Modalità di utilizzo dei dati da parte delle app di Google Workspace Marketplace

Le app di terze parti disponibili in Google Workspace Marketplace possono essere integrate con i dati di Google Workspace in diversi modi.

Le sezioni seguenti descrivono ogni punto di integrazione, con link per ulteriori informazioni su ciascuno di essi.

Gmail

Le app integrate con la posta possono accedere ai tuoi dati di Gmail.

Due metodi comuni di integrazione con la posta sono i gadget della barra laterale e i gadget contestuali.

  • I gadget della barra laterale sono semplici applicazioni web HTML e JavaScript che possono essere incorporate in un riquadro laterale di Gmail. Questi gadget possono estendere Gmail aggiungendo funzionalità ed elaborate visualizzazioni di dati.
  • I gadget contestuali reperiscono informazioni dal Web in base ai contenuti di un messaggio email. Ad esempio, i gadget contestuali possono visualizzare anteprime dei contenuti in base ai link presenti in un messaggio.

I gadget contestuali utilizzano le seguenti API:

  • API di estrazione: i gadget contestuali utilizzano questa API per rilevare nelle email indizi relativi al contesto, determinare quali tipi di contenuti attivano il gadget e trasferire il contenuto che ha determinato attivazione al gadget. Ulteriori informazioni
  • API IMAP su OAuth: Gmail supporta il protocollo IMAP per l'accesso e l'invio di messaggi. Questa API consente ai gadget di accedere a Gmail con il protocollo IMAP tramite OAuth. Ulteriori informazioni
  • API dei feed Atom di Gmail: i gadget contestuali utilizzano questa API per il feed degli aggiornamenti da siti web, blog e Gmail. Ulteriori informazioni

Se installi un'app che utilizza gadget contestuali, ti consigliamo di informare gli utenti della possibilità che i gadget interagiscano con i contenuti dei loro messaggi email.

Per ulteriori informazioni sull'integrazione delle app con Gmail, visita la pagina all'indirizzo https://developers.google.com/gmail/.

Calendar

Le app integrate con il calendario possono accedere ai dati di Google Calendar, inclusi inviti ed eventi.

L'API Google Calendar consente alle app di modificare i calendari. Ad esempio, un'app può creare ed eliminare eventi di calendario o inviare inviti.

Per ulteriori informazioni sull'integrazione delle app con Calendar, visita la pagina all'indirizzo https://developers.google.com/google-apps/calendar/.

Drive

Le app integrate con Google Drive sono in grado di accedere ai dati degli utenti archiviati all'interno dei file di Google Drive, tra cui documenti, fogli di lavoro e presentazioni Google, e di gestirli livello di programmazione. Ad esempio, le app possono:

  • Recuperare i documenti che corrispondono a parole chiave specifiche, categorie o metadati
  • Modificare le autorizzazioni di condivisione di documenti e cartelle
  • Esaminare, scaricare o pubblicare la cronologia delle revisioni di un documento
  • Esportare documenti
  • Creare backup online di documenti, fogli di lavoro, presentazioni e PDF locali
  • Creare cartelle e spostare documenti e cartelle all'interno e al di fuori delle cartelle

L'integrazione viene fornita attraverso l'SDK di Google Drive. 

Per ulteriori informazioni sull'integrazione delle app con Drive, visita la pagina all'indirizzo https://developers.google.com/drive/.

Contatti

Le app integrate con Contatti utilizzano l'API di Contatti Google versione 3.0 per accedere ai contatti e modificarli. 

Per ulteriori informazioni sull'integrazione delle app con Contatti, visita la pagina all'indirizzo https://developers.google.com/google-apps/contacts/v3/.

Avvio applicazioni di Google

Le app integrate con Avvio applicazioni di Google sono elencate in Avvio applicazioni. 

Single Sign-On

Le app integrate con il servizio Single Sign-On consentono agli utenti di accedere in modo sicuro alle app utilizzando le loro credenziali di Google Workspace. È possibile farlo in diversi modi:

  • OAuth2 è un protocollo aperto che consente l'autorizzazione sicura mediante un semplice metodo standard. Tutte le nuove app disponibili tramite la Console di amministrazione utilizzeranno Oauth2 per il Single Sign-On. Ulteriori informazioni
  • Il servizio di accesso federato OpenID per Google Workspace consente agli utenti di accedere in modo sicuro a siti web di terze parti utilizzando il proprio account utente Google Workspace. Ulteriori informazioni
  • Single Sign-On SAML consente ai domini web protetti di scambiare dati di autenticazione utente e autorizzazione utente. Un fornitore di servizi online può utilizzare SAML per ricorrere a un provider di identità online distinto per autenticare gli utenti che tentano di accedere a contenuti protetti. Ulteriori informazioni

Supporto dell'integrazione delle app di Google Workspace Marketplace

In generale esistono due tipi di app di Google Workspace Marketplace create da fornitori di software indipendenti (ISV) che si integrano con i nostri servizi: supportate e non supportate.

L'innovazione e l'integrazione con i nostri servizi sono sempre accolte positivamente, tieni presente tuttavia che le app di Google Workspace Marketplace che utilizzano questi tipi di implementazione potrebbero non funzionare in tutti i casi.

È importante che Google mantenga la flessibilità necessaria per modificare dinamicamente i propri prodotti e fornire i servizi, la portata, la disponibilità e l'innovazione che i nostri clienti si aspettano. Se apportiamo modifiche sostanziali a un prodotto, facciamo anche del nostro meglio per rendere disponibili le funzionalità che consentono un'integrazione ottimale con i nostri servizi.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema