Probabilità di conversione

Il rapporto Probabilità di conversione non è ancora compatibile con i dati di Google Signals.
Contenuti di questo articolo:

Vedere i dati di probabilità di conversione

Per aprire il rapporto Probabilità di conversione:

  1. Accedi a Google Analytics.
  2. Accedi alla tua vista.
  3. Apri Rapporti.
  4. Seleziona Pubblico > Comportamento > Probabilità di conversione.

I dati di probabilità di conversione subiscono un ritardo di 24 ore: questo rapporto dipende dall'elaborazione completa delle tabelle aggregate giornaliere.

Se una vista rapporti non soddisfa i prerequisiti per i dati, il rapporto non sarà visualizzabile in Analytics.

La probabilità di conversione al momento si basa solo sui dati delle transazioni.

Informazioni sulla probabilità di conversione

Analytics utilizza le stesse tecniche di modellazione dei dati che determinano elenchi e obiettivi intelligenti per calcolare la dimensione Probabilità di conversione e la metrica Probabilità di conversione (valore medio) per determinare la probabilità di conversione di un utente nei prossimi 30 giorni. Vengono valutate le transazioni per ogni utente e la risultante probabilità di conversione è espressa come punteggio medio da 1 a 100 per tutti gli utenti durante l'intervallo di date, dove 1 è indica la probabilità minore e 100 quella maggiore. Un valore pari a 0 indica che la probabilità di conversione non viene calcolata per l'intervallo di tempo selezionato.

La probabilità di conversione viene calcolata per singoli utenti.

La probabilità media di conversione viene calcolata per tutti gli utenti collegati a una dimensione nell'intervallo di date in uso, ad esempio:

  • Il punteggio per tutti gli utenti con Canale = Ricerca organica nel periodo 1 - 31 gennaio
  • Il punteggio per tutti gli utenti con Sorgente = Google nel periodo 1 - 31 gennaio

La dimensione Probabilità di conversione, con intervalli come valori di dimensione, è disponibile nel rapporto Probabilità di conversione e nei segmenti, nei segmenti di pubblico per il remarketing e nei rapporti personalizzati di Analytics.

La metrica Probabilità di conversione (valore medio) è disponibile nei rapporti personalizzati.

Prerequisiti

Per calcolare la dimensione e la metrica, Analytics ha bisogno di quanto segue:

  • Minimo 1000 transazioni e-commerce al mese nella vista rapporti. Devi aver implementato il monitoraggio e-commerce.
  • Una volta raggiunta la soglia iniziale di 1000 transazioni e-commerce, Analytics ha bisogno di 30 giorni di dati per l'elaborazione.
  • Se dopo la modellazione dei dati non è possibile garantire la precisione dei risultati, i dati di probabilità di conversione non saranno disponibili per tale vista rapporti.

Se il numero di transazioni nella vista rapporti scende al di sotto di 1000 al mese, Analytics utilizza l'ultimo modello valido per generare dati per il rapporto.

Il rapporto Probabilità di conversione

Dati predefiniti nel rapporto Probabilità di conversione

Il rapporto Probabilità di conversione consente di visualizzare quanto segue:

  • La distribuzione delle sessioni e quelle con e senza transazioni in tutti i bucket di probabilità di conversione (istogramma), ad esempio il numero di sessioni in cui i valori utente per la dimensione Probabilità di conversione sono compresi tra 21 e 50.
  • Metriche di acquisizione, comportamento e conversione relative agli utenti sulle dimensioni Raggruppamento dei canali predefinito, Sorgente e Mezzo (tabella)

Utilizzare i dati di probabilità di conversione

Segmenti

Grazie ai segmenti, puoi leggere qualsiasi dato in tuo possesso nel contesto di soglie di probabilità di conversione. Ad esempio, puoi creare un segmento per Probabilità di conversione > 25 per poi esaminare fattori come quelli descritti di seguito:

  • Il rapporto fra gli utenti che mostrano una forte tendenza alla conversione e la tua base utenti complessiva. I primi rappresentano una piccola parte dei tuoi utenti oppure la tua strategia pubblicitaria, insieme al tuo sito, riesce ad attrarre una percentuale significativa di utenti?
  • Quali fra i canali, le parole chiave e le campagne che utilizzi attirano gli utenti più coinvolti.
  • Quali percorsi di conversione sono più efficaci e in quali punti del percorso puoi collocare la pubblicità più incisiva.

Al contrario, con una soglia bassa puoi esaminare l'estremità opposta dello spettro degli utenti:

  • Quale percentuale dei tuoi utenti ha meno probabilità di generare conversioni?
  • Le parole chiave e le campagne che attirano utenti che difficilmente verranno convertiti sono diverse da quelle che attirano utenti redditizi? In base a queste differenze, conviene ridurre le risorse destinate alle parole chiave e alle campagne del primo tipo?
  • Quali percorsi di conversione seguono gli utenti che producono sessioni di bassa qualità? È possibile introdurre una pubblicità più incisiva lungo questi percorsi?

Segmenti di pubblico per il remarketing

Gli utenti che si trovano sulla soglia della conversione sono più facili da convincere a portare a termine la conversione. Ad esempio, gli utenti che hanno già studiato le caratteristiche dei prodotti o hanno aggiunto articoli al carrello danno forti segnali che indicano la volontà di tenere con sé quei prodotti. Un tuo intervento convincente con una campagna di remarketing ben studiata può fornire quell'ultimo incentivo necessario a far sì che completino il processo.

Creare segmenti di pubblico per il remarketing in base agli utenti che hanno maggiori probabilità di generare conversioni e condividerli sulle tue diverse piattaforme di marketing, come Google Ads e Display & Video 360, ti permette di coinvolgerli di nuovo ovunque tu abbia una presenza online.

Inoltre, puoi condividere questi segmenti di pubblico su Optimize per capire esattamente quali perfezionamenti sono necessari ai contenuti del tuo sito per garantire le migliori prospettive di conversione.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?