Misurare la notorietà del brand

Le campagne di branding hanno un unico obiettivo: aumentare la notorietà e la visibilità del prodotto, del servizio o della causa. Per raggiungere questi scopi, puoi creare campagne AdWords utilizzando l'obiettivo Notorietà del brand e copertura per aumentare il traffico sul sito web o incoraggiare gli utenti a interagire con il tuo brand. Ulteriori informazioni sugli obiettivi nella nuova esperienza AdWords.

Dopo aver fissato gli obiettivi della tua campagna di branding, puoi scegliere i posizionamenti migliori in cui pubblicare i tuoi annunci e, successivamente, misurarne l'efficacia attraverso il monitoraggio delle impressioni, delle conversioni e di altre statistiche. In generale, devi fare in modo che i tuoi annunci vengano visualizzati dal maggior numero possibile di persone del pubblico di destinazione.

Lo scopo principale della maggior parte degli inserzionisti con iniziative di branding è accrescere la notorietà del brand. Potrebbero pertanto decidere di monitorare conversioni come le visualizzazioni di pagina, invece degli acquisti. Ad esempio, un inserzionista che sta lanciando una nuova bevanda energetica vuole aumentare la notorietà del brand e suscitare interesse nel maggior numero possibile di appassionati di sport, mentre non è necessariamente interessato alla vendita online di bottiglie della bevanda.

Suggerimento

Non sai da dove iniziare? Scopri le strategie per creare campagne che aumentino la notorietà del brand.

Reti per la tua campagna di branding

Google dispone di due reti in cui puoi pubblicare i tuoi annunci: la rete di ricerca e la Rete Display. Mentre la rete di ricerca pubblica principalmente annunci di testo, la Rete Display pubblica annunci di testo, annunci illustrati accattivanti e annunci multimediali, come video o animazioni, che possono rivelarsi particolarmente utili per pubblicare i messaggi di branding. Gli annunci display possono creare un legame emotivo attraverso l'utilizzo di elementi grafici, audio e video per raccontare una storia inedita della tua società.

Sulla Rete Display puoi indirizzare i tuoi annunci in modo decisamente efficace. Se scegli in modo esatto i siti web e le pagine in cui verrà pubblicato il tuo annuncio e ne crei uno con un forte impatto visivo, potrai attirare facilmente l'attenzione delle persone interessate a ciò che vendi.

Esempio

Supponiamo che lavori per un costruttore di automobili italiano di alto livello. Potresti creare un annuncio video per mostrare le nuove caratteristiche dell'ultimo modello, la "Meravigliosa Rossa", e scegliere di pubblicare l'annuncio solo sui siti web per proprietari di automobili ad alte prestazioni, perché fanno parte della tua fascia demografica target.

Cosa misurare per la notorietà del brand

Di seguito sono riportate alcune metriche importanti che consentono di verificare se la campagna di branding è efficace o meno:

  • Impressioni: le impressioni sono importanti per monitorare qualsiasi campagna, indipendentemente dai tuoi obiettivi. Possono essere decisive soprattutto nelle campagne di branding perché rappresentano il numero di clienti che ha visualizzato il tuo annuncio. È possibile che non ti interessi sapere se i clienti acquistino o meno qualcosa sul tuo sito, ma vuoi che ricordino quel nuovo slogan accattivante per cui hai fatto un cospicuo investimento.

    Per dare la priorità alle impressioni, puoi creare una campagna basata sul costo per mille impressioni, invece che sul costo per clic. In questo modo, pagherai in base al numero di impressioni generate dai tuoi annunci e non in base al numero di clic che hanno ricevuto.

  • Coinvolgimento del cliente: se ti concentri sul branding, puoi utilizzare la percentuale di clic (CTR) per misurare il coinvolgimento del cliente per gli annunci sulla rete di ricerca. Tuttavia, il comportamento dell'utente è diverso sulla Rete Display, pertanto il CTR non risulta altrettanto utile. Il motivo è che i clienti dei siti navigano tra le informazioni e non effettuano ricerche utilizzando parole chiave. Inoltre, in una pagina della Rete Display con molti contenuti, un annuncio deve competere maggiormente per attirare l'attenzione di un lettore rispetto a quanto accadrebbe in una pagina della rete di ricerca. È più importante provare a raggiungere un buon CTR sulla rete di ricerca, almeno l'1%, che sulla Rete Display, dove le percentuali di clic sono spesso inferiori. Per gli annunci della Rete Display dovresti prendere in considerazione altri parametri, come le conversioni.

    In questo modo potrai stabilire se gli annunci determinano comportamenti dei visitatori utili in termini di branding, come una registrazione o la consultazione di una pagina. Dopotutto, non ti piacerebbe sapere quante persone si iscrivono alla tua mailing list dopo aver visto quel video costoso su cui hai appena investito?

  • Copertura e frequenza: la copertura indica il numero di visitatori esposti a un annuncio. L'aumento della copertura indica che l'annuncio è esposto a un maggior numero di potenziali clienti, che possono determinare un aumento della brand awareness. La frequenza è la media delle esposizioni di un visitatore a un annuncio in un determinato periodo di tempo.

Lo sapevi che…

A proposito di copertura, ecco un altro motivo per cui la Rete Display può essere utile per il branding: raggiunge oltre il 90% degli utenti Internet unici in tutto il mondo (fonte: Think with Google).

Passaggi successivi

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?