Informazioni sugli eventi

Utilizza Eventi per raccogliere dati sulle interazioni con i tuoi contenuti.

Gli eventi sono interazioni tra utenti e contenuti monitorabili indipendentemente dal caricamento di una pagina web o di una schermata. Download, clic su annunci per dispositivi mobili, gadget, elementi Flash, elementi incorporati AJAX e riproduzioni video sono tutti esempi di azioni che possono essere monitorate come eventi.

Sebbene il monitoraggio eventi richieda una breve attività di configurazione aggiuntiva, ti consigliamo vivamente di utilizzarlo. Gli eventi rappresentano un sistema flessibile per raccogliere dati sulle interazioni specifiche del tuo sito o della tua applicazione che altrimenti non potrebbero essere monitorate.

Impostazione del monitoraggio eventi

Il monitoraggio eventi è disponibile sia per le proprietà web che delle applicazioni, ma richiede un'ulteriore impostazione tecnica che deve essere eseguita da uno sviluppatore qualificato.

Per informazioni dettagliate su come impostare il monitoraggio eventi, segui le istruzioni riportate nella Guida per gli sviluppatori specifica per l'ambiente utilizzato:

Un'alternativa al monitoraggio eventi (per le configurazioni avanzate)

In alcuni casi, può accadere che non desideri monitorare un elemento come un evento, anche se viene caricato in modo indipendente. Ad esempio, se carichi nuovi contenuti senza caricare una nuova pagina o una nuova schermata, come in un popup o in una finestra modale, potresti effettuare il monitoraggio utilizzando una visualizzazione di pagina o di schermata virtuale. Ciò significa che Google Analytics conterebbe l'elemento come una visualizzazione di pagina o di schermata quando viene caricato. Per ulteriori informazioni su come monitorare le visualizzazioni di pagina e schermata, consulta le nostre Guide per gli sviluppatori:

Componenti degli eventi

Quando imposti il monitoraggio eventi, puoi definire fino a cinque dei seguenti componenti e associarli ai singoli eventi.

I valori di questi componenti vengono visualizzati nei rapporti sugli eventi. Più sei organizzato nella loro impostazione, più semplice sarà leggere e interpretare i rapporti. Nei tuoi rapporti, i titoli dei singoli eventi si basano sui nomi di questi componenti. Ad esempio l'evento nella categoria Video, con l'azione Riproduci e l'etichetta Divertente viene visualizzato nei rapporti come Video + Riproduci + Divertente.

Categoria

Le divisioni principali dei tipi di eventi che hai sul tuo sito. Le categorie sono alla base del monitoraggio eventi e dovrebbero essere il primo sistema utilizzato per ordinare gli eventi nel rapporto. Video e download sono buoni esempi di categorie, sebbene il grado di specificità possa essere stabilito in base a quanto richiesto dai contenuti.

Azione

Un descrittore di una particolare categoria di evento. Per definire un'azione, puoi utilizzare qualsiasi stringa e di conseguenza adottare il grado di specificità richiesto. Ad esempio, potresti definire Riproduci o Metti in pausa come azioni per un Video. Potresti essere anche più specifico e creare un'azione denominata Video quasi finito che si attiva quando il cursore di riproduzione video raggiunge il 90% della durata del video.

Etichetta

Un descrittore opzionale che puoi utilizzare per fornire ulteriore granularità. Come un'etichetta puoi specificare qualsiasi stringa.

Valore

Una variabile numerica. Puoi utilizzare valori espliciti, come 30, o variabili basate su valori desunti definite altrove, ad esempio downloadTime.

Conteggio implicito

Un conteggio del numero di interazioni con una categoria di eventi. Il conteggio implicito non viene visualizzato nei rapporti standard di Google Analytics, ma vi puoi accedere tramite l'API.

Passaggi successivi

Una volta completata la configurazione del monitoraggio eventi, i dati compaiono nei Rapporti eventi. Il menu Rapporti eventi è disponibile nella categoria Comportamento nelle viste dei rapporti.

Risorse correlate