Norme del programma di Ad Manager e Ad Exchange

Evitare il malware nel contenuto degli annunci

Google collabora attivamente con inserzionisti e partner di fiducia per prevenire la pubblicazione di annunci contenenti malware. Tutti i publisher e le reti pubblicitarie dovrebbero seguire i consigli per la sicurezza forniti all'indirizzo https://anti-malvertising.withgoogle.com/.

Gli strumenti di rilevamento del malware e la tecnologia proprietaria di Google vengono utilizzati per analizzare regolarmente tutte le creatività. Sono proibite chiamate di quarte parti o syndication secondarie a eventuali inserzionisti o fornitori non certificati. Qualsiasi annuncio contenente malware verrà eliminato per proteggere gli utenti da eventuali danni. Qualsiasi acquirente autorizzato che ha pubblicato creatività contenenti malware è soggetto a una sospensione per un minimo di tre mesi. Se una delle tue creatività viola le norme, scopri come risolvere il problema.

Creatività che attivano reindirizzamenti automatici o popup

I reindirizzamenti automatici sono considerati una forma di pubblicità malware che, quando viene visualizzata nel browser o in un'app per dispositivi mobili dell'utente, fa clic automaticamente e indirizza inaspettatamente l'utente a un altro sito. Analogamente, anche i popup sono una forma di pubblicità malware che mostra finestre di dialogo di sistema sul sito web con l'intento di persuadere l'utente a fare clic.

Google vieta questo comportamento e migliora costantemente il rilevamento e l'applicazione delle norme. La maggior parte della domanda di Ad Exchange e Google usa soluzioni tecniche per interrompere questa attività dannosa delle creatività su Chrome, nell'SDK Mobile Ads e su altre piattaforme.

Altri partner, piattaforme di scambio e reti le cui transazioni hanno luogo tramite offerte su intestazioni ed elementi pubblicitari rimanenti o di prenotazione potrebbero non avere le stesse norme e protezioni. Assicurati che le norme delle tue origini della domanda siano sufficienti a proibire e proteggere contro questo comportamento.

Protezioni automatiche SafeFrame attive

La funzionalità SafeFrame è attiva per impostazione predefinita per tutte le creatività di prenotazione. Alcune creatività potrebbero smettere di funzionare, e affinché vengano visualizzate correttamente potrebbe essere necessario aggiornarle. È possibile disattivare la funzionalità SafeFrame, ma consigliamo vivamente di tenerla attiva.

La funzionalità SafeFrame viene attivata automaticamente per tutte le creatività backfill e viene attivata anche la sandbox per i browser che la supportano.

Per maggiore sicurezza, potresti decidere di usare i metodi setSafeFrameConfig e setForceSafeFrame nell'API GPT. Questi metodi consentono di ignorare la configurazione impostata in Ad Manager e di fare in modo che gli annunci in un'area specifica vengano sempre visualizzati in un SafeFrame. Se implementi questi metodi, è importante configurare le creatività di prenotazione tenendo conto del SafeFrame.

Se implementi librerie JavaScript di terze parti per integrare la domanda diversa da Google nelle tue pagine, tieni presente che alcune di queste librerie aggirano le protezioni antimalware di Google visualizzando i propri contenuti in frame non dannosi.

Creatività che carica una pagina vuota o bianca

Quando viene toccato un annuncio o vi viene fatto clic sopra, dovrebbe aprirsi la destinazione target. Se invece viene caricata una pagina vuota o bianca, i motivi potrebbero essere i seguenti:

  1. L'URL reindirizza automaticamente l'utente. I reindirizzamenti automatici sono considerati una forma di pubblicità malware che, quando viene visualizzata nel browser o in un'app per dispositivi mobili dell'utente, fa clic automaticamente e indirizza inaspettatamente l'utente a un altro sito. Google vieta questo comportamento. Scopri di più sui reindirizzamenti automatici e sulla pubblicità malware.
  2. Il dominio della pagina di destinazione potrebbe essere interessato da malware. Google collabora attivamente con inserzionisti e partner di fiducia per prevenire la pubblicazione di annunci contenenti malware. Tutti i publisher e le reti pubblicitarie dovrebbero seguire i consigli per la sicurezza forniti all'indirizzo https://anti-malvertising.withgoogle.com/.

    Puoi anche leggere i suggerimenti forniti nella pagina di Google Developers "Come faccio a sapere se il mio sito è compromesso?". Inoltre, siti di terze parti quali Sucuri e PCRisk potrebbero riuscire a rilevare il problema.

Segnalare una violazione di una rete o una piattaforma di scambio di Google

Se rilevi un reindirizzamento automatico o un popup di AdWords, AdSense o Ad Exchange, contatta l'assistenza per i publisher e fornisci un log HTTP registrato del comportamento di reindirizzamento, necessario per gli accertamenti.

I team di assistenza per i publisher non possono effettuare accertamenti in merito a creatività di reti o piattaforme di scambio di terze parti.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema

true
Note di rilascio

Scopri le ultime funzionalità di Ad Manager e gli ultimi aggiornamenti del Centro assistenza.

Scopri le novità

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
148
false