Aggiornare le norme relative ai requisiti della destinazione

Per comodità, Google fornisce versioni tradotte del Centro assistenza, che però non vanno a modificare i contenuti delle norme. La versione in inglese è quella ufficiale impiegata per l'applicazione delle norme. Per visualizzare questo articolo in un'altra lingua, utilizza il menu a discesa della lingua in fondo alla pagina.

A marzo 2022, riorganizzeremo e aggiorneremo le norme relative ai requisiti della destinazione per maggiore chiarezza. Di conseguenza, alcune azioni previste per le norme e i corrispondenti messaggi agli inserzionisti Google Ads includeranno i nomi aggiornati delle norme. Tuttavia, i cambiamenti non incideranno sui divieti o sulle restrizioni attualmente previsti dalle norme.

Che cosa cambia:

  • Abbiamo chiarito le linee guida relative alle norme sui "Contenuti originali insufficienti" nei requisiti della destinazione con linguaggio aggiornato ed esempi chiari. Inoltre, i messaggi di errore come "Sito in fase di allestimento o disponibile a breve" che in precedenza erano stati applicati in base alla norma "Destinazione non funzionante" ora vengono applicati forzatamente in base alle norme relative ai contenuti originali insufficienti, in particolare le linee guida relative ai "domini parcheggiati" per norme sull'allineamento migliorate. La formulazione aggiornata sarà:
    • Non consentito Destinazioni che mostrano un messaggio della destinazione che non fornisce servizi

      Esempi: un dominio parcheggiato, un sito che ha il solo scopo di prenotare un indirizzo web, con il messaggio "In fase di allestimento", "Disponibile a breve" o messaggi simili.

  • Abbiamo introdotto una nuova norma indipendente chiamata "Destinazione non accessibile" nella categoria Requisiti di destinazione per gli annunci correlati alla limitazione di accesso di una destinazione. Queste norme consentiranno inoltre agli inserzionisti di gestire i ricorsi in modalità self-service. Gli annunci coperti da queste norme potrebbero includere quelli con messaggi di errore come "Questo sito non è accessibile nella tua località" o "Non disponibile per la manutenzione" che erano stati applicati in precedenza in base alle norme "Destinazione non funzionante". La nuova formulazione delle norme sarà la seguente:
    • Non consentito Destinazioni non accessibili nella località target

      Esempi: un sito che mostra un messaggio relativo alla limitazione dell'accesso in base alla località nella località target (ad es. "Questo sito non è accessibile nella tua località"); un sito che mostra altri messaggi relativi a limitazioni di accesso nella località target (ad es. "Non disponi dell'autorizzazione per accedere a questa pagina").

  • Stiamo aggiornando gli esempi nell'ambito delle norme "Destinazione non funzionante" per migliorarne la chiarezza e la comprensibilità. La formulazione aggiornata sarà:
    • Non consentito Destinazioni non funzionanti o impostate in modo non corretto

      Esempi: un sito che restituisce un client HTTP o un codice di errore del server; un sito che restituisce un errore di autenticazione; un sito che non funziona sui browser e sui dispositivi più comuni.

Inizieremo ad applicare gli aggiornamenti delle norme il 21 marzo 2022.

(Pubblicato a febbraio 2022)

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
true
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
73067
false