Informazioni sul traffico non valido

Per traffico non valido si intende clic e impressioni sugli annunci AdWords che sospettiamo non essere il risultato di un autentico interesse da parte del cliente. Tra gli esempi di traffico non valido vi sono clic e impressioni eseguiti da strumenti automatici, nonché clic accidentali, ad esempio un doppio clic di un utente sul tuo annuncio. Non ti facciamo pagare per le impressioni e i clic non validi perché pensiamo abbiano poco o nessun valore.

Tipi di traffico non valido

Di seguito sono riportati alcuni tipi di clic e impressioni che consideriamo non validi:

  • Clic accidentali che non apportano alcun valore, ad esempio il secondo clic di un doppio clic
  • Clic manuali volti ad aumentare la spesa pubblicitaria
  • Clic manuali volti ad aumentare i profitti dei proprietari dei siti web che ospitano gli annunci
  • Clic e impressioni effettuati da strumenti automatici, robot o altri software ingannevoli
  • Impressioni volte a ridurre artificialmente la percentuale di clic (CTR) di un inserzionista

In che modo Google ti protegge dal traffico non valido

Cerchiamo di proteggere gli inserzionisti contro il traffico non valido impegnandoci a isolare ed escludere i potenziali clic non validi prima che vengano inseriti nei rapporti degli account. Ogni clic su un annuncio AdWords viene esaminato dal sistema. Google esamina diversi dati per ciascun clic, tra cui indirizzo IP, ora del clic, eventuali clic duplicati e vari altri pattern di clic. Successivamente, il nostro sistema analizza questi fattori per provare a isolare ed escludere i potenziali clic non validi prima che compaiano nell'account.

Ulteriori informazioni sulle misure adottate da Google per contrastare i clic non validi »

In che modo Google gestisce il traffico non valido

Quando il nostro sistema rileva clic non validi sui tuoi annunci, li esclude automaticamente dai rapporti per evitare che ti vengano addebitati. Tuttavia, se lo desideri, hai comunque la possibilità di visualizzare i dati relativi ai clic non validi. Per informazioni su come visualizzare i dati relativi ai clic non validi nel tuo account, consulta la sezione seguente sulla "Visualizzazione dei dati sui clic non validi".

Qualora riscontrassimo che alcuni clic non validi sono sfuggiti al nostro sistema di rilevamento automatico nel corso degli ultimi due mesi, riceverai un credito per tali clic. Per visualizzare questi crediti per i clic non validi, fai clic sulla scheda Fatturazione. I crediti per i clic non validi che hai ricevuto vengono visualizzati alla voce "Attività non valida" nella pagina della cronologia delle transazioni e ti vengono accreditati.

Se individuiamo impressioni non valide nel tuo account, questi dati non incideranno sul CTR utilizzato per determinare il punteggio di qualità delle tue parole chiave.

Visualizzazione dei dati sui clic non validi

Puoi visualizzare il numero di clic non validi ricevuti dai tuoi annunci aggiungendo le colonne Clic non validi e Percentuale di clic non validi quando visualizzi le statistiche della campagna. Ricorda che non ti viene addebitato alcun costo per questi clic, i quali non influiscono sulle statistiche dell'account.

  1. Fai clic sulla scheda Campagne principale.
  2. Puoi visualizzare i dati sui clic non validi per ogni campagna o in base a un periodo di tempo.
    • Per visualizzare i dati per ogni campagna, fai clic sulla scheda Campagne.
    • Per visualizzare i dati in base a un periodo di tempo, fai clic sulla scheda Dimensioni. Seleziona la visualizzazione appropriata facendo clic sul menu a discesa Visualizza nella barra degli strumenti sopra la tabella delle statistiche. Scegli un periodo di tempo, ad esempio "Giorno della settimana".
  3. Fai clic su Colonne, quindi su Personalizza colonne.
  4. Fai clic su Rendimento, poi su Aggiungi accanto alle seguenti opzioni:
    • Clic non validi: visualizza il numero di clic non validi filtrati durante il periodo di tempo selezionato.
    • Percentuale di clic non validi: visualizza la percentuale di clic totali filtrati durante il periodo di tempo selezionato.
  5. Fai clic su Salva.

I dati sui clic non validi dovrebbero ora apparire nella tabella. Se desideri scaricare i dati, fai clic sull'icona di download nella barra degli strumenti sopra la tabella.

Ulteriori informazioni sulla creazione dei rapporti »

Monitoraggio personale dei clic non validi

Se ti preoccupano i clic non validi nel tuo account, puoi monitorare l'attività del tuo account in diversi modi.

  • Monitoraggio dei clic non validi nelle statistiche dell'account: come descritto nella sezione sopra riportata, aggiungi colonne relative ai dati sui clic non validi alla tabella delle statistiche della campagna per visualizzare il numero e la percentuale di clic non validi nel tuo account. Ricorda che non ti viene addebitato alcun costo per questi clic, i quali non influiscono sulle statistiche dell'account.
  • Ottimizzazione dell'account: la prima linea di difesa contro i clic non validi è l'ottimizzazione dell'account, in modo che gli annunci ricevano solo i clic e le impressioni più mirati. Tieni presente che il tasso di conversione è uno dei migliori indici dell'efficacia della pubblicità. L'identificazione e la messa a punto delle sezioni dell'account che fanno registrare tassi di conversione bassi ti consentono anche di individuare le aree di attività non valide.
  • Monitoraggio dell'account con Google Analytics: Google Analytics è uno strumento gratuito che consente di monitorare diversi aspetti dell'account AdWords, tra cui il tasso di conversione, il comportamento dei visitatori e il rendimento della campagna. Google Analytics offre rapporti che puoi utilizzare per perfezionare il traffico sui tuoi annunci. Puoi utilizzare anche la codifica automatica per monitorare il rendimento delle tue parole chiave.
  • Monitoraggio dei tassi di conversione sulla Rete Display: per le campagne che hanno attivato la pubblicazione sulla Rete Display, puoi monitorare i tassi di conversione dei tuoi annunci sui siti della Rete Display tramite il rapporto sui posizionamenti. Se noti che i clic provenienti dalla Rete Display non generano conversioni quanto quelli provenienti da Google o dalla rete di ricerca, prendi in considerazione l'ipotesi di ridurre le offerte sulla Rete Display. Se noti che un particolare sito della Rete Display non sta generando conversioni in modo soddisfacente, prova a escludere tale sito dalla tua campagna.
Tassi di conversione bassi

Un tasso di conversione basso non sempre indica che stai ricevendo clic non validi. Livelli di traffico elevati accompagnati da volumi di vendita relativamente modesti possono essere causati da una serie di fattori diversi. Di seguito sono riportate alcune delle cause più comuni dei tassi di conversione bassi e le relative soluzioni:

  • Le variazioni delle condizioni del mercato, del comportamento degli utenti e dei contenuti web possono influire sul rendimento della campagna. Alcuni dei nostri inserzionisti registrano un ritorno sull'investimento (ROI) inferiore quando i rispettivi settori devono fronteggiare una crescente concorrenza nel mercato della pubblicità su Internet. Ti consigliamo di monitorare attentamente il ROI per ogni parola chiave e annuncio e correggere le offerte di conseguenza entro i limiti di budget appropriati per la tua attività. Informazioni sulle offerte strategiche per massimizzare il ROI.
  • Siti difficili da navigare possono facilmente allontanare potenziali clienti. Ti consigliamo di esaminare la struttura, il layout e le funzionalità del sito nel complesso. Con Google Analytics puoi vedere se i visitatori di norma abbandonano il tuo sito web in un determinato punto prima di effettuare un acquisito.
  • Le tue parole chiave e il testo dei tuoi annunci potrebbero non essere sufficientemente specifici. Se utilizzi parole chiave generiche o un testo generico per gli annunci, l'utente giunge sul sito credendo di trovare prodotti o servizi che in realtà non offri. Utilizzando parole chiave e testi degli annunci altamente mirati, puoi avere la certezza che i tuoi annunci vengano visualizzati solo per i clienti interessati al tuo prodotto o servizio.
  • La tua campagna potrebbe non essere ottimizzata per la pubblicazione sulla Rete Display: se per la tua campagna hai attivato la pubblicazione sulla Rete Display ma la campagna non è ottimizzata, i tuoi annunci potrebbero essere pubblicati sui siti della Rete Display non pertinenti ai prodotti o ai servizi pubblicizzati. I visitatori hanno maggiori probabilità di effettuare un acquisto sul tuo sito web se i tuoi annunci sono pertinenti ai siti che stanno visitando. Per ottenere i migliori risultati, è importante che ciascuno dei tuoi gruppi di annunci contenga un breve elenco di parole chiave specifiche mirate a un solo prodotto o servizio. Ulteriori informazioni sull'ottimizzazione per la Rete Display.

Ulteriori informazioni su come capire meglio il traffico sugli annunci »

Più clic dallo stesso indirizzo IP

Più clic dallo stesso indirizzo IP non sono necessariamente un indice di clic non validi. Vi sono vari motivi possibili per cui ciò si verifica:

  • Visite di ritorno: i singoli individui possono fare clic sul tuo annuncio più di una volta se desiderano confrontare il costo dei prodotti oppure ritornare al tuo sito per reperire ulteriori informazioni.
  • Indirizzi IP condivisi: più clic provenienti da un'unica fonte possono essere causati da un provider Internet che assegna indirizzi IP identici a più utenti. Alcuni provider di servizi Internet, quali AOL, distribuiscono un numero relativamente ridotto di indirizzi IP condivisi e a rotazione a un vasto numero di utenti. Ne consegue che più visitatori possono accedere al sito da indirizzi IP identici dando l'impressione che i clic provengano dallo stesso utente.
  • Log del server web: i log del server web del tuo sito includono i dati di tutti i visitatori e non solo quelli che vi sono stati indirizzati dopo aver fatto clic su un annuncio AdWords. Puoi visualizzare i referrer provenienti da "Google.com" dei visitatori che raggiungono il tuo sito tramite i risultati di ricerca di Google e non facendo clic sull'annuncio. Ti garantiamo che sul tuo account non verrà effettuato alcun addebito a fronte di questi clic ricevuti dai tuoi annunci.
  • Software di terze parti: abbiamo rilevato che alcuni software di reportistica registrano clic tra le pagine se un visitatore naviga nel tuo sito web. Di conseguenza, potrebbe sembrare che tu abbia ricevuto una gran quantità di clic da un singolo visitatore in un breve lasso di tempo. Per monitorare in modo più preciso solo i clic AdWords, ti consigliamo di utilizzare la codifica automatica.
Clic da Google

Alcune persone ci hanno chiesto se addebitiamo i clic originanti dagli indirizzi IP di Google. Non devi preoccuparti di questo. I clic sugli annunci AdWords provenienti da Google non vengono addebitati sul tuo account. È possibile che nei log dei tuoi server web sia registrato questo tipo di attività, ma ti garantiamo che non ti viene addebitato nulla. Ciò vale anche per i robot di Google che eseguono la scansione del Web.

Motivi comuni per l'aumento del traffico

La registrazione di un picco nel numero di clic o impressioni nel tuo account non sempre è indice che i tuoi annunci siano interessati da traffico non valido. Nella maggior parte dei casi, questi picchi di traffico sono causati da altri fattori.

Esempi del motivo per cui potresti registrare un aumento del traffico:

  • Variazioni del budget giornaliero: se aumenti il budget giornaliero delle tue campagne, i tuoi annunci riceveranno più impressioni e, naturalmente, più clic.
  • Modifiche del CPC massimo per le parole chiave: se aumenti il CPC (costo per clic) massimo per una o più parole chiave, gli annunci potrebbero essere visualizzati più spesso e in una posizione migliore della precedente. Questo vale anche per gli annunci pubblicati sulla Rete Display: un CPC più alto può generare una posizione più elevata e quindi in un maggior numero di impressioni e clic.
  • Aggiunta di nuove parole chiave: l'aggiunta di nuove parole chiave alla tua campagna, soprattutto se si tratta di parole chiave abbastanza generiche o che corrispondono a query di ricerca molto frequenti, può aumentare anch'essa il numero di impressioni e clic che ricevi.
  • Gli annunci vengono pubblicati sui nuovi siti della Rete Display: se la tua campagna pubblicitaria utilizza i posizionamenti automatici e dispone di un sufficiente budget giornaliero, il traffico sugli annunci può notevolmente aumentare se inizia a essere visualizzato su un nuovo sito del publisher.
  • Tendenze stagionali o nuovi eventi: talvolta un improvviso aumento di interesse per un determinato argomento può provocare un aumento del traffico, ad esempio in occasione di una festività speciale o se un personaggio famoso scrive un blog o parla di un determinato argomento.

Ulteriori informazioni sui motivi validi che causano l'aumento di traffico »

Rapporti sui clic non validi

Come citato nella sezione sopra riportata, esistono molti motivi comuni per un aumento del traffico che non dipendono dai clic non validi. Tuttavia, se sospetti che il tuo account sia effettivamente interessato da attività di clic non validi, saremo lieti di indagare sul tuo account.

Il nostro team di esperti utilizza una serie di segnali diversi, incluse le informazioni sui clic e sulle impressioni per identificare l'origine delle attività non valide. L'indagine sul tuo account può richiedere molti giorni lavorativi in quanto vengono verificati numerosi aspetti. Quando richiedi un'indagine, inviaci il maggior numero di informazioni possibile sul traffico in questione.

Ulteriori informazioni sulla richiesta di un'indagine sui clic »