Questo articolo riguarda le proprietà Universal Analytics, per le quali verrà interrotta l'elaborazione dei dati il 1º luglio 2023 (il 1º ottobre 2023 per le proprietà Analytics 360). Se non lo hai già fatto, inizia a utilizzare una proprietà Google Analytics 4.

Riferimento a User-ID

Contenuti di questo articolo:

Panoramica

Gli utenti possono interagire con il tuo sito web o la tua applicazione da una serie di dispositivi diversi, ad esempio un browser web su computer desktop, un browser su dispositivo mobile o tramite un'app per dispositivi mobili nativa. Per impostazione predefinita, Analytics assegna a ogni dispositivo un Client ID unico e considera ciascuno di essi come un utente unico nei rapporti. Lo User-ID permette la misurazione olistica delle interazioni degli utenti su più dispositivi, ad esempio l'attribuzione di un'interazione con una campagna di marketing su un dispositivo a una conversione che si verifica su un altro dispositivo o la deduplicazione di utenti unici tra più dispositivi.

La funzione User-ID consiste di:

  • Il campo userId, che può essere impostato su un ID stabile, non personale per rappresentare un utente unico.
  • Rapporti multidispositivo che forniscono informazioni sul comportamento e sui percorsi di conversione di vari dispositivi.

Quando gli User-ID vengono inviati con gli hit di Analytics nel campo userId, i rapporti rispecchiano un conteggio più accurato degli utenti unici e offrono nuove opzioni di generazione dei rapporti multidispositivo.

Questo articolo descrive come configurare e inviare User-ID ad Analytics e in che modo i dati sugli User-ID vengono elaborati e registrati nei rapporti nelle viste abilitate alla funzione User-ID.

Configurazione

Prima di inviare gli User-ID ad Analytics, devi abilitare almeno una vista rapporti per User-ID.

L'abilitazione della funzione User-ID per una vista produce due effetti su tale vista:

  1. Gli utenti nuovi e unici vengono calcolati utilizzando User-ID unici anziché Client ID unici.
  2. I rapporti multidispositivo che utilizzano lo User-ID saranno abilitati in tale vista.
Avviso. Una volta abilitata la funzione User-ID per una vista, non puoi disabilitarla. Tale vista mostrerà solo gli hit per i quali è stato impostato il campo userId.

Raccolta

Quando un utente è noto per il tuo sito web o la tua applicazione, devi inviare un ID che rappresenti tale utente con tutti i tuoi hit di Analytics, ad esempio visualizzazioni di pagina, eventi, transazioni e-commerce e così via, utilizzando il campo userId.

Spetta a te fornire gli ID. Gli ID sono di norma generati da un sistema di autenticazione che assegna a ciascun utente che ha effettuato l'accesso un ID unico e stabile. Gli ID dovrebbero avere le seguenti caratteristiche:

  • Non essere personali
  • Essere unico per un utente del servizio o dell'app
  • Essere costante per un utente che ha eseguito l'accesso su tutti i dispositivi

Per ulteriori informazioni su come impostare userId in un determinato ambiente, consulta la guida per sviluppatori su API e SDK di raccolta per la tua libreria specifica.

Elaborazione

Gli hit di Analytics, come visualizzazioni di pagina, eventi o transazioni, per i quali è stato impostato il campo userId sono elaborati separatamente dagli hit diversi da userId e sono visibili solo nelle viste abilitate alla funzione User-ID.

Ad esempio, nelle viste abilitate alla funzione User-ID, se uno User-ID è impostato nel mezzo di una sessione di Analytics, la sessione inizia con il primo hit in cui lo User-ID è impostato.

Le viste (profili) non abilitate alla funzione User-ID registrano l'intera sessione senza tenere conto del campo userId.

Solo le sessioni nelle quali è stato impostato il campo userId saranno registrate nei profili abilitati alla funzione User-ID

Rapporti

Dopo l'elaborazione, i dati sulle sessioni per i quali è stato impostato il campo userId sono disponibili per le viste (profili) abilitate alla funzione User-ID nei rapporti multidispositivo. Benché i dati sulle sessioni siano disponibili tramite l'API Core Reporting, il campo userId non è disponibile come dimensione nei rapporti e non può essere esportato da Analytics.

Anche le metriche relative agli utenti nuovi e unici saranno basate su User-ID in queste viste. Nelle viste non abilitate alla funzione User-ID, tali metriche saranno calcolate utilizzando clientId univoci.

Nota: i rapporti cross-device possono avere un intervallo di date massimo di 90 giorni.

Client ID e User-ID

La tabella seguente riassume le differenze tra Client ID e User-ID:

  Client ID User-ID
Che cosa rappresenta l'ID? Un'istanza di browser o un dispositivo pseudonimo. Un utente singolo, come un account utente a cui è stato eseguito l'accesso, che può interagire con contenuti su uno o più dispositivi e/o una o più istanze di browser.
Come viene impostato l'ID? Generato casualmente e inviato automaticamente con tutti gli hit dalle librerie di Analytics. Occorre impostare e inviare i propri userId con gli hit di Analytics.
In che modo viene utilizzato l'ID per calcolare gli utenti unici? In una vista non abilitata alla funzione User-ID, Client ID è utilizzato per calcolare gli utenti unici. In una vista abilitata alla funzione User-ID, User-ID è utilizzato per calcolare gli utenti unici.

Limiti

Al momento, la funzione User-ID è soggetta ai seguenti limiti:

  • I rapporti multidispositivo abilitati alla funzione User-ID hanno un intervallo massimo di 90 giorni.
  • Il valore di User-ID non può essere oggetto di query come dimensione nei rapporti né nell'interfaccia web né nelle API.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
69256
false