Notifica

Tieni presente che il team dell'assistenza clienti non fornisce servizi di risoluzione dei problemi nella tua attuale lingua di visualizzazione. Per contattare il personale del team di assistenza, passa innanzitutto all'inglese o ad altre lingue supportate (spagnolo, portoghese o giapponese).

Gestione dei tag annuncio

Utilizzare il tag ins

Il tag ins funziona per gli annunci che utilizzano tag iframe/JavaScript o JavaScript e migliora i dati di Verification e Reporting. L'utilizzo del tag ins offre numerosi vantaggi, tra cui:

  • Per gli inserzionisti: questo tag fornisce informazioni di dominio avanzate in Verification, offrendo dati più dettagliati in merito a dove sono stati pubblicati gli annunci e migliorando al tempo stesso la sicurezza del brand e la protezione anti-spam.
  • Per i publisher: non è necessario aggiungere il busting della cache (ord=) in questo tag, pertanto l'implementazione è più facile.

Informazioni sul tag ins

  • Annunci supportati: il tag funziona con qualsiasi annuncio che utilizza tag iframe/JavaScript o JavaScript. Campaign Manager 360 genera il tag ins solo per gli annunci sui posizionamenti supportati, pertanto non devi preoccuparti di controllare se il posizionamento è supportato o meno.

  • Formato del tag: il tag utilizza attributi HTML invece di parametri URL. Quando il tag viene attivato sul tuo sito, gli attributi HTML vengono modificati nei parametri corrispondenti nel tag e restituiscono quindi i contenuti richiesti.

  • Supporto browser: se la modalità di rendering è impostata su iframe, il browser deve supportare sia iframe sia JavaScript affinché sia possibile caricare l'annuncio. Se la modalità di rendering è impostata su JavaScript, il browser deve supportare solo JavaScript. Il browser deve sempre supportare JavaScript per questi tag perché non è prevista una porzione noscript del tag.

Tag ins di esempio

Noterai <ins all'inizio del tag e quest'ultimo conterrà class='dcmads'.

Questo semplice tag di esempio comprende tre attributi: uno per il posizionamento (data-dcm-placement), uno per un parametro di coppia chiave-valore personalizzato (data-dcm-param-custom_key) e uno per la modalità di rendering (data-dcm-rendering-mode). 

<ins class='dcmads'
 style='display:inline-block;width:300px;height:250px'
 data-dcm-placement='N7480.1664088DOUBLECLICK.NETTEST/B8299600.114131924'
 data-dcm-param-custom_key='custom_value'
 data-dcm-rendering-mode='iframe'>
 <script src='https://www.googletagservices.com/dcm/dcmads.js'></script>
</ins>

Per conoscere la procedura per generare i tag, consulta la guida alla generazione dei tag.

Come modificare il tag ins

Se vuoi utilizzare i parametri di annuncio nel tag, inseriscili sotto forma di attributi HTML nel codice HTML del tag.

  1. Individua gli attributi di dati necessari nella seguente tabella. Ricorda che non è prevista un'opzione per l'aggiunta del busting della cache (ord=), in quanto il tag aggiunge automaticamente un numero casuale.

  2. Aggiungi ogni attributo HTML necessario in una propria riga. In questo modo, diventa più facile trovarli e modificarli nel tag. Non aggiungere i parametri di annuncio: aggiungi solo gli attributi HTML.

    Un vantaggio dei tag ins è che non è necessario aggiungere il busting della cache, perché il tag lo aggiunge automaticamente.

  3. Quando il tag viene attivato sul tuo sito, i relativi attributi HTML vengono modificati nei parametri corrispondenti restituendo i contenuti richiesti.

Tabella degli attributi di dati

Il tag ins utilizza attributi di dati HTML. Questi attributi vengono convertiti dal browser nei parametri di annuncio corrispondenti.

Attributo HTML Convertito in questo parametro di richiesta di annuncio Finalità
data-dcm-rendering-mode command Imposta adi o adj per il tag: se il tag è un tag iframe o un tag JavaScript. La modalità di rendering è "iframe" o "script".
data-dcm-refresh-count rc Consente a un publisher di dichiarare che il tag corrente si sta caricando come un "aggiornamento" di un'area annuncio esistente in precedenza (ovvero sta sostituendo un altro annuncio). Il valore deve corrispondere al numero di volte in cui l'area annuncio ha caricato un annuncio in precedenza (non è necessario specificare "0" per il caricamento iniziale). È possibile utilizzare il valore "1" se il caricamento è un aggiornamento, ma il numero esatto è sconosciuto.
data-dcm-placement placement Imposta il posizionamento Campaign Manager 360 con una stringa.
data-dcm-click-tracker clic URL click tracker di terze parti. Reindirizza i clic a un sito di terze parti per il tracciamento.
data-dcm-landing-page-escapes N in clickN Quante volte la pagina di destinazione viene sottoposta a escape prima di essere aggiunta al click tracker di terze parti.
data-dcm-interstitial dcopt=1_ist Imposta annunci interstitial.
data-dcm-impression-exchange-id pc L'ID Impression Exchange dello IAB.
data-dcm-keywords kw Parole chiave utilizzate per il targeting, separate da virgole.
data-dcm-dart-iframe-path mtfIFPath Solo creatività rich media: il percorso al file DARTIframe.html fornito dal publisher.
data-dcm-disable-iframe-breakout mtfIFrameRequest=false Solo creatività rich media: assicura che la creatività rich media non esca dall'iframe se le dimensioni dei contenuti superano quelle dell'iframe.
data-dcm-top-float mtfTop Solo creatività rich media: la distanza in pixel dalla parte superiore della pagina o dell'area di visualizzazione a dove viene eseguito il rendering di una creatività rich media interstitial.
data-dcm-left-float mtfLeft Solo creatività rich media: la distanza in pixel dal lato sinistro della pagina o dell'area di visualizzazione a dove viene eseguito il rendering di una creatività rich media interstitial.
data-dcm-multi-bottom-float mtfBottomFloat Solo creatività rich media: due numeri separati da una virgola. Il primo numero rappresenta la distanza dall'area superiore della pagina e il secondo rappresenta invece la distanza dal lato sinistro, in px, % o pxc (pixel dal centro) per una creatività interstitial display rich media multi-floating.
data-dcm-multi-left-float mtfLeftFloat Solo creatività rich media: due numeri separati da una virgola. Il primo numero rappresenta la distanza dall'area superiore della pagina e il secondo rappresenta invece la distanza dal lato sinistro, in px, % o pxc (pixel dal centro) per una creatività interstitial display rich media multi-floating.
data-dcm-multi-right-float mtfRightFloat Solo creatività rich media: due numeri separati da una virgola. Il primo numero rappresenta la distanza dall'area superiore della pagina e il secondo rappresenta invece la distanza dal lato sinistro, in px, % o pxc (pixel dal centro) per una creatività interstitial display rich media multi-floating.
data-dcm-multi-top-float mtfTopFloat Solo creatività rich media: due numeri separati da una virgola. Il primo numero rappresenta la distanza dall'area superiore della pagina e il secondo rappresenta invece la distanza dal lato sinistro, in px, % o pxc (pixel dal centro) per una creatività interstitial display rich media multi-floating.
data-dcm-param-dc_expa dc_expa Solo creatività rich media: monitora in tempo reale le espansioni di creatività display espandibili rich media. Il publisher deve inserire un URL senza caratteri di escape che riceverà un postback al momento dell'espansione della creatività.
data-dcm-param-[KEY] KEY Consente di inserire i parametri specificati nelle impostazioni "Chiavi-valore aggiuntive" di un posizionamento. Tutti i parametri utilizzati in questa sede non possono contenere punti e virgola o lettere maiuscole.
data-dcm-child-directed tag_for_child_directed_treatment Accetta i valori 0 o 1. Un valore 1 contraddistingue una richiesta che proviene da un utente minore di 13 anni tutelato ai sensi della legge COPPA.
data-dcm-underage tfua Accetta il valore 0 o 1. Un valore 1 contraddistingue una richiesta che proviene da un utente minore di 16 anni (l'età potrebbe variare in base al paese), in conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'Unione europea.
data-dcm-limit-ad-tracking dc_lat Accetta il valore 0 o 1. Il valore 1 contraddistingue un utente che ha abilitato l'opzione "Limita monitoraggio annunci" per IDFA o AdID al fine di disattivare gli annunci personalizzati e il remarketing. Se tale opzione è disattivata, il valore è 0.
data-dcm-limited-ads ltd Impostato dal publisher, il valore 1 indica che l'utente non ha fornito il consenso per i cookie e, di conseguenza, le impressioni non useranno né creeranno cookie. Possono essere pubblicati solo annunci con limitazioni.
data-dcm-resettable-device-id dc_rdid Identificatore di dispositivo reimpostabile dall'utente che assume la connotazione di IDFA per iOS o di ID pubblicità (AdID) per Android. Il publisher deve trasferire un valore a questo parametro per abilitare il monitoraggio delle conversioni in-app. I valori devono essere senza hash e non elaborati. Sono accettati solo valori trasferiti in modo sicuro mediante tag abilitati per SSL.
data-dcm-external-id dc_xid Un identificatore esterno univoco. I publisher devono trasferire questo valore durante la configurazione di postback per dispositivi mobili. Corrisponde anche al valore del parametro che viene restituito in un postback per indicare una conversione.
data-dcm-app-id dc_msid L'ID Google Play Store o App Store iOS di una determinata app. I publisher devono trasferire questo valore per attivare le dimensioni dei report App e ID app.
data-dcm-publisher-url dc_ref Consente ai publisher di trasmettere l'esatto URL su cui viene pubblicata un'impressione. Scopri di più
data-dcm-ssaid pdid e pdidtype Utilizzato per il monitoraggio di impressioni, clic e conversioni sui dispositivi Android in Cina che sono privi di Google Play. Scopri di più 
data-dcm-api-frameworks dc_sdk_apis Un elenco di identificatori separati da virgole per i framework API supportati dal publisher (ad es. il supporto di VPAID 2.0 e OmID 1.0 sarebbe "2,7"). Gli identificatori sono tratti dalle specifiche AdCOM 1.0.
data-dcm-omid-partner dc_omid_p Identificatore dell'integrazione dell'SDK Open Measurement del publisher. Deve essere nel formato "partnerName/partnerVersion". Questa operazione è necessaria per comunicare e verificare lo stato di certificazione delle integrazioni dell'SDK Open Measurement.
Non è previsto alcun attributo HTML per sz. Le dimensioni vengono invece ottenute dalle proprietà di altezza e larghezza nello stile del tag ins. sz Le dimensioni del posizionamento (larghezza x altezza). Campaign Manager 360 aggiunge questo parametro automaticamente.
Non è previsto alcun attributo HTML per ord. Campaign Manager 360 aggiunge automaticamente un numero di busting della cache, quindi questo parametro non è necessario. ord Permette il busting della cache con un numero casuale. Campaign Manager 360 aggiunge un numero casuale scelto automaticamente, quindi non è necessario aggiungere alcun attributo HTML. Non aggiungere un valore ord al tag.

Le macro e il tag ins

Le macro possono essere inserite negli attributi del tag ins che soddisfa i parametri dell'annuncio corrispondente. Non sono presenti opzioni per le macro di busting della cache o timestamp associate al tag ins, perché è il tag stesso a gestire il busting della cache.

Il tag di esempio riportato di seguito illustra il caso di una macro di monitoraggio dei clic:

<ins class='dcmads'
 style='display:inline-block;width:300px;height:250px'
 data-dcm-placement='N7480.1664088DOUBLECLICK.NETTEST/B8299600.114131924'
 data-dcm-rendering-mode='script'
 data-dcm-click-tracker='${CLICK_URL}'>
 <script src='https://www.googletagservices.com/dcm/dcmads.js'></script>
</ins>

Macro TCF

La versione 2.0 del TCF di IAB supporta l'utilizzo delle macro nei tag delle creatività non solo per indicare la posizione nell'URL in cui la stringa TC deve essere inserita e inoltrata, ma anche per identificare i fornitori presenti. Gli inserzionisti che vogliono effettuare l'integrazione con la versione 2.0 del TCF di IAB devono collaborare con i propri fornitori di pixel per assicurarsi che supportino correttamente le macro riportate di seguito. Scopri di più

Macro Descrizione

${GDPR} 

0 = traffico proveniente da un'area geografica non soggetta al GDPR, 1 = traffico proveniente da un'area geografica soggetta al GDPR.
${GDPR_CONSENT_xxxxx} Dove xxxxx è l'ID fornitore numerico del fornitore che riceve la stringa TC: la stringa TC ricevuta nella richiesta di offerta.
${ADDTL_CONSENT} Dove ADDTL_CONSENT è un elenco separato da punti di ID di fornitori di tecnologia pubblicitaria (ATP) di Google a cui l'utente ha concesso il consenso.

 

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
true
Guida alla preparazione alla privacy per il 2024

Preparati a un mondo senza cookie di terze parti e sfrutta l'opportunità dell'IA
adottando una configurazione di misurazione durevole.
Inizia subito

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
11770506260820567473
true
Cerca nel Centro assistenza
true
true
true
true
true
69192