smart Bidding potrebbe aumentare l'offerta per generare più traffico e conversioni dal sito in questione al costo per conversione di € 50 che ricevi su Ricerca Google. Scritto da Josh Moser, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  158. Invogliare gli acquirenti indecisi con annunci immagine Shopping
    14 settembre 2018
    Un terzo degli acquirenti che ha effettuato acquisti per le festività ha dichiarato di aver cercato le immagini dei prodotti di proprio interesse prima di recarsi in negozio e acquistare. La diffusione dello street style e degli influencer online mostra come si guardi sempre più alle immagini degli stili di vita per trovare un'ispirazione. Le immagini Shopping consentono di evidenziare gli annunci Shopping nei contenuti curati pubblicati dei publisher partner. Per i publisher, significa dare agli acquirenti più possibilità di fare acquisti. Ad esempio, un'acquirente potrebbe visitare il suo blog preferito This Time Tomorrow e visualizzare una selezione visiva di offerte simili dopo aver fatto clic sull'icona tag dell'immagine. L'anno prossimo continueremo a estendere questa esperienza per offrirla a un maggior numero di publisher, ma anche a provare a utilizzare nuove piattaforme come Google Ricerca immagini, che gli acquirenti usano alla ricerca di un'ispirazione. A sinistra: esperienza dei publisher con le immagini Shopping A destra: esperienza con Ricerca Immagini Scritto da Surojit Chatterjee, Director of Product Management, Google Shopping
    Ulteriori informazioni
  159. Aiutare i clienti a scoprire nuovi prodotti e brand con i video negli annunci Shopping vetrina
    13 settembre 2018
    Per trovare nuovi prodotti e restringere le possibili scelte, quasi due terzi degli clienti affermano che i video online hanno dato loro delle idee per i prossimi acquisti e oltre il 90% di questi utenti dichiara che hanno scoperto nuovi prodotti e brand tramite YouTube. I video negli annunci Shopping vetrina permettono agli acquirenti di interagire più a fondo con i prodotti. Questa è la nostra prima unità pubblicitaria per la rete di ricerca al dettaglio che include i video ed è progettata per aiutarti a fornire agli acquirenti un'esperienza più coinvolgente e contestualizzata. I video negli annunci Shopping vetrina sono stati lanciati l'anno scorso. In pratica, è possibile caricare più immagini in un singolo annuncio e promuovere ciò che offri mediante immagini avvincenti, descrizioni, prodotti e promozioni correlate. Dal momento del lancio, abbiamo notato che la posizione superiore della vetrina genera una percentuale di clic 3,6 volte superiore al CTR medio. Inoltre, la vetrina consente di ottenere un 20% di merito di conversione in più con l'attribuzione del primo clic. Alcuni rivenditori come Venus Fashion stanno registrando ottimi risultati grazie all'acquisizione di nuovi clienti, tanto che il 68% degli acquisti proviene da nuovi acquirenti che interagiscono con gli annunci vetrina di Venus. Questo formato è disponibile per gli inserzionisti che già pubblicano annunci Shopping vetrina. Scritto da Surojit Chatterjee, Director of Product Management, Google Shopping
    Ulteriori informazioni
  160. Gli annunci video verticali sono ora disponibili per le campagne universali per app e TrueView su YouTube
    12 settembre 2018
    A livello globale, più del 70% del tempo di visualizzazione di YouTube è speso su dispositivi mobili1. Per coinvolgere questi spettatori in modo efficace, è importante adattare le campagne universali per app e TrueView ai loro comportamenti di visualizzazione e creare diversi tipi di annunci video, inclusi quelli quadrati e verticali. Stiamo lanciando gli annunci video verticali per rendere più omogenea l'esperienza degli utenti sui dispositivi mobili. Con questo tipo di annunci per le campagne universali per app e TrueView su YouTube, dopo che avete caricato un video verticale, quando un utente vede l'annuncio sul dispositivo mobile, il player si espande in base alle dimensioni del video. Gli annunci video verticali sono come la tela di un pittore, grande e attraente: possono essere utilizzati per comunicare un messaggio sui dispositivi mobili e permettono di coinvolgere i clienti nel modo più adeguato alle loro preferenze di visualizzazione. Gli annunci di questo tipo sono anche un ottimo complemento ai video orizzontali. Per ottimizzare l'impatto del brand, consigliamo di utilizzare file video sia verticali sia orizzontali nella stessa campagna. Di recente Hyundai ha collaudato la funzionalità degli annunci video verticali di YouTube in combinazione con i propri file video orizzontali per presentare un nuovo modello di SUV a livello globale. Ne è risultato un incremento del 33% della notorietà del brand e una crescita di quasi il 12% della considerazione. Ulteriori informazioni su specifiche tecniche e best practice per gli annunci video verticali sono disponibili qui. Scritto da Ali Miller, Group Product Manager, Video Ads     1. Dati interni di YouTube a livello mondiale, aprile 2017 - marzo 2018. I dispositivi mobili includono i tablet.
    Ulteriori informazioni
  161. Utilizzare e testare Accelerated Mobile Pages (AMP) in Google Ads
    31 agosto 2018
    Le pagine Accelerated Mobile Pages (AMP) si caricano quasi istantaneamente per gli utenti di dispositivi mobili. Ad oggi, puoi utilizzare gli esperimenti campagna Google Ads o le varianti dell'annuncio per eseguire test sull'impatto delle tue pagine AMP rispetto alle pagine web convenzionali. Troverai qui ulteriori informazioni sui vantaggi e gli svantaggi di ogni approccio per eseguire test sulle pagine AMP. Per rendere i test AMP ancora più approfonditi, abbiamo sviluppato una nuova metodologia di test per gli esperimenti campagna nota come "segmenti basati sui cookie". Questo nuovo tipo di test è in linea con l'approccio basato sui cookie delle varianti dell'annuncio. Ti consigliamo di utilizzarlo quando esegui test sulle pagine AMP tramite gli esperimenti campagna. Per impostazione predefinita, gli utenti vengono assegnati dagli esperimenti campagna a un test o un gruppo di controllo ogni volta che eseguono una ricerca, in base a una metodologia detta anche "segmenti basati sulla ricerca". Ciò significa che un determinato utente può visualizzare sia le esperienze di test sia quelle di controllo nel corso di una giornata. Al contrario, la nuova metodologia "segmenti basati sui cookie" assegna gli utenti al test o al gruppo di controllo. Di conseguenza, un dato utente vedrà sempre e solo la tua pagina AMP (se si trova nel gruppo di test) o la tua pagina non AMP (se è nel gruppo di controllo). Ci auguriamo che in tal modo tu riesca a testare meglio quanto sia efficace l'indirizzamento del traffico dei tuoi annunci della rete di ricerca verso le pagine AMP.
    Ulteriori informazioni
  162. Trasmettere i migliori messaggi possibili sul Web con annunci display adattabili
    10 settembre 2018
    I consumatori possono trarre grandi vantaggi da annunci display efficaci con immagini avvincenti e informazioni utili. Tuttavia, non è facile mostrare gli annunci più pertinenti e coinvolgenti in assoluto su milioni di siti web e app. Per questo motivo stiamo implementando gli annunci display adattabili, che combinano la tua creatività alla potenza del machine learning di Google per pubblicare annunci pertinenti e redditizi sul Web e su larga scala. Basta fornire poche e semplici informazioni sulla tua attività: fino a 15 immagini, 5 titoli, 5 descrizioni e 5 loghi. Google utilizza il machine learning per provare diverse combinazioni e pubblicare gli annunci che funzionano meglio. In media, gli inserzionisti registrano un 10% in più di conversioni a un CPA simile quando utilizzano più titoli, descrizioni e immagini negli annunci display adattabili (rispetto a un singolo insieme di asset).1 Best practice: per aiutare il tuo brand a distinguersi dagli altri, aggiungi un logo agli annunci display adattabili. Inoltre, includi feed dinamici nelle campagne per mostrare annunci più pertinenti agli utenti che hanno già visitato il tuo sito o la tua app. Dopo aver lanciato i tuoi annunci display adattabili, è utile conoscere il rendimento di ciascun asset. Il rapporto sugli asset mostra rapidamente come si comportano titoli, descrizioni, immagini e loghi. Per accedere al rapporto, fai clic su Annunci ed estensioni e poi su Visualizza dettagli asset. Nella colonna del rendimento è riportata la valutazione "Apprendimento", "Bassa", "Buona" o "Migliore" in base all'andamento dell'asset. Il rapporto sugli asset consente di identificare le creatività con un rendimento migliore rispetto ad altre. Supponiamo che tu gestisca un negozio di fiori online. Potresti scoprire che le descrizioni che contengono il testo "Spedizione gratuita" sono classificate con la valutazione "Migliore". In base a queste informazioni, potresti decidere di puntare sugli asset con il rendimento migliore, ad esempio le promozioni con spedizione gratuita. Se trovi degli asset con una classificazione "Bassa", puoi sostituirli per migliorare i risultati nel corso del tempo. Rakuten Travel è il più grande brand di viaggi online in Giappone. Grazie agli annunci display adattabili, ha triplicato le vendite rispetto all'uso esclusivo di annunci illustrati standard. Versioni diverse di un annuncio display adattabile. Gli annunci display adattabili verranno implementati gradualmente nei prossimi mesi per gli inserzionisti in tutto il mondo. Per iniziare, visita il Centro assistenza e consulta le nostre best practice per gli annunci display.     1. Dati interni di Google, settembre 2018.
    Ulteriori informazioni
  163. Abbinare l'intenzione di una ricerca a varianti simili
    6 settembre 2018
    I modi in cui le persone cercano dei termini cambiano di continuo, tanto che circa il 15% delle ricerche effettuate ogni giorno non sono mai state fatte prima.1 Con un numero così elevato di nuove query, è molto probabile che gli utenti cerchino i tuoi prodotti o servizi con termini ai quali non hai ancora pensato. Prendiamo come esempio i deodoranti. L'anno scorso sono stati cercati in oltre 150.000 modi diversi.2 È un numero davvero molto alto per esprimere lo stesso concetto. Sarebbe quindi molto difficile gestire un elenco esaustivo di parole chiave per raggiungere questi consumatori attenti all'igiene. Per questo motivo, le varianti simili a corrispondenza esatta inizieranno a includere anche quelle che hanno lo stesso significato della parola chiave.3 Dai primi test è emerso che gli inserzionisti che utilizzano prevalentemente parole chiave a corrispondenza esatta registrano in media un 3% di clic e conversioni in più, nella maggior parte dei casi provenienti da query che al momento non vengono raggiunte.4 Brand come Extra Space Storage stanno già scoprendo nuove opportunità per raggiungere più clienti. Christensen Steph, Senior Analyst del dipartimento Paid Acquisition, afferma che "Siamo stati molto soddisfatti della qualità delle corrispondenze durante il progetto pilota. Cerchiamo costantemente di aumentare il volume degli affari e questo nuovo comportamento delle corrispondenze dovrebbe consentirci di raggiungere una maggiore copertura mediante nuove corrispondenze molto pertinenti". Raggiungere più persone con le stesse parole chiave Grazie alla tecnologia di machine learning di Google, le corrispondenze esatte ora vengono abbinate all'intenzione di una ricerca, invece che a parole specifiche. Questo significa che le parole chiave a corrispondenza esatta possono mostrare gli annunci per ricerche che includono parole implicite, parafrasi e altri termini con lo stesso significato. Supponiamo che tu stia promuovendo un'agenzia di viaggi. Se utilizzi la parola chiave a corrispondenza esatta [yosemite camping], i tuoi annunci potrebbero essere pubblicati per altri termini come "yosemite campground", "campsites in yosemite" o "yosemite national park ca camping". In ogni caso, alla parola chiave originale corrisponde l'intenzione di ricerca, ovvero andare in campeggio nel Parco Nazionale di Yosemite. Tuttavia, gli annunci non verranno pubblicati per termini come "yosemite hotel" o "best yosemite camping" perché anche se entrambi si riferiscono al soggiorno nel parco, l'intenzione è diversa. Questi termini potrebbero essere abbinati alla versione a corrispondenza generica della parola chiave. Esempi di nuove query che potrebbe corrispondere a "yosemite camping". Semplificare la gestione delle parole chiave Best practice: utilizza Smart Bidding per snellire il traffico. Per ulteriori informazioni su questa e altre strategie mirate a sfruttare al meglio il cambiamento, consulta le best practice sulle parole chiave. Se già utilizzi parafrasi e altri termini simili nel tuo account, Google Ads continuerà a preferire l'utilizzo di parole chiave identiche alla query di ricerca. Questo aggiornamento non include le parole chiave con corrispondenza a frase, corrispondenza generica e modificatore di corrispondenza generica. Scritto da Miguel Villalobos, Product Manager, Search Keywords     1. Dati interni di Google, aprile 2017 2. Dati Google gennaio 2016 - giugno 2017, Stati Uniti 3. Questo cambiamento verrà applicato alle parole chiave in inglese a ottobre. Nei prossimi mesi verranno aggiunte altre lingue 4. Dati interni di Google, agosto 2018
    Ulteriori informazioni
  164. Utilizzare le statistiche a livello di URL per gli annunci dinamici della rete di ricerca
    5 settembre 2018
    I dati della pagina di destinazione adesso sono disponibili nella sezione Target degli annunci dinamici del rapporto sui termini di ricerca. Questo rapporto ti consente di trovare facilmente le pagine con il rendimento migliore al fine di sceglierle come target specifici. Puoi anche trovare le pagine da aggiungere come target da escludere. Ad esempio, se il gruppo di annunci che ha come target tutte le pagine web indirizza il traffico a una pagina di un prodotto non disponibile, puoi escludere tale pagina. Scritto da Walter Vulej, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  165. Aumentare il traffico verso le pagine di destinazione delle campagne standard
    4 settembre 2018
    Gli annunci dinamici della rete di ricerca estendono la tua pubblicità associata alla ricerca oltre le parole chiave. Ora puoi pubblicare annunci dinamici della rete di ricerca esclusivamente sulle pagine di destinazione dei tuoi gruppi di annunci standard con una semplice configurazione. Basta selezionare "Pagine di destinazione dei gruppi di annunci standard" nell'elenco di categorie disponibili. In questo modo verranno scelte come target tutte le pagine di destinazione dell'account che vengono utilizzate con annunci di testo. Ad esempio, se hai configurato campagne standard per diversi tipi di scarpe, questo metodo di consente di acquisire tutti i tipi di scarpe all'interno delle pagine di destinazione, anche se il tipo non compare nell'elenco di parole chiave. Ti consigliamo di iniziare con questo approccio. Se noti un rendimento positivo, aumenta il traffico degli annunci dinamici della rete di ricerca con altri tipi di targeting, ad esempio utilizzando categorie specifiche. Scopri ulteriori informazioni sulle opzioni degli annunci dinamici della rete di ricerca. Scritto da Walter Vulej, Product Manager, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  166. L'ultima versione di Editor include quattro nuove funzionalità
    30 agosto 2018
    All'inizio di questa settimana, abbiamo introdotto Google Ads Editor 12.5. Le nuove funzionalità includono: Più testo negli annunci di testo espansi Nuova riga descrittiva per gli annunci dinamici della rete di ricerca Descrizioni più lunghe per gli annunci di sola chiamata Nuova regola personalizzata: sitelink senza descrizioni Ulteriori informazioni su questi recenti aggiornamenti apportati a Editor.
    Ulteriori informazioni
  167. Sfrutta al meglio gli annunci adattabili della rete di ricerca con nuovi approfondimenti
    Gli annunci adattabili della rete di ricerca, abbinano le creatività l'efficace tecnologia di machine learning di Google per aiutarti a creare annunci pertinenti e redditizi. Al fine di creare annunci adattabili della rete di ricerca più efficaci, stiamo introducendo tre nuovi strumenti per i rapporti e i feedback: Visualizza in anteprima le combinazioni di annunci man mano che le creai. In questo modo potrai sapere con maggiore certezza quale sarà l'aspetto dei tuoi annunci e potrai anche sfogliarli per ricontrollare il tuo lavoro. Visualizza i rapporti relativi a titoli, descrizioni e combinazioni migliori per capire quali contenuti vengono visualizzati più spesso nella pagina dei risultati di ricerca. Misura la pertinenza, la quantità e la diversità del testo pubblicitario rispetto all'efficacia dell'annuncio. Scritto da Anthony Chavez, Director of Product Management, Google Ads
    Ulteriori informazioni
  168. Workshop sugli script disponibili
    23 agosto 2018
    Ti invitiamo a partecipare ai corsi di formazione sugli script. Organizziamo corsi per principianti e di livello avanzato in sei città in tutto il mondo. Caratteristiche e contenuti dei corsi: Relatori principali Codelab pratici Script per account amministratore Risoluzione dei problemi di base per principianti Collegamento a dati e servizi esterni per utenti avanzati Scopri ulteriori informazioni e registrati per approfittare di questa opportunità. Sedi e date dei workshop: Nord America New York: corso avanzato, 4 settembre San Francisco: corso avanzato, 7 settembre Europa Amburgo: corso per principianti, 27 settembre e corso avanzato, 28 settembre Londra: corso per principianti, 3 ottobre e corso avanzato, 4 ottobre Asia Tokyo: corso per principianti, 28 settembre Singapore: corso per principianti, 15 ottobre
    Ulteriori informazioni
  169. Nuovo aspetto degli annunci display per migliorare il rendimento
    20 agosto 2018
    Abbiamo aggiornato l'aspetto degli annunci display di Google al fine di migliorare il rendimento. Anzitutto, gli annunci di testo possono contenere anche un logo, qualora sia stato aggiunto a una creatività. Oltre alla possibilità di migliorare il branding, è disponibile un nuovo carattere e un pulsante arrotondato di invito all'azione. Entrambe queste modifiche sono in linea con le best practice attuali per la progettazione. Una volta implementate, inizierai anche a vedere un'opzione per aggiungere colori personalizzati (uno principale e un altro intenso), in modo che gli annunci siano allineati il più fedelmente possibile alle tue preferenze di branding.     In secondo luogo, gli asset per gli annunci display adattabili adesso vengono disposti in modo più organico. Grazie al machine learning, i colori vengono estratti dalle immagini che fornisci a Google Ads. Viene creato un layout molto simile a un annuncio illustrato completamente progettato. I colori del testo e del pulsante dell'annuncio vengono personalizzati in modo da creare un contrasto accattivante per l'intera unità pubblicitaria. Il risultato finale dovrebbe essere un annuncio sensibile ai contenuti e con uno stile molto simile a quello degli annunci illustrati creati manualmente che generano un rendimento ottimale.     Per sfruttare al meglio questi formati, assicurati di fornire vari asset della creatività per assemblare i migliori annunci possibili. Consulta i nostri consigli su come creare annunci display efficaci. Ulteriori informazioni su annunci display adattabili.
    Ulteriori informazioni
  170. Svolgere operazioni nelle schede della pagina Panoramica
    17 agosto 2018
    La pagina Panoramica fornisce una visualizzazione generale del rendimento dell'account e delle campagne. È utile perché potrebbe indicare eventuali cambiamenti da apportare all'account. Ora puoi implementare alcune di queste modifiche direttamente dalla pagina Panoramica. Queste azioni includono: Mettere in pausa o riattivare campagne, gruppi di annunci e parole chiave Modificare i budget delle campagne Modificare le offerte per parole chiave e gruppi di annunci Modificare il testo dell'annuncio Escludere termini di ricerca non pertinenti aggiungendo parole chiave escluse direttamente dalla scheda "Ricerche" Ad esempio, supponiamo che tu voglia indirizzare più traffico proveniente dalle ricerche per una determinata parola chiave. Fai clic su quel termine, poi su "Modifica parola chiave" e modifica l'offerta direttamente dalla pagina Panoramica. Fai una prova sulla tua pagina Panoramica.
    Ulteriori informazioni
  171. Presentazione delle innovazioni locali di marketing per gli inserzionisti
    I consumatori utilizzano sempre più i loro smartphone per fare ricerche ed esplorare il mondo fisico che li circonda. In effetti, le ricerche "nelle vicinanze" sui dispositivi mobili sono triplicate negli ultimi due anni1. Inoltre, tre persone su quattro che effettuano una ricerca locale sul proprio smartphone visitano un'attività correlata entro 24 ore2. Per i professionisti del marketing, questo significa che ora è più importante che mai creare esperienze che evidenzino le informazioni locali pertinenti nel modo più semplice possibile e quindi misurarne l'impatto sulle attività. Il mese scorso, al Google Marketing Live, abbiamo annunciato le campagne locali, un nuovo tipo di campagne rivolte ai professionisti del marketing con obiettivi offline e che intendono concentrarsi sull'indirizzamento di un maggior numero di clienti verso sedi fisiche. Devi solo fornire alcuni semplici elementi, come la sede dell'attività e una creatività, e ottimizzeremo automaticamente gli annunci nelle reti e le proprietà di Google per consentirti di aumentare le visite in negozio. Ora abbiamo a disposizione più innovazioni per aiutarti a gestire i tuoi annunci locali e, successivamente, misurare il rendimento offline dei tuoi media su Google e altri canali di marketing. Individuare un account Google My Business e attivare facilmente gli annunci locali Per creare formati di annunci locali utilizzando le estensioni di località, il primo passaggio consiste nel collegare il tuo account Google My Business al tuo account Google Ads. Questo ci consente di mostrare ai consumatori informazioni rilevanti ricavate dalle tue schede di attività commerciali, come indirizzo, numero di telefono, orario di apertura e altro. Per semplificare il processo di ricerca dell'account Google My Business giusto a cui effettuare il collegamento, stiamo introducendo uno strumento che metterà automaticamente in evidenza gli account per te rilevanti, utilizzando indicatori di corrispondenza come la copertura geografica e il dominio del sito web. Scegli un account Google My Business con le località più verificate o con le località che meglio si adattano ai tuoi obiettivi commerciali e di campagna. Dopo l'approvazione del proprietario dell'account, potrai aggiungere estensioni di località ai tuoi annunci di ricerca, display e YouTube. Presentazione della misurazione delle visite in negozio in Google Analytics Quando investi in soluzioni di marketing come Google Ads, è fondamentale comprendere l'impatto sulla tua attività, in modo da prendere decisioni più informate su budget, creatività, strategie di offerta e altro ancora. Abbiamo lanciato le visite in negozio in Google Ads più di tre anni fa per aiutare gli inserzionisti a comprendere l'impatto delle campagne sulle vendite in negozio. Da allora, abbiamo misurato oltre dieci miliardi di visite in tutti i verticali, come vendita al dettaglio, auto, ristoranti e altro ancora. Le visite in negozio in Google Ads si sono concentrate a lungo sul collegamento dei clic e delle impressioni degli annunci Google alle visite. Ora presentiamo le visite in negozio in Google Analytics, che ti permettono di misurare i risultati offline di un maggior numero di attività di marketing che attirano i clienti prima verso il tuo sito web e poi al tuo negozio. Contatta il rappresentante del tuo account se sei interessato a provare la versione beta. Le visite in negozio in Google Ads e Google Analytics sono stime basate su dati provenienti da utenti che hanno attivato Cronologia delle posizioni. Solo i dati aggregati e resi anonimi sono segnalati agli inserzionisti, che non possono vedere le visite in negozio legate a visite a siti web individuali, clic sugli annunci, impressioni visibili o persone. Google utilizza le best practice del settore per garantire la privacy dei singoli utenti. Denny's raggiunge una nuova generazione di clienti con soluzioni di annunci locali Denny's, una catena di ristoranti globale, è un esempio di inserzionista che utilizza i prodotti locali di Google per attirare più persone nelle proprie strutture. I clienti spesso cercano termini come "colazione nelle vicinanze" o "i migliori hamburger qui vicino" sui dispositivi mobili. Denny's spiega come il passaggio dai media tradizionali a Google Ads abbia portato alla luce nuove informazioni e abbia aiutato l'azienda a conquistare un maggior numero di questi clienti:   How Denny's is serving a new generation of diners with digital   "Si può stare certi che, oltre alla comunicazione del messaggio giusto al consumatore giusto, anche il marketing digitale si traduce in un aumento dei clienti in negozio. In definitiva, li porta fino ai nostri tavoli". - Luis Martinez, Digital, Media e Hispanic Marketing presso Denny's   Siamo impazienti di aiutarti a continuare a creare eccezionali esperienze da online a offline per i tuoi clienti.     1. Dati interni di Google, Stati Uniti, confronto tra luglio-dicembre 2015 e luglio-dicembre 2017 2. Google/Purchased Digital Diary: "How Consumers Solve Their Needs in the Moment", utenti di smartphone = 1000; utenti locali che effettuano ricerche = 634, acquisti = 1140; maggio 2016.
    Ulteriori informazioni
  172. Utilizzare nuove informazioni sulle conversioni locali per ottimizzare la pubblicità locale
    9 agosto 2018
    L'83% degli acquirenti statunitensi che ha visitato un negozio nel corso dell'ultima settimana ha dichiarato di aver utilizzato prima la ricerca online1. Abbiamo deciso di estendere i rapporti sulle estensioni di località per includere non solo le azioni eseguite nell'estensione stessa, ma anche quelle che avvengono dopo aver fatto clic sulla pagina indirizzo. In questo modo gli inserzionisti potranno capire meglio le azioni che legano la pubblicità online e le azioni a livello locale, anche se non sono idonei per ricevere i rapporti sulle visite in negozio. Le nuove metriche comprendono: Click-to-call Indicazioni stradali Visite al sito web Ordini (specifici per verticale) Visualizzazioni menu (specifiche per verticale) Altro tipo di coinvolgimento Come utilizzare le nuove azioni di conversione a livello locale Le metriche vengono riportate dopo aver collegato il tuo account Google My Business al tuo account Google Ads. Queste metriche mostrano in che modo le azioni online favoriscono il coinvolgimento con le sedi fisiche della tua attività (ad es., visualizzazione di indicazioni stradali o chiamate alla tua attività tramite Google Maps dopo aver fatto clic sul tuo annuncio).  Queste nuove azioni di conversioni verranno incluse nella colonna Tutte le conversioni. Non saranno incluse nelle strategie Smart Bidding, come CPA target o Massimizza le conversioni, che si basano sulla colonna "Conversioni".  Puoi utilizzare queste nuove metriche di conversione per ottimizzare la pubblicità locale in diversi modi.  Supponiamo che tu disponga di campagne in cui i tuoi annunci includono informazioni locali sui tuoi negozi nelle vicinanze o che tu abbia un testo pubblicitario dedicato alle offerte e promozioni locali in un negozio. Puoi utilizzare queste informazioni per misurare l'impatto degli annunci sui risultati locali e ottimizzare di conseguenza. Ulteriori informazioni Utilizziamo solo dati anonimi e aggregati, oltre alle best practice del settore, per garantire la privacy dei singoli utenti.  Utilizzare il rapporto per negozio Abbiamo introdotto il rapporto per negozio insieme alle nuove metriche. Questo rapporto ti consente di visualizzare le visite in negozio aggregate e anonime, oltre alle azioni locali in base all'indirizzo del negozio. Supponiamo che tu abbia negozi di abbigliamento in tre località: Atene, Bloomington e Boulder. Noti che i negozi ad Atene e Bloomington generano più azioni a livello locale e visite rispetto a quello di Boulder. Questo può aiutarti a capire come distribuire i budget offline per i negozi e a gestire le strategie locali in Google Ads. Ad esempio, potresti voler offrire ulteriori promozioni online a Boulder per generare un incremento delle vendite. Ulteriori informazioni 1. Think with Google  
    Ulteriori informazioni
  173. Contenuti più pertinenti con gli annunci adattabili della rete di ricerca
    9 agosto 2018
    Il mese scorso, durante il Google Marketing Live, abbiamo spiegato come gli annunci adattabili della rete di ricerca utilizzino la potenza del machine learning di Google per aiutarti a creare il miglior annuncio per qualsiasi query di ricerca. A partire da settembre, gli annunci adattabili della rete di ricerca saranno disponibili per un maggior numero di inserzionisti in inglese, francese, tedesco e spagnolo, con l'aggiunta di altre lingue a breve. Uno dei vantaggi offerti dagli annunci adattabili della rete di ricerca è che ti lasciano più spazio a disposizione per trasmettere il tuo messaggio. Ci impegniamo per migliorare gli annunci adattabili della rete di ricerca in varie lingue, ma nel frattempo è importante estendere tale vantaggio agli annunci di testo esistenti. Ecco perché, a partire dalla fine di agosto, potrai aggiungere un terzo titolo e una seconda descrizione ai tuoi nel annunci di testo. Le descrizioni potranno inoltre includere fino a 90 caratteri. Per iniziare, prova ad aggiungere un terzo titolo e una seconda descrizione agli annunci di testo esistenti. Ad esempio, se sei un rivenditore che utilizza due titoli contenenti il nome del brand e il sito ufficiale, puoi aggiungere un terzo titolo con i dettagli di spedizione o le offerte speciali. Ulteriori informazioni su come scrivere annunci di testo efficaci sono disponibili qui.
    Ulteriori informazioni
  174. Diventa un esperto di strategia creativa per le campagne per app
    7 agosto 2018
    Le campagne per app utilizzano gli asset pubblicitari per ideare annunci efficaci su larga scala al fine di promuovere la tua app per dispositivi mobili. Per aiutarti a creare asset pubblicitari efficaci per le campagne, abbiamo lanciato un nuovo corso chiamato