Norme del programma di Ad Manager e Ad Exchange

Percorsi del publisher per il consenso degli utenti dell'UE

I publisher possono scegliere diversi percorsi per ottenere il consenso dai loro utenti SEE al fine di rispettare le nostre Norme aggiornate relative al consenso degli utenti dell'UE.

1. Il publisher sviluppa la propria soluzione per il consenso

  1. Accedi a Ad Manager e scegli i tuoi fornitori di tecnologia pubblicitaria (ATP)
  2. Utilizza l'API di GPT per mettere in pausa il caricamento degli annunci nel caricamento pagina (disableInitialLoad())
  3. Attiva lo strumento per il consenso, richiedi il consenso per Google e gli ATP (Fornitori di tecnologia pubblicitaria) selezionati
    • L'utente acconsente agli annunci personalizzati - riprendi il caricamento degli annunci (refresh())
    • L'utente acconsente agli annunci non personalizzati (NPA) - carica gli annunci NPA (setRequestNonPersonalizedAds(1) + refresh())
    • L'utente non concede il consenso a Google - non effettuare una chiamata dell'annuncio a Google

Sono presenti ulteriori dettagli nella pagina della guida relativa alle impostazioni di personalizzazione degli annunci nei tag annuncio dei publisher di Google

2. Il publisher utilizza Funding Choices (beta)

  1. Accedi a Ad Manager e scegli i tuoi fornitori di tecnologia pubblicitaria (ATP)
  2. Accedi a Funding Choices e inserisci i codici di rete
  3. Distribuisci il tag di Funding Choices sulla pagina
  4. I tag di Google rispetteranno le impostazioni del fornitore di tecnologia pubblicitaria
  5. Puoi utilizzare l'API di Funding Choices per i tag non Google

Sono presenti ulteriori dettagli sulla pagina della guida relativa a Funding Choices

3. Il publisher utilizza il Framework di IAB

Non abbiamo ancora completato l'integrazione con il Transparency and Consent Framework (TCF). Nel corso degli ultimi mesi, abbiamo collaborato con IAB Europe per capire come integrare il TCF nei nostri prodotti e nelle nostre norme, ma l'integrazione tecnica non è ancora completa. 

Fino al completamento dell'integrazione IAB, Google restituirà annunci personalizzati per i fornitori di tecnologie pubblicitarie selezionati nei controlli ATP del publisher. I publisher continueranno ad avere la possibilità di includere l'indicatore di annunci non personalizzati nella richiesta di annuncio o scegliere di pubblicare solo annunci non personalizzati per tutti gli utenti nello Spazio economico europeo nell'interfaccia utente di Ad Manager. Inoltre, tieni presente che le specifiche tecniche del TCF di IAB supportano il Web; le specifiche riguardanti le app per dispositivi mobili non sono invece definitive. 

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?