Utilizzare File Provider con Drive per desktop

La funzionalità File Provider, introdotta da Apple in macOS 12.1, fornisce supporto nativo per l'accesso ai file system basati su cloud come Google Drive. Gli utenti che accedono ai file in streaming noteranno lievi differenze rispetto all'esperienza precedente fornita da Drive per desktop.

Non ci sono variazioni per quanto riguarda l'interazione con le cartelle di cui hai scelto di eseguire il mirroring su Google Drive o il backup su Google Foto. Scopri di più sulle differenze tra mirroring e accesso in streaming.

Verificare se viene utilizzato File Provider

Se hai ricevuto una notifica da Drive per desktop con un link "Scopri di più" che ti ha indirizzato qui, significa che stai utilizzando la funzionalità. Per verificarlo:

  1. Apri Drive per desktop.
  2. Fai clic su Impostazioni Impostazioni e poi Preferenze.
  3. In alto a destra, fai clic su Impostazioni Impostazioni.
  4. In "Posizione dello streaming di Google Drive", assicurati che sia presente la notifica "La posizione della cartella è controllata da macOS".

Perché mi viene chiesto di attivare Google Drive?

Per utilizzare questa funzionalità di macOS è necessaria la tua autorizzazione esplicita. Per concedere le autorizzazioni:

  1. Apri il Finder.
  2. A sinistra, nella sezione "Posizioni", fai clic su Google Drive.
  3. In alto a destra, fai clic su Attiva.

Puoi anche concedere le autorizzazioni facendo clic su OK nella finestra popup. 

Se non attivi Google Drive, non potrai accedere in streaming ai file utilizzando Google Drive per desktop. 

Dove si trovano ora i miei file accessibili in streaming?

Per trovare i file accessibili in streaming:

  1. Apri il Finder.
  2. A sinistra, nella sezione "Posizioni", fai clic su Google Drive.

Come in precedenza, i file non vengono scaricati finché non vengono effettivamente utilizzati. I file che non sono ancora stati scaricati sono contrassegnati da un'icona a forma di nuvola.

Note: 

  • Per casi d'uso avanzati, ad esempio il Terminale, i file sono disponibili in ~/Library/CloudStorage. 
  • Gli elementi negli elenchi di file recenti di un'applicazione non verranno aperti finché non viene eseguito l'accesso nelle nuove posizioni tramite la ricerca con Spotlight o nel Finder. Se hai configurato le applicazioni per l'utilizzo esplicito di percorsi di file che fanno riferimento alla posizione di streaming di Drive per desktop, dovrai cambiare manualmente i percorsi per potervi accedere come in precedenza. 
  • Se la configurazione precedente prevedeva che la cache dei contenuti si trovasse su un volume secondario, i contenuti verranno spostati sullo stesso volume in cui si trova la home directory.

Quali sono le differenze tra questa funzionalità e l'esperienza precedente?

  • I file sono accessibili in una posizione diversa controllata da macOS (vedi sopra).
  • Il link nella barra laterale del Finder passa da Preferiti a Posizioni e, se lo rimuovi, può essere aggiunto di nuovo nelle preferenze del Finder.
  • Per impostazione predefinita, il trascinamento di elementi all'interno e all'esterno della cartella di Google Drive ne causerà lo spostamento anziché la copia. 
  • La ricerca con Spotlight includerà solo un sottoinsieme del corpus del tuo Drive, compresi i file scaricati. Per eseguire una ricerca in tutto il corpus di Drive, utilizza lo strumento di ricerca di Drive per desktop o il sito web di Drive.
  • Quando la sincronizzazione è in pausa, non puoi scaricare file.
  • I file scaricati e creati in locale sono accessibili quando Drive per desktop non è in esecuzione.
  • La memorizzazione nella cache è limitata dallo spazio su disco disponibile; Il sistema operativo rimuoverà automaticamente i file sbloccati per liberare spazio. 
  • Le anteprime di Visualizzazione rapida sono disponibili solo per i file scaricati (i file senza icona a forma di nuvola).
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
99950
false
false