Target degli spazi pubblicitari su app per dispositivi mobili con IDFA o AAID

Ad Exchange supporta il trasferimento dell'identificatore IDFA (Identifier for Advertising) o AAID (Google Advertising ID) nelle richieste di offerta per lo spazio pubblicitario su app per dispositivi mobili.

IDFA (Identifier for Advertising) per dispositivi iOS

Tutti i dispositivi iOS sono dotati di identificatore che consente agli sviluppatori e ai professionisti del marketing di monitorare l'attività a scopi pubblicitari. Può essere utilizzato dagli inserzionisti per eseguire campagne di remarketing e registrare le conversioni di tipo acquisto o download.

Con il rilascio di iOS6, l'identificatore unico di dispositivo (UDID) è stato sostituito con l'identificatore IDFA (Identifier for Advertising).

L'IDFA ha due funzioni chiave:

  • Può essere reimpostato dall'utente in qualsiasi momento.
  • Gli utenti possono disattivare tutto il remarketing attivando un'impostazione dispositivo denominata "Limit Ad Tracking" (LAT), che impedisce agli inserzionisti di utilizzare l'IDFA per la pubblicità comportamentale.*

Ulteriori informazioni sono disponibili nella libreria degli sviluppatori iOS.

* Ad Exchange non trasferisce l'IDFA se sul dispositivo di un utente è attivata la preferenza LAT.

AAID (Google Advertising ID) per dispositivi Android

Le richieste di offerta per lo spazio pubblicitario provenienti dai dispositivi Android trasmetteranno l'identificatore AAID, che fornisce lo stesso tipo di ID pubblicità specifico per dispositivo, unico e ripristinabile dell'IDFA. L'ID per i dispositivi tablet con più utenti può anche essere unico per ciascun utente.

Tutte le funzioni, la crittografia e i dettagli tecnici dell'IDFA si applicano anche all'ID pubblicità.

Supporto degli identificatori per dispositivi mobili nello strumento di offerta

Ad Exchange trasmette i valori dell'identificatore nel campo mobile.encrypted_advertising_id della richiesta di offerta, che può contenere un valore IDFA o AAID.

Il valore dell'identificatore AAID è sempre in chiaro (privo di hash), mentre l'IDFA può essere in chiaro o con hash. Se la richiesta di offerta presenta un valore in chiaro, è possibile utilizzare il campo platform per determinare se si tratta di iOS o Android. I valori IDFA con hash utilizzano invece il campo mobile.encrypted_hashed_idfa.

Per una documentazione dettagliata per gli inserzionisti, consulta la pagina sul protocollo Real-Time Bidding (RTB) di DoubleClick Ad Exchange, le informazioni sul trattamento dei dati utente o scopri informazioni su come decrittografare l'ID pubblicità.

Disattivazione da parte del publisher

Se il publisher ha disattivato tutti e tre i controlli di dati relativi ai prodotti in-app per dispositivi mobili (raccolta dei dati, remarketing e targeting basato sugli interessi), la richiesta di offerta non includerà un identificatore.

Scopri ulteriori informazioni su blocco degli annunci e impostazioni del publisher.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?