In che modo gtag.js per Universal Analytics viene mappato a Google Analytics 4

Questa è una guida all'implementazione per i proprietari di siti web che utilizzano la libreria gtag.js e vogliono capire in che modo gtag.js per Universal Analytics (UA) viene mappato a Google Analytics 4. Presuppone che tu abbia già creato una proprietà Google Analytics 4. Se devi solo aggiungere il codice di misurazione di base al tuo sito web, consulta invece questo articolo.
Contenuti di questo articolo:

Informazioni sullo snippet gtag.js e sugli ID proprietà

Gli snippet gtag.js per una proprietà Universal Analytics e una proprietà Google Analytics 4 sono sostanzialmente uguali. Entrambi gli snippet hanno la seguente struttura:

01: <script async src="https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=<Un ID proprietà A>"></script>

02: <script>

03: window.dataLayer = window.dataLayer || [];

04: function gtag(){dataLayer.push(arguments);}

05: gtag('js', new Date());

06:

07: gtag('config', '<Un ID proprietà A>');

08:

09: gtag('config', '<Un ID proprietà B>');

10:

11: gtag('event', 'sign_up', { 'method': 'email' });

12:

13: gtag('event', 'view_video', { 'send_to': '<Un ID proprietà B>' });

14:

15: </script>

Riga 1: se hai implementato una proprietà Universal Analytics tramite gtag.js, è probabile che sul tuo sito sia già presente questa riga di codice. Al posto di <Un ID proprietà A>, vedrai "UA-" seguito da una serie di numeri. Se hai implementato gtag.js per Google Ads o per un altro prodotto Google Marketing Platform, sul tuo sito web potrebbe essere presente anche questa riga di codice, ma <Un ID proprietà A> inizierà con "AW-" o "DC-".

L'ID proprietà (o l'ID misurazione per le proprietà Google Analytics 4) indicato da <Un ID proprietà A> "controlla" questo snippet gtag.js. Questo è importante perché:

  1. Se la riga è già presente, non deve essere implementata una seconda volta. Dovrai solo aggiungere una riga "config" per specificare l'ID misurazione della proprietà Google Analytics 4.
  2. L'ID proprietà su questa riga è il "controller" dello snippet gtag.js. Se un ID proprietà Universal Analytics ("UA-XXXXXXXX") controlla il tag, potrai utilizzare i tag del sito collegati per inviare i dati di misurazione a una proprietà Google Analytics 4, senza dover aggiungere un nuovo codice alla pagina.

Riga 7: la direttiva "config" gtag consente la raccolta dati nella proprietà associata a <Un ID proprietà A>. Ad esempio, in una proprietà Google Analytics 4, se aggiungi questa direttiva con un ID misurazione, vengono inviati eventi page_view a tale proprietà.

L'ID proprietà può rappresentare la misurazione per diversi prodotti Google, tra cui una proprietà Universal Analytics ("UA-XXXXXXXX"), una proprietà Google Analytics 4 ("G-XXXXXXXX"), Google Ads ("AW-XXXXXXXX") o Floodlight ("DC" -XXXXXXXX).

Riga 11: la direttiva "event" gtag invia un evento. Negli snippet in cui sono presenti più direttive "config" per più proprietà, l'evento verrà inviato a tutte le proprietà.

In questo esempio, il parametro "sign_up" è il nome dell'evento. L'ultimo parametro è un oggetto contenente un insieme di parametri evento. In questo caso, "method" è un parametro con valore "email".

Riga 13: in questo caso il parametro dell'evento è "send_to". Si tratta di un parametro speciale che invia l'evento associato a una proprietà specifica. In altre parole, questo evento verrà inviato solo alla proprietà indicata da <Un ID proprietà B>.

La direttiva "config" gtag consente la misurazione di base.

  • Per una proprietà Universal Analytics, il "config" con un ID proprietà Universal Analytics invia un hit visualizzazione di pagina.
  • Per una proprietà Google Analytics 4, il "config" con un ID misurazione proprietà Google Analytics 4 consente la raccolta di eventi page_view (come eventi raccolti automaticamente) quando viene caricato su una pagina.

Identificatori di proprietà

Il formato degli ID proprietà Universal Analytics è "UA-XXXXXXXX". Talvolta sono denominati ID monitoraggio. In questa guida, verranno definiti ID proprietà UA.

Gli stream di dati web delle proprietà Google Analytics 4 utilizzano un ID misurazione con formato "G-XXXXXXXX".

In alcuni esempi di codice e in determinata documentazione, potrebbero essere entrambi indicati come "GA_Measurement_ID".

Raccolta dati di base

Se attivi la raccolta dati di base per una proprietà Google Analytics 4, verrà raccolto quanto segue:

Se la tua proprietà Universal Analytics esistente utilizza un'implementazione gtag.js, attiva la raccolta dati di base per la tua proprietà Google Analytics 4 come indicato di seguito:

  • Opzione 1: aggiungi una nuova direttiva "config" con il relativo ID misurazione della proprietà Google Analytics 4
    OPPURE
  • Opzione 2: attiva i tag del sito collegati (se l'implementazione gtag.js esistente è idonea)

Indipendentemente dall'opzione scelta, la proprietà Universal Analytics esistente rimane invariata e continuerà a raccogliere dati.

Opzione 1: aggiungi una nuova direttiva "config"

Se sulla pagina esiste già il codice gtag.js, è sufficiente aggiungere un'ulteriore direttiva "config" con il relativo ID misurazione della proprietà Google Analytics 4. Nell'esempio riportato di seguito, la riga 8 è stata aggiunta a un'implementazione gtag.js esistente. Fa riferimento all'ID misurazione della proprietà Google Analytics 4 e determina l'invio degli eventi page_view alla proprietà Google Analytics 4. Inoltre, attiva gli eventi raccolti automaticamente e gli eventi di misurazione avanzata (se l'hai attivata) in tale proprietà Google Analytics 4.

1: <script async src="https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=<Un ID proprietà A>"></script>

2: <script>

3: window.dataLayer = window.dataLayer || [];

4: function gtag(){dataLayer.push(arguments);}

5: gtag('js', new Date());

6:

7: gtag('config', '<Un ID proprietà A>');

8: gtag('config', 'G-XXXXXXXX');

9: </script>

Opzione 2: attiva i tag del sito collegati

Puoi utilizzare un tag del sito collegato se:

  • Lo snippet gtag.js esistente sulla pagina in cui vuoi misurare le interazioni utente è "controllato" da una proprietà Universal Analytics, ovvero l'ID a cui si fa riferimento in questa riga dello snippet gtag.js inizia con "UA-":

<script async src="https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=<Un ID proprietà A>"></script>

(I tag del sito collegati funzionano anche se lo snippet gtag.js esistente è controllato da una proprietà Google Analytics 4. Questa situazione si verifica tuttavia solo se è già stata implementata una proprietà Google Analytics 4.)

  • E hai accesso amministrativo alla proprietà Universal Analytics a cui fa riferimento l'ID nello snippet.
Se nella pagina sono implementati sia un tag gtag.js sia un contenitore GTM, affinché i tag del sito collegati funzionino, il tag gtag.js deve essere posizionato sopra il contenitore GTM.

Impostazioni di configurazione per gtag.js

Puoi configurare lo snippet gtag.js di base per controllare le impostazioni di raccolta dati, come l'anonimizzazione IP, le personalizzazioni dei cookie e Google Signals. A tale scopo, utilizza le direttive "config" o "set" in gtag.js.

Entrambe le proprietà Universal Analytics ("UA-XXXXXXXX") e Google Analytics 4 ("G-XXXXXXXX") supportano l'implementazione di queste impostazioni di configurazione tramite gtag.js. Tuttavia, esistono alcune differenze tra queste impostazioni a seconda che si tratti di proprietà Universal Analytics o proprietà Google Analytics 4. 

  • L'anonimizzazione IP è standardizzata su "true" e non è configurabile in una proprietà Google Analytics 4. Di conseguenza, l'indirizzo IP è automaticamente mascherato con l'evento standard nella proprietà Google Analytics 4 ("G-XXXXXXXX").
  • Quando occorre applicare le impostazioni globali a tutte le proprietà configurate, è necessario utilizzare il comando "set" affinché l'applicazione avvenga per tutti gli ID misurazione e/o gli ID proprietà, inclusi quelli implementati tramite i tag del sito collegati.
  • Presta particolare attenzione alle funzioni di disattivazione della personalizzazione degli annunci, che in genere vengono implementate con una riga "config".
  • Quando si utilizzano i tag del sito collegati: tutte le configurazioni effettuate nel codice gtag.js utilizzando "config" vengono applicate solo alla proprietà associata all'ID misurazione in tale riga di codice e non vengono inviate automaticamente alla proprietà Google Analytics 4 collegata. Se vuoi che la configurazione venga applicata alla proprietà Google Analytics 4 collegata:
    • Crea una direttiva "config" distinta e applicala alla proprietà Google Analytics 4 facendo riferimento all'ID misurazione
      OPPURE
    • Configura l'impostazione utilizzando una direttiva "set", nel qual caso la configurazione verrà applicata a tutte le proprietà configurate.

Esempi di configurazione

Attivare la raccolta dati di base; configurare l'ID utente

gtag('config', 'GA_MEASUREMENT_ID', {

'user_id': 'USER_ID'

});

Configurare le impostazioni dei cookie

gtag('config', 'GA_MEASUREMENT_ID', {

'cookie_prefix': 'MyCookie',

'cookie_domain': 'blog.example.com',

'cookie_expires': 28 * 24 * 60 * 60 // 28 giorni, in secondi

});

Bloccare un evento page_view

Se non è necessario che un evento page_view venga inviato quando carichi il codice di configurazione (ad esempio in caso di caricamento di un iframe), puoi modificare l'impostazione di configurazione per bloccare l'evento page_view. Considera uno scenario in cui viene inviato un evento page_view, seguito da un accesso al sito effettuato da un utente. Per l'interazione di accesso, utilizzi una direttiva "config" per impostare l'ID utente, ma non vuoi inviare un altro evento page_view. Il codice seguente indica come impedire l'invio dell'evento page_view.

gtag('config', 'MEASUREMENT_ID', {

'user_id': 'USER_ID',

'send_page_view': false

});

Eventi

In una proprietà Universal Analytics implementata tramite gtag.js ("UA-XXXXXXXX"), gli eventi vengono implementati come tipi di hit distinti, utilizzando le dimensioni Categoria evento, Azione ed Etichetta e la metrica Valore evento. Una volta raccolti, vengono visualizzati nei rapporti e non ci sono limiti al numero di valori di eventi, dimensioni e metriche diversi.

In una proprietà Google Analytics 4, ogni "hit" corrisponde a un "evento", il che significa che non esiste più una distinzione tra i tipi di hit.

Tipi di eventi in una proprietà Google Analytics 4

Gli eventi Google Analytics si suddividono in quattro categorie: eventi raccolti automaticamente, misurazione avanzata, eventi consigliati ed eventi personalizzati.

  1. Gli eventi raccolti automaticamente vengono acquisiti in modo automatico con la raccolta dati di base.
  2. La misurazione avanzata fornisce eventi che puoi attivare e disattivare utilizzando l'interfaccia di amministrazione in una proprietà Google Analytics 4. Gli eventi di misurazione avanzata NON RICHIEDONO l'aggiunta/la modifica del codice sul Web o nell'app.
    • Tieni presente che gli eventi che vengono/rimangono implementati come eventi singoli e sono anche raccolti tramite la misurazione avanzata vengono registrati due volte.Se invii un evento sia a una proprietà Universal Analytics sia a una proprietà Google Analytics 4, la soluzione consiste nell'aggiungere un parametro "send_to" nell'evento specificando l'ID proprietà UA pertinente. In questo modo, l'evento passa solo alla proprietà Universal Analytics e non alla proprietà Google Analytics 4.
    • Nota tecnica: la misurazione avanzata non si basa su ID o classi HTML, a differenza di casi in cui hai utilizzato ID e classi HTML come attivatori o variabili per eventi quali clic su link e download tramite Google Tag Manager.

  1. Gli eventi consigliati sono eventi che hai implementato manualmente, ma i cui nomi e parametri sono predefiniti da Google. Gli eventi consigliati consentono di accedere alle funzionalità di generazione dei rapporti esistenti e future non disponibili per gli eventi personalizzati (eventi denominati da te). Gli eventi consigliati esistono per:
  1. Gli eventi personalizzati sono eventi denominati e implementati da te.

Best practice per l'implementazione degli eventi

  1. Se possibile, utilizza eventi di misurazione avanzata e raccolti automaticamente anziché implementare eventi personalmente.
  2. Se un evento d'interesse non viene raccolto automaticamente e non è fornito come parte della misurazione avanzata, cerca un evento consigliato da implementare.
  3. Implementa un evento personalizzato solo se (1) e (2) non soddisfano le tue esigenze.

Crea un inventario di tutti gli eventi utilizzati nella tua proprietà Universal Analytics e controlla se gli eventi di misurazione avanzata e raccolti automaticamente possono soddisfare queste esigenze per la tua proprietà Google Analytics 4. Concentrati prima su questi eventi perché NON è necessario codificarli manualmente per la migrazione.

Eventi implementati manualmente (ovvero eventi consigliati e personalizzati)

La struttura dei dati degli eventi varia a seconda che si tratti di proprietà Google Analytics 4 o Universal Analytics.

  • In una proprietà Universal Analytics, gli eventi presentano i campi "Categoria evento", "Azione evento", "Etichetta evento" e "Valore evento" ed è possibile aggiungere dimensioni personalizzate.
  • In una proprietà Google Analytics 4, un evento implementato manualmente è costituito da "Nome evento", parametri raccolti automaticamente e parametri specificati manualmente. Questi parametri specificati manualmente sostituiscono i campi evento di una proprietà Universal Analytics e possono essere utilizzati anche per specificare informazioni aggiuntive con l'evento.

Se la proprietà Universal Analytics è implementata con gtag.js ("UA-XXXXXXXX") e non è stato indicato uno specifico comando "send_to", gli eventi vengono convertiti automaticamente in una proprietà Google Analytics 4 ogni volta che viene fatto riferimento a un ID misurazione ("G-XXXXXXXX") nel comando "config" o viene utilizzato un tag del sito collegato.

Questa conversione avviene nel seguente modo:

  • Azione evento diventa un Nome evento nella proprietà Google Analytics 4.
  • Categoria evento, Etichetta evento e Valore evento diventano parametri nella proprietà Google Analytics 4. I limiti relativi ai parametri sono descritti di seguito.

Ad esempio, il seguente evento in una proprietà Universal Analytics implementato tramite gtag.js:

1: gtag('event', <azione>, {

2: 'event_category': <categoria>,

3: 'event_label': <etichetta>,

4: 'value': <valore>

5: });

viene convertito in una proprietà Google Analytics 4 utilizzando questa firma evento generalizzata:

1: gtag('event', <nome_evento>, {

2: <parametro_1>: <valore_parametro_1>,

3: <parametro_2>: <valore_parametro_2>

4: <parametro_3>: <valore_parametro_3>

5: ...

6: });

Di conseguenza, <azione> nella proprietà Universal Analytics viene mappato a <nome_evento> nella proprietà Google Analytics 4. "event_category", "event_label", "value" e i rispettivi valori vengono mappati a parametri con valori.

Convenzioni di denominazione per gli eventi implementati manualmente

Se utilizzi un valore "Nome evento" diverso da uno dei nomi di eventi raccolti automaticamente e da uno dei nomi di eventi di misurazione avanzata, il tuo evento viene conteggiato come un evento raccolto manualmente.

Puoi utilizzare un massimo di 500 nomi di eventi diversi. Utilizza il più possibile i nomi degli eventi consigliati per usufruire delle funzionalità future e di generazione di rapporti nelle proprietà Google Analytics 4.

Parametri evento

Puoi utilizzare i parametri se vuoi inviare informazioni insieme a un evento, oltre a quelle che vengono inviate dai parametri raccolti automaticamente. Tutti i parametri che raccogli sono disponibili per le definizioni dei segmenti di pubblico e in BigQuery.

Comportamento dei parametri

Un parametro può contenere un numero illimitato di valori univoci. Tuttavia, esistono limitazioni e comportamenti importanti che devi prendere in considerazione quando configuri una proprietà Google Analytics 4 insieme a una proprietà Universal Analytics.

  • Puoi inviare un massimo di 25 parametri personalizzati per evento e ogni valore parametro può contenere 100 caratteri. 
  • È previsto un limite totale di 50 parametri di testo personalizzato e 50 parametri numerici per proprietà.

Esempio

Stai misurando i clic sui link Scarica sul tuo sito web relativi ai video. La struttura dei tag in una proprietà Universal Analytics può avere il seguente aspetto:

  • event_category: "Video"
  • action: "Scarica"
  • event_label: "Toy Story"

Se la proprietà Universal Analytics è stata implementata tramite gtag.js, questo evento verrà convertito in una proprietà Google Analytics 4 in base alla seguente logica:

  • "Scarica" diventa il Nome evento.
  • "event_category" diventa un parametro personalizzato.
  • "event_label" diventa un parametro personalizzato.

Una struttura di eventi più generica avrebbe il seguente aspetto:

  • event_category: [resourceType]
  • action: [interactionType]
  • event_label: [resourceName]
In un'implementazione gtag.js, "action" diventa il Nome evento; se hai 10 tipi di interazioni, questo si traduce in 10 valori Nome evento diversi.

La conversione dei parametri dalla proprietà Universal Analytics alla proprietà Google Analytics 4 segue un formato simile: verrebbero aggiunti i parametri "event_category" ed "event_label" a ogni nuovo evento "action".

Se hai una struttura di eventi simile a quella dell'esempio mostrato sopra:

  1. Inizia a raccogliere i dati. Esamina i dati degli eventi in BigQuery.
  2. Verifica quali eventi esistenti sono già coperti dagli eventi raccolti automaticamente e dalla misurazione avanzata. Aggiungi un comando "send_to" per inviare questi eventi solo all'implementazione della proprietà Universal Analytics e non alla proprietà Google Analytics 4.
  3. Se possibile, implementa gli eventi consigliati.

Dimensioni e metriche personalizzate

Le dimensioni e le metriche personalizzate possono essere utilizzate per estendere le informazioni e importare dati offline, ad esempio da sistemi CRM.

Quando utilizzi il tag globale del sito (gtag.js), le misurazioni delle dimensioni e delle metriche personalizzate vengono trasformate automaticamente in parametri se vengono utilizzati i tag del sito collegati o una proprietà Google Analytics 4 (ad es. "G-XXXXXXXX").

Scopri di più su dimensioni e metriche personalizzate.

 

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
69256
false