Informazioni sui modelli di attribuzione predefiniti delle canalizzazioni multicanale

Scopri in che modo ciascun modello delle canalizzazioni multicanale assegna il merito di conversione.

Analytics fornisce i seguenti modelli di attribuzione predefiniti nello Strumento di confronto modelli delle canalizzazioni multicanale. Puoi anche creare i tuoi modelli personalizzati nello strumento.

Modelli di attribuzione predefiniti

Icona del modello Ultima interazione Il modello Ultima interazione attribuisce il 100% del valore della conversione all'ultimo canale con cui il cliente ha interagito prima di effettuare l'acquisto o eseguire la conversione.
Quando è utile: se i tuoi annunci e le tue campagne sono studiati per attirare gli utenti al momento dell'acquisto o se la tua attività è prevalentemente orientata alle transazioni con un ciclo di vendite che non prevede una fase di considerazione, il modello Ultima interazione potrebbe essere appropriato.

 

Icona per Ultimo clic non diretto e Ultimo clic Google Ads Il modello Ultimo clic non diretto ignora il traffico diretto e attribuisce il 100% del valore di conversione all'ultimo canale su cui il cliente ha fatto clic prima di effettuare l'acquisto o generare la conversione. Analytics utilizza questo modello per impostazione predefinita per attribuire un valore di conversione in rapporti diversi da quelli Canalizzazioni multicanale.
Quando è utile:

Dal momento che il modello Ultimo clic non diretto è il modello predefinito utilizzato per i rapporti Canalizzazione multicanale, fornisce un utile riferimento con cui confrontare i risultati di altri modelli.

Inoltre, se consideri il traffico diretto come proveniente da clienti che hai già acquisito attraverso un altro canale, potrebbe essere utile filtrare il traffico diretto e concentrarsi sull'ultima attività di marketing prima della conversione.

 

Icona per Ultimo clic non diretto e Ultimo clic Google Ads Il modello Ultimo clic su un annuncio Google Ads attribuisce il 100% del valore di conversione all'annuncio Google Ads più recente su cui il cliente ha fatto clic prima di effettuare l'acquisto o generare la conversione.
Quando è utile: utilizza questo modello se vuoi identificare e accreditare gli annunci Google Ads che hanno generato il maggior numero di conversioni.

 

Icona del modello Prima interazione Il modello Prima interazione attribuisce il 100% del valore di conversione al primo canale con cui il cliente ha interagito.
Quando è utile: questo modello è adatto se pubblichi annunci o campagne per creare una awareness iniziale. Ad esempio, se il tuo brand non è molto conosciuto, puoi dare estrema importanza alle parole chiave o ai canali che hanno esposto per primi i clienti al brand.

 

Icona del modello Lineare Il modello Lineare attribuisce credito uguale a ogni interazione di canale sul percorso verso la conversione.
Quando è utile: questo modello è utile se le tue campagne sono studiate per mantenere un contatto e awareness con il cliente per tutto il ciclo di vendita. In questo caso, ogni punto di contatto è egualmente importante durante il processo di considerazione.

 

Icona del modello Decadimento temporale Se il ciclo di vendita prevede solo una breve fase di considerazione, il modello Decadimento temporale potrebbe essere appropriato. Questo modello è basato sul concetto di decadimento esponenziale e attribuisce la maggior parte del credito ai touchpoint più vicini al momento della conversione. Il modello Decadimento temporale ha un'emivita predefinita di sette giorni, vale a dire che un touchpoint che si verifica sette giorni prima di una conversione riceverà metà del credito di uno che viene registrato il giorno della conversione. Analogamente, un touchpoint che si verifica 14 giorni prima riceverà un quarto del credito di uno che viene registrato il giorno della conversione. Il decadimento esponenziale continua nella finestra temporale (tempo predefinito di 30 giorni).
Quando è utile: se pubblichi campagne promozionali di uno o due giorni, puoi attribuire maggiore credito alle interazioni durante i giorni della promozione. In questo caso, le interazioni verificatesi una settimana prima hanno un valore ridotto rispetto ai touchpoint vicini alla conversione.

 

Icona del modello In base alla posizione Il modello In base alla posizione ti consente di creare un ibrido tra i modelli Ultima interazione e Prima interazione. Anziché attribuire tutto il credito alla prima o all'ultima interazione, puoi dividerlo tra le due. In uno scenario comune assegneresti il 40% del credito sia alla prima sia all'ultima interazione e il rimanente 20% a quelle centrali.
Quando è utile:{/} se attribuisci la maggior parte dell'importanza ai punti di contatto che hanno introdotto i clienti al tuo brand e ai punti di contatto finali che hanno generato vendite, utilizza il modello Sulla base della posizione. 

Risorse correlate

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?