Caricamento più veloce delle pagine web

Puoi velocizzare il caricamento delle pagine web impostando Google Chrome in modo che esegua il prerendering (precaricamento) dei link. A tale scopo, Google Chrome prevede su quali link potresti fare clic e li prepara per il caricamento immediato.

Ad esempio:

  • Durante la consultazione di un blog, è possibile che tu faccia clic su "post successivo" quando hai finito di leggere. Il blog può indicare a Google Chrome di precaricare il "post successivo", in modo che la pagina venga mostrata immediatamente quando fai clic sul relativo link.
  • Quando digiti un indirizzo web nella barra degli indirizzi, Chrome inizia a eseguire il prerendering della pagina se è sicuro del sito che potresti visitare (in base alla tua cronologia locale). La pagina verrà visualizzata più rapidamente quando premerai Invio.
La funzione di ricerca di Google in Chrome è basata sulla tecnologia di prerendering di Chrome.

Attivazione delle previsioni delle azioni di rete

Su un computer

  1. Fai clic sull'icona del menu Chrome Chrome menu nell'angolo in alto a destra della finestra del browser.
  2. Seleziona Impostazioni.
  3. Fai clic su Mostra impostazioni avanzate nella parte inferiore della pagina.
  4. Nella sezione "Privacy", seleziona "Precarica le risorse per velocizzare il caricamento delle pagine". Se desideri annullare questa autorizzazione, deseleziona la casella.

Su un dispositivo Android

  1. Tocca il menu Chrome > Impostazioni.
  2. Tocca Privacy nella sezione "Avanzate".
  3. Tocca Previsioni delle azioni di rete.
  4. Seleziona un'opzione:
    • Sempre. Chrome può precaricare le pagine web anche quando utilizzi i dati mobili. Questa opzione potrebbe utilizzare molti dati sul dispositivo mobile. Ulteriori informazioni sulla riduzione dell'utilizzo dei dati
    • Solo su Wi-Fi (impostazione predefinita). Chrome può precaricare le pagine web soltanto se utilizzi una rete Wi-Fi.
    • Mai. Chrome non precaricherà le pagine web.

Una nota sui cookie

Se attivi questa impostazione in Chrome, i siti web (e le eventuali risorse incorporate) che vengono sottoposti al prerendering o precaricati potrebbero impostare e leggere i propri cookie come se li avessi già visitati, anche se non visiti affatto le pagine sottoposte al prerendering o precaricate.

Sviluppatori web. Per ulteriori informazioni sulla tecnologia di prerendering e precaricamento, consulta la guida al prerendering in Chrome per sviluppatori web.

Hai trovato utile questo articolo?