Comportamento

Frequenza di rimbalzo

Informazioni sulla frequenza di rimbalzo e su come migliorarla.

La frequenza di rimbalzo è la percentuale di visite che non vanno oltre la pagina iniziale prima di uscire da un sito.

Vi sono una serie di fattori che contribuiscono alla frequenza di rimbalzo. Ad esempio, i visitatori potrebbero abbandonare il sito dalla pagina da cui sono entrati in presenza di problemi di progettazione o di usabilità del sito. In alternativa, i visitatori potrebbero anche lasciare il sito dopo aver visto una sola pagina se hanno trovato le informazioni di cui hanno bisogno su quella pagina e non hanno alcuna necessità o alcun interesse a visitare altre pagine.

Motivi per una frequenza di rimbalzo elevata

Una frequenza di rimbalzo elevata può essere causata da uno o molti fattori di diverso tipo, tra cui:

Sito composto da una sola pagina

Se il tuo sito contiene una sola pagina, Google Analytics non registra visualizzazioni multiple della pagina, a meno che i visitatori non la ricarichino. Pertanto, generalmente i siti composti da una sola pagina hanno una frequenza di rimbalzo elevata. Per scoprire come viene utilizzato questo tipo di sito, puoi implementare altri metodi di monitoraggio dei contenuti, come Eventi.

Implementazione errata

Se registri un'elevata frequenza di rimbalzo in un sito composto da più pagine, verifica di aver aggiunto il codice di monitoraggio a tutte le pagine. Per ulteriori informazioni, consulta Verifica dell'impostazione.

Architettura del sito

Se tutte le pagine contengono il codice di monitoraggio, ma la frequenza di rimbalzo continua a essere elevata, valuta le seguenti possibilità:

  • Rinnovare la struttura delle pagine di entrata (o di destinazione)
  • Ottimizzare tali pagine in modo che possano abbinarsi meglio ai termini di ricerca che conducono gli utenti al tuo sito, agli annunci che pubblichi o alle parole chiave acquistate
  • Modificare gli annunci o le parole chiave per riflettere meglio i contenuti della pagina

Sperimenta nuove modifiche a livello di sito per ottimizzare il sito con Esperimenti sui contenuti.

Comportamento degli utenti

Altri fattori possono essere attribuiti unicamente al comportamento del visitatore. Ad esempio, se un utente aggiunge una pagina del tuo sito ai segnalibri, la apre e successivamente esce, tale sequenza di operazioni può essere considerata un rimbalzo.

Miglioramento della frequenza di rimbalzo

Poiché l'architettura del tuo sito e l'implementazione di Google Analytics possono influire sulla frequenza di rimbalzo, il miglioramento della frequenza di rimbalzo richiede specifiche modifiche personalizzate al sito e alla configurazione. La frequenza di rimbalzo e il relativo miglioramento sono personali così come lo è la tua attività.

Analizza i dati specifici. Una frequenza di rimbalzo generale a livello di sito può variare di molto a causa delle diverse attività di marketing in esecuzione contemporaneamente. Considera la tua frequenza di rimbalzo per sorgenti di traffico specifiche. L'utilizzo di altre dimensioni, quali mezzo, campagna, pagina di destinazione, per valutare la tua frequenza di rimbalzo rispetto alla frequenza di rimbalzo generale può essere più praticabile.

Valuta e modifica i fattori che potrebbero contribuire alla frequenza di rimbalzo, ad esempio il layout del sito e la navigazione. Utilizza solo i rendimenti passati come confronto e prova a migliorare la frequenza di rimbalzo rispetto ai dati precedenti. Concedi il tempo sufficiente per raccogliere i dati che servono a valutare l'impatto che le modifiche potrebbero avere sui tuoi visitatori e i loro comportamenti. Prova a utilizzare Esperimenti sui contenuti come aiuto.

Ulteriori informazioni sulla frequenza di rimbalzo sono riportate in questo video divertente ed esplicativo di Avinash Kaushik (disponibile in inglese, 4.45 minuti).