Importare dati da dispositivi GPS

Se hai un dispositivo GPS supportato, puoi importare i dati in Google Earth.

Ecco di cosa hai bisogno:

  • Un cavo seriale o USB.

Scegli i punti GPS da visualizzare in Google Earth

  • Rotte: registrate automaticamente dal tuo dispositivo GPS mentre viaggi.
  • Waypoint: le posizioni salvate, ad esempio "casa".
  • Percorsi: utilizzati dal dispositivo GPS per creare un percorso da un punto registrato a un altro. I percorsi possono contenere varie serie di indicazioni stradali e puoi importarle in Google Earth come itinerari.

Importare i dati GPS

Esistono due modi per importare i dati GPS in Google Earth:

Importare un file di dati
  1. Trascina il file in Google Earth.
  2. Scegli come mostrare i dati. Per salvarli, trascina il file nella cartella "I miei luoghi".
Importare i dati da un dispositivo

Verifica di avere installato sul computer tutti i driver del dispositivo GPS.

  1. Apri Google Earth.
  2. Spegni il dispositivo GPS e collegalo al computer.
  3. Accendi il dispositivo GPS.
  4. Fai clic su Strumenti quindi GPS. Si aprirà la finestra "Google Earth - Importazione GPS".
  5. Scegli come mostrare i dati.
  6. Fai clic su Importa.

Dopo avere importato i dati GPS

Scegliere come visualizzare i dati

  • Crea rotte KML: si tratta di linee di dati GPS che includono elementi temporali. Se sono disponibili nei dati di origine, le rotte possono anche archiviare ulteriori dati del sensore, come il battito cardiaco, il ritmo, la temperatura e la potenza.

    Nota: le rotte KML sono consigliate per la versione 5.2 di Google Earth o quelle successive.
     
  • Crea LineStrings KML: si tratta di linee di dati GPS non associate a elementi temporali e che mostrano punti personalizzati che formano le tue rotte.

    Nota: per vedere l'elevazione e le informazioni sul luogo, utilizza i fumetti associati a ciascun punto.
     
  • Regola altitudini rispetto all'altezza del suolo: regola tutti i punti registrati a livello del suolo.

    Nota: non utilizzare questa opzione se la tua rotta GPS è stata registrata mentre viaggiavi per via aerea, ad esempio in deltaplano o in aereo.

Risoluzione dei problemi di importazione

  • Se l'importazione dura molto, prova a diminuire la frequenza di campionamento quando registri i dati GPS. La maggior parte dei ricevitori GPS consente di impostare la frequenza di campionamento delle rotte.
  • Se riscontri un errore di connessione, riavvia il dispositivo GPS e torna al passaggio 5 della sezione "Importare i dati da un dispositivo".

Trovare i file di dati GPS

I tuoi dati vengono visualizzati nel riquadro Luoghi con l'etichetta Dispositivo GPS. Se espandi la cartella Dispositivo GPS, puoi vedere i tuoi dati GPS ordinati in cartelle separate per tipo di dati.

Visualizzare informazioni GPS in tempo reale

Se colleghi il laptop a un dispositivo GPS mentre viaggi, puoi visualizzare la tua posizione GPS in tempo reale su Google Earth.

  1. Segui i passaggi da 1 a 6 della sezione Importare i dati GPS.
  2. Nella finestra "Google Earth - Importazione GPS", fai clic su Tempo reale.
  3. Seleziona le opzioni appropriate tra quelle che seguono:
    • Seleziona protocollo: in caso di dubbio, seleziona "NMEA".
    • Limite importazione punto rotta: utilizza questa opzione per stabilire il numero di posizioni che verranno salvate e tracciate sullo schermo.
    • Intervallo di polling (sec): utilizza questa opzione per stabilire la frequenza con cui Google Earth riceve i dati dal dispositivo GPS.
    • Segui percorso automaticamente: consente di centrare il visualizzatore 3D e di seguire l'attuale rotta GPS in tempo reale.
  4. Fai clic su Avvia.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?