Gestire l'aggiornamento dei dati

Comprendere in che modo Data Studio migliora il rendimento e riduce i costi delle query archiviando temporaneamente i dati.

Una cache è un sistema di archiviazione temporanea dei dati. Recuperare i dati memorizzati nella cache può essere molto più veloce rispetto al recupero direttamente dal set di dati sottostante. Inoltre, consente di diminuire il numero di query inviate, riducendo al minimo i costi per l'accesso ai dati a pagamento.

L'aggiornamento dei dati si riferisce al grado di attualità dei dati di un report. A seconda del tipo di report, i requisiti o le aspettative in termini di aggiornamento dei dati sono diversi. Ad esempio, se stai misurando il rendimento degli annunci sul tuo sito o nella tua app, possono essere sufficienti aggiornamenti giornalieri. Per i report basati sull'analisi dei social media, invece, potrebbe essere necessario aggiornare i dati più volte al giorno.

Le prestazioni di un report indicano la sua velocità di caricamento. Il recupero dei dati direttamente dal set di dati sottostante può essere lento, il che a sua volta aumenta i tempi con cui i report si caricano e rispondono alle modifiche del visualizzatore, come l'applicazione di filtri e intervalli di date. Inoltre, per alcune origini dati come BigQuery, il recupero diretto dei dati può comportare costi monetari.

Contenuti di questo articolo:

Impostare l'aggiornamento dei dati per un'origine dati

Data Studio aggiorna automaticamente a intervalli regolari tutti i dati memorizzati nella cache per ogni origine dati utilizzata dal report. Per modificare la frequenza di aggiornamento predefinita dei dati:

  1. Modifica l'origine dati. Puoi eseguire questa operazione da un report o dalla home page Origini dati.
  2. Fai clic su Aggiornamento dei dati nella parte superiore.
  3. In "Verifica la presenza di dati aggiornati", seleziona una nuova opzione di aggiornamento, se disponibile.
  4. Fai clic su IMPOSTA L'AGGIORNAMENTO DEI DATI.
Frequenze di aggiornamento dei dati per connettore

I vari connettori supportano diverse frequenze di aggiornamento dei dati, come indicato di seguito. Tieni presente che i prodotti di marketing e misurazione di Google, come Google Ads, Google Analytics, Campaign Manager 360, Search Console, YouTube Analytics e altri, vengono aggiornati ogni 12 ore. Questa frequenza non può essere modificata.

Connettore Opzioni di aggiornamento
Google Analytics Ogni ora
Ogni 4 ore
Ogni 12 ore*

Altri prodotti per la misurazione e gli annunci Google

Ogni 12 ore
Fogli Google

Ogni 15 minuti*
Ogni ora
Ogni 4 ore
Ogni 12 ore

BigQuery

Ogni 15 minuti
Ogni ora
Ogni 4 ore
Ogni 12 ore*

Connettori Cloud e SQL Ogni 15 minuti
Ogni ora*
Ogni 4 ore
Ogni 12 ore
Connettori della community Variabile
Altri connettori Variabile

* Frequenza di aggiornamento predefinita

Gli editor dei report possono anche aggiornare la cache manualmente (vedi di seguito).

Funzionamento della cache

Ogni componente in un report di Data Studio dispone di una propria cache individuale. La cache contiene solo i dati necessari per creare la visualizzazione predefinita del componente in questione. Ad esempio, la cache di una tabella con due dimensioni e tre metriche, con un intervallo di date predefinito impostato sugli ultimi 28 giorni e i risultati filtrati in base a un determinato valore (ad esempio, paese = Belgio), conterrà solo i dati necessari per visualizzare questa tabella.

Ecco un altro esempio:

Supponiamo che l'origine dati si connetta a una query SQL personalizzata: SELECT * FROM tableName. I risultati di questa query non vengono memorizzati nella cache poiché la cache si applica a grafici e componenti, non all'origine dati nel suo insieme.

Ora, nel report, aggiungi un prospetto con la metrica Sum(revenue). La query sottostante per il prospetto potrebbe essere SELECT Sum(revenue) FROM (SELECT * from tableName)). I risultati di questa query vengono memorizzati nella cache per questo specifico prospetto.

Quando un componente del report richiede dei dati, se la query in questione corrisponde a una precedente, l'ultima richiesta di dati viene fornita dalla cache.

Se la richiesta non può essere fornita dalla cache, Data Studio richiede i dati al set di dati sottostante. Ad esempio, se un visualizzatore modifica l'intervallo di date o filtra la tabella sopra descritta in base a un nuovo paese, allora Data Studio richiede i nuovi dati al set di dati sottostante. I risultati della nuova query vengono aggiunti alla cache della tabella e Data Studio memorizza la nuova query per riutilizzarla in futuro.

Quando la cache si aggiorna, tutti i vecchi dati e le query che sono stati memorizzati nella cache vengono eliminati. Le nuove query generate dai componenti del report passano direttamente alla piattaforma sottostante e le risposte vengono aggiunte alla cache per questi componenti.

Per gli utenti di BigQuery: vengono applicati i normali costi di query ogni volta che Data Studio interroga il progetto sottostante. Sono incluse le query che ignorano la cache e gli aggiornamenti manuali e automatici della cache.

Aggiornare manualmente i dati del report

Gli editor dei report possono aggiornare la cache in qualsiasi momento:

  1. Visualizza o modifica il report.
  2. In alto a destra, fai clic su Altre opzioni. e poi su Aggiorna Aggiorna dati.

In questo modo viene aggiornata la cache per ogni origine dati aggiunta al report.

Come scoprire se i dati del report sono memorizzati nella cache

Per sapere se i dati provengono dalla cache, visualizza il report e guarda nell'angolo in basso a sinistra. Se tutti i grafici della pagina corrente vengono pubblicati dopo essere stati recuperati dalla cache, viene visualizzata un'icona a forma di lampo con l'ora e la data dell'ultimo aggiornamento cache icon.

Combinazione e dati memorizzati nella cache

Per un'origine dati combinata, la cache utilizza l'impostazione corrispondente al tempo di aggiornamento auspicato per tutte le origini dati incluse nella combinazione.

Ad esempio, se combini un'origine dati Fogli avente un tempo di aggiornamento di 15 minuti con un'origine dati BigQuery il cui tempo di aggiornamento è di 4 ore, l'origine dati combinata risultante avrà un tempo di aggiornamento di 15 minuti.

Aggiornamento dei dati e report incorporati

I visualizzatori non possono aggiornare i dati in un rapporto incorporato. L'aggiornamento viene eseguito alla scadenza della cache.

Impostazioni dei report

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
102097
false