Come impostare viste di account con filtri

Per visualizzare le viste attualmente disponibili per una proprietà, fai clic sulla scheda "Amministrazione" in alto.

Poi, sotto Vista, fai clic su "Impostazioni vista".

Quando crei una proprietà, Analytics imposta automaticamente una vista non filtrata, chiamata "Dati di tutto il sito web". Questa contiene tutti i dati, grezzi e privi di modifiche, che hai raccolto per la proprietà. Ti consigliamo di modificare il nome in "Dati grezzi" per ricordare che i dati non sono stati filtrati. Per modificare il nome, digitiamo semplicemente quello nuovo. Ora fai clic su "Salva".

Impostazione di una Vista di prova

Successivamente, configuriamo una "vista di prova" per verificare le impostazioni. Se configuriamo qualcosa nel modo sbagliato, potremmo inavvertitamente perdere qualche dato che volevamo raccogliere. Perciò è meglio provare tutte le configurazioni in questa vista di prova, all'inizio.

  • Per impostare una vista di prova, fai clic in alto a sinistra sul menu a discesa selettore vista.
  • Poi seleziona "Crea nuova vista". Assegnamo a questa vista il nome "Vista di prova".
  • Ora fai clic su "Crea vista".

Ricorda che ora ci troviamo nella "Vista di prova" per questa proprietà. Ti consigliamo di aggiungere alla vista di prova un'impostazione che filtri i dati per il traffico di bot e spider automatici.

  • Per questa Vista di prova, seleziona "Impostazioni vista".
  • Poi, scorriamo la pagina verso il basso.
  • Sotto "Filtri bot", seleziona "Escludi tutti gli hit da bot e spider noti". Questo escluderà il traffico bot.
  • Ora fai clic su "Salva".

Creazione della vista principale

Successivamente, creiamo la vista principale. Questa sarà la vista che utilizziamo per tutti i nostri rapporti e le analisi. Possiamo semplicemente copiare la vista di prova e rinominarla.

  • Per copiare la vista, fai clic nell'angolo in alto a destra su "Copia vista".
  • La rinomineremo "Vista principale".
  • Ora fai clic su "Copia vista".

Se vai al menu Vista, puoi vedere che abbiamo copiato e creato la nuova vista. Copiando la vista, tutte le impostazioni e i filtri creati, esclusi quelli per il traffico bot, saranno compresi nella nuova vista.

Aggiunta di filtri ulteriori

Ora abbiamo tre viste a disposizione per eseguire il back-up dei dati, provare nuove configurazioni di analisi e realizzare analisi e rapporti quotidiani.

Ma ancora dobbiamo aggiungere dei filtri per stabilire quali dati vogliamo che Analytics mostri in ciascuna vista. Prima imposteremo un filtro comune sulla vista "di prova" per escludere il traffico IP interno. In questo modo, possiamo misurare il comportamento online su Google Store solo dei clienti esterni, senza interferenze da parte dei dipendenti.

  • Nella colonna di destra sotto "Vista", modifica il selettore vista da "Vista principale" a "Vista di prova". In questo modo saremo certi di creare i filtri nella vista giusta.
  • Ora fai clic su "Filtri".
  • Poi fai clic su "Aggiungi filtro". Assegneremo a questo filtro il nome "Escludi traffico interno".

Analytics offre due tipi di filtri, quelli "predefiniti" e quelli personalizzati. I filtri predefiniti sono modelli dei filtri più comuni che andrai a utilizzare. I filtri personalizzati ti permettono di creare un filtro per includere, escludere o modificare dati. Dato che l'esclusione di dati per indirizzo IP è frequente, Analytics offre un filtro predefinito apposito, quindi lasceremo questo tipo di filtro come "Predefinito".

  • Successivamente, fai clic su "Seleziona il tipo di filtro".
  • Poi seleziona "Escludi".
  • Ora fai clic su "Seleziona una sorgente o una destinazione"
  • E seleziona "traffico dagli indirizzi IP".
  • Infine, fai clic su "Seleziona un'espressione". E seleziona "uguali a".
  • Ora digitiamo l'indirizzo IP che vogliamo escludere. Puoi trovare l'indirizzo IP pubblico aprendo una nuova scheda e cercando "qual è il mio ip?" su Google.
  • Ora copiamo l'indirizzo IP nel campo Indirizzo IP.
  • Fai clic su "Salva" in fondo alla pagina.

Ricorda che il filtro appena creato comparirà ora nell'elenco dei filtri.

Una volta salvato il filtro e applicato a una vista, Google Analytics controllerà gli indirizzi IP del traffico verso la proprietà Web e escluderà quelli che corrispondono al filtro. Il filtro impiegherà un po' di tempo per catturare tutto il traffico. Per verificare che il filtro stia escludendo il traffico interno, fai clic su Rapporti.Poi, fai clic su "In tempo reale" nel menu di navigazione a sinistra. Ora fai clic su “Panoramica".

Qui trovi un rapporto del traffico in tempo reale verso il tuo sito web. Se operi sulla rete interna, ricorda che il traffico degli utenti interni si arresterà nei successivi 30 minuti. Una volta che i filtri hanno avuto effetto, Analytics non raccoglierà alcuna attività interna per gli indirizzi IP filtrati.

Una volta verificato che il filtro funzioni nella vista di prova, puoi aggiungerlo alla vista principale. Fai clic di nuovo sulla scheda Amministrazione. Poi seleziona il menu a discesa Vista.

Seleziona la "Vista principale". Ora fai clic su "Filtri". Poi fai clic su "Aggiungi filtro". Ora, invece di "Crea nuovo filtro", seleziona il pulsante di opzione "Applica filtro esistente".

In questo modo puoi scegliere da un elenco di filtri creati in precedenza. Fai clic su Salva.

Ora puoi vedere che il filtro si applica alla "Vista principale".

Ricorda che se applichi più filtri a una vista, questi verranno applicati nell'ordine in cui compaiono nelle impostazioni dei filtri. Perciò, se disponi di due filtri, i dati passeranno attraverso il primo filtro prima di passare attraverso il secondo. Ricorda quindi di fare attenzione all'ordine in cui applichi i filtri.

È così facile creare o aggiungere filtri predefiniti alle viste, per essere certo di raccogliere e proteggere i dati che ti servono.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema