Notifica

Tieni presente che il team dell'assistenza clienti non fornisce servizi di risoluzione dei problemi nella tua attuale lingua di visualizzazione. Per contattare il personale del team di assistenza, passa innanzitutto all'inglese o ad altre lingue supportate (spagnolo, portoghese o giapponese).

Gestire la conformità SSL in Campaign Manager 360

Campaign Manager 360 non consente URL non protetti (HTTP) nei seguenti elementi: codice creatività, URL di reindirizzamento in creatività di reindirizzamento, pixel di impressione, URL sondaggio e tag evento relativi alle impressioni. Se utilizzi URL in questi elementi, devono essere tutti URL protetti (HTTPS). Collabora con sviluppatori e fornitori per realizzare creatività e URL protetti.

  • Gli URL protetti iniziano con https e in genere utilizzano SSL o TLS per mantenere protette le informazioni su Internet (Secure Sockets Layer o Transport Layer Security).

  • In Campaign Manager 360, l'espressione "conformità SSL" si riferisce agli elementi che mantengono protette le informazioni utilizzando qualsiasi forma di URL HTTPS. Ricorda che gli elementi conformi a SSL (ad esempio annunci, creatività o tag evento relativi alle impressioni) potrebbero effettivamente utilizzare TLS anziché SSL. "SSL" rappresenta solo un modo comune per riferirsi agli URL protetti.

Utilizza la seguente guida per apprendere il funzionamento dello standard SSL in Campaign Manager 360.

Espandi tutto   Comprimi tutto

SSL in Campaign Manager 360

Requisiti SSL in Campaign Manager 360

Campaign Manager 360 richiede l'utilizzo di URL protetti (HTTPS) in codice creatività, URL di reindirizzamento, pixel di impressione e URL sondaggio.

Per verificare se i tuoi elementi sono conformi a SSL, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:

  • Le creatività permettono URL protetti solo nel codice creatività, negli URL sondaggio o nel pixel di impressioni aggiunti manualmente e negli URL di reindirizzamento. Tutti gli URL in queste posizioni devono essere protetti (ciò non significa necessariamente dover aggiungere URL protetti; potrebbe semplicemente significare che non è consentita l'aggiunta di URL non protetti).

  • Gli annunci consentono solo di applicare tag evento protetti relativi alle impressioni. Non è possibile applicare tag evento non protetti relativi alle impressioni. Inoltre, gli annunci consentono solo di assegnare creatività conformi con lo standard SSL. Non puoi assegnare creatività non conformi.

  • I posizionamenti consentono solo di assegnare creatività o annunci conformi a SSL. Non puoi assegnare creatività o annunci non conformi.

  • I tag evento relativi alle impressioni devono utilizzare pixel o URL sondaggio protetti. In caso contrario, non potrai applicarli agli annunci.

  • Le attività Floodlight consentono solo tag dinamici protetti (pixel di piggybacking). Inoltre, a partire dal 7 luglio 2015, le attività Floodlight verranno caricate in un iframe protetto. Ciò significa che tutti i tag dinamici rimanenti non protetti (pixel di piggybacking) nelle attività Floodlight non saranno più in grado di acquisire informazioni.

Campi che influenzano la conformità SSL

Di seguito puoi trovare un elenco di campi e proprietà che richiedono l'impiego di URL protetti:

  • Codice dell'asset. Se l'asset utilizza URL non protetti nel codice creatività, chiedi allo sviluppatore di aggiornarlo con URL protetti.

  • Codice HTML. Controlla il codice nella sezione "HTML" delle proprietà della creatività per capire se si tratta di una creatività personalizzata o display. Se una creatività non dovesse risultare conforme, chiedi al tuo sviluppatore di realizzarne una versione che lo sia.

  • Sezioni "URL di terze parti" in creatività VPAID, In-Stream e rich media generali.

  • URL di reindirizzamento in creatività di reindirizzamento.

  • URL di tag evento relativi alle impressioni. Apri i tag a livello di campagna o inserzionista e controlla i relativi URL. Qualsiasi annuncio che utilizza un tag evento relativo alle impressioni non conforme diventa anch'esso non conforme; qualsiasi posizionamento assegnato ad annunci non conformi diventa anch'esso non conforme (e, di conseguenza, esporterà tag di posizionamento non protetti).

    Non aggiungere la macro %ers! ai tag evento relativi alle impressioni. Dal momento che questa macro si espande in http o https a seconda del contesto, potrebbe consentire il protocollo non protetto (http) nell'URL di monitoraggio. Se questa macro viene rilevata nel tag evento relativo alle impressioni, Campaign Manager 360 lo etichetta come "Non conforme".

  • Tag dinamici (pixel piggyback) nelle attività Floodlight. Nella sezione "Tag dinamici" delle proprietà dell'attività Floodlight, nel campo "Codice" dei tag predefiniti o del publisher. Tutti i codici che indicano al browser di chiamare un URL http non sono considerati conformi.

Note

  • Il protocollo relativo (//) è consentito nei campi che riguardano la conformità SSL, in quanto cambierà in HTTPS sui siti protetti.

  • Le pagine di destinazione non influiscono sulla conformità SSL nelle creatività e negli annunci. È opportuno utilizzare http per tutte le pagine di destinazione, compresi gli URL presenti nei tag evento relativi ai clic e nella sezione "Clicktag" della creatività.

  • Una creatività immagine in Campaign Manager 360 è sempre conforme, in quanto è priva di URL di monitoraggio o altri contenuti provenienti da fonti non sicure.

Glossario dei termini SSL
  • SSL è un metodo di protezione delle informazioni su Internet. È l'acronimo di Secure Sockets Layer. Molti siti ricorrono a SSL o al suo successore TLS (Transport Layer Security) per mantenere protette le pagine. L'URL di un sito protetto inizia con HTTPS in cui la s significa "secure" ("protetto" in inglese). In linea generale, gli URL che iniziano con HTTPS funzionano esattamente allo stesso modo degli URL che iniziano con http. La differenza è che, quando un URL inizia con https, il server aggiunge un ulteriore livello di crittografia.

  • Gli URL protetti iniziano con HTTPS. Tutelano la sicurezza del contenuto mediante un livello di crittografia denominato SSL (Secure Sockets Layer). Gli URL non protetti iniziano con http. Se l'URL del tuo sito inizia con HTTPS, è considerato un sito protetto.

  • L'impostazione Conforme indica la conformità a SSL e che l'elemento può essere utilizzato su siti protetti. Gli elementi conformi a SSL utilizzano solo URL protetti in codice creatività, pixel di impressione e altri campi riguardanti la conformità SSL. Sono privi di URL non protetti che potrebbero comportare problemi per i siti protetti.

  • L'impostazione Non conforme indica la non conformità a SSL e che l'elemento utilizza uno o più URL non protetti che potrebbero causare problemi su siti protetti. Ad esempio, le creatività non conformi potrebbero contenere URL non protetti nel codice. Gli annunci non conformi potrebbero utilizzare tag evento relativi alle impressioni con pixel non protetti. Quando un posizionamento non è conforme, ciò significa che è assegnato a uno o più annunci o creatività non conformi.

Esenzioni per spazi pubblicitari cinesi

Se pubblichi annunci in spazi pubblicitari cinesi, potrebbe essere necessaria l'esenzione dai requisiti SSL, perché i siti cinesi non supportano SSL. I rappresentanti del supporto tecnico possono disattivare i requisiti SSL per i siti o gli inserzionisti cinesi, se necessario. Non sono ammesse altre eccezioni. Scopri ulteriori informazioni sulle esenzioni per siti cinesi

In che modo Campaign Manager 360 gestisce gli elementi non conformi

Annunci e creatività
  1. Se Campaign Manager 360 determina che il tuo annuncio o la tua creatività utilizza URL non protetti nei campi che riguardano la conformità SSL, la nostra piattaforma etichetterà questi elementi come "Non conforme".

  2. Le nuove assegnazioni non possono utilizzare annunci e creatività non conformi. Ad esempio, non è possibile assegnare un annuncio non conforme a nuovi posizionamenti. Non è inoltre possibile assegnare nuove creatività a un annuncio non conforme.

  3. Le creatività e gli annunci non conformi già assegnati rimangono assegnati e possono continuare a essere pubblicati nei posizionamenti.

    • Campaign Manager 360 ha iniziato a introdurre i nuovi requisiti SSL a partire dal 16 giugno 2015. Prima di questa data, erano consentite assegnazioni con elementi non conformi; è per questo motivo che alcuni annunci o creatività non conformi potrebbero essere già stati assegnati ai posizionamenti. Rimangono tutte le assegnazioni esistenti a elementi non conformi e possono ancora essere pubblicate nei posizionamenti. Non sono, tuttavia, consentite nuove assegnazioni, a meno di modificare creatività o annunci per renderli conformi.

Posizionamenti non conformi
  1. Se il posizionamento contiene annunci o creatività non conformi, Campaign Manager 360 lo etichetterà come "Non conforme".

  2. Non sono consentiti posizionamenti non conformi nelle nuove assegnazioni. Se il tuo posizionamento non è conforme (ovvero è assegnato ad annunci o creatività non conformi), non puoi assegnare altri annunci o altre creatività a quel posizionamento.

    L'eccezione è che, se hai già assegnato annunci conformi a un posizionamento non conforme, è ancora possibile assegnare creatività conformi a questi annunci. In altre parole, se uno degli annunci sul posizionamento non conforme è conforme a SSL, è comunque possibile assegnarlo a creatività conformi.

  3. Le creatività e gli annunci non conformi già assegnati al posizionamento rimangono assegnati e potranno continuare a essere pubblicati.

    • Come spiegato in precedenza, potrebbero già essere assegnati annunci e creatività non conformi ai posizionamenti della tua campagna se l'assegnazione è avvenuta prima dei nuovi requisiti SSL (che hanno iniziato a entrare in vigore dal 16 giugno 2015). Queste assegnazioni possono rimanere e continueranno a essere pubblicate, ma non saranno, tuttavia, consentite nuove assegnazioni, a meno di rendere conforme il posizionamento (verificando che tutte le creatività e gli annunci assegnati siano conformi).

  4. I posizionamenti conformi in Campaign Manager 360 esportano solo tag protetti. Tuttavia, se il tuo posizionamento non è conforme (ovvero è assegnato ad annunci o creatività non conformi), saranno esportati solo tag non protetti.

    • Campaign Manager 360 è stato progettato per garantire una pubblicazione end-to-end protetta degli annunci. Ciò significa pubblicare contenuti protetti tramite tag protetti su siti protetti. Questo include tag di posizionamento protetti. I posizionamenti non conformi esportano tag non protetti in modo che i tag siano coerenti con lo stato SSL degli annunci e delle creatività. Non utilizzare tag di posizionamento non protetti su siti protetti, in quanto i tag non protetti possono causare problemi per il publisher, indurre il browser dell'utente a mostrare un avviso o provocare il mancato caricamento dell'annuncio.

Tag evento relativi alle impressioni non conformi
  1. Se l'URL pixel di impressione o l'URL sondaggio nel tag evento relativo alle impressioni non è protetto, Campaign Manager 360 lo etichetterà come "Non conforme".

  2. I tag evento non conformi relativi alle impressioni non possono essere applicati a nuovi annunci.

  3. Se hai già applicato agli annunci un tag evento relativo alle impressioni non conforme, quest'ultimo può continuare a rimanere applicato e sarà ancora in grado di acquisire informazioni. Ricorda, tuttavia, che questo tag evento renderà non conformi anche i relativi annunci, in quanto utilizzeranno un URL di monitoraggio non conforme una volta che verranno pubblicati.

    • Campaign Manager 360 ha iniziato a introdurre i nuovi requisiti SSL dal 16 giugno al 7 luglio 2015. In precedenza, Campaign Manager 360 consentiva di applicare agli annunci tag evento non protetti relativi alle impressioni. Gli eventuali tag evento non conformi relativi alle impressioni che hai già applicato continueranno a rimanere applicati e saranno ancora in grado di acquisire informazioni. Ricorda, tuttavia, che non sarai in grado di applicare ad altri annunci questi tag evento non conformi relativi alle impressioni.

Attività Floodlight
  1. Campaign Manager 360 non consente di salvare nuove attività Floodlight con tag dinamici non protetti (pixel piggyback).

  2. A partire dal 7 luglio 2015, i tag dinamici non protetti smetteranno di acquisire informazioni. Campaign Manager 360 carica i tag Floodlight in un iframe protetto. Se un tag dinamico non è di tipo HTTPS, non sarà caricato nell'iframe e ciò comporta la mancata acquisizione di informazioni.

    Chiedi al tuo fornitore una versione protetta dei tag dinamici. Non è infatti sufficiente modificare http in HTTPS nel tag dinamico, in quanto molti pixel di impressione presentano URL protetti completamente diversi.

Risoluzione di problemi di conformità SSL

Se si verificano problemi legati ai requisiti di conformità SSL, potresti dover modificare gli URL nelle creatività, nei tag evento o nei tag Floodlight. Continua nella lettura per capire come risolvere questo tipo di problemi.

La mia creatività non è conforme

Le creatività non sono conformi se sono presenti URL non protetti nel relativo codice, nel pixel di impressione o negli URL sondaggio aggiunti manualmente oppure negli URL di reindirizzamento.

  1. Apri le proprietà della creatività in Campaign Manager 360.

  2. Una volta individuato il problema, puoi collaborare con il fornitore o lo sviluppatore per cercare di risolverlo.

    • Se i pixel di impressione o gli URL sondaggio aggiunti manualmente non sono conformi, chiedi al fornitore una versione protetta dell'URL di tracciamento.

    • Se l'URL di reindirizzamento non è conforme, chiedi al fornitore un URL di reindirizzamento protetto.

    • Se gli URL di tracciamento sono conformi, il problema potrebbe essere dovuto a un URL non protetto nel codice creatività. Chiedi allo sviluppatore di fornirti una versione protetta della creatività da caricare al posto di quella non protetta.

Il mio annuncio non è conforme

Gli annunci non sono conformi se sono associati a creatività non conformi o a tag evento relativi alle impressioni non conformi.

  1. Apri le proprietà dell'annuncio in Campaign Manager 360.

  2. Apri la sezione "Assegnazioni creatività".

  3. Controlla le creatività assegnate. È presente una colonna "SSL" che indica se sono state assegnate creatività non conformi. Le assegnazioni di creatività non conformi rendono non conforme anche l'annuncio.

    • Se sono presenti creatività assegnate non conformi, dovrai annullare l'assegnazione o cambiarne le proprietà in modo che le creatività diventino conformi.

  4. Se le creatività assegnate sono conformi ma l'annuncio è ancora non conforme, il problema potrebbe essere causato da uno o più tag evento relativi alle impressioni non conformi.

    Per controllare i tag evento, procedi nel seguente modo:

    1. Apri la sezione "Tag evento".

    2. Nella sezione "Tag evento relativi alle impressioni", verifica che la "visualizzazione" attiva sia Tag applicati.

    3. Puoi ora vedere tutti i tag evento relativi alle impressioni che sono applicati al tuo annuncio. Per ogni riga, scorri verso destra per individuare la colonna "SSL". Questa colonna indica se il tag evento relativo alle impressioni è conforme a SSL.

    4. Prendi nota dei tag evento che non sono conformi. Puoi scegliere di rimuoverli o modificare l'URL del tag evento.

      • Rimozione. Imposta la "visualizzazione" su Tag campagna/inserzionista. Seleziona i tag evento che vuoi rimuovere e fai clic su Non applicare mai.

      • Modifica l'URL del tag:

        1. Controlla la colonna "Sorgente".

          • Se la sorgente è l'inserzionista, devi modificare il tag evento nelle proprietà di quest'ultimo. A tal fine, individua la sezione "Tag evento" e apri il tuo tag evento nella visualizzazione "Tag a livello di inserzionista".

          • Se la sorgente è la campagna, devi modificare il tag evento nelle proprietà di quest'ultima. A tal fine, individua la sezione "Tag evento" e apri il tuo tag evento nella visualizzazione "Tag a livello di campagna".

        2. Richiedi al fornitore una versione protetta dell'URL di monitoraggio e inseriscila nel campo URL tag.

          Ricorda che gli URL dei tag evento protetti sono spesso diversi da quelli non protetti. Generalmente non è sufficiente modificare http in HTTPS all'inizio dell'URL.

         

Il mio posizionamento non è conforme

I posizionamenti prendono il proprio stato SSL dalle relative assegnazioni. I posizionamenti non sono conformi solo se sono associati a creatività o annunci non conformi.

  1. Apri la campagna. Fai clic su Visualizzazioni e scegli la visualizzazione Posizionamenti, annunci e creatività.

  2. Individua il posizionamento desiderato.

  3. Scorri verso destra per vedere la colonna SSL. Utilizza questa colonna per controllare quali creatività e quali annunci assegnati al posizionamento non sono conformi. Prendi nota di questi elementi e segui la procedura riportata sopra per modificare gli annunci non conformi o le creatività non conformi.

La mia attività Floodlight non è conforme

Il problema è che l'attività Floodlight contiene uno o più tag dinamici non protetti (pixel di piggybacking).

Controlla i campi "Codice" nella sezione "Tag dinamici". Questi campi non possono contenere codice che indica al browser di chiamare un URL non protetto. Ad esempio, <img src="http://www.example.com"> indica al browser di chiamare un'immagine da un URL http che, pertanto, non è conforme.

Chiedi al tuo fornitore una versione protetta dei tag dinamici. Non è infatti sufficiente modificare http in HTTPS nel tag dinamico, in quanto molti pixel di impressione presentano URL protetti completamente diversi.

L'utilizzo di tag dinamici protetti è fondamentale in quanto, a partire dal 7 luglio 2015, i tag dinamici non protetti smetteranno di acquisire informazioni. Questo perché Campaign Manager 360 caricherà automaticamente un iframe protetto con il tag Floodlight: se il tag dinamico non è di tipo https, non sarà caricato nell'iframe e ciò comporta la mancata acquisizione di informazioni.

Il mio tag evento relativo alle impressioni non è conforme

Il problema è che il tag evento relativo alle impressioni include un URL non protetto. Campaign Manager 360 non consente di applicare agli annunci tag evento non protetti relativi alle impressioni.

  1. Chiedi al tuo fornitore una versione protetta del pixel di impressione o dell'URL sondaggio nel tag evento relativo alle impressioni.

    Ricorda che gli URL dei tag evento protetti sono spesso diversi da quelli non protetti. Generalmente non è sufficiente modificare http in HTTPS all'inizio dell'URL.

  2. Inserisci questo URL nel campo URL tag del tag evento. Se hai problemi a trovare il tag evento, segui questi passaggi.

  3. Dopo aver aggiunto un URL di monitoraggio protetto, Campaign Manager 360 permette di applicare il tag evento.

Se il tag evento è stato applicato prima dei nuovi requisiti SSL, potrà rimanere applicato e continuerà ad acquisire informazioni. Tuttavia, gli annunci che utilizzano un tag evento non protetto relativo alle impressioni non potranno più essere consentiti nelle nuove assegnazioni. Questo perché Campaign Manager 360 non consente nuove assegnazioni con elementi che non sono conformi allo standard SSL.

Non riesco a completare un'assegnazione a causa di problemi con SSL

Campaign Manager 360 impedisce la definizione di nuove assegnazioni che coinvolgono elementi non conformi.

  1. Apri la campagna. Fai clic su Visualizzazioni e scegli la visualizzazione Posizionamenti, annunci e creatività.

  2. Individua gli elementi che stai tentando di assegnare.

  3. Scorri verso destra per vedere la colonna SSL. Utilizza questa colonna per verificare che tutti gli elementi che vuoi assegnare siano conformi allo standard SSL. Ogni elemento coinvolto deve essere conforme a SSL.

  4. Una volta che hai individuato un annuncio, una creatività o un posizionamento non conforme, scopri informazioni su come risolvere il problema in una delle precedenti sezioni:

    • Creatività non conformi

    • Annunci non conformi

    • Posizionamenti non conformi

Ricorda che le assegnazioni definite prima dei nuovi requisiti SSL rimangono attive in Campaign Manager 360 e gli annunci continueranno a essere pubblicati.

Campaign Manager 360 ha erroneamente etichettato la mia creatività come "Non conforme"

Se sei certo che la tua creatività sia conforme allo standard SSL, puoi sostituire le impostazioni di Campaign Manager 360 nelle relative proprietà ed etichettarla come conforme.

Sostituisci le impostazioni di Campaign Manager 360 solo se sei sicuro che la creatività utilizza URL protetti. La pubblicazione di creatività non conformi in un sito protetto può infatti determinare la generazione di un avviso nel browser dell'utente.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale