Routing dell'email e opzioni di recapito per Google Workspace

Come amministratore, puoi personalizzare le modalità di indirizzamento e archiviazione delle email in modo da adattarle alle esigenze della tua organizzazione.

Ad esempio, puoi fare in modo che i messaggi in arrivo per utenti sconosciuti vengano indirizzati a una casella di posta o un server specifici. Potresti anche far sì che i messaggi inviati a un utente specifico vengano automaticamente inviati in Cc a un'altra persona o consentire a determinati utenti di ricevere messaggi in Gmail e ad altri di riceverli dal server di posta on-premise.

Inoltre, Gmail è in grado di analizzare la posta in entrata archiviata sul server on-premise per rilevare eventuale spam e soddisfare i requisiti di conformità.

Utilizza l'impostazione Routing per configurare le opzioni di recapito per i messaggi in entrata, in uscita e interni, adattandole a diverse persone e team tramite le unità organizzative. Di seguito sono descritte le varie opzioni disponibili. Per informazioni dettagliate sulle impostazioni descritte in questo articolo, vedi Configurare il routing per il dominio o l'organizzazione.

Prima di iniziare: aggiungi i percorsi di posta

Prima di configurare qualsiasi impostazione di routing e di recapito, crea un elenco dei percorsi di posta nella Console di amministrazione Google. Segui le istruzioni riportate in Aggiungere percorsi di posta per la consegna avanzata di Gmail.

Apri tutto   |   Chiudi tutto

Routing delle email in entrata

Puoi indirizzare i messaggi in arrivo usando diversi metodi di recapito. Se la tua organizzazione utilizza solo Gmail, usa il recapito diretto (configurazione predefinita). Gmail recapita i messaggi indirizzati agli utenti inserendoli nella Posta in arrivo del destinatario. I messaggi indirizzati a utenti che non appartengono al tuo dominio vengono rimossi. Se necessario, puoi configurare un indirizzo catch-all per i messaggi con indirizzi errati.

Se la tua organizzazione utilizza un server di posta on-premise per l'archiviazione e l'invio delle email, Gmail elabora prima i messaggi in arrivo. Gmail filtra lo spam e altri messaggi problematici, quindi li indirizza al server on-premise.

Indirizzare i messaggi con la consegna differenziata

Utilizza la consegna differenziata per recapitare i messaggi in arrivo a una casella di posta di Gmail o alla posta in arrivo del sistema on-premise, a seconda del destinatario. Se alcuni dei tuoi utenti usano Gmail e altri si servono di un sistema di posta diverso, puoi scegliere di utilizzare la consegna differenziata. Ad esempio, potresti dover archiviare i messaggi inviati all'ufficio legale su un server di posta on-premise.

Nota sulla migrazione: se stai eseguendo una migrazione a Gmail da un server legacy, utilizza la consegna differenziata per testare Gmail con un sottoinsieme di utenti. Durante il test, i record MX del tuo dominio fanno riferimento a Gmail. Gli utenti che sono stati aggiunti alla Console di amministrazione ricevono i messaggi nella Posta in arrivo di Gmail. Configura una regola di routing catch-all per gli utenti non registrati che devono ricevere i messaggi dal server di posta legacy. Scopri di più in Opzioni per l'aggiunta di utenti.

Configurare la consegna differenziata

  1. Accedi alla Console di amministrazione Google.

    Accedi utilizzando l'account amministratore (che non termina con @gmail.com).

  2. Nella home page della Console di amministrazione, vai ad Applicazionie poiGoogle Workspacee poiGmaile poiRouting.
  3. Nella scheda Routing, scorri fino a Routing.
  4. Fai clic su Configura o Aggiungi un'altra regola. Viene visualizzata la finestra Aggiungi impostazione.
  5. In Messaggi email interessati, seleziona In entrata o Interni - ricezione oppure entrambe le opzioni.
  6. Nella sezione Per le precedenti tipologie di messaggi…, seleziona Modifica messaggio.
  7. Nella sezione Modifica messaggio, scorri fino a Percorso e fai clic sulla casella Cambia percorso.
  8. Nella sezione Cambia percorso, seleziona un server esterno dall'elenco.
  9. Fai clic su Mostra opzioni.
  10. In Tipi di account interessati, seleziona la casella Non riconosciuti/Catch-all.
  11. (Facoltativo) Se vuoi applicare la regola solo a mittenti e destinatari specifici, fai clic su Mostra opzioni e seleziona una o più opzioni di Filtro busta.
  12. In fondo alla finestra Aggiungi impostazione, fai clic su Salva.
Indirizzare i messaggi con la doppia consegna

Configura la doppia consegna quando devi recapitare i messaggi a due o più caselle di posta. Ad esempio, gli utenti possono ricevere messaggi nella Posta in arrivo di Gmail e in un'altra posta in arrivo, ad esempio in una casella che si trova su un server di posta on-premise. Vedi i passaggi dettagliati in Configurare la doppia consegna della posta.

Configurare un indirizzo catch-all

Un indirizzo catch-all garantisce che i messaggi inviati a un indirizzo email non corretto per un dominio vengano comunque ricevuti.

  1. Accedi alla Console di amministrazione Google.

    Accedi utilizzando l'account amministratore (che non termina con @gmail.com).

  2. Nella home page della Console di amministrazione, vai ad Applicazionie poiGoogle Workspacee poiGmaile poiRouting.
  3. Nella scheda Routing, scorri fino a Routing.
  4. Fai clic su Configura o Aggiungi un'altra regola. Viene visualizzata la finestra Aggiungi impostazione.
  5. In Messaggi email interessati, seleziona la casella In entrata.
  6. In Per le precedenti tipologie di messaggi…, seleziona Modifica messaggio.
  7. In Destinatario busta, seleziona la casella Cambia il destinatario della busta.
  8. Seleziona Sostituisci il nome utente e inserisci un nuovo nome.
  9. Scorri verso il basso e fai clic su Mostra opzioni.
  10. In Tipi di account interessati
    1. Seleziona la casella Non riconosciuti/Catch-all.
    2. Deseleziona le caselle Utenti e Gruppi.
  11. (Facoltativo) Se vuoi applicare la regola solo a mittenti e destinatari specifici, fai clic su Mostra opzioni e seleziona una o più opzioni di Filtro busta.
  12. In fondo alla finestra Aggiungi impostazione, fai clic su Salva.
Indirizzare i messaggi a destinatari aggiuntivi

Utilizza più impostazioni di routing per inoltrare automaticamente i messaggi ad altri destinatari. Potrai quindi creare criteri distinti per ogni utente.

  1. Accedi alla Console di amministrazione Google.

    Accedi utilizzando l'account amministratore (che non termina con @gmail.com).

  2. Nella home page della Console di amministrazione, vai ad Applicazionie poiGoogle Workspacee poiGmaile poiRouting.
  3. Nella scheda Routing, scorri fino a Routing.
  4. Fai clic su Configura o Aggiungi un'altra regola. Viene visualizzata la finestra Aggiungi impostazione.
  5. In Messaggi email interessati, seleziona In entrata o Interni - ricezione oppure entrambe le opzioni.
  6. Nella sezione Per le precedenti tipologie di messaggi…, seleziona Modifica messaggio.
  7. Nella sezione Recapita anche a, seleziona la casella Aggiungi altri destinatari:
    1. Nella tabella Destinatari, fai clic su Aggiungi
    2. Nella parte superiore della finestra delle impostazioni, verifica che sia selezionata l'opzione Di base
    3. Inserisci l'indirizzo email del destinatario e fai clic su Salva.
  8. (Facoltativo) Se vuoi applicare la regola solo a mittenti e destinatari specifici, fai clic su Mostra opzioni e seleziona una o più opzioni di Filtro busta.
  9. In fondo alla finestra Aggiungi impostazione, fai clic su Salva.
Configurare il recapito alla casella di posta non Gmail
Nota: il Centro messaggi e il riepilogo quarantena sono deprecati. Per saperne di più su come gestire lo spam quando il Centro messaggi non sarà più disponibile, vedi Gestire i messaggi di spam.

Utilizza l'impostazione Casella di posta non Gmail nella scheda Routing per indirizzare i messaggi che non sono spam a un server on-premise e per bloccare lo spam in un Centro messaggi o in un report di quarantena. Questa impostazione ha più funzionalità rispetto alle regole di routing.

I tuoi utenti possono stabilire se i messaggi non sono spam e devono essere inviati al server on-premise. Gli utenti accedono al Centro messaggi o esaminano i report in cui sono elencati i loro messaggi di spam, quindi decidono quali messaggi sono sicuri e possono essere inviati alla loro casella di posta non Gmail. Questi utenti non hanno accesso a Gmail e ricevono i messaggi dal server di posta on-premise.

Routing per la conformità

Conformità dei contenuti e contenuti discutibili

È possibile che tu voglia che alcuni messaggi vengano inviati seguendo un criterio preciso. Ad esempio, potresti voler indirizzare i messaggi che includono determinati tipi di contenuti al tuo ufficio legale.

Configura una nuova destinazione principale o aggiungi destinazioni che corrispondano a stringhe di testo o pattern specifici. Ad esempio, configura una corrispondenza di contenuti con la parola riservato e sostituisci la destinazione principale con un server che supporti la crittografia.

Scopri di più sulla conformità dei contenuti e sui contenuti discutibili.

Conformità degli allegati

Per definire una nuova destinazione principale o aggiungere destinazioni per i messaggi che corrispondono a un tipo di allegato specifico, utilizza l'impostazione Conformità degli allegati, che si trova nella scheda Conformità. Ad esempio, puoi configurare una seconda destinazione in modo che qualsiasi messaggio contenente allegati di immagini venga recapitato anche al team delle Risorse umane.

Scopri come Configurare le regole relative alla conformità degli allegati.

Richiedere una connessione più sicura prima di eseguire il routing della posta

Puoi richiedere che la posta venga trasmessa via TLS quando gli utenti corrispondono a domini e indirizzi email specifici.

Configura l'impostazione di conformità TLS in base all'unità organizzativa per la posta in entrata e in uscita. Se un dominio specificato non supporta TLS, la posta in arrivo viene rifiutata, mentre la posta in uscita non viene inviata.

Scopri come configurare la conformità TLS.

Nota: se imposti un server gateway in uscita che utilizza TLS, i messaggi in uscita inseriti nell'elenco TLS applicato verranno inviati ai domini che non supportano TLS.

Indirizzare la posta in uscita

Inviare tutta la posta attraverso un server gateway

Per indirizzare i messaggi in uscita, configura un server gateway della posta in uscita. In genere un server gateway elabora in qualche modo i messaggi in uscita prima di recapitarli. 

Scopri di più in Configurare un gateway della posta in uscita.

Configurare il servizio di inoltro SMTP per indirizzare la posta attraverso il server Gmail

Se la tua organizzazione utilizza un server non Gmail, ad esempio Microsoft o un servizio SMTP, puoi configurare il servizio di inoltro SMTP in modo da indirizzare la posta in uscita tramite Gmail.

Utilizza l'impostazione del servizio di inoltro SMTP per filtrare i messaggi al fine di rilevare spam e virus prima che raggiungano i destinatari esterni. Questa impostazione consente anche di applicare ai messaggi in uscita le impostazioni di sicurezza dell'email configurate nella Console di amministrazione. Scopri di più sulla configurazione dell'inoltro SMTP.

Risolvere i problemi di configurazione del routing

Conflitti di percorsi

Puoi configurare criteri di routing per i messaggi in entrata validi per l'intero dominio e definire percorsi di recapito in base ai contenuti o agli allegati di un messaggio. Per sapere quale impostazione di routing ha la precedenza, vedi Personalizzare le impostazioni di Gmail per la tua organizzazione.

In caso di conflitto con i controlli di routing precedenti, ogni impostazione di routing descritta in questo articolo ha la priorità su eventuali impostazioni precedenti. Per ulteriori informazioni, vedi l'articolo Routing e recapito della posta.

Se il routing o il recapito dei messaggi non riesce

Se un messaggio viene indirizzato da un server Gmail o Google Workspace a un server destinatario esterno e non è possibile stabilire una connessione, Gmail lo trattiene. Rientrano tra le possibile cause degli errori di connessione i timeout, i rifiuti o gli errori di tipo 400.

Gmail tenta di inviare di nuovo il messaggio con intervalli di pochi minuti, per un massimo di 7 giorni. Dopo 7 giorni, il messaggio viene restituito al mittente.

Se aggiungi un nuovo server mentre Gmail sta tentando di inviare di nuovo un messaggio, quest'ultimo verrà indirizzato al server originale, non a quello nuovo. 

Se si verifica un errore di tipo 500, il messaggio viene immediatamente rifiutato. 

Per ulteriori informazioni, consulta Informazioni sui messaggi di errore SMTP e Messaggi di errore SMTP

 


Google, Google Workspace e marchi e loghi correlati sono marchi di Google LLC. Tutti gli altri nomi di società e prodotti sono marchi delle rispettive società a cui sono associati.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
73010
false
false