Notifica

Tieni presente che il team dell'assistenza clienti non fornisce servizi di risoluzione dei problemi nella tua attuale lingua di visualizzazione. Per contattare il personale del team di assistenza, passa innanzitutto all'inglese o ad altre lingue supportate (spagnolo, portoghese o giapponese).

Gestione dei tag annuncio

Tag di posizionamento

Scopri come funzionano i tag di Campaign Manager 360 e quali tipi di tag di posizionamento puoi scaricare.

Espandi tutte le sezioni Comprimi tutte le sezioni

Come funziona

Che cosa sono i tag di posizionamento?

Un tag di posizionamento, talvolta chiamato tag annuncio, è un codice che effettua una chiamata a un ad server per ricevere i contenuti dell'annuncio quando gli utenti visitano un sito. Campaign Manager 360 pubblica gli annunci quando gli utenti visitano un sito con tag di posizionamento di Campaign Manager 360. Il tag di posizionamento indica al browser dell'utente di richiedere l'annuncio; la richiesta spesso include informazioni che Campaign Manager 360 può utilizzare per stabilire il tipo di annuncio da inviare.

Campaign Manager 360 genera un tag univoco per ogni posizionamento in una campagna pubblicitaria. Per le creatività display che supportano diverse dimensioni, Campaign Manager 360 genera un tag per ogni dimensione. I posizionamenti rappresentano punti diversi di un sito in cui pubblicare gli annunci. Generalmente, un inserzionista o un'agenzia collabora con un publisher per stabilire il posizionamento dei tag nel sito, oltre ai tipi di tag più adatti.

Ecco la procedura di base: innanzitutto il trafficker imposta le creatività negli annunci. Quindi, assegna gli annunci ai posizionamenti in Campaign Manager 360. Quando è tutto pronto in Campaign Manager 360, il trafficker genera i tag, li testa e li invia ai publisher. Innanzitutto, il trafficker assegna le creatività agli annunci e questi ultimi ai posizionamenti. Successivamente, può visualizzare i report per conoscere il rendimento della campagna.

Come generare tag in Campaign Manager 360

Fai clic su Tag nella campagna per scaricare tag o inviare notifiche ai publisher se è necessaria l'approvazione del pagamento.

Per Campaign Manager 360, il flusso di lavoro dei tag ti aiuta a scegliere i posizionamenti, i tipi di tag e altre informazioni sui tag che determinano il modo in cui questi vengono generati. Per conoscere la procedura per generare i tag, consulta la guida alla generazione dei tag.

Considerazioni

  • Un aspetto importante del flusso di lavoro dei tag è determinare se i posizionamenti devono essere pagati dall'agenzia o dal publisher. I posizionamenti a carico del publisher non possono essere scaricati direttamente. Devi invece notificare i tag ai publisher tramite Campaign Manager 360.
  • Se esegui l'integrazione con la versione 2.0 del TCF di IAB e la stringa TC indica che Google non ha il consenso per la richiesta per lo Scopo 1, sostituisci ad.doubleclick.net con pagead2.googlesyndication.com nei tag. Questo vale per i tag standard, i tag iframe/JavaScript (esclusi i tag ins), i tag di precaricamento (inclusi i video), i tag annuncio di monitoraggio e i tag tracker dei clic. Scopri di più sull'integrazione con la versione 2.0 del TCF di IAB.

Tag supportati per ogni asset

I tag supportati per ogni asset della creatività sono uguali, indipendentemente dalla posizione in cui vengono pubblicati i tuoi annunci o dai dispositivi di destinazione. Puoi utilizzare questa tabella per assicurarti di scegliere i tag giusti.

  Asset immagine* Asset HTML5 Rich media In‑stream
(video e audio)
VPAID Creatività di monitoraggio
Standard

Solo 1 x 1

Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Iframe/JavaScript Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
JavaScript Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Precaricamento Non supportato Non supportato Non supportato Supportato Supportato Non supportato
Reindirizzamento interno Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Tracker dei clic Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Annuncio di monitoraggio Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Supportato

* I posizionamenti che contengono asset immagine ad alta densità devono utilizzare il tag ins poiché questo tipo di tag completa in modo corretto la densità schermo.  

Tag e dispositivi mobili

Non esiste un tipo di tag particolare per app mobile, siti mobile e dispositivi mobili.

Devi però assicurarti che il publisher sia in grado di compilare i tre parametri associati ai dispositivi mobili in modo corretto, soprattutto il parametro obbligatorio dc_rdid. Questa è una condizione indispensabile per attivare molte funzionalità importanti. Continua nella lettura per istruzioni e altri dettagli sui tag. Questi parametri verranno visualizzati in tutti i posizionamenti display.

Parametri tag per l'inventario per app

I tag di posizionamento nell'inventario per app richiedono parametri aggiuntivi per molte funzioni importanti. Tali parametri sono dc_rdid=, tag_for_child_directed_treatment= e dc_lat=.

Questi parametri vengono automaticamente inclusi in tutti i posizionamenti display poiché qualunque posizionamento display può essere pubblicato all'interno di un'app.

Tieni presente che, se i posizionamenti sono a carico del publisher, non potrai scaricarli prima di averli inviati al publisher per ottenerne l'approvazione.

Importanza del trasferimento di valori ai parametri da parte del publisher

Senza questi valori, i tag non potranno essere abilitati per monitoraggio delle conversioni Floodlight, rapporti di copertura/frequenza, limite sulla frequenza, rotazione creatività o elenchi dei segmenti di pubblico (remarketing).

Definizioni dei parametri

  • dc_rdid=: un identificatore di dispositivo reimpostabile dall'utente che assume la connotazione di IDFA per iOS o di ID pubblicità (AdID) per Android. Questo parametro è obbligatorio. Il publisher deve trasferire un valore a questo parametro per abilitare il tracciamento delle conversioni in-app. I valori devono essere senza hash e non elaborati. Sono accettati solo valori trasferiti in modo sicuro mediante tag abilitati per SSL.

    Nota: consigliamo di utilizzare il parametro dc_rdid per gli ID dispositivo invece del parametro utilizzato in precedenza dc_muid, che accetta valori IDFA con hash MD5, ID Android e AdID.

    • SSAID è disponibile per i dispositivi Android non Play in Cina.

  • tag_for_child_directed_treatment=: accetta il valore 0 o 1. Un valore 1 contraddistingue una richiesta che potrebbe provenire da un utente minore di 13 anni, secondo quanto previsto dalla legge COPPA.

  • dc_lat=: accetta il valore 0 o 1. Il valore 1 contraddistingue un utente che ha abilitato l'opzione che limita il tracciamento degli annunci per IDFA o AdID al fine di disattivare gli annunci basati sugli interessi e il remarketing. Se l'opzione "Limita il monitoraggio degli annunci" è disattivata, il valore è 0.

Esempi di tag

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tag che includono i parametri esaminati finora. Tutti i parametri in questione devono essere completati dal publisher, pertanto assicurati che quest'ultimo abbia accettato di trasmettere i valori necessari.

Inizio di un tag ins di esempio (l'opzione preferita per gli ambienti mobili):

<ins class='dcmads'
 style='display:inline-block;width:320px;height:50px'
 data-dcm-placement='N9200.284657.MYSITE/B7841342.2'
 data-dcm-rendering-mode='script'
 data-dcm-click-tracker='${CLICK_URL}'
 data-dcm-limit-ad-tracking=0
 data-dcm-resettable-device-id='38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd'
 data-dcm-child-directed=0>
 <script src='https://www.googletagservices.com/dcm/dcmads.js'></script>
</ins>

Esempio di tag standard (utilizzato per i banner immagine):

<A HREF="https://ad.doubleclick.net/ddm/jump/N9200.284257.MYSITE/B7841142;sz=320x50;ord=[timestamp]?"> <IMG SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/ad/N9200.284257.MYSITE/B7841142;sz=320x50;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0?" BORDER=0 WIDTH=320 HEIGHT=50 ALT="Advertisement"></A>

Inizio di un tag JavaScript di esempio (utilizzato generalmente per i banner HTML5 o rich media):

<SCRIPT language='JavaScript1.1' SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/adj/N9200.284657.MYSITE/B7841342.2;sz=320x50;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0?"> </SCRIPT>

Esempio di tag di precaricamento (utilizzato per annunci audio e video in-stream):

Tag di precaricamento VAST 2.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/N9200.284657.MYSITE/B7841342.2;kw=[keyword];sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0;dcmt=text/xml;dc_sdk_apis=[APIFRAMEWORKS];dc_omid_p=[OMIDPARTNER]

Tag di precaricamento VAST 3.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/N9200.284657.MYSITE/B7841342.2;kw=[keyword];sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0;dcmt=text/xml;dc_sdk_apis=[APIFRAMEWORKS];dc_omid_p=[OMIDPARTNER];dc_vast=3

Tag di precaricamento VAST 4.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/N9200.284657.MYSITE/B7841342.2;kw=[keyword];sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0;dcmt=text/xml;dc_sdk_apis=[APIFRAMEWORKS];dc_omid_p=[OMIDPARTNER];dc_vast=4

Esempio di tag immagine annuncio di monitoraggio per impressioni:

<IMG SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/trackimp/N7480.169443360.MYSITE/B7967415.105398014;dc_trk_aid=278142637;dc_trk_cid=56651190;ord=[timestamp];dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0?" BORDER="0" HEIGHT="1" WIDTH="1" ALT="Advertisement">

Esempio di tag annuncio di monitoraggio per clic:

http://ad.doubleclick.net/ddm/trackclk/N7480.169443360.MYSITE/B7967415.105398014;dc_trk_aid=278142637;dc_trk_cid=56651190;dc_lat=0;dc_rdid=38400000-8cf0-11bd-b23e-10b96e4ddddd;tag_for_child_directed_treatment=0

Tag supportati per dispositivi mobili

Non sono previsti tipi di tag posizionamento speciali per i dispositivi mobili e per le app o i siti relativi, tuttavia il supporto generale può variare. Le tabelle riportate sotto possono essere utili per scegliere i tag corretti. Non è possibile passare gli ID dispositivo nei tag di posizionamento per i tracker dei clic. Al loro posto, devi utilizzare gli annunci di monitoraggio.

Compatibilità con Web mobile
  Immagine HTML5 Rich Media In‑stream
(video e
audio)
VPAID Creatività di monitoraggio
Standard Solo 1 x 1 Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Iframe/JavaScript Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
JavaScript Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Precaricamento Non supportato Non supportato Non supportato Supportato Supportato Non supportato
Reindirizzamento interno Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Tracker dei clic Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Annuncio di monitoraggio Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Supportato
Compatibilità con contenuti in-app per dispositivi mobili
  Immagine HTML5 Rich Media In‑stream
(video e
audio)
VPAID Creatività di monitoraggio
Standard Solo 1 x 1 Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Iframe/JavaScript Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
JavaScript Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Precaricamento Non supportato Non supportato Non supportato Supportato Supportato Non supportato
Reindirizzamento interno Supportato Supportato Supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Tracker dei clic Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato
Annuncio di monitoraggio Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Non supportato Supportato

Tag standard

I tag standard sono un tipo di tag di posizionamento pubblicato unicamente per i posizionamenti con dimensioni 1 x 1. I tag standard utilizzano un anchor tag (<A HREF>) e un tag immagine (<IMG SRC>).

Esempio di tag standard
<A HREF="https://ad.doubleclick.net/ddm/jump/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.Pzzzz; sz=widthxheight;kw=[keyword];ord=[timestamp]?">

<IMG SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/ad/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.Pzzzz;sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I?" BORDER=0 WIDTH=X HEIGHT=Y ALT="Click Here"></A>

Assicurati che questi tag vengano sempre pubblicati insieme, con il tag A HREF seguito dal tag IMG SRC.

Struttura dei tag standard

A HREF: tag di riferimento a un link ipertestuale e anchor HTML che indica al browser dell'utente di chiamare l'indirizzo web quando l'utente fa clic sull'immagine.

ad.doubleclick.net: l'indirizzo web degli ad server di Campaign Manager 360.

Assicurati che i siti utilizzino l'indirizzo web incluso nei tag e non un indirizzo IP corrispondente, perché i nostri indirizzi IP sono soggetti a modifica.

ddm: si tratta di un nuovo parametro che distingue i tag di Campaign Manager 360 da quelli del prodotto precedente (DFA) senza, tuttavia, introdurre alcuna differenza nelle modalità di esportazione o implementazione dei tag.

jump: un comando passato agli ad server di Campaign Manager 360 che consente di conteggiare i clic. Quando un utente fa clic sull'immagine, l'URL di clickthrough effettivo viene sostituito in modo dinamico.

Nxxxx: l'ID account Campaign Manager 360.

site-keyname: un identificatore di un sito, basato sull'indirizzo web del sito.

Byyyy: l'ID campagna di Campaign Manager 360.

.Pzzzz: l'ID posizionamento di Campaign Manager 360.

sz=widthxheight: le dimensioni del posizionamento in pixel. Questa informazione consente agli ad server di Campaign Manager 360 di pubblicare una creatività dalle dimensioni corrette. Per i posizionamenti interstitial, sz= non viene inserito nei tag.

kw=[keyword]: puoi usare il parametro kw= per comunicare parole chiave all'ad server di Campaign Manager 360. Il targeting per parole chiave viene generalmente utilizzato per annunci pubblicati nella pagina dei risultati di una ricerca e il valore dell'attributo kw= è la query dell'utente. Ad esempio, se un utente cerca auto, il parametro nei tag sarà kw=auto.

Spetta al sito stabilire quando pubblicare i tag di posizionamento di Campaign Manager 360 e inserire la parola chiave appropriata ogni volta che vengono pubblicati i tag.

ord=[timestamp]: per il parametro ord=, i siti sono responsabili dell'inserimento dinamico di una stringa univoca (non necessariamente un timestamp) ogni volta che un utente visita il sito. L'univocità dei tag è necessaria per impedire ai browser web di pubblicare per l'utente creatività memorizzate nella cache.

Il valore del parametro ord= deve essere identico in entrambi i tag A HREF e IMG SRC, quando vengono pubblicati insieme.

IMG SRC: un tag immagine HTML. Il parametro SRC indica al browser dove trovare l'immagine da visualizzare.

ad: identifica il tag come Standard.

dc_lat=: la chiave della coppia chiave-valore dc_lat utilizzata dalle app mobile per comunicare se l'utente ha attivato le opzioni "Limita il monitoraggio degli annunci" per IDFA o ID pubblicità al fine di disattivare gli annunci personalizzati e il remarketing.

N: rappresenta il valore nella coppia chiave-valore dc_lat. Il valore 1 indica che l'utente ha attivato l'opzione "Limita il monitoraggio degli annunci" per IDFA o ID pubblicità. Se l'opzione è disattivata, il valore è 0.

dc_rdid=: la chiave della coppia chiave-valore dc_rdid utilizzata dalle app mobile per passare identificatori di dispositivi reimpostabili. Il valore corrisponde a un identificatore di dispositivo reimpostabile dall'utente che assume la connotazione di IDFA per iOS o di ID pubblicità per Android. Sono accettati solo valori trasferiti in modo sicuro mediante tag abilitati per SSL. Questo campo deve essere compilato dall'app per dispositivi mobili o dall'SDK degli annunci al momento dell'attivazione.

Czzzz: rappresenta il valore nella coppia chiave-valore dc_rdid. Il valore corrisponde all'identificatore del dispositivo reimpostabile dall'utente che assume la connotazione di IDFA per iOS o di ID pubblicità per Android. Sono accettati solo valori trasferiti in modo sicuro mediante tag abilitati per SSL. Questo campo deve essere compilato dall'app per dispositivi mobili o dall'SDK degli annunci al momento dell'attivazione.

tag_for_child_directed_treatment=: una coppia chiave-valore utilizzata dalle app per dispositivi mobili per passare informazioni che indicano se la richiesta proviene da un utente minore di 13 anni, secondo quanto previsto dalla legge COPPA.

I: rappresenta il valore nella coppia chiave-valore tag_for_child_directed_treatment=. Un valore 1 contraddistingue una richiesta che potrebbe provenire da un utente minore di 13 anni, secondo quanto previsto dalla legge COPPA.

tfua=: la chiave della coppia chiave-valore tfua= per passare informazioni che indicano se una richiesta potrebbe provenire da un utente minore di 16 anni (l'età potrebbe variare in base al paese), in conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'UE.

I: rappresenta il valore nella coppia chiave-valore tag_for_underage_of_consent=. Un valore 1 contraddistingue una richiesta che potrebbe provenire da un utente minore di 16 anni (l'età potrebbe variare in base al paese), in conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'Unione Europea.

ltd=: impostato dal publisher, il valore 1 indica che l'utente non ha fornito il consenso per i cookie e, di conseguenza, le impressioni non useranno né creeranno cookie. Possono essere pubblicati solo annunci con limitazioni.

BORDER=0 WIDTH=X HEIGHT=Y: imposta le dimensioni dell'area annuncio in cui viene mostrata l'immagine, specificando che l'immagine sarà priva di bordo.

ALT="Click Here": Il parametro ALT= consente di impostare il testo da visualizzare se l'immagine non viene caricata. Questo testo viene mostrato anche quando un utente passa con il mouse sopra l'immagine e viene letto con uno screen reader per ipovedenti. Per impostazione predefinita, il testo alternativo dei tag standard è Click Here, ma può essere modificato dal trafficker o dal publisher.

Altri parametri presenti nei tag

In generale, i tag hanno il medesimo aspetto a prescindere dal tipo di inventario in cui vengono pubblicati, per dispositivi mobili e non. Potresti però trovare alcuni parametri aggiuntivi, ma solo se i tuoi tag sono protetti.

dcapp=1

Questo parametro era utilizzato per distinguere i posizionamenti in-app da quelli in-page prima del lancio della compatibilità display. Tuttavia, sarà ancora presente quando esporti i tag per vecchi posizionamenti in-app.

dc_muid=

L'IDFA, l'ID Android o l'AdID con lettere maiuscole viene eseguito con un algoritmo con hash MD5. Gli identificatori devono utilizzare solo lettere maiuscole prima che venga applicata una funzione di hashing. Campaign Manager 360 non riconosce i valori degli ID con hash MD5 se espressi in lettere minuscole. È compito del publisher applicare l'hash MD5 agli identificatori di dispositivo.

Nota: si consiglia vivamente di utilizzare dc_rdid per trasferire identificatori di dispositivo invece di dc_muid.

dc_ref=

Questo parametro può essere aggiunto ai tag di posizionamento per consentire ai publisher di trasmettere l'esatto URL su cui viene pubblicata un'impressione. I publisher con layout di pagina complessi, ad esempio iframe nidificati, potrebbero aver bisogno di questo parametro per garantire che Campaign Manager 360 registri l'URL della pagina web principale in cui si verifica un'impressione rispetto alla posizione dell'iframe. L'URL trasmesso in questo parametro viene quindi utilizzato come indicatore in Verification di Campaign Manager 360. Questo parametro viene aggiunto automaticamente ai reindirizzamenti interni e può essere aggiunto manualmente a tutti gli altri tipi di tag di posizionamento.

Altri parametri

In alcuni casi, i tag di posizionamento Campaign Manager 360 comprendono parametri non menzionati qui, in quanto esclusivi di specifici account Campaign Manager 360 o riguardanti funzionalità non ampiamente utilizzate. Per domande relative ai parametri di tag di posizionamento non menzionati qui, contatta l'assistenza.

Tag iframe/JavaScript

I tag Iframe/JavaScript sono i più utilizzati per i posizionamenti che possono pubblicare sia immagini standard che rich media. Iniziano con IFRAME SRC=.

Supporto dei browser

Non tutti i browser riconoscono l'elemento HTML iframe; di conseguenza, questi tag includono opzioni diverse a seconda del supporto del browser.

  • Per i browser che non riconoscono iframe, vengono inclusi i tag JavaScript.

  • Per i browser che non riconoscono né i tag iframe né quelli JavaScript, è disponibile anche un set di tag standard.

Secondo gli standard relativi al codice HTML, i tag inseriti tra <iframe> e </iframe> vengono ignorati, quindi nella maggior parte dei casi vengono utilizzati soltanto i tag iframe. I tag JavaScript e standard vengono inclusi per sicurezza, al fine di garantire la pubblicazione di annunci anche per gli utenti che utilizzano browser obsoleti.

Esempio di tag iframe
<IFRAME SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/adi/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?" WIDTH=X HEIGHT=Y MARGINWIDTH=0 MARGINHEIGHT=0 HSPACE=0 VSPACE=0 FRAMEBORDER=0 SCROLLING=no BORDERCOLOR='#000000'>
<SCRIPT language='JavaScript1.1' SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/adj/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;abr=!ie;sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?">
</SCRIPT>
</IFRAME>
Struttura dei tag iframe/JavaScript

Segue una spiegazione della struttura della porzione del tag iframe per i tag iframe/JavaScript. Per informazioni sulla porzione del tag JavaScript, consulta la sezione Tag JavaScript.

Esaminiamo la porzione iframe del nostro esempio di tag iframe/JavaScript:

<IFRAME SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/adi/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?" WIDTH=X HEIGHT=Y MARGINWIDTH=0 MARGINHEIGHT=0 HSPACE=0 VSPACE=0 FRAMEBORDER=0 SCROLLING=no BORDERCOLOR='#000000'>

IFRAME SRC: un tag HTML iframe (inline frame) che consente di incorporare una pagina HTML in un'altra pagina HTML. Il parametro SRC indica al browser dove trovare la pagina HTML da caricare nell'iframe.

"https://ad.doubleclick.net/ddm/adi/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?": i parametri dell'URL sono gli stessi dei tag standard, con le seguenti tre eccezioni:

  • Il parametro adi indica agli ad server di Campaign Manager 360 che l'URL fa parte di un tag iframe.

  • Il parametro abr=!ie indica agli ad server di Campaign Manager 360 di non pubblicare contenuti JavaScript se il browser è Internet Explorer.

    Secondo le convenzioni HTML, i browser non dovrebbero leggere i contenuti inseriti tra i tag <iframe> e </iframe>. I browser che riconoscono gli iframe dovrebbero invece leggere soltanto i tag iframe di Campaign Manager 360, non i tag JavaScript. Tuttavia, alcune versioni obsolete di Internet Explorer leggono entrambi i set di tag. Il parametro abr=!ie garantisce che in questi browser sia pubblicato solo un annuncio per ogni set di tag di posizionamento di Campaign Manager 360.

    Questo parametro viene incluso soltanto nelle combinazioni di tag iframe/JavaScript, non nei tag JavaScript senza iframe.
  • Il trafficker può scegliere di includere il parametro click=. Questo parametro viene utilizzato per reindirizzare i clic a un sito di terze parti, in modo che il publisher del sito possa eseguire il proprio conteggio dei clic. Per utilizzare il parametro click=, il publisher deve inserire un URL come valore dello stesso. Se viene utilizzato il parametro click=, il publisher deve assicurarsi che sia utilizzato in entrambi i tag iframe e JavaScript. Il publisher deve inoltre reindirizzare i tag standard al sito di terze parti con la metodologia che preferisce.

    L'URL che utilizzi come valore del parametro click= deve essere un reindirizzamento, non una richiesta di un'immagine di 1 x 1 pixel.

WIDTH=X HEIGHT=Y MARGINWIDTH=0 MARGINHEIGHT=0 HSPACE=0 VSPACE=0 FRAMEBORDER=0 SCROLLING=no BORDERCOLOR='#000000': questi parametri impostano le dimensioni e altre caratteristiche dell'iframe. Per impostazione predefinita, vengono configurati in modo da integrare perfettamente l'iframe nella pagina web circostante.

Nota: alcuni inserzionisti potrebbero utilizzare tag ins per i tag iframe e JavaScript.

Tag JavaScript

I tag JavaScript possono pubblicare creatività immagine, HTML5 e rich media. Possono essere utili per i siti che usano già i propri iframe per layout di pagina complessi o per i publisher che preferiscono non utilizzare iframe.

I parametri dei tag JavaScript sono gli stessi della parte JavaScript dei tag iframe/JavaScript, eccetto il parametro abr=!ie che viene tralasciato perché non occorre escludere alcun tipo di browser.

Struttura dei tag JavaScript

Per comprendere meglio i tag JavaScript, esaminiamoli nel dettaglio.

<SCRIPT language='JavaScript1.1' SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/adj/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;sz=widthxheight;dc_expa=URL;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?">

SCRIPT language='JavaScript1.1' SRC: un tag script HTML che indica al browser di interpretare come codice JavaScript il contenuto recuperato dalla posizione (SRC) della fonte.

"https://ad.doubleclick.net/ddm/adj/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;sz=widthxheight;dc_expa=URL;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;kw=[keyword];click=?": i parametri dell'URL sono gli stessi dei tag standard, con le seguenti tre eccezioni:

  • Il parametro adj indica agli ad server di Campaign Manager 360 che l'URL fa parte di un tag JavaScript.

  • Il trafficker può scegliere di includere il parametro click=. Questo parametro viene utilizzato per reindirizzare i clic a un sito di terze parti, in modo che il publisher del sito possa eseguire il proprio conteggio dei clic. Per utilizzare il parametro click=, il publisher deve inserire un URL come valore dello stesso. Se viene utilizzato il parametro click=, il publisher deve assicurarsi che sia utilizzato in entrambi i tag iframe e JavaScript. Il publisher deve inoltre reindirizzare i tag standard al sito di terze parti con la metodologia che preferisce.

  • Puoi aggiungere manualmente il parametro dc_expa= per consentire a terze parti di monitorare in tempo reale le espansioni di creatività display espandibili rich media. I publisher devono inserire un URL codificato che riceverà un postback come valore del parametro al momento dell'espansione della creatività.

Nota: alcuni inserzionisti potrebbero utilizzare tag ins per i tag iframe e JavaScript.

Tag di precaricamento

I tag di precaricamento vengono utilizzati per pubblicare creatività audio in-stream, di reindirizzamento audio, video in-stream, di reindirizzamento video in-stream. Quando l'annuncio viene richiesto dai tag di precaricamento, innanzitutto Campaign Manager 360 invia i contenuti dell'annuncio e, dopo il caricamento, registra l'impressione. Campaign Manager 360 registra l'impressione solo quando il buffering dell'asset audio o video principale è sufficiente da consentire l'avvio della riproduzione. Il tag "carica" i contenuti prima che l'impressione venga registrata. Campaign Manager 360 è compatibile con VAST 2.0, 3.0 e 4.0 e fornisce tag di precaricamento per ogni tipo. Seleziona il tag che ti serve o invia entrambi al publisher.

Esempi di tag di precaricamento

Tag di precaricamento VAST 2.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;kw=[keyword]; sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;dcmt=text/xml

Tag di precaricamento VAST 3.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;kw=[keyword]; sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;dcmt=text/xml;dc_vast=3

Tag di precaricamento VAST 4.0

https://ad.doubleclick.net/ddm/pfadx/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy;kw=[keyword]; sz=widthxheight;ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;dcmt=text/xml;dc_vast=4

 

Struttura dei tag di precaricamento

https://ad.doubleclick.net: questi parametri sono gli stessi dei tag standard.

ddm: si tratta di un nuovo parametro che distingue i tag di Campaign Manager 360 da quelli del prodotto precedente (DFA) senza, tuttavia, introdurre alcuna differenza nelle modalità di esportazione o implementazione dei tag.

pfadx: consente all'ad server di riconoscere un tag di precaricamento (pf) e un comando di annuncio per XML (adx).

Nxxxx.site-keyname/Byyyyyy;kw=[keyword];ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I: questi parametri sono gli stessi presenti nei tag standard.

sz=widthxheight: le dimensioni del posizionamento espresse in pixel (il valore del parametro sz è sempre 0x0 per i posizionamenti VAST).

dcmt=text/xml: MIME è l'acronimo di Multipurpose Internet Mail Extensions. Questo parametro comunica al browser il tipo di contenuti inviati. In questo caso, il tipo MIME è text/xml, il che significa che i contenuti inviati sono testo sotto forma di codice XML.

dc_vast=3: formatta il tag in modo che sia compatibile con le specifiche VAST 3.0.

dc_vast=4: formatta il tag in modo che sia compatibile con le specifiche VAST 4.0.

dc_vpm: questo parametro deve essere compilato dal publisher in modo da attivare la generazione di report per la dimensione Metodo di riproduzione video.

I valori possono essere:

  • dc_vpm=0: non specificato
  • dc_vpm=1: caricamento della pagina con audio attivo
  • dc_vpm=2: caricamento della pagina con audio disattivato per impostazione predefinita
  • dc_vpm=3: clic con audio attivo
  • dc_vpm=4: mouseover con audio attivo
  • ​dc_vpm=5: accesso all'area visibile con audio attivo
  • dc_vpm=6: accesso all'area visibile con audio disattivato per impostazione predefinita

dc_vconp: questo parametro deve essere compilato dal publisher in modo da attivare la generazione di report per la dimensione Riproduzione video continua.

I valori possono essere:

  • dc_vconp=0: non impostata
  • dc_vconp=1: continua
  • dc_vconp=2: non continua

dc_sdk_apis=: i publisher dovrebbero sostituire il segnaposto [APIFRAMEWORKS] con i framework API supportati. Il formato è un array di numeri interi separati da virgole, ad esempio dc_sdk_apis=1,2,3,4,5,6

I valori possono essere:

  • dc_sdk_apis=1: VPAID 1.0
  • dc_sdk_apis=2: VPAID 2.0
  • dc_sdk_apis=3: MRAID 1.0
  • dc_sdk_apis=4: ORMMA
  • dc_sdk_apis=5: MRAID 2.0
  • dc_sdk_apis=6: MRAID 3.0
  • dc_sdk_apis=7: OMSDK JS API 1.0

dc_omid_p=: le integrazioni OMID certificate da IAB TechLab devono sostituire il segnaposto [OMIDPARTNER] con il proprio ID partner e la versione attiva del loro codice di integrazione. Il formato è partner_id/versione, ad esempio d_omid_p=Google/2.1. Questo valore monitora lo stato di certificazione del codice di integrazione OMID e consente di utilizzare le misurazioni OMID nei report.

Tag tracker dei clic

I tracker dei clic vengono utilizzati per registrare il numero di clic sulle creatività che non sono pubblicate da Campaign Manager 360 oppure i clic su link di testo, link in email o su altri elementi hardcoded su un sito web.

Esempio di tag tracker dei clic

Ecco un esempio di tag tracker dei clic. Tieni presente che non sono necessari numeri casuali perché il busting della cache viene gestito automaticamente per i clic.

https://ad.doubleclick.net/ddm/clk/[ad ID];[placement ID];[verifier]?[landing page URL];ltd=[]
Struttura di un tag tracker dei clic

https://ad.doubleclick.net/: questi parametri sono gli stessi dei tag standard.

clk: indica agli ad server di Campaign Manager 360 che si tratta di un tracker dei clic.

[ad ID];[placement ID]: gli ID dell'annuncio creato per il tracker dei clic e del posizionamento target.

[verifier]: un carattere creato in base a un algoritmo proprietario e utilizzato internamente per verificare che il tag non sia stato alterato.

dc_transparency: quando dc_transparency=1, indica che il tag mostra la catena di reindirizzamento dell'URL. La macro viene inclusa quando utilizzi un URL pagina di destinazione statico per gli annunci di monitoraggio e tracker dei clic in un posizionamento. Scopri di più sull'utilizzo di un URL pagina di destinazione statico.

?[landing page URL]: l'indirizzo web a cui viene indirizzato l'utente.

L'URL pagina di destinazione viene incluso soltanto nel caso di tracker dei clic statici. In un tracker dei clic dinamico, la seconda parte del tag, che inizia con ?, viene tralasciata. Quando l'utente fa clic sulla funzionalità dotata di tag, l'ad server di Campaign Manager 360 inserisce dinamicamente l'URL pagina di destinazione che il trafficker ha specificato in Campaign Manager 360.

ltd=: impostato dal publisher, il valore 1 indica che l'utente non ha fornito il consenso per i cookie. Pertanto il tracker dei clic non userà né creerà cookie, né consentirà l'attribuzione avanzata. In presenza di ltd=1, non verrà aggiunto un valore DCLID alla fine dell'URL pagina di destinazione e, di conseguenza, l'attribuzione avanzata non sarà disponibile.

Usare tracker dei clic statici nei tag meta refresh

Meta refresh è un metodo che indica a un browser web di aggiornare automaticamente la pagina web corrente dopo un intervallo di tempo stabilito. Se imposti l'intervallo su 0 secondi e specifichi un URL alternativo come destinazione finale, puoi utilizzare un meta refresh come reindirizzamento URL. In alcuni casi, per un publisher potrebbe essere pratico incorporare un tag tracker dei clic statico all'interno di un meta refresh come l'URL di destinazione. Ad esempio, il publisher potrebbe voler utilizzare un URL semplice o facile da ricordare per un link di testo piuttosto che un URL lungo che comprende una chiamata agli ad server di Campaign Manager 360.

Se un tag tracker dei clic viene incorporato in un tag <meta> in una pagina web, devi sostituire i punti e virgola nel tag tracker dei clic con l'equivalente ASCII (%3b). Altrimenti, alcuni browser meno recenti interpreteranno i punti e virgola come parametri all'interno del tag <meta>.

Ecco un esempio di un tag tracker dei clic statico all'interno di un tag <meta>, con i punti e virgola sostituiti:

<html>
<head>
<meta http-equiv="refresh" content="0;https://ad.doubleclick.net/ clk%3b[ad ID]%3b[placement ID]%3b[verifier]?[landing page URL]">
</head>
</html>

Nota: se sono presenti punti e virgola nell'URL di clickthrough, anche questi dovrebbero essere sostituiti con %3b.

Tag di reindirizzamento interno

Usa i tag di reindirizzamento interno per pubblicare annunci Campaign Manager 360 su siti che utilizzano Google Ad Manager. Questi tag vengono elaborati all'interno dei sistemi Campaign Manager 360 e Ad Manager, con numerosi vantaggi nell'invio di reindirizzamenti interni ai publisher Ad Manager, ad esempio:

  • Ridurre la latenza. Grazie all'assenza di richieste di pubblicazione di tag di reindirizzamento interno ad altri server, la latenza non aumenta.
  • Evitare discrepanze nei conteggi tra Campaign Manager e Ad Manager. I tag di reindirizzamento interno non richiedono macro aggiuntive per il monitoraggio dei clic, mantenendo la discrepanza dei clic tra Campaign Manager 360 e Ad Manager al di sotto del 2%.
  • Informazioni di dominio avanzate in Verification. I tag di reindirizzamento interno forniscono le stesse informazioni di dominio avanzate in Verification dei tag ins, offrendoti dati più dettagliati in merito a dove vengono pubblicati gli annunci e migliorando al tempo stesso la sicurezza del brand e la protezione anti-spam.

I tag di reindirizzamento interno sono formati da un URL immagine e un URL di click-through, che il publisher del sito inserisce in Ad Manager.

Questi parametri sono gli stessi dei tag standard; l'unica eccezione è che mancano questi due parametri:

  • keywords, perché le informazioni relative al targeting per parole chiave vengono elaborate internamente in Campaign Manager 360.

  • ord=, perché questi tag vengono inseriti in Ad Manager, quindi non è necessaria alcuna memorizzazione nella cache del browser.

Per l'URL immagine, puoi anche aggiungere manualmente il parametro dc_expa= per monitorare le espansioni in tempo reale di creatività display espandibili rich media. I publisher devono inserire un URL codificato che riceverà un postback come valore del parametro al momento dell'espansione della creatività.

Esempio di tag di reindirizzamento interno

URL immagine (utilizza questo tag solo in Google Ad Manager)

https://ad.doubleclick.net/ddm/ad/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;sz=widthxheight;dc_expa=URL

URL di clickthrough (utilizza questo tag solo in Google Ad Manager)

https://ad.doubleclick.net/ddm/jump/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;sz=widthxheight

Tag annuncio di monitoraggio

I tag annuncio di monitoraggio vengono visualizzati nell'esportazione dei tag come sezione "Annunci di monitoraggio", che include gli URL dei tag per il monitoraggio dei clic e delle impressioni.

Per includere i tag annuncio di monitoraggio nell'esportazione dei tag, apri il flusso di lavoro dei tag nella tua campagna (Tag > Download) e fai clic sulla casella di controllo "Includi annunci di monitoraggio" a sinistra. Per ulteriori informazioni, consulta la guida agli annunci di monitoraggio.

Suggerimenti relativi agli annunci di monitoraggio
  • Seleziona la casella Includi annunci di monitoraggio quando scarichi i tag.

  • Se utilizzi i tag evento su un posizionamento, il publisher deve implementare gli URL dei tag iframe o JavaScript per il monitoraggio delle impressioni. Ti consigliamo di inviarli entrambi e lasciare che sia il publisher a scegliere quale utilizzare. Questi tag sono etichettati come impressions (JavaScript) e impressions (iframe).

  • Affinché il tuo tag sia conforme alle linee guida per il monitoraggio dei clic di Google Ads, utilizza un URL pagina di destinazione statico negli annunci di monitoraggio per garantire un monitoraggio dei clic trasparente. Scopri di più sull'utilizzo di un URL pagina di destinazione statico.

Esempio di tag annuncio di monitoraggio

Di seguito trovi un esempio del formato del tag per un annuncio di monitoraggio. Esistono diverse versioni dei tag per la creatività di tracciamento assegnata. Puoi vedere alcuni segnaposto per nome del sito, ID creatività/annuncio/posizionamento e timestamp nei tuoi tag.

Impressioni (immagine):

<IMG SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/trackimp/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;dc_trk_aid={ad_id};dc_trk_cid={creative_id};ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;
tfua=;gdpr=${GDPR};gdpr_consent=${GDPR_CONSENT_755};ltd=;dc_tdv=1?"
attributionsrc BORDER="0" HEIGHT="1" WIDTH="1" ALT="Advertisement">

Impressioni (iframe):

<IFRAME SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/trackimp/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;dc_trk_aid={ad_id};dc_trk_cid={creative_id};ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;
tfua=;gdpr=${GDPR};gdpr_consent=${GDPR_CONSENT_755};ltd=;dc_tdv=1?"
WIDTH=1 HEIGHT=1 MARGINWIDTH=0 MARGINHEIGHT=0 HSPACE=0 VSPACE=0 FRAMEBORDER=0 SCROLLING=no BORDERCOLOR='#000000'></IFRAME>

Impressioni (JavaScript):

<SCRIPT language='JavaScript1.1' SRC="https://ad.doubleclick.net/ddm/trackimp/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;dc_trk_aid={ad_id};dc_trk_cid={creative_id};ord=[timestamp];dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;tag_for_child_directed_treatment=I;
tfua=;gdpr=${GDPR};gdpr_consent=${GDPR_CONSENT_755};ltd=;dc_tdv=1?" attributionsrc></SCRIPT>

Clic:

https://ad.doubleclick.net/ddm/trackimp/Nxxxx.site-keyname/Byyyyyyy.n;dc_trk_aid={ad_id};dc_trk_cid={creative_id};dc_lat=N;dc_rdid=Czzzz;
tag_for_child_directed_treatment=I;tfua=;ltd=;dc_tdv=1

Tag di monitoraggio dei fornitori di terze parti:

<SCRIPT TYPE="application/javascript" SRC="https://pixel.adsafeprotected.com/xxxx/yyyy/111111/22222222/skeleton.js"></SCRIPT> <NOSCRIPT><IMG SRC="https://pixel.adsafeprotected.com/xxx/yy/333333/44444444/skeleton.gif" BORDER=0 WIDTH=1 HEIGHT=1 ALT=""></NOSCRIPT>

Tag ins

Il tag ins è una nuova forma di tag che funziona per iframe o JavaScript e che presenta un formato diverso rispetto agli altri tag. Questo tag fornisce informazioni di dominio avanzate in Verification, offrendoti così dati più dettagliati in merito a dove vengono pubblicati i tuoi annunci. Scopri come implementare il tag ins.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
true
Guida alla preparazione alla privacy per il 2024

Preparati a un mondo senza cookie di terze parti e sfrutta l'opportunità dell'IA
adottando una configurazione di misurazione durevole.
Inizia subito

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale