Nuove norme relative ai servizi della pubblica amministrazione (maggio 2020)

Per comodità, Google fornisce versioni tradotte del Centro assistenza, che però non vanno a modificare i contenuti delle norme. La versione in inglese è quella ufficiale impiegata per l'applicazione delle norme. Per visualizzare questo articolo in un'altra lingua, utilizza il menu a discesa della lingua in fondo alla pagina.

 

A maggio 2020, Google aggiornerà le norme relative ad altre attività soggette a limitazioni e aggiungerà nuove norme relative a documenti della pubblica amministrazione e servizi ufficiali. Verranno rimosse le norme correnti sulla vendita di articoli gratuiti, che fanno parte delle nostre norme sulle altre attività soggette a limitazioni.

Nuove norme relative a documenti della pubblica amministrazione e servizi ufficiali

Google non consentirà più annunci relativi a documenti e/o servizi che possono essere ottenuti direttamente dalla pubblica amministrazione o da un fornitore delegato, incluse offerte di assistenza per l'ottenimento di tali prodotti o servizi. Per fornitore delegato si intende un'azienda cui sia stato affidato o assegnato ufficialmente dal fornitore originale (la pubblica amministrazione) il compito di procurare per suo conto determinati prodotti o servizi, i quali sono di norma forniti dalla pubblica amministrazione stessa oppure lo erano stati in precedenza. Saranno vietate le promozioni di fornitori o rivenditori autorizzati. Queste norme si applicheranno a prescindere dal prezzo applicato dall'inserzionista per il prodotto o servizio.

Queste nuove norme proibiranno le promozioni di documenti o servizi che favoriscono acquisizione, rinnovo, sostituzione o ricerca di documenti o informazioni ufficiali che sono disponibili direttamente presso la pubblica amministrazione o un fornitore delegato da tale pubblica amministrazione.

Esempi (a titolo esemplificativo): passaporti e altre forme di documenti di identità nazionali; attestazione di residenza permanente; attestazione di stato e/o registrazione di immigrazione; patenti di guida; documenti di viaggio, quali visti e autorizzazioni di viaggio elettroniche (ETA); codice fiscale; licenze di caccia o pesca; porto d'armi o denuncia di detenzione di armi; e documenti o informazioni derivate da registri ufficiali, quali certificati di nascita, matrimonio e posizione in merito agli obblighi militari.

Queste norme proibiranno anche le promozioni di assistenza per la richiesta o il pagamento di documenti o servizi pubblici che sono disponibili direttamente tramite la pubblica amministrazione o un suo fornitore delegato.

Esempi (a titolo esemplificativo): assistenza per la richiesta di appuntamenti con enti governativi o di sussidi; assistenza nella richiesta di una variazione ufficiale di indirizzo o di nome, fondi non riscossi o messa in giacenza della posta; e assistenza nel pagamento di spese di trasporto, quali pedaggi stradali oppure oneri connessi alla congestione del traffico.
 

Non sono vincolati da queste norme i seguenti servizi professionali: servizi di contabilità; servizi legali, servizi alle imprese/business-to-business (B2B), servizi legati all'immigrazione forniti da legali o consulenti, laddove l'accento sia posto sulla consulenza e non sulla mera assistenza nel procurarsi determinati documenti di viaggio.

(Pubblicato a marzo 2020)

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
true
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
73067
false