Tracciamento delle conversioni Floodlight

Come prendere decisioni preliminari

Gli inserzionisti utilizzano Floodlight perché desiderano registrare delle informazioni. Prima di iniziare, è necessario pensare bene alle informazioni che si desidera raccogliere. Dovrai implementare i tag Floodlight sulle pagine web in cui puoi raccogliere le informazioni che ti interessano maggiormente.

Una volta presa questa decisione, dovrai collaborare con il contatto DFA per prendere una serie di decisioni tecniche su come verranno implementati i tag Floodlight. Alcune di queste impostazioni incideranno su tutte le attività Floodlight insieme, mentre altre incideranno soltanto sulle attività Floodlight singole.

Tag dinamici

Puoi scegliere di utilizzare i tag dinamici, che comprendono strumenti di terze parti per il tracciamento dell'attività del sito web, attivando così la notifica in tempo reale a terzi ogni volta che si verifica una conversione. Poiché ti permettono di inserire dinamicamente un codice HTML nelle pagine web Floodlight, i tag dinamici semplificano l'utilizzo di servizi di tracciamento di terze parti e mantengono aggiornato il codice importante. È utile specialmente se si svolgono attività di affiliate marketing, in cui i publisher del sito web vengono retribuiti in base al numero delle conversioni che inviano.

Ne esistono due tipi:

  • I tag predefiniti vengono forniti ogni volta che viene pubblicato il tag Floodlight.

  • I tag editore sono associati ad un sito Web particolare. Quando un utente visita una pagina Floodlight dopo aver fatto clic su uno degli annunci, DART pubblica i tag publisher associati al sito in cui l'utente ha fatto clic. (Se l'utente ha fatto clic più volte sull'annuncio, Floodlight considera il clic più recente).

Se si desidera utilizzare queste funzionalità, assicurarsi di inviare il codice HTML al contatto DFA quando vengono create le attività Floodlight.

Per utilizzare i tag dinamici, devi essere in grado di erogare un Iframe alla tua pagina web. Se esistono dei limiti tecnici che impediscono di pubblicare gli Iframe, devi utilizzare tag immagine.

Tag immagine

Nella maggior parte dei casi, è meglio utilizzare il formato predefinito degli Iframe per i tag Floodlight. Tuttavia, qualora vi siano delle motivazioni tecniche che impediscono di pubblicare gli Iframe nella pagina web dell'inserzionista, puoi richiedere tag immagine. Puoi utilizzare i tag immagine per tutte le tue attività Floodlight o solo per determinate attività. Ricorda che quando utilizzi i tag immagine, non sarà possibile pubblicare tag dinamici per tale attività.

Busting della cache

Il busting della cache è la procedura di inclusione di un numero casuale nei tag per evitare ai browser di inserirli nella cache. Impedendo il salvataggio nella cache, è possibile garantire un conteggio più accurato delle conversioni.

Per alcuni tipi di tag Floodlight, devi inserire un numero casuale in modo dinamico quando i tag vengono pubblicati per garantire che le conversioni vengano conteggiate correttamente. Tali tipi di tag includono:

  • contatori standard, che contano ciascuna visita

  • contatori unici, che contano ciascun visitatore unico nell'arco di 24 ore

Per rendere il tutto più semplice, DFA è in grado di generare tag Floodlight che includono uno script per la generazione del numero casuale (vedi gli esempi di codice). Il formato di script più utilizzato è JavaScript, ma è anche possibile scegliere di impiegare ASP, JSP, PHP o ColdFusion. Se preferisci, per generare ed inserire un numero casuale, puoi utilizzare codice personalizzato.

Gli script busting della cache sono utilizzati solo con tag attività contatore, non con tag attività di vendita, poiché l'ID ordine viene utilizzato per rendere unici i tag attività di vendita. Analogamente, per i tag attività del contatore con sistema di conteggio per sessione, non viene utilizzato alcuno script busting della cache, poiché l'ID sessione viene utilizzato per rendere unica l'attività del contatore. In questi casi, non è necessario inserire un numero casuale.

Generazione di tag compatibili con XHTML

Se il sito web richiede un codice compatibile con XHTML, puoi chiedere al contatto DFA di attivare tale opzione (vedi esempi di codice).

  • Per i tag Floodlight che non impiegano il busting della cache o che utilizzano il busting della cache JavaScript, i tag compatibili con XHTML aggiungono il tag immagine ai tag <p> e </p>.

  • Per i tag Floodlight che utilizzano JavaScript per il busting della cache, oltre ad aggiungere i tag <p> e </p> al tag immagine, il busting della cache modifica anche lo script per renderlo più leggibile. Il compromesso è che lo script utilizza un metodo leggermente più complesso.

  • Tutti gli altri formati di tag Floodlight sono già compatibili con XHTML per impostazione predefinita, perciò questa opzione non è necessaria.
Se non si è sicuri di aver bisogno di tag compatibili con XHTML, probabilmente è così e sarà più semplice proseguire senza.