Eseguire la migrazione dell'implementazione di Floodlight al tag globale del sito

Panoramica

Con le recenti modifiche in tutto il Web che influenzano la misurazione delle conversioni, è importante assicurarsi che l'implementazione del tag di conversione supporti il conteggio preciso sul tuo sito. Il tagging in tutto il sito, applicato a ogni pagina del tuo sito, è l'opzione migliore per garantire una misurazione accurata del rendimento della tua pubblicità online.

Stiamo consigliando a tutti i clienti la migrazione ai tag in tutto il sito. I clienti di Display & Video 360 e Campaign Manager che utilizzano queste soluzioni di misurazione noteranno miglioramenti nella copertura della misurazione nei prossimi mesi.

Le opzioni principali per la misurazione eseguita con i tag in tutto il sito sono due:

Opzione 1: installa il tag globale del sito (gtag.js) su tutto il sito

Il tag globale del sito è una libreria di tag Web per tutto il sito che funziona con i prodotti Google di misurazione dei siti e delle conversioni, tra cui Google Ads, Google Analytics, Campaign Manager, Display & Video 360 e Search Ads 360. Un tag globale del sito è costituito da due snippet in JavaScript: uno snippet globale e uno snippet evento. Lo snippet globale viene collocato su tutte le pagine e lo snippet evento viene aggiunto sulle pagine contenenti eventi monitorati. I webmaster dovranno passare i valori in specifici campi del tag globale del sito.

Opzione 2: utilizza Google Tag Manager

Google Tag Manager è un sistema di gestione dei tag che consente di aggiornare rapidamente e facilmente tag e snippet di codice sul tuo sito web.

I clienti di Search Ads 360 possono leggere ulteriori informazioni sulla migrazione al tag globale del sito qui.

Consulta la sezione sottostante per ulteriori informazioni su come utilizzare queste soluzioni in base all'attuale implementazione del tag nel tuo sito.

Linee guida per eseguire la migrazione in base all'implementazione esistente

Sulla base di come gestisci al momento i tag di conversione, sono disponibili diverse opzioni per implementare le soluzioni di misurazione in tutto il sito. Se rientri in più categorie, potresti dover utilizzare una soluzione di tagging diversa per ciascuna di esse.

Utilizzo i tag iframe o immagine direttamente nel mio sito per il Web desktop e Web mobile

Se al momento utilizzi tag iframe o immagine direttamente nel tuo sito per il Web desktop e il Web mobile, ti consigliamo di sostituirli con il tag globale del sito in base alle seguenti istruzioni. Puoi generare i tag globali del sito direttamente in Campaign Manager o Display & Video 360 oppure tramite l'API DCM/DFA Reporting e Trafficking.

Se stai cercando una soluzione per la gestione di tag, puoi anche utilizzare Google Tag Manager.

Attualmente utilizzo Google Tag Manager

Se già utilizzi Google Tag Manager per gestire tutti i tuoi tag di conversione, devi solo aggiungere il tag Linker conversioni ai tuoi contenitori.

Attualmente utilizzo il tag globale del sito

Se hai già un tag globale del sito sul tuo sito impostato per un altro prodotto Google, dovrai:

  1. Aggiornare la sezione snippet globale del tag affinché includa gli identificatori dell'account Google Marketing Platform; e
  2. Segui le istruzioni riportate di seguito per sostituire i tag iframe o immagine con la sezione snippet evento del tag sito globale.

Utilizzo un provider tag di terze parti

Consigliamo di contattare il provider tag di terze parti per scoprire ulteriori dettagli sulle migliori implementazioni disponibili per il tag globale del sito.

Utilizzo tag Floodlight in un'app per dispositivi mobili

Il tag globale del sito non prevede la codifica nelle app per dispositivi mobili. Devi continuare a seguire la procedura esistente per monitorare le conversioni nelle app su dispositivi mobili con Floodlight.

Utilizzo tag Floodlight sulle pagine AMP (Accelerated Mobile Pages)

Il tag globale del sito non supporta le pagine AMP. Devi continuare a seguire la procedura esistente per l'utilizzo di Floodlight in pagine AMP.

Sostituire i tag iframe o immagine con il tag globale del sito

Se hai appena iniziato a utilizzare il tag globale del sito, ti consigliamo di aggiungere lo snippet globale a ogni pagina del tuo sito, quindi di sostituire i tag iframe o immagine con snippet eventi, lavorando per gruppi. Questo ti permetterà di testare l'implementazione del tag globale del sito prima di eseguire la migrazione di tutti i tag.

Passaggio 1: identifica dove si trovano i tag iframe o immagine sul tuo sito (trafficker e webmaster)

Il primo passaggio per la sostituzione dei tag consiste nell'identificare le pagine del tuo sito in cui attualmente si trovano tag iframe o immagine. Puoi eseguire un rapporto Floodlight di base da utilizzare come punto di partenza per l'identificazione dei tag.

  1. In Report Builder, seleziona Nuovo rapporto > Floodlight > Base.
  2. Assegna un nome al rapporto; verrà generato il file del rapporto.
  3. Imposta l'Intervallo di date su un singolo giorno e seleziona una sola Configurazione Floodlight per facilitare la generazione del report.
  4. Se il volume di impressioni Floodlight è elevato, ti consigliamo di limitare ulteriormente il rapporto a un sottoinsieme di Attività Floodlight.
  5. Aggiungi la dimensione Conversion Referrer.
  6. Esegui il rapporto.

Nel rapporto potrebbero non essere incluse tutte le pagine contenenti un tag Floodlight. Rivolgiti al webmaster per eseguire un'analisi completa del tuo sito.

Passaggio 2: scarica i tag globali del sito per le tue attività Floodlight (trafficker)

Ti consigliamo vivamente di aggiornare il formato dei tag per le attività Floodlight esistenti e di non crearne di nuovi. Ciò garantirà che l'attribuzione, il remarketing, l'ottimizzazione e l'esecuzione di rapporti continuino senza interruzioni.

Se crei tag Floodlight in Campaign Manager, hai a disposizione alcune opzioni per aggiornare il formato del tag per le attività esistenti:

  • Aggiornare una singola attività:
    • Da un'attività Floodlight esistente, aggiorna il menu a discesa Formato tag nella sezione Identificazione. Salva l'attività Floodlight.
    • Dalla scheda Attività Floodlight, scegli un nuovo formato nella colonna Formato tag per un'attività.
  • Esegui l'aggiornamento collettivo delle attività:
    • Dalla scheda Attività Floodlight, seleziona le attività da aggiornare. Dal menu a discesa Formato tag in alto a sinistra della pagina, seleziona il nuovo formato da utilizzare.

Se utilizzi l'API di DCM/DFA Reporting e Trafficking per generare tag, procedi nel seguente modo:

  1. Imposta il campo floodlightTagType della risorsa FloodlightActivity su GLOBAL_SITE_TAG.
  2. Chiama il metodo generatetag, che restituirà la seguente risposta. L'elemento floodlightActivityTag contiene lo snippet evento, mentre l'elemento globalSiteTagGlobalSnippet contiene lo snippet globale.
{
  "kind": "dfareporting#floodlightActivitiesGenerateTagResponse",
  "floodlightActivityTag": string,
  "globalSiteTagGlobalSnippet": string
}

Dopo aver generato i tag globali del sito, inviali al webmaster per l'implementazione.

Passaggio 3: rimuovi i tag esistenti dal sito e aggiungi il tag globale del sito (webmaster)

Ti consigliamo di rimuovere i tag esistenti e di aggiungere il tag globale del sito allo stesso tempo per evitare di perdere i dati di conversione. 

In linea generale, dovrai:

  1. Aggiungere lo snippet globale a ciascuna pagina del sito.
  2. Rimuovere i tag iframe e immagine dalle pagine che hanno questi tag.
  3. Aggiungere snippet evento alle pagine con gli eventi che stai monitorando. Queste pagine devono essere le stesse in cui si trovavano tag iframe o immagine.

Quando rimuovi i tag esistenti, assicurati di rimuovere l'intero tag, inclusi eventuali commenti, la sezione <script>, la sezione <noscript> e qualsiasi busting della cache o altro codice correlato. Di seguito viene riportato un esempio di tag completo da rimuovere:

<!-- 
Start of DoubleClick Floodlight Tag: Please do not remove
Activity name of this tag: Name
URL of the webpage where the tag is expected to be placed: http://www.foo.com
This tag must be placed between the <body> and </body> tags, as close as possible to the opening tag.

Creation Date: 10/30/2017
-->

<script type="text/javascript">
var axel = Math.random() + "";
var a = axel * 10000000000000;

document.write('<img src="http://ad.doubleclick.net/ddm/activity/src=[floodlightConfigID];type=[activityGroupTagString];cat=[activityTagString];ord=' + a + '?" width="1" height="1" alt=""/>');
</script>
<noscript>
<img src="http://ad.doubleclick.net/ddm/activity/src=[floodlightConfigID];type=[activityGroupTagString];cat=[activityTagString];ord=1?" width="1" height="1" alt=""/>
</noscript>
<!-- End of DoubleClick Floodlight Tag: Please do not remove -->
Se è già presente un tag iframe o immagine su una pagina in cui hai inserito uno snippet evento, ogni conversione verrà contata due volte. Assicurati di rimuovere tutti i tag iframe e immagine dalle pagine a cui stai aggiungendo gli snippet eventi.

Passaggio 4: esegui un rapporto Floodlight di base per verificare che i tag siano impostati correttamente (trafficker)

È consigliabile verificare che i tuoi tag ricevano correttamente i volumi di impressioni previsti per il tuo sito. Prima di eseguire questo rapporto, ti suggeriamo di attendere almeno 24 ore dopo l'implementazione dei tag. Per la verifica puoi eseguire un rapporto sulle impressioni Floodlight:

  1. In Report Builder, seleziona Nuovo rapporto > Floodlight > Impressioni Floodlight.
  2. Assegna un nome al rapporto; verrà generato il file del rapporto.
  3. Seleziona un Intervallo di date contenente visite alla pagina in cui è stato implementato il tag Floodlight.
  4. Rimuovi tutte le dimensioni specifiche della campagna.
  5. Seleziona un ID Floodlight e un'Attività Floodlight da verificare.
  6. Esegui il rapporto.

Passaggio 5: risolvi eventuali problemi di implementazione dei tag (trafficker e webmaster)

Se riscontri problemi con la nuova implementazione dei tag, puoi utilizzare i seguenti metodi per risolverli:

  • Visualizzare gli avvisi relativi all'implementazione di Floodlight: gli avvisi relativi all'implementazione di Floodlight ti consentono di determinare se Campaign Manager ha rilevato uno o più problemi di implementazione di un tag Floodlight che potrebbero comportare errori nei rapporti sulle conversioni. Ulteriori informazioni
  • Scaricare Google Tag Assistant: questa estensione gratuita di Chrome esegue la diagnostica dei tag. Ulteriori informazioni
  • Eseguire il debug con gli Strumenti per sviluppatori di Chrome: utilizza DevTools per analizzare i tag globali del sito. Ulteriori informazioni

Mappare i parametri dei tag iframe e immagine ai parametri del tag globale del sito

Mentre effettui la migrazione dai tag iframe o immagine al tag globale del sito, noterai una differenza nei parametri disponibili nel tag globale del sito. Ecco una mappatura dei parametri dei tag iframe e immagine rispetto ai parametri del tag globale del sito, così da aiutarti a lavorare con il nuovo formato di tag. Consulta questo articolo per informazioni dettagliate su come inviare dati ai parametri nel tag globale del sito.

Parametro tag immagine/iframe Parametri del tag globale del sito Tipo di tag e metodo di conteggio
src= Parte di send_to Tutti
type= Parte di send_to Tutti
cat= Parte di send_to Tutti
u1=, u2= e così via. u1, u2 e così via. Tutti
qty= quantity Vendite: Elementi venduti
cost= value Vendite
ord= Consulta la sezione di seguito sul busting della cache. Tutti
num= Consulta la sezione di seguito sul busting della cache. Contatore: Unico
dc_lat= 'dc_custom_params':{'dc_lat'} Tutti
dc_rdid= Non applicabile. Il tag globale del sito non è disponibile per le app. Tutti
tag_for_child_directed_treatment 'dc_custom_params':{'tag_for_child_directed_treatment'} Tutti

Busting della cache nel tag globale del sito

Il tag globale del sito gestisce il busting della cache automaticamente per te, pertanto non è necessario utilizzare i parametri ord= o num= con questo tag. Anche se non devi compilare i busting della cache, continuerai a vedere gli stessi dati disponibili nel rapporto e nell'attribuzione. Di seguito sono riportate ulteriori informazioni su come veniva gestito in precedenza il busting della cache e su come funziona nel tag globale del sito.

Tag contatore

Metodo di conteggio Comportamento tag immagine e iframe Comportamento del tag globale del sito Dati disponibili in rapporto/attribuzione
Standard ord= doveva contenere un numero casuale per fungere da busting della cache. Il busting della cache viene gestito dal tag in base al metodo di conteggio. Nel tag non verrà visualizzato un campo specifico da completare per il busting della cache. Continuerai a visualizzare un numero casuale.
Unico ord= doveva essere impostato su 1. num= doveva contenere un numero casuale per fungere da busting della cache. Il busting della cache viene gestito dal tag in base al metodo di conteggio. Nel tag non verrà visualizzato un campo specifico da completare per il busting della cache. Continuerai a visualizzare il valore 1.
Per sessione Il busting della cache non era obbligatorio, perché il tag veniva attivato solo una volta per sessione. L'ID sessione era ord=. Utilizza il campo session_id. Continuerai a visualizzare ID sessione univoci.

Tag vendite

Metodo di conteggio Comportamento tag immagine e iframe Comportamento del tag globale del sito Dati disponibili in rapporto/attribuzione
Transazioni Il busting della cache non era obbligatorio, perché il tag veniva attivato solo una volta per ordine. L'ID ordine era ord=. Utilizza il campo transaction_id. Continuerai a visualizzare ID transazione univoci.
Elementi venduti Il busting della cache non era obbligatorio, perché il tag veniva attivato solo una volta per ordine. L'ID ordine era ord=. Utilizza il campo transaction_id. Continuerai a visualizzare ID transazione univoci.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?