REGR.LIN (LINEST)

A partire da dati parziali su una tendenza lineare, calcola vari parametri relativi alla tendenza lineare ideale utilizzando il metodo dei minimi quadrati.

Esempi di utilizzo

LINEST(B2:B10, A2:A10)

LINEST(B2:B10, A2:A10, FALSE, TRUE)

Sintassi

REGR.LIN(dati_noti_y; [dati_noti_x]; [calcolo_b]; [dettagliato])

  • dati_noti_y: la matrice o l'intervallo contenente i valori (y) dipendenti che sono già noti, utilizzati per il curve fit di una tendenza lineare ideale.

    • Se dati_noti_y è una matrice o un intervallo bidimensionale, dati_noti_x deve avere le stesse dimensioni o essere omesso.

    • Se dati_noti_y è una matrice unidimensionale o un intervallo, dati_noti_x può rappresentare più variabili indipendenti in un intervallo o in una matrice bidimensionale. Ovvero, se dati_noti_y è una riga singola, ogni riga in dati_noti_x viene interpretata come un valore indipendente separato e analogamente se dati_noti_y è una colonna singola.

  • dati_noti_x - [ FACOLTATIVO: {1,2,3,...} con la stessa lunghezza di dati_noti_y per impostazione predefinita ] - I valori delle variabili indipendenti corrispondenti a dati_noti_y.

    • Se dati_noti_y è una matrice unidimensionale o un intervallo, dati_noti_x può rappresentare più variabili indipendenti in un intervallo o in una matrice bidimensionale. Ovvero, se dati_noti_y è una riga singola, ogni riga in dati_noti_x viene interpretata come un valore indipendente separato e analogamente se dati_noti_y è una colonna singola.

      Nota: per più variabili indipendenti, l'ordine dei parametri di output corrisponde alle variabili di input al contrario.

  • calcolo_b - [ FACOLTATIVO: VERO per impostazione predefinita ] - Data una forma lineare di y= m*x+b, calcola l'intercetta sull'asse y (b) se VERO. In caso contrario, imposta forzatamente b su 0 e calcola solo i valori m se FALSO, ossia obbliga il curve fit a passare attraverso l'origine.

  • dettagliato - [ FACOLTATIVO: FALSO per impostazione predefinita ] - Un flag che specifica se restituire statistiche aggiuntive di regressione o solo i coefficienti lineari e l'intercetta sull'asse y (valore predefinito).

    • Se dettagliato è VERO, oltre al set di coefficienti lineari per ogni variabile indipendente e l'intercetta y, REGR.LIN restituisce

      • L'errore standard per ogni coefficiente e l'intercetta.

      • Il coefficiente di determinazione (compreso tra 0 e 1, dove 1 indica la correlazione perfetta).

      • L'errore standard per i valori della variabile dipendente.

      • La statistica F o il valore osservato di F che indica se le relazioni osservate tra variabili dipendenti e indipendenti sono casuali e non esponenziali.

      • Il grado di libertà, utile per analizzare i valori statistici F in una tabella di riferimento per stimare un livello di confidenza.

      • La regressione della somma dei quadrati e

      • La somma residua dei quadrati.

Argomenti correlati

TENDENZA: A partire da dati parziali su una tendenza lineare, adatta una tendenza lineare ideale utilizzando il metodo dei minimi quadrati e/o prevede ulteriori valori.

REGR.LOG: A partire da dati parziali su una curva di crescita esponenziale, calcola vari parametri relativi alla curva di crescita esponenziale ideale che rappresenta il best fit.

CRESCITA: A partire da dati parziali su una tendenza di crescita esponenziale, adatta una tendenza di crescita esponenziale ideale e/o prevede ulteriori valori.

Esempi

true
Visita il Centro didattico

Utilizzi prodotti Google, come Documenti Google, al lavoro o a scuola? Prova utili suggerimenti, tutorial e modelli. Impara a lavorare su file Office senza installare Office, a creare piani di progetti dinamici e calendari per il team, a organizzare automaticamente la tua posta in arrivo e altro ancora.

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
9665802084362799252
true
Cerca nel Centro assistenza
true
true
true