Plug-in bloccati

Google Chrome blocca i plug-in obsoleti o che non vengono comunemente utilizzati perché potrebbero talvolta costituire un rischio per la sicurezza. I plug-in agevolano i browser nell'elaborazione di particolari contenuti web, come i file Flash o Windows Media. Alcuni plug-in, come Flash, sono utilizzati da molti siti web su Internet. Altri plug-in sono utilizzati solo da un ristretto numero di siti.

Esempi di plug-in bloccati da Chrome:

  • Java
  • RealPlayer
  • QuickTime
  • Shockwave
  • Windows Media Player
  • Adobe Reader precedente ad Adobe Reader X
  • Unity
  • Google Update
  • VLC

Esecuzione di plug-in bloccati

Puoi eseguire alcuni plug-in che vengono bloccati da Chrome. Chrome ti chiederà l'autorizzazione per eseguire un plug-in e dovresti eseguire i plug-in soltanto su siti che ritieni attendibili.

Per fare in modo che il plug-in venga eseguito sul sito, procedi nel seguente modo:

  • Per eseguire il plug-in solo una volta, fai clic su Eseguilo questa volta. Il plug-in viene eseguito ma, se visiti il sito in un secondo momento, ti verrà chiesta l'autorizzazione per eseguire di nuovo il plug-in.
  • Per consentire al sito corrente di eseguire sempre il plug-in, fai clic su Esegui sempre su questo sito. In occasione delle visite successive al sito, il plug-in verrà eseguito automaticamente.
  • Per consentire sempre l'esecuzione del tipo di plug-in specifico, visita chrome://plugins, cerca il plug-in e seleziona la casella Sempre consentito.

Ulteriori informazioni sulla gestione dei plug-in

Se non desideri che Google Chrome ti chieda l'autorizzazione prima di eseguire i plug-in meno utilizzati, utilizza il flag della riga di comando --always-authorize-plugins. Puoi trovare istruzioni per l'aggiunta di un flag della riga di comando sul nostro sito di Chromium.