Aggiunta del tag di remarketing al sito o all'app mobile

Prima di iniziare a mostrare annunci ai clienti in un elenco per il remarketing, devi incollare il tag di remarketing (un breve snippet di codice) in tutte le pagine del tuo sito web o nell'app mobile. Quando crei la tua prima campagna di remarketing per il sito web, puoi inviare al tuo indirizzo email o a quello del webmaster un messaggio contenente il tag di remarketing. Il codice del sito o dell'app mobile è disponibile nella "Libreria condivisa".

Funzionamento del tag di remarketing

  • Recupero di un tag che puoi utilizzare nel sito o nell'app.
    • Per i siti, puoi inserire un tag nel piè di pagina del sito che funzionerà su tutte le pagine. Puoi anche incollare il tag con un sistema di gestione dei contenuti. Il tag di remarketing funziona per i visitatori che visitano il tuo sito web tramite un computer desktop o un dispositivo mobile. Non è necessario creare tag o elenchi distinti per i visitatori che accedono al tuo sito da dispositivi mobili.
    • Per le app mobili, devi solo selezionare il sistema operativo appropriato per l'app durante la generazione del tag e aggiungere il nome della schermata nella quale viene implementato il tag.
  • Con le regole puoi creare tutti gli elenchi desiderati, basandoti sulle sezioni del sito o sulle schermate dell'app. Non devi creare tag distinti per ogni elenco creato. La classificazione dei visitatori in categorie mediante la creazione di elenchi più precisi consente di personalizzare meglio gli annunci e definire le offerte ottimizzandone il rendimento.

Aspetti da tenere presente

Il tag di remarketing non deve essere associato a informazioni di identificazione personale o sensibili. Non è consentito utilizzare il remarketing per le categorie sensibili dei siti e delle app. Per configurare una campagna di remarketing e inserire il tag di remarketing nel tuo sito o app mobile, devi osservare le Norme per la pubblicità basata sugli interessi e sulla località.

Aggiunta del tag di remarketing al sito

1. Recupero del codice del tag di remarketing

Se durante la configurazione della tua campagna di remarketing non ricevi via email il codice del tag, puoi trovarlo nel tuo account AdWords. È sufficiente procedere nel seguente modo:

  1. Accedi ad AdWords all'indirizzo https://adwords.google.it.
  2. Vai alla "Libreria condivisa".
  3. Nella sezione "Segmenti di pubblico", accedi alla casella "Tag di remarketing" nella parte superiore.
  4. Fai clic sul pulsante Visualizza dettagli tag e poi su Impostazione.
  5. Fai clic su Visualizza istruzioni e tag di remarketing per recuperare il codice di remarketing da aggiungere al sito. Se usi Google Analytics, puoi scegliere di usare in alternativa il codice di monitoraggio già presente nel sito. Per impostarlo, leggi queste istruzioni.

Per istruzioni più dettagliate, consulta Convalide e avvisi del tag di remarketing.

2. Aggiunta del codice del tag di remarketing all'intero sito web

Copia il codice del tag di remarketing e incollalo in fondo a tutte le pagine prima del tag di chiusura "</body>".

Dopo avere pubblicato il tag sul sito web, dovrai creare gli elenchi per il remarketing in AdWords. Ad esempio potrai creare un elenco per il remarketing per gli utenti che hanno visitato la sezione "Elettronica" del tuo sito definendo un elenco come quello indicato di seguito: "URL contiene elettronica".

Nota. Se stai configurando una campagna di remarketing dinamico, devi seguire le istruzioni per aggiungere il tag di remarketing dinamico al sito.

Suggerimento

Aggiungi il tag di remarketing in tutte le pagine del sito. In questo modo, puoi creare con facilità elenchi per qualunque pagina senza dover mai aggiungere altri tag di remarketing. Se non riesci ad aggiungere il tag all'intero sito, puoi comunque aggiungerlo a sezioni specifiche del sito e poi definire gli elenchi per ciascuna di queste sezioni in base ai corrispondenti URL.

Come verificare se il tag funziona

Puoi scoprire se il tag funziona correttamente nel riquadro "Tag di remarketing" della "Libreria condivisa" di AdWords. Tieni presente che le informazioni visualizzate nella sezione di convalida dei tag vengono visualizzate con un ritardo di 24-48 ore. Per sapere quando è stata effettuata l'ultima verifica del tag, procedi nel seguente modo:

  1. Fai clic su Libreria condivisa nella barra di navigazione laterale.
  2. Fai clic sul link Visualizza>> in "Segmenti di pubblico".
  3. Fai clic sul pulsante Visualizza dettagli tag nel riquadro "Tag di remarketing" sopra la tabella delle statistiche. Nella parte inferiore, viene visualizzata la data in cui le informazioni sono state aggiornate l'ultima volta.
Che cosa fare se il tuo sito contiene tag vecchi

Se è già presente un tag di remarketing in tutte le pagine del tuo sito web, non devi apportare alcuna modifica. Puoi creare nuovi elenchi in AdWords in base agli URL delle pagine web.

Se alcune pagine del tuo sito contengono tag esistenti, segui le istruzioni riportate di seguito su come modificare il codice o sostituire i tag esistenti e iniziare a trarre il massimo profitto dal remarketing di AdWords.

Tag di remarketing esistenti in alcune sezioni del sito

Puoi iniziare a creare nuovi elenchi basati sugli URL per le pagine in cui è già presente un tag di remarketing. La creazione di un maggior numero di elenchi può aiutarti a migliorare il rendimento dei tuoi annunci grazie alla creazione di singole campagne appositamente realizzate per ciascun segmento di pubblico associato. Se il tag di remarketing è presente in tutte le pagine del tuo sito web, potrai creare facilmente elenchi da tutte le sezioni del sito, il che ti consentirà una maggiore flessibilità. Esistono due metodi per effettuare questa operazione:

  • Aggiunta di un tag nelle pagine con tag esistenti: puoi semplicemente inserire il nuovo tag in tutte le pagine del sito, senza modificare nessuno dei tag esistenti. Questo è il modo più facile per iniziare. Tuttavia, la rimozione dei tag vecchi dopo l'implementazione del nuovo tag potrebbe rendere più rapido il caricamento delle pagine web.
  • Sostituzione dei tag esistenti: anziché implementare un nuovo tag e mantenere quelli esistenti nelle pagine del sito, un'altra possibilità è quella di aggiungere il nuovo tag e rimuovere quelli esistenti. Se decidi di sostituire i tag, devi assicurarti di farlo in modo da non inficiare le campagne attive. È sufficiente procedere nel seguente modo:
    1. Aggiungi il nuovo tag a tutte le pagine del sito ed elimina i vecchi tag con un unico passaggio.
    2. Definisci nuovi elenchi per il remarketing basati sugli URL del sito. Gli elenchi per il remarketing più vecchi conserveranno i cookie già esistenti. I cookie verranno eliminati dall'elenco in base alla durata di iscrizione nell'elenco.
    3. Aggiungi questi nuovi elenchi alle campagne esistenti. In questo modo, le campagne saranno indirizzate all'elenco originale OPPURE al nuovo elenco, il che significa che raggiungerai i visitatori del sito che erano nell'elenco originale e i nuovi visitatori aggiunti al nuovo elenco.
    4. Dopo 30 giorni, supponendo che sia questa la durata di iscrizione nell'elenco, i nuovi elenchi saranno completamente popolati, mentre gli elenchi originali saranno vuoti.
    5. Rimuovi gli elenchi originali dalle campagne.
    6. Chiudi gli elenchi originali.

    Anche se consigliamo di rimuovere i tag esistenti e contemporaneamente aggiungere il nuovo tag, questo processo potrebbe risultare impegnativo da un punto di vista tecnico. L'uso di un sistema di gestione dei contenuti, che consente di rimuovere e aggiungere rapidamente tag al sito web, dovrebbe rendere più semplice questa operazione. La sostituzione di tag nel codice sorgente, tuttavia, può richiedere molto tempo.

    Qui di seguito sono riportate le istruzioni su come effettuare manualmente le modifiche al tag:

    1. Aggiungi il nuovo tag a tutte le pagine del sito.
    2. Crea nuovi elenchi per il remarketing in base agli URL.
    3. Attendi che questi elenchi vengano popolati dai visitatori del sito (ad esempio, se imposti gli elenchi con una durata di 30 giorni, attendi fino al trentesimo giorno).
    4. Modifica le campagne esistenti impostando come target questi nuovi elenchi.
    5. Rimuovi i vecchi tag.
    6. Chiudi i vecchi elenchi.
Upgrade al remarketing dinamico del sito

Se disponi già di un tag di remarketing standard e di un account Google Merchant Center, puoi apportare alcune modifiche al tag esistente per iniziare a utilizzare il remarketing dinamico.

Al tag devi aggiungere un'altra parte di codice, ovvero la sezione google_tag_param .

Quando aggiungi al tag la sezione google_tag_params con i parametri consigliati in tutto il sito, i quattro elenchi per il remarketing creati automaticamente per essere utilizzati con la campagna di remarketing dinamico inizieranno a essere popolati. Se la sezione google_tag_param è già presente nel tag, assicurati che i parametri consigliati siano implementati. Se google_tag_params non è presente, aggiungi questa sezione con i parametri prima del codice del tag. Vedi le istruzioni su come aggiungere il tag di remarketing dinamico al sito.

Nelle implementazioni più vecchie del tag di remarketing di AdWords la sezione google_custom_para potrebbe essere posizionata al centro del codice del tag, anziché prima del tag stesso. Puoi lasciare i parametri presenti in questa sezione a condizione che abbiano i nomi standard necessari per utilizzare il remarketing dinamico.

Aggiunta del codice di remarketing al sito

Se disponi di un sito web standard, incolla lo snippet di codice di remarketing in fondo a ogni pagina web, immediatamente prima del tag di chiusura "</body>" del codice sorgente.

Se il sito web non è dotato di piè di pagina oppure non disponi di un sistema di gestione dei contenuti, puoi comunque incollare rapidamente il codice in più pagine con la funzione di ricerca e sostituzione. Devi individuare il tag "</body>" e sostituirlo con il codice del tag seguito dal tag "</body>".

Di seguito è riportato un esempio di come si presentano le pagine web dopo aver aggiunto il codice. Assicurati di non aggiungere questo codice di esempio al sito web.

<!-- Codice Google per il tag di remarketing -->
<!--------------------------------------------------------
I tag di remarketing non devono essere associati a informazioni che consentono l'identificazione personale, né inseriti in pagine che trattano categorie sensibili. Ulteriori informazioni e istruzioni su come impostare il tag sono disponibili alla pagina http://google.com/ads/remarketingsetup
----------------------------------------------------------->
<script type="text/javascript">
var google_tag_params = {
ecomm_prodid: 'REPLACE_WITH_VALU',
ecomm_pagetype: 'REPLACE_WITH_VALUE',
ecomm_totalvalue: 'REPLACE_WITH_VALUE'
};
</script>
<script type="text/javascript">
/* <![CDATA[ */
var google_conversion_id = 0000000000;
var google_custom_params = window.google_tag_params;
var google_remarketing_only = true;
/* ]]> */
</script>
<script type="text/javascript" src="//www.googleadservices.com/pagead/conversion.js">
</script>
<noscript>
<div style="display:inline;">
<img height="1" width="1" style="border-style:none;" alt="" src="//googleads.g.doubleclick.net/pagead/viewthroughconversion/000000000/?value=0&amp;guid=ON&amp;script=0"/>
</div>
</noscript>

</body> Arrow iconIl codice di remarketing è stato incollato sopra il tag </body>.

</html>

Salva le pagine e pubblicale sul Web.

Suggerimento

Per l'implementazione del tag di remarketing di AdWords, in particolare con i parametri personalizzati, puoi utilizzare Google Tag Assistant per verificare che l'implementazione del tag venga eseguita correttamente. (Nota. Questo articolo della guida è disponibile solo in inglese). Google Tag Assistant è un'estensione di Chrome che verifica automaticamente gli snippet di codice Google su tutte le pagine e può aiutarti a risolvere gli errori rilevati. Scarica e installa Tag Assistant tramite il Google Chrome Store.

La maggior parte dei siti web utilizza un file per i contenuti comuni, pertanto è probabile che non sia necessario inserire lo snippet di codice in ogni singola pagina del sito web. Se non sai aggiungere il codice al tuo sito, invia tramite email questo articolo della guida al tuo webmaster, reparto IT o risorsa tecnica.

Aggiunta del tag di remarketing all'app mobile

1. Recupero del codice del tag di remarketing

  1. Vai alla "Libreria condivisa".
  2. Fai clic su Visualizza nella sezione "Segmenti di pubblico".
  3. Fai clic sul pulsante + Pubblico.
  4. Scegli di creare un nuovo elenco per il remarketing.
  5. Accanto a "Chi aggiungere all'elenco", seleziona Visitatori di una pagina con un tag specifico.
  6. Fai clic sul pulsante + Nuovo tag.
  7. Fai clic su Salva per tornare a "Segmenti di pubblico".
  8. Nella colonna "Tag/Definizioni", fai clic su Tag.
  9. Nella schermata successiva, avrai la possibilità di modificare la piattaforma e selezionare un sistema operativo. Per "Piattaforma" seleziona App mobile e scegli un sistema operativo.
  10. Guarda nel riquadro sottostante per ottenere il codice di remarketing da aggiungere all'app mobile.

2. Aggiunta del tag di remarketing all'app mobile

Dopo aver aggiunto il tag all'app, dovrai creare gli elenchi per il remarketing in AdWords.

Suggerimento

Aggiungi il tag di remarketing a ogni schermata della tua app mobile. In questo modo, puoi creare con facilità elenchi per qualsiasi interazione con l'app senza dover aggiungere altri tag di remarketing.

Aspetti da tenere presente

Le combinazioni personalizzate non sono ancora supportate per gli elenchi per il remarketing delle app mobili.

Aggiunta del codice di remarketing all'app mobile

Aggiungere lo snippet di codice di monitoraggio all'app mobile è molto semplice. Una volta scelta la piattaforma giusta in AdWords (Android o iOS), ricevi uno snippet di codice. Devi soltanto inserire il nome della schermata in cui è implementato il codice di remarketing nonché eventuali parametri personalizzati da includere per differenziare meglio i clienti per il remarketing.

Uso del codice di monitoraggio di Google Analytics

Per creare gli elenchi per il remarketing, puoi usare il codice di monitoraggio di Google Analytics anziché il tag di remarketing di AdWords. Questa impostazione offre i seguenti vantaggi:

  • Utilizzi un solo tag sul tuo sito.
  • Crei elenchi basati su oltre 250 metriche di Google Analytics, ad esempio il tempo trascorso sul sito e il numero totale di transazioni.
  • Importi le tue definizioni di segmenti personalizzati di Google Analytics.

Per utilizzare il codice di monitoraggio di Google Analytics come tag di remarketing, devi avere le seguenti impostazioni:

  • Codice di monitoraggio di Google Analytics sul sito web.
  • Account AdWords e Google Analytics collegati.
  • Stesso indirizzo email registrato con entrambi gli account (impostato su accesso amministrativo in Google Analytics).
  • Opzione "Usa il codice di monitoraggio di Google Analytics anziché il tag di remarketing di AdWords" selezionata in AdWords (per le istruzioni, consulta la sezione "Recupero del codice del tag di remarketing").

Nota. Se elimini l'account Google Analytics o se lo scolleghi dall'account AdWords, nel corso del tempo i tuo elenchi per il remarketing potrebbero essere meno efficaci in quanto i nuovi visitatori del tuo sito non vengono aggiunti a tali elenchi.

Consulta le istruzioni dettagliate.

Elenchi più sofisticati

Il tag di remarketing consente inoltre di inviare al tuo account AdWords parametri personalizzati per la creazione di elenchi per il remarketing più sofisticati. Inoltre, il nostro sistema di offerta automatizzata può utilizzare questi parametri personalizzati per ottimizzare le offerte. Ad esempio il tag potrebbe passare il valore del prodotto visualizzato (in questo esempio, il parametro personalizzato sarebbe "ecomm_pvalue") e tu potresti creare elenchi di utenti che hanno visualizzato i prodotti con prezzo inferiore a € 100, € 100-500 e più di € 500. Ulteriori informazioni sui parametri personalizzati.

Il tuo tag può anche inviare il lifetime value del cliente compreso tra 1 e 3, dove 1 rappresenta il valore massimo. A questo punto, il nostro sistema di offerta automatizzata può acquisire queste informazioni (oppure puoi segmentare i tuoi elenchi) e ottimizzare le offerte di conseguenza in base alla percentuale di clic e ai tassi di conversione previsti per ciascuno di questi valori.

Passaggi successivi